giovedì 13 agosto 2015

Protocollo ombra

Protocollo ombra
di: Kazuaki Takano

Formato: Kindle
Pagine: 536
Editore: Garzanti (18 giugno 2015)
ASIN: B00YULBW6Q
Data di acquisto: 15 luglio 2015
Letto dal 7 al 13 agosto 2015

Sinossi: Nello Studio Ovale la luce attraversa a malapena i vetri blindati alle spalle dell'uomo seduto alla scrivania, il capo chino. Il presidente Burns deve fronteggiare la più grave crisi nella storia degli Stati Uniti d'America. A diecimila chilometri di distanza, nel profondo della giungla congolese, un antropologo americano tiene per mano la causa di quella crisi. È solo un bambino. Si chiama Akili. Ha tre anni. Akili è una forma di vita evoluta con un'intelligenza di gran lunga superiore a quella dell'homo sapiens. È il primo della sua specie e può rappresentare il futuro della razza umana. Ma rischia di essere l'ultimo. Le capacità di analisi della sua mente gli permettono di decifrare ogni codice, di prevedere ogni operazione militare, di vanificare qualsiasi strategia. Per questo è un pericolo, e deve essere eliminato. La delicata missione, nome in codice Nemesis, viene affidata a un team di mercenari, capeggiati dall'ex operativo delle forze speciali Jonathan Yaeger. Ma quando giunge in Congo ed entra per la prima volta in contatto con il proprio obiettivo, Yaeger capisce che forse gli ordini che ha ricevuto questa volta non devono essere eseguiti. Che quel bambino può davvero rappresentare la speranza in un mondo, in un'umanità migliori. Che proprio da Akili può venire la cura per la rara patologia che ha colpito la persona che Jonathan ama di più. Ma schierarsi in difesa di Akili, significa inimicarsi la potenza militare più grande del pianeta.

La mia recensione: Protocollo ombra è, in un certo senso, il caso editoriale dell'anno; si tratta, senza portarle per le lunghe, di un libro scritto nel 2012 da Kazuaki Takano (noto sceneggiatore cinematografico e divoratore di testi scientifici e militari) ma che solo alla fine del 2014, con il passaparola dei lettori della Fiera di Londra, è riuscito a farsi conoscere al grande pubblico europeo e mondiale ed ottenere, quindi, la definitiva consacrazione. Questo è il suo primo libro... e, per quanto mi riguarda, spero che ottenga il successo e le soddisfazioni che davvero merita. E', in sostanza, un thriller-medico con tre trame all'inizio ben distinte ma destinate ad intrecciarsi già a partire da metà opera: il nocciolo della questione ruota tutto intorno alla scoperta, in piena foresta africana, di quello che si presume sia un bambino dotato di un'intelligenza altamente evoluta. Da qui partono le altre due storie parallele: quella di un mercenario incaricato di ucciderlo (con l'ordine che arriva direttamente dalla Casa Bianca) e quella di un giovane ricercatore giapponese reclutato da non si sa chi per scoprire una cura per la malattia del figlio dello stesso mercenario. Libro che già dalle prime pagine ti invoglia alla sua lettura: primo perché ti costringe a cercare gli indizi utili alla soluzione finale (che è sì scontata ma... mica tanto); secondo perché ti appassioni subito alle vicende di Akili, Jonathan Yaeger e Kento Koga, i personaggi principali delle tre storie parallele; e terzo, ma per me è il punto più importante, perché pur essendo un romanzo solleva non pochi interrogativi sulla natura umana e sul comportamento del genere umano nei riguardi dei suoi simili. Fin qui tutto bene, ma ora passiamo alle noti dolenti. Sul mio Kindle, nel corso della lettura ho riscontrato numerosi errori di formattazione e grammaticali; ad un certo punto ho avuto l'impressione che il libro sia stato tradotto in tutta fretta. Inoltre, alcuni passaggi del racconto, soprattutto quelli riguardanti il lato farmacologico, sono stati davvero di difficile comprensione, in quanto infarciti di innumerevoli termini e processi di chimica e medicina... e, ogni volta che mi imbattevo in uno di essi, dovevo tornare indietro di una decina di pagine! Vabbè dai, questi sono solo piccoli dettagli negativi che non mi impediscono di assegnarli il massimo dei voti e di consigliarne la lettura.
Voto: 5 su 5

Nessun commento:

Posta un commento