martedì 25 aprile 2017

National Geographic Italia: i numeri di febbraio e marzo 1998

Sono abbonato (sin dallo storico n. 1 del febbraio 1998), al National Geographic Italia e, da allora, ho sempre ricevuto, da parte da amici insegnanti, richieste di materiale: mi chiedono, soprattutto, articoli per ricerche scolastiche o altro materiale per consultazioni varie. Perciò, ho deciso di pubblicare tutti gli indici del magazine.

----- Febbraio 1998 -----
- Riservato alle tigri selvagge. Nel mondo sopravvivono poche migliaia di esemplari, e il loro futuro è incerto. Chiedono spazi in cui vivere, prede, e una tutela più attenta.
- Sita. La vita di una tigre in libertà. Ha prodotto più cucciolate di qualsiasi femmina studiata finora in natura. E sta ripopolando di felini il parco nazionale indiano di Bandhavgarh.
- Giochi di luci nel mare. Grazie a una nuova tecnica di illuminazione fotografica, i coralli del Mar Rosso risplendono di colori fluorescenti, in uno spettacolare carnevale subacqueo.
- Nepal, il regno ritrovato. Dopo decenni d'isolamento il Mustang riapre al mondo esterno le porte delle sue cittadelle. Un viaggio fra antiche tradizioni e nuove inquietudini.
- Primi passi nel mondo. Abile nel costruire utensili e svelto di gambe, Homo erectus fu forse il primo rappresentante della grande famiglia umana ad avventurarsi fuori dell'Africa.
- Beirut rinasce. Quindici anni di guerra civile l'hanno ridotta a un cumulo di macerie. Ma oggi la capitale del Libano si riscatta, grazie ai nemici di un tempo, uniti dalla voglia di pace e di benessere.

----- Marzo 1998 -----
- La rivolta dei mappamondi. La cartografia è in piena rivoluzione: computer e satelliti guidano i missili, ma possono anche scrutare l'universo, e grazie all'aggiornamento istantaneo dei dati, mostrarci come cambia il nostro pianeta.
- Queen Maud Land. Sul tetto dell'Antartide, sei uomini scalano vette inviolate. Si apre così la nuova frontiera dell'alpinismo.
- L'alba della vita. Miliardi di anni fa, apparvero i primi abitanti della Terra. Erano creature microscopiche, ma affrontarono imprese titaniche: produssero l'ossigeno che respiriamo, svilupparono il Dna, le proteine, la fotosintesi, e inventarono perfino il sesso.
- America sulla strada. In macchina lungo National Road, la prima carrozzabile che spalancò le porte del vecchio West.
- Il pianeta degli Scarabei. Sono piccoli, apparentemente insignificanti, eppure rappresentano un miracolo dell'evoluzione. I coleotteri costituiscono circa un quarto di tutte le specie animali. Popolano foreste pluviali, ghiacciai e deserti.
- Nenetz. Viaggio fra i nomadi in Siberia. La Storia sembra non aver sfiorato i mandriani di renne. Oggi, però, questo popolo deve fare i conti con il presente: sotto i suoi pascoli nella tundra, sono stati scoperti i più vasti giacimenti al mondo di gas naturale.

Nessun commento:

Posta un commento