sabato 18 aprile 2015

Il ritorno del Principe

Il ritorno del Principe
di: Saverio Lodato e Roberto Scarpinato

Formato: Kindle
Dimensioni file: 594 KB
Pagine: 347
Editore: Chiarelettere (23 maggio 2011)
ASIN: B0064CPPIA
Data di acquisto: 12 ottobre 2014
Letto dal 31 marzo al 18 aprile 2015

Sinossi: Non è vero che la mafia è quella che si vede in TV, e che i corrotti e i criminali sono una malattia della nostra società. Qui, in Italia, la corruzione e la mafia sembrano essere costitutivi del potere, a parte poche eccezioni (la Costituente, Mani pulite, il maxiprocesso a Cosa nostra). Ricordate il Principe di Machiavelli? In politica qualsiasi mezzo è lecito. C'è un braccio armato (anche le stragi sono utili alla politica del Principe), ci sono i volti impresentabili di Riina, Provenzano, Lo Piccolo, e poi c'è la borghesia mafiosa e presentabile che frequenta i salotti buoni e riesce a piazzare i suoi uomini in Parlamento. Ma il potere è lo stesso, la mano è la stessa. Il libro è questo: racconta il fuori scena del potere, quello che non si vede e non è mai stato raccontato ma che decide, fa politica e piega le leggi ai propri interessi. Ci avviamo verso una democrazia mafiosa? Gli italiani possono reagire, è già successo.

La mia recensione: Il libro, ottimo libro, di Lodato e Scarpinato, pur tra tante cose dette e non dette ed alcune solo accennate, getta un po' di luce nel mondo buio ed oscuro del malaffare italiano e dei suoi imprescindibili intrecci con il mondo finanziario, imprenditoriale, massonico e politico... soprattutto politico. Ecco quindi che, in una sorta di botta e risposta tra i due autori, si cerca di approfondire (spesso con inevitabili salti nel passato della nostra storia) le tre italiche piaghe: criminalità, corruzione e mafia. Tuttavia, scorrendo le pagine del libro, salta subito all'occhio una costante: queste tre piaghe sono colluse con una classe dirigente e politica che, e forze è anche peggio, quando hanno avuto l'opportunità di un pur minimo segno di rivalsa e senso dello Stato hanno preferito tacere e voltarsi dall'altra parte! Buona fortuna, Italia...
Voto: 5 su 5

Nessun commento:

Posta un commento