sabato 16 maggio 2015

La Repubblica delle stragi impunite

La Repubblica delle stragi impunite
di: Ferdinando Imposimato

Formato: Kindle
Dimensioni file: 3014 KB
Pagine: 356
Editore: Newton Compton Editori (29 ottobre 2013)
ISBN-13: 9788854162112
Data di acquisto: 14 ottobre 2014
Letto dal 5 al 16 maggio 2015

Sinossi: Un autore da oltre 90.000 copie. I documenti inediti dei fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro Paese. La storia recente dell'Italia è attraversata da una lunga linea rossa, che va dalla bomba di Piazza Fontana alle morti di Falcone e Borsellino. Terribili eccidi di persone innocenti, sacrificate a trame segrete e oscure ragioni di Stato. Stragi ancora impunite, che hanno avvelenato il clima politico e sociale del nostro Paese e aumentato la sfiducia del popolo italiano verso le istituzioni. Ferdinando Imposimato (giudice da sempre in prima linea, che durante la sua carriera ha indagato su alcune delle pagine più drammatiche della parabola repubblicana) ricostruisce, con documenti inediti e una originale visione d'insieme, i fatti di sangue orditi da terroristi di destra e di sinistra, servizi segreti deviati, bande armate. Un'analisi lucida ed efficace, che non può non sollevare degli angoscianti interrogativi: quale ruolo ha avuto la politica nella stagione delle stragi di Stato? Perché alcuni uomini delle istituzioni hanno favorito quelle menti criminali? Quale collegamento esisteva tra la strategia della tensione e Gladio, tra gli americani e gli attentati che hanno drammaticamente caratterizzato gli anni di piombo e quelli a seguire?

La mia recensione: L'opera di Ferdinando Imposimato cerca di fare un po' di luce negli intrighi del potere italiano... anzi, dei poteri italiani! Intrighi e macchinazioni che hanno permesso, e a volte addirittura avallato, le varie stragi ed i vari assassinii che hanno sporcato la nostra storia: Portella della Ginestra, piazza Fontana, piazza della Loggia, treno Italicus, stazione di Bologna e omicidi di Moro, Falcone e Borsellino. Eventi, come lascia intendere l'autore, tutti legati da un unico filo di colore nero tramite una moltitudine di organizzazioni (alcune anche impensabili ed incredibili) e movimenti... anche al di fuori dello Stivale! Libro ben scritto per carità, ma ho fatto davvero molta fatica a star dietro ai troppi nomi di personaggi (più o meno oscuri) ed ai tanti documenti citati.
Voto: 3 su 5

Nessun commento:

Posta un commento