martedì 19 aprile 2016

Assassinio sull'Orient Express

Assassinio sull'Orient Express
di: Agatha Christie

Formato: Formato Kindle
Dimensioni file: 763 KB
Pagine: 175
Editore: Mondadori (22 aprile 2014)
ASIN: B00K03TVIO
Data di acquisto: 15 giugno 2014
Letto dal 15 al 19 aprile 2016

Sinossi: Salito a bordo del leggendario Orient Express, l'impareggiabile investigatore Hercule Poirot è costretto a occuparsi di un efferato delitto. Mentre il treno è bloccato nella neve, infatti, qualcuno tra i passeggeri pugnala a morte il ricco signor Ratchett. Evidentemente l'assassino deve nascondersi fra i viaggiatori, ma nessuno di loro sembra avere motivo per commettere il crimine. Un'indagine complicata attende l'infallibile detective...

La mia recensione: Chiediamoci dov'è la giustizia... e, a volte, la troveremo là dove meno ce lo saremmo aspettato! E' quello che ho subito pensato io dopo aver letto l'ultima pagina di questo libro. E' un breve romanzo, ma che si è rivelato essere un ottimo manuale claustrofobico di psicologia investigativa. Claustrofobico perché si svolge interamente in due/tre scompartimenti di un treno (prima e seconda classe e vagone ristorante): a causa di un'abbondante nevicata, il famosissimo Orient Express è costretto ad una sosta in Yugoslavia e, nel frattempo, un misterioso assassino, agendo indisturbato, commette un insolito omicidio. Ma il fato ha voluto che tra i passeggeri del treno ci sia anche l'infallibile Hercule Poirot che prontamente avvia le indagini. Ecco allora lo stoico investigatore sulla scena del crimine (in uno scompartimento chiuso dall'interno c'è un ricco americano ucciso da ben dodici strane coltellate), eccolo affrontare la sfilza di interrogatori di tutti i passeggeri e del personale della carrozza in esame, eccolo ancora mentre procede ad una sommaria perquisizione dei bagagli dei passeggeri e, infine, eccolo mentre alla presenza di tutte le personalità coinvolte espone i fatti, le circostanze e, soprattutto, svela l'identità del colpevole,,, anche se poi il libro si chiude con un'incredibile decisione (ma più che giustificata) da parte dello stesso Poirot; tant'è vero che il tutto termina con una sua frase: "Avendovi fornito la mia soluzione ho l'onore di ritirarmi. Il mio compito è finito". A chi, come il sottoscritto, ama il genere giallo, questa lettura è una vera goduria: la geniale Agatha Christie prende gli indizi, li dissemina lungo tutto il libro e lascia allo spettatore (pardon, al lettore) il compito di trovare il colpevole prima che lo faccia Hercule Poirot! Ma lo ammetto: io, come faccio sempre quando leggo un giallo (o un trhiller in generale), ho preso svariati appunti e sono arrivato ad una soluzione e... vabbè, c'è proprio bisogno di dirvi che questa volta ho preso una cantonata colossale?
Voto: 5 su 5

Nessun commento:

Posta un commento