mercoledì 4 ottobre 2017

National Geographic Italia - Ottobre 2017

National Geographic Italia - Ottobre 2017

Vol. 40 - N. 4 (n. 237 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Per documentare le scoperte di Jane Goodall sugli scimpanzé, National Geographic inviò il fotografo Hugo van Lawick a Gombe. Lui la fece mettere in posa per scatti come questo, e qualche tempo dopo le propose di sposarlo. Fotografia di Hugo van Lawick

- Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Storia di una leggenda vivente. Era un bel pomeriggio di metà maggio quando è scesa dall'auto davanti all'Auditorium di Roma per il suo primo incontro del Festival delle Scienze organizzato da National Geographic. Ma anziché recarsi verso l'ingresso, dove la attendeva una piccola folla emozionata, è andata a sorpresa nella direzione opposta, rincorsa dai fotografi. E si è soffermata a lungo ad accarezzare due splendidi cavalli dei carabinieri che stazionavano di là della strada. E loro, docili, hanno chinato la testa. Sono stati pochi istanti, che tuttavia dicono molto di lei e del suo amore per gli animali. Tutti gli animali, non solo i suoi scimpanzé di Gombe Stream. A 83 anni, Jane Goodall è una leggenda vivente. A vedere la grazia con cui si muove, parla, incontra giovani studentesse spronandole a inseguire i loro sogni, sprigiona una serenità contagiosa. Ed è sempre la ragazza che più di mezzo secolo fa, senza una laurea e una preparazione specifica, affrontò l'avventura dell'Africa per isolarsi in un angolo della Tanzania a studiare i nostri parenti più prossimi, regalando alla scienza scoperte fondamentali. Tony Gerber ci racconta l'incredibile avventura di quella ragazza timida e determinata, dal suo incontro con Louis Leakey, che sarebbe diventato il suo mentore, alle sue riluttanze davanti alla macchina fotografica, dalle prime osservazioni scientifiche alle conferenze tenute con disinvoltura davanti alle platee di tutto il mondo. In altre parole, ci racconta la nascita di un mito chiamato Jane Goodall.

- Diventare Jane Goodall. Fotografie inedite mostrano una giovane scienziata nel corso delle sue straordinarie ricerche sugli scimpanzé in Tanzania. Con la fama arrivarono i tentativi di controllarla e di mitizzarla, ma anche i mezzi che le consentirono di portare avanti il suo lavoro, la sua passione.
- L'ambizione verde di Dubai. Dieci anni fa questa città degli Emirati Arabi Uniti aveva un'impronta ecologica tra le peggiori al mondo. Oggi, grazie ai più moderni ritrovati della tecnologia urbanistica, punta ad avere la migliore entro il 2050. Ci riuscirà?
- Ucciderli può davvero salvarli? È vero che la caccia grossa ad animali come elefanti o leoni aiuta a proteggere le specie a rischio? E gli habitat naturali africani? In alcuni casi sì, ma è sufficiente a giustificare una pratica che nel 2017 molti considerano del tutto immorale?
- Alla fine del mondo. Da secoli i pastori nomadi del popolo nenet dell'Artide russa portano le loro renne oltre il Circolo Polare Artico per la transumanza annuale. Oggi però devono affrontare due minacce dei nostri tempi: il cambiamento climatico e un gigantesco impianto di estrazione di gas naturale.
- Fotodiario (di Mariusz Janiszewski): Piani di vita. Nel fine settimana i pianerottoli delle case popolari di Tondo, a Manila, si accendono di attività. E di speranza.

Nessun commento:

Posta un commento