giovedì 30 novembre 2017

Libri letti nel mese di novembre... e quelli da leggere a dicembre!


I libri che ho letto e recensito a novembre 2017:
- 24 novembre: Alessandro Defilippi - Per una cipolla di Tropea
- 21 novembre: Glenn Cooper - Il debito
- 14 novembre: Davide Bacchilega - La più odiata dagli italiani
- 8 novembre: Stephen King: Insomnia

...E quelli in lettura per dicembre (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Tom Clancy: I denti della tigre [già in lettura]
- Donato Carrisi: L'uomo del labirinto [in uscita il 4 dicembre]
- John R. R. Tolkien: Lo Hobbit
- Clara Sánchez: La forza imprevedibile delle parole
- Marco Buticchi: La luce dell'impero
- Stephen King: Rose Madder
- Alessia Gazzola: Arabesque
- Thomas Harris: Hannibal Lecter. Le origini del male

[mese precedente]

mercoledì 29 novembre 2017

Syd Barrett - The Madcap Laughs (1970)

Syd Barrett - The Madcap Laughs (1970)

Data di pubblicazione: 3 gennaio 1970
Durata: 37.41 LP e 57.03 CD del 1994
Numero tracce: 13
Genere: Folk psichedelico e Rock psichedelico
Etichette: Harvest/EMI SHVL 765
Produtto da: Syd Barrett, Peter Jenner, Malcolm Jones, Roger Waters e David Gilmour
Ingegnere del suono: -
Copertina: Hipgnosis (su foto di Mick Rock)
Registrato tra il 28 maggio 1968 ed il 5 agosto 1969 presso gli Abbey Road Studios

The Madcap Laughs è il primo album solista di Syd Barrett dopo il suo allontanamento (e relativa sostituzione con David Gilmour) dai Pink Floyd, dovuta all'alienazione mentale a seguito del ripetuto uso di droghe e acidi vari (LSD su tutte).
Dopo il suo abbandono della band, Syd Barrett cominciò subito la lavorazione dell'album, aiutato anche da Peter Jenner, l'ex manager dei Pink Floyd. Ma con Barrett sempre più isolato dalla realtà il progetto venne subito abbandonato. Ecco allora che nell'aprile 1969 Malcolm Jones comincia ad interessarsi al progetto ma rilavorando tutto il materiale sin qui prodotto; nel frattempo Syd Barrett inizio la sua collaborazione con i membri dei The Soft Machine, (Robert Wyatt, Mike Ratledge e Hugh Hopper), dei Quiver (Willie Wilson) e degli Humble Pie (Jerry Shirley)... Tuttavia, visto lo stato mentale sempre più precario di Barrett, via via che il tempo passava i vari musicisti si chiamarono fuori e vennero sostituiti da due musicisti molto noti allo stesso Syd: Roger Waters e David Gilmour. I due musicisti, pur essendo impegnati con la conclusione dell'album Ummagumma, riuscirono nell'impresa di far terminare l'album a Syd Barrett.
Octopus divenne il primo singolo del nuovo album, che venne messo in vendita il 3 gennaio 1970.
La foto di copertina di The Madcap Laughs è opera dello studio fotografico Hipgnosis (lo stesso delle copertine dei primi album dei Pink Floyd), partendo da una foto di Mick Rock. Per preparare la foto, Syd Barrett spostò i mobili della sua camera da letto (di Wetherby Mansions) e dipinse il pavimento a strisce arancio-viola. Sulla foto del retro di copertina, inoltre, si vede la stessa stanza con l'aggiunta di Syd Barrett e di una donna nuda... la sua ragazza dell'epoca (Evelyn, chiamata da tutti "Iggy The Eskimo").

Formazione:
Syd Barrett: chitarra e voce
Vic Saywell: corno
David Gilmour: basso e batteria in Octopus
Jerry Shirley: batteria
John Wilson: percussioni
Mike Ratledge: tastiere in No Good Trying e Love You
Hugh Hopper: basso in No Good Trying e Love You
Robert Wyatt: batteria in No Good Trying e Love You

Tracce dell'LP (testi e musiche di Syd Barrett eccetto dove indicato):
- Lato A:
1. Terrapin - 5.04 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969 e sovraincisioni aggiunte il 4 maggio 1969)
2. No Good Trying - 3.26 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969 e sovraincisioni aggiunte il 3 e 4 maggio 1969)
3. Love You - 2.30 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969 e sovraincisioni aggiunte il 3 maggio 1969)
4. No Man's Land - 3.03 (prodotto da Malcolm Jones; registrato il 17 aprile 1969 e sovraincisioni aggiunte il 4 maggio 1969)
5. Dark Globe - 2.02 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 5 agosto 1969)
6. Here I Go - 3.11 (prodotto da Malcolm Jones; registrato il 17 aprile 1969)
- Lato B:
1. Octopus - 3.47 (prodotto da Syd Barrett e David Gilmour; registrato il 12 giugno 1969 e sovraincisioni aggiunte il 13 giugno 1969)
2. Golden Hair - 1.59 (testo tratto da una poesia di James Joyce; prodotto da Syd Barrett e David Gilmour; registrato il 12 giugno 1969)
3. Long Gone - 2.50 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 26 luglio 1969)
4. She Took a Long Cold Look - 1.55 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 26 luglio 1969)
5. Feel - 2.17 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 26 luglio 1969)
6. If It's in You - 2.26 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 26 aprile 1969)
7. Late Night - 3.11 (prodotto da Pete Jenner e Malcolm Jones; registrato il 28 maggio 1968 e sovraincisioni aggiunte l'11 aprile 1969)

Tracce del Cd del 1994 (testi e musiche di Syd Barrett eccetto dove indicato):
I primi 13 brani sono gli stessi presenti sull'LP
14. [bonus track] Octopus (Takes 1 & 2) - 3.09 (prodotto da Syd Barrett e David Gilmour; registrato il 12 giugno 1969
15. [bonus track] It's No Good Trying (Take 5) - 6.22 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969)
16. [bonus track] Love You (Take 1) - 2.22 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969)
17. [bouns track] Love You (Take 3) - 2.11 (prodotto da Malcolm Jones; registrato l'11 aprile 1969)
18. [bonus track] She Took a Long Cold Look at Me (Take 4) - 2.44 (prodotto da David Gilmour e Roger Waters; registrato il 26 luglio 1969)
19. [bonus track] Golden Hair (Take 5) - 2.28 (prodotto da Pete Jenner; testo di James Joyce; registrato l'8 giugno 1968)

domenica 26 novembre 2017

Prossime uscite: Donato Carrisi - L'uomo del Labirinto

In uscita il 4 dicembre 2017... e, dal sottoscritto, già prenotato in versione Kindle il 20 novembre: Donato Carrisi - L'uomo del Labirinto

Pagine: 256
Editore: Longanesi (4 dicembre 2017)
ASIN (per il Kindle): B077DG5V9F
ISBN-13 (per il cartaceo): 978-8830448278
Prezzi: 11,99 euro per il Kindle e 16,15 euro per il cartaceo

----- Sinossi -----
Dopo il grande successo de La ragazza nella nebbia, ecco il nuovo thriller geniale di un autore da oltre 3 milioni di copie nel mondo.
Una ragazza scomparsa e ritrovata. Un uomo senza più nulla da perdere. La caccia al mostro è iniziata. Dentro la tua mente.
L'ondata di caldo anomala travolge ogni cosa, costringendo tutti a invertire i ritmi di vita: soltanto durante le ore di buio è possibile lavorare, muoversi, sopravvivere. Ed è proprio nel cuore della notte che Samantha riemerge dalle tenebre che l'avevano inghiottita. Tredicenne rapita e a lungo tenuta prigioniera, Sam ora è improvvisamente libera e, traumatizzata e ferita, è ricoverata in una stanza d'ospedale. Accanto a lei, il dottor Green, un profiler fuori dal comune. Green infatti non va a caccia di mostri nel mondo esterno, bensì nella mente delle vittime. Perché è dentro i ricordi di Sam che si celano gli indizi in grado di condurre alla cattura del suo carceriere: l'Uomo del Labirinto.
Ma il dottor Green non è l'unico a inseguire il mostro. Là fuori c'è anche Bruno Genko, un investigatore privato con un insospettabile talento. Quello di Samantha potrebbe essere l'ultimo caso di cui Bruno si occupa, perché non gli resta molto da vivere. Anzi: il suo tempo è già scaduto, e ogni giorno che passa Bruno si domanda quale sia il senso di quella sua vita regalata, o forse soltanto presa a prestito. Ma uno scopo c'è: risolvere un ultimo mistero. La scomparsa di Samantha Andretti è un suo vecchio caso, un incarico che Bruno non ha mai portato a termine... E questa è l'occasione di rimediare. Nonostante sia trascorso tanto tempo.
Perché quello che Samantha non sa è che il suo rapimento non è avvenuto pochi mesi prima, come lei crede. L'Uomo del Labirinto l'ha tenuta prigioniera per quindici lunghi anni. E ora è scomparso...

La classifica dei libri più venduti (di domenica 26 novembre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 26 novembre):

1. (=) Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
2. (7) Gianluigi Nuzzi: Peccato originale (Chiarelettere)
3. (n) Zerocalcare: Macerie prime (Bao Publishing)
4. (2) Dan Brown: Origin (Mondadori)
5. (8) Isabel Allende: Oltre l'inverno (Feltrinelli Editore)
6. (=) Jeff Kinney: Diario di una schiappa. Avanti tutta! (Il Castoro Editrice)
7. (n) Alessia Gazzola: Arabesque (Longanesi)
8. (3) Alessandro D'Avenia: Ogni storia è una storia d'amore (Mondadori)
9. (n) Andrea Camilleri: Un mese con Montalbano (Sellerio)
10. (5) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di gennaio e febbraio 2003

----- Gennaio 2003 -----
- La Grande Muraglia cinese. Un giornalista e un fotografo percorrono l'antica barriera che segnava i confini del Celeste Impero, dai dintorni di Pechino fino ai deserti dell'estremo Occidente cinese, scoprendo una realtà che non ha nulla da invidiare al mito.
- Il vulcano più strano del mondo? Si chiama Ol Doinyo Lengai, si trova in Tanzania, ed è una montagna molto particolare: solo qui la lava si pietrifica a mezz'aria per poi cadere a terra come vetro infranto, dando vita a un paesaggio bizzarro e spettacolare.
- Tessitori di sogni. Datemi un pezzo di stoffa e vi solleverò il mondo: potrebbe essere questo il motto dei designer e degli inventori che stanno rivoluzionando il concetto stesso di tessuto. Ecco le trame del futuro, in bilico tra scienza e fantascienza: così intelligenti da monitorare i battiti del cuore, così forti da spostare interi palazzi, così sofisticate da rendere "invisibili" i soldati sul campo di battaglia.
- Egitto, capolavori ritrovati. Apriti Sesamo: una profusione di tesori archeologici di valore inestimabile riemerge dai sotterranei del Museo egizio del Cairo e da depositi in altre località egiziane. Una straordinaria mostra di capolavori per celebrare i cent'anni del museo.
- Giappone, quando il cielo si imbianca. L'inverno trasforma l'arcipelago giapponese in un luogo incantato: terre innevate, dalla bellezza aspra come il loro clima, popolate da eleganti gru della Manciuria, cigni, pernici bianche, cervi sika: creature leggiadre e tenaci che neppure il gelo riesce a sconfiggere.

----- Febbraio 2003 -----
- Cacciatori di galassie. Una nuova generazione di scienziati sta cambiando il nostro modo di vedere il cosmo. E, grazie a tecnologie d'avanguardia, si appresta a svelare i misteri della nascita dell'universo.
- Sangue sul Sudan. In un Paese devastato da decenni di guerra civile, il governo islamico del Nord combatte i ribelli del Sud mentre il mondo guarda indifferente. Fino alla scoperta del petrolio.
- Nuba. Un'antica cultura stretta tra due fuochi: da una parte, i ribelli della Spla; dall'altra il governo di Khartoum. Riuscirà a sopravvivere?
- La favola di Sacagawea. Due secoli fa, fu l'unica donna della prima grande esplorazione americana. Da allora è una leggenda.
- Tecniche di volo estremo. I piovanelli migrano ogni anno dall'Artide all'Australia. Come si adattano al cambiamento di clima?
- L'alba negli abissi. Il regno sommerso delle fonti idrotermali si illumina e dà spettacolo in un nuovo documentario Imax.
- Armonie d'acqua. C'è un angolo di paradiso lungo la costa della Columbia Britannica, in Canada: fra antiche foreste e balene, lupi e salmoni rossi, Clayoquot Sound è una sinfonia di biodiversità.

venerdì 24 novembre 2017

Amazon: ecco il Black Friday "letterario"

Amazon, in occasione del Black Friday, offre eBook scontati, tra cui La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi, Una stanza piena di gente di Daniel Keyes, Bello, elegante e con la fede al dito di Andrea Vitali, Il magico potere del riordino di Marie Kondo e Le mamme ribelli non hanno paura di Giada Sundas.
Potremo comprare i libri di nostro interesse (io ho preso Bello, elegante e con la fede al dito di Andrea Vitali, La vittima designata di Lee Child e Il Libro della Polvere - La Belle Sauvage di Philip Pullman) andando direttamente nella pagina dedicata all'offerta.

Per una cipolla di Tropea

Per una cipolla di Tropea
di: Alessandro Defilippi

Formato: Kindle
Dimensioni file: 451 KB
Pagine: 72
Editore: Mondadori (21 novembre 2012)
ASIN: B00AAP0Q9A
Data di acquisto: 5 maggio 2013
Letto dal 22 al 24 novembre 2017

----- Sinossi -----
In una giornata di sole splendente, capace di illuminare anche i caruggi più angusti e bui di Genova, un cadavere viene recuperato nelle acque del porto. Sembrerebbe il corpo di un pescatore, ma la pistola e il silenziatore rinvenuti nelle sue tasche aprono scenari non previsti. Il colonnello Enrico Anglesio, chiamato sul posto a occuparsi del caso, viene catturato da un insolito indizio, che si rivelerà il suo asso nella manica: le cipolle di Tropea trovate nella barca del presunto pescatore...

----- La mia recensione -----
È solo un racconto breve  (che fa parte della raccolta Giallo panettone) ma ha tutti gli ingredienti, e le potenzialità, per essere sviluppato in un romanzo vero e proprio.
Per una cipolla di Tropea, ambientato a Genova nel primo periodo post bellico, è un giallo abbastanza leggero ma intenso e non privo di pathos ed azione, che si legge o tutto d'un fiato (tanto sono solo una settantina di pagine) o, come ho fatto io, gustandolo a piccola dosi.
- Voto: (4 su 5)

mercoledì 22 novembre 2017

National Geographic Italia - Novembre 2017

National Geographic Italia - Novembre 2017
Vol. 40 - N. 5 (n. 238 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Una donna appena vaccinata nel corso di una campagna di vaccinazioni contro la febbre gialla in una piccola clinica di Matadi, nella Repubblica Democratica del Congo. Fotografia di William Daniels

- Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Un successo della civiltà. "Ci diffidarono dall'usare i bagni pubblici, dal bere alle fontane, dal dare un sorso alla bibita di un compagno, dal prendere freddo, dal giocare con estranei, dal procurarci libri in biblioteca, dal parlare ai telefoni pubblici, dal comprare cibo per strada e dal mangiare senza esserci prima puliti a fondo le mani con acqua e sapone". Con queste parole, nel suo romanzo, Philip Roth descrive il clima che si respirava a Newark, nel New Jersey, durante l'epidemia di poliomielite del 1944. In un crescendo di paura, le strade si svuotavano, i campi giochi restavano deserti, le persone smettevano di spostarsi da un quartiere all'altro. In quel periodo nei soli Stati Uniti si verificavano decine di migliaia di casi di polio all'anno, con migliaia di morti e migliaia di persone, soprattutto bambini, costrette nei polmoni artificiali o rese permanentemente invalide. Lo stesso presidente Franklin Delano Roosevelt aveva contratto nel 1921 la malattia, che lo paralizzò dal bacino in giù. A partire dal 1955, con l'introduzione del vaccino, i casi di poliomielite si ridussero fino a scomparire nel giro di 10 anni. Oggi la poliomielite è quasi sparita in tutto il mondo, con appena 37 casi nel 2016 tra Nigeria, Pakistan e Afghanistan. E meglio ancora è andata con il vaiolo, il cui ultimo caso si è registrato in Somalia nel 1977: un successo che ha permesso di sospendere la vaccinazione in tutto il mondo già dagli anni Ottanta. Non è difficile capire perché i vaccini sono un presidio medico preventivo irrinunciabile. In mezzo secolo hanno salvato milioni di vite, e altrettante potranno salvarne negli anni a venire. I vaccini sono uno dei più eccezionali successi della civiltà umana.

- Vaccini, perché servono davvero. Mentre in Europa e in USA c'è che dubita della loro efficacia, nei paesi più poveri centinaia di migliaia di bambini continuano a morire per malattie che si possono prevenire facilmente con i vaccini.
- Diritti, obblighi e proteste. I vaccini in Italia erano obbligatori già negli anni Sessanta, ma il recente decreto ha suscitato proteste. Prive di basi scientifiche.
- Pterosauri, bizzarre creature volanti. Le più recenti scoperte scientifiche stanno cambiando il nostro modo di vedere gli animali più grandi, e più feroci, che abbiano mai solcato i cieli del nostro pianeta: gli pterosauri.
- Ecco dove abita la felicità. Che cosa hanno in comune Danimarca, Costa Rica e Singapore? I loro abitanti si sentono al sicuro, perseguono i propri obiettivi, vivono con molta allegria e poco stress.
- Possiamo salvare il delta dell'Okavango? Un progetto ambizioso per studiare il Delta dell'Okavango in Botswana rivela i pericoli che lo minacciano, e la ricchezza di vita che lo rende un luogo unico al mondo.
- Sotto il segno dell'ulivo. Oggetto di miti e tradizioni millenarie, fonte di nutrimento, moneta sonante. Da millenni l'ulivo, simbolo di forza e di pace, accomuna le culture del Mediterraneo dal Medio Oriente alla Francia. Qual è il futuro di questa pianta e del suo prezioso frutto a fronte delle minacce di nuovi, letali parassiti?

[Recensione] Il debito

Il debito
di: Glenn Cooper

Titolo originale: The Debt
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1282 KB
Pagine: 332
Editore: Casa Editrice Nord (6 novembre 2017)
ASIN: B0751BXQ3Q
Data di acquisto: 10 agosto 2017 (prenotazione)
Letto dal 14 al 21 novembre 2017

----- Sinossi -----
Forse non è il paradiso, ma per Cal Donovan, docente di Storia della religione, è come se lo fosse. Per ringraziarlo del suo ruolo cruciale nel caso del sacerdote con le stigmate, papa Celestino VI ha infatti concesso a Cal un privilegio straordinario: l'accesso illimitato alla Biblioteca Vaticana e all'Archivio Segreto Vaticano; chilometri di scaffali su cui sono conservati centinaia di migliaia tra manoscritti, documenti antichi e reperti inestimabili. E Cal ne approfitta subito per le sue ricerche su un oscuro cardinale italiano vissuto a metà dell'Ottocento, durante i moti rivoluzionari che avevano sconvolto lo Stato Pontificio. Ed è così che s'imbatte in una lettera privata del segretario di Stato dell'epoca, in cui si fa riferimento ad un banchiere e alla necessità di trasferirlo in gran segreto fuori Roma. Nel corso degli anni, Cal ha imparato a fidarsi del proprio istinto e quella strana vicenda lo attira come una calamita. Non può tuttavia immaginare che, dalle pagine ingiallite, emergerà un fatto sconcertante: un ingente debito - mai restituito - contratto in segreto dalla Chiesa con una banca gestita da una famiglia ebrea. Né può prevedere la sorprendente richiesta di Celestino: trovare le prove che quel debito è ancora valido. Ma quali sono le reali intenzioni del papa? Cal non è l'unico a porsi quella domanda. Per alcuni membri della Curia è in gioco la sopravvivenza stessa della Chiesa, e sono pronti a usare qualsiasi mezzo pur di fermare le ricerche di Cal e ostacolare i progetti del papa...

----- La mia recensione -----
"Ciò che affligge un bambino di una data fede in una data area del mondo affligge tutti, ovunque. Inchinarsi con amorevole compassione al povero e al bisognoso è parte integrante dello spirito più autentico della fede cattolica".
Anche se il protagonista de Il debito è ancora una volta Cal Donovan, che già abbiamo incontrato in La croce, a farla da padrona in tutto il libro è la Chiesa... sia quella degli "ultimi" e dei veri insegnamenti del Vangelo (qui rappresentati da papa Celestino VI, "disegnato" sulla figura di papa Francesco), e sia quella dell'inganno, del tradimento e dell'avarizia (impersonata da alcuni esponenti corrotti della curia romana).
Il libro non è niente male (la trama molto avvincente ed il suo sviluppo sono ben studiati), ma paga lo scotto di un ritmo molto ma molto lento... praticamente succede tutto, anzi di tutto e di più, solo nelle ultimissime pagine. Il tema trattato (la ricchezza del Vaticano) si presta benissimo al solito ed antico interrogativo: è giusto che la Chiesa possieda soldi in abbondanza ed opere d'arte dal valore inestimabile (si pensi, tanto per fare un esempio, alla "Pietà" di Michelangelo Buonarroti) mentre, in tutto il mondo, c'è gente che muore di fame? E soprattutto, non sarebbe più opportuno che la Chiesa impiegasse la sua ricchezza (anche, è perché no?, vendendo il suo patrimonio artistico ed immobiliare) per debellare/alleviare la sofferenza degli "ultimi"?
- Voto: (4 su 5)

 Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I libri di Glenn Cooper che ho letto e recensito:
L'invasione delle tenebre (dannati, vol. 3) (23 novembre 2015)
La porta delle tenebre (Dannati, vol. 2) (25 giugno 2015)
Dannati (Dannati, vol. 1) (19 ottobre 2014)
Il calice della vita (16 febbraio 2014)
Il tempo della verità (25 ottobre 2013)
I custodi della Biblioteca (25 dicembre 2012)
Letti ma non recensiti: La mappa del destino; L'ultimo giorno; La Biblioteca dei morti; Il marchio del diavolo; Il libro delle anime

domenica 19 novembre 2017

La classifica dei libri più venduti (di domenica 19 novembre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 19 novembre):

1. (n) Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
2. (1) Dan Brown: Origin (Mondadori)
3. (2) Alessandro D'Avenia: Ogni storia è una storia d'amore (Mondadori)
4. (=) Sveva Casati Modignani: Festa di famiglia (Sperling & Kupfer)
5. (3) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)
6. (n) Jeff Kinney: Diario di una schiappa. Avanti tutta! (Il Castoro Editrice)
7. (n) Gianluigi Nuzzi: Peccato originale (Chiarelettere)
8. (n) Isabel Allende: Oltre l'inverno (Feltrinelli Editore)
9. (5) Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
10. (6) Marco Malvaldi: Negli occhi di chi guarda (Sellerio)

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di novembre e dicembre 2002

----- Novembre 2002 -----
- Portfolio: David Alan Harvey. David Alan Harvey si autodefinisce così: "Un fotografo il cui compito è di documentare la realtà, nel senso più classico del termine". E che ha scelto la semplicità: "Cogliere l'essenza del soggetto, piuttosto che badare alla tecnica". Perciò, per dissimularsi meglio nella realtà e fra la gente, usa un solo apparecchio, una vecchia Leica manuale, e un obiettivo. In 30 anni di collaborazione con National Geographic, Harvey ha firmato oltre 40 servizi, perlopiù in America Latina e nei Paesi del Mediterraneo, calamitato da "quel momento lirico sempre presente nella cultura latina", e tanto raro altrove.
- Armi di distruzione di massa. Chi s'illudeva che con la fine della Guerra Fredda il mondo fosse diventato un luogo più siuro sbaglia davvero: la minaccia delle armi nucleari, biologiche e chimiche è più reale che mai. Anzi, certi strumenti di sterminio oggi potrebbero sfuggire al controllo dei Paesi detentori, e finire nelle mani sbagliate. Stavolta, però, è l'umanità intera a trovarsi sotto tiro.
- A fior di pelle. È l'organo più grande del corpo umano, e serve da armatura, da impianto di condizionamento, da via di comunicazione. Sono tanti, futili o serissimi, gli obiettivi che spingono gli scienziati a indagare sui mille misteri della pelle: come arrestare l'avanzata delle rughe? Come proteggerci dai deleteri effetti dei raggi solari? Come funziona esattamente il tatto, forse il più importante dei cinque sensi?
- Pesce luna. È una gigantesca testa che nuota, offre ospitalità a un gran numero di parassiti, si nutre di meduse e può pesare fino a 1.800 chili. Poco conosciuto e difficile da individuare, il pesce luna è uno fra i più bizzarri abitanti degli oceani, e anche per questo affascina studiosi di tutto il mondo.
- Megalopoli. Nel 2030, due terzi dell'umanità vivranno all'interno di gigantesche aree urbane. Una crescita esplosiva che avverrà quasi interamente nei Paesi in via di sviluppo. Per figurarsi quale aspetto avrà il mondo del futuro, l'ultimo servizio della serie dedicata alle grandi sfide dell'umanità esplora le realtà di San Paolo in Brasile, di Lagos in Nigeria, di Bangkok in Thailandia. Destinazione finale: Hyderabad, la nuova Silicon Valley, in India.
- Re delle scimmie. In un mondo tuttora dominato dai maschi, una società capeggiata dalle femmine è una novità decisamente straordinaria. I gelada, scimmie delle montagne etiopi che vivono a oltre 3.000 metri di quota, non hanno alcun dubbio riguardo alla gerarchia: le femmine decidono ogni cosa, e guai a chi le contraddice.
- Codice Postale: Boys Town. Benvenuti nella città dei ragazzi, dove adolescenti con problemi comportamentali e storie difficili alle spalle trovano scuole, una casa e una famiglia pronta ad accoglierli. In questa comunità del Nebraska gli adulti hanno un unico scopo: aiutare i ragazzi a ritrovare se stessi.

----- Dicembre 2002 -----
- Mappa in allegato: Planisfero fisico-politico del mondo
- Mappa in allegato: Medio Oriente, crocevia di fedi e guerre (lato A) e Il cuore del Medio Oriente, cartina fisico-politica (lato B)
- Grandi reportage (1927): La sera andavamo in David Street. Nel 1927, Gerusalemme è una città dove si parlano ventinove lingue diverse (anche se quelle ufficiali sono l'inglese, l'arabo e l'ebraico), i negozi arabi vendono cappelli francesi all'ultima moda e articoli per cammellieri, i giovani eleganti mandano a stirare il tarboosh, e nei mercati si riversa la messe di frutti regalati dalla fertile terra di Palestina. Ma soprattutto è, ancora e sempre, la Città fra tutte più Santa, capitale delle tre grandi fedi abramitiche: Sacra quanto la Mecca o Medina per l'Islam, "città della pace" cui rivolgere eternamente il pensiero per la religione ebraica, e, secondo il Cristianesimo, luogo del martirio e della resurrezione di Gesù. "Cristiani, musulmani, ebrei: ciascuno coltiva a suo modo, secondo costumi antichi di secoli, il proprio rapporto con Dio", scriveva in quel lontano anno l'autore dell'articolo. Storie, appunto, di altri tempi.
- Hawai'i. Un secolo fa il pacifico regno degli hawaiiani naufragò, occupato e poi annesso dagli Stati Uniti. Ma oggi una nuova generazione riscopre le proprie radici, e c'è chi sogna l'indipendenza.
- Una spia nello spazio. Pulsar, stelle che esplodono, quasar e buchi neri come non si erano mai visti prima: grazie a Chandra, l'Osservatorio orbitante della Nasa che rileva raggi X a miliardi di anni luce di distanza dalla Terra, la scienza raccoglie dati sorprendenti.
- Ritorno a Eboli. Ovvero nelle desolate terre della Lucania, ad Aliano, dove Carlo Levi fu costretto al confino. E dove il piccolo mondo contadino che egli raccontò nel suo libro, Cristo si è fermato a Eboli, lotta per conquistare un futuro dal cuore antico.
- Traversata del Sahara. Nove uomini e venticinque dromedari sulle orme di un esploratore di un secolo fa: 2.400 chilometri nel deserto, tra caldo impietoso, freddo, fame, miraggi e spiriti maligni.
- Kabul. Riemersa da ventiquattro anni di guerra, la capitale afghana sembra attraversata da un'ondata di euforia: riaprono le scuole, tornano i profughi e, con la massiccia presenza internazionale, salari e affitti sono alle stelle. Ma la città è ancora una distesa di macerie, gli insegnanti sono pochi e le donne, per timore, conservano il burka. Riuscirà Kabul a cogliere quest'occasione per costruire davvero un futuro migliore?
- Primo piano: Cisgiordania e Gaza. È una lunga stagione di sangue nei Territori occupati da Israele dal 1967, dove vivono più di tre milioni di palestinesi, in gran parte profughi, e in maggioranza giovani. Quelle terre che dovevano essere il cuore di un futuro Stato, oggi sono terreno fertile di violenza e di disperazione.
- Gufi delle nevi. Non è un caso che J.K. Rowling, la creatrice di Harry Potter, abbia scelto una di queste maestose, candide creature quale amico e messaggero del suo mago bambino: cacciatori provetti e grandi volatori, gli indomiti gufi delle nevi non esitano a sfoderare gli artigli quando si tratta di difendere i piccoli.

venerdì 17 novembre 2017

Pink Floyd - Ummagumma (1969)

Pink Floyd - Ummagumma (1969)

Data di pubblicazione: 7 novembre 1969
Durata: 39.19 Live Album e 46.52 Studio Album
Numero tracce: 9 (4 Live Album e 5 Studio Album)
Genere: Rock progressivo, Rock psichedelico, Rock sperimentale e Art rock
Etichetta: EMI
Produttore: Pink Floyd e Norman Smith
Ingegnere del suono: Peter Watts
Copertina: Hipgnosis
Registrato: Live Album da 27 aprile 1969 (al Mothers Club di Birmingham) al 2 maggio 1969 (al Manchester College of Commerce di Manchester); Studio Album tra agosto e settembre 1969 (negli Abbey Road Studios di Londra)

Ummagumma è il quarto album in studio di Pink Floyd, pubblicato il 7 novembre 1969. Con questo lavoro il gruppo entra, per la prima volta, nella Top 100 degli Stati Uniti. La parola "Ummagumma" indica (in slang) l'atto sessuale.
Alla sua uscita l'album venne accolto positivamente e gli unici a stroncarlo furono, paradossalmente, gli stessi membri del gruppo: Roger Waters lo definì "un disastro" e David Gilmour, nel 1995, "orribile".
Questo lavoro è molto particolare: è un doppio album con il primo disco registrato dal vivo (tra Birmingham e Manchester) ed il secondo in studio di registrazione (a Londra). La parte dal vivo, in parole povere, può essere considerato come una sorta di "sintesi" di ciò che erano diventati i Pink Floyd dell'epoca: ricerca sonora, sperimentazione e voglia di rinnovarsi profondamente. A conferma di ciò, il disco in studio è caratterizzato dalla scomposizione in quattro parti distinte e separate, in cui è possibile ascoltare le influenze musicali di ciascuno dei componenti dei Pink Floyd.
La foto nel retro di copertina, scattata sulla pista dell'aeroporto di Biggin Hill, è una composizione grafica (ideata da Nick Mason) con tutto il materiale usato nelle rappresentazioni live: strumenti, amplificazioni, luci, il camioncino usato per gli spostamenti e... l'ingegnere del suono Peter Watts e del responsabile stage Allan Styles. Invece, nella foto di copertina (realizzata dallo studio Hipgnosis) possiamo notare un collage di foto della stessa stanza ma con i quattro artisti che ruotano di posizione. La versione britannica mostra la copertina dell'album della colonna sonora del musical Gigi (immediatamente sopra la scritta "Pink Floyd"); ma sulle copie per il mercato statunitense e canadese, questo particolare venne cancellato per motivi di copyright.
Per ragioni di spazio, nell'album non trovarono posto i brani Interstellar Overdrive ed Embryo.

Formazione:
Roger Waters: basso, voce
David Gilmour: chitarra solista, voce
Richard Wright: organo, tastiera, voce
Nick Mason: percussioni

Tracce:
- Live Album:
Lato A: 1. Astronomy Domine (Syd Barrett) - 8.29; 2. Careful with That Axe, Eugene (Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason, David Gilmour) - 8.50
Lato B: 3. Set the Controls for the Heart of the Sun (Roger Waters) - 9.12; 4. A Saucerful of Secrets (Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason, David Gilmour) - 12:48
- Studio Album:
Lato A: 1. Richard Wright - Sysyphus - 13.26 (Part 1, 2, 3 e 4); 2. Roger Waters - Grantchester Meadows - 7.26; 3. Roger Waters - Several Species of Small Furry Animals Gathered Together in a Cave and Grooving with a Pict - 4:59
Lato B: 4. David Gilmour - The Narrow Way - 12.17 (Part 1, 2 e 3); 5. Nick Mason - The Grand Vizier's Garden Party - 8:44 (Part 1: Entrance; Part 2: Entertainment; Part 3: Exit)

martedì 14 novembre 2017

La più odiata dagli italiani

La più odiata dagli italiani
di: Davide Bacchilega

Formato: copertina flessibile
Pagine: 361 pagine
Editore: Las Vegas (21 settembre 2017)
ISBN-13: 978-8895744407
Data di acquisto: 2 ottobre 2017
Letto dall'8 al 14 novembre 2017

----- Sinossi -----
Più spregiudicato di Zeman, più grintoso di Conte, più polemico di Mourinho: Vincenzo Sarti è l'allenatore che ha guidato il Bologna ai vertici della classifica. Per confermarsi il migliore dovrà allontanare i sospetti che macchiano il suo passato e nascondere il segreto che può stroncargli la carriera. Oltre a questo, la sua missione è combattere quel nemico innominabile ritenuto l'incarnazione di ogni male: il club più titolato e potente della Serie A. Quando però è la "Fottuta Signora" a tentarlo, Vincenzo mette in discussione tutti i suoi principi per diventare il tecnico della squadra più odiata dagli italiani. Sbarcato a Torino, Sarti incrocia il suo destino con quelli di Alex Rambaldi, centravanti in declino schiacciato dalle aspettative, e Maicol Cammarata, giornalista sportivo che di Vincenzo sa fin troppo, perfino le inconfessabili verità in grado di rovinarlo. Tra utopia e compromesso, libertà individuale e controllo sociale, identità privata e immagine pubblica, Sarti gioca un campionato in cui non si decidono solo vincitori e vinti, ma anche il proprio posto nel mondo. Perché, alla fine, la partita più dura che affrontiamo è quella per diventare noi stessi...

----- La mia recensione -----
"Finché questa società dominerà politicamente la Lega, la Federazione e il sistema arbitrale, il nostro calcio non sarà mai un calcio pulito [...]. Ciò in cui crediamo è la bellezza di questo gioco, ciò che detestiamo è la Fottuta Signora Football Club".
Romanzo che mostra il volto nascosto dello sport più amato dagli italiani... Davide Bacchilega, per farla breve, ci fa "vedere" quello che noi non vediamo (e non sappiamo) quando i nostri idoli non sono sotto i riflettori di tv e giornali.
Libro diviso in 90 capitoli... come 90 sono i minuti di una partita (ma c'è anche un ultimo capitoletto chiamato "Tempo di recupero"). Tuttavia, c'è da dire che di alcuni di questi capitoli io ne avrei fatto tranquillamente a meno perché spezzano (e parecchio) il flusso narrativo dell'intera storia. Anzi, qui ci troviamo davanti ben due storie parallele: quella di Vincenzo Sarti, protagonista di tutto il romanzo e allenatore della "Fottuta Signora FC"; e quella di Alex Rambaldi, centravanti in declino (ma idolo incontrastato dei tifosi) della stessa squadra.
A mio giudizio, il lavoro (davvero notevole) di Bacchilega merita il massimo dei voti... se non fosse per la presenza di intere frasi, e interi periodi, ripetuti troppo spesso e con un ritmo davvero snervante. Consigliato agli amanti del genere sportivo.
- Voto: (4 su 5)

domenica 12 novembre 2017

La classifica dei libri più venduti (di domenica 12 novembre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 12 novembre):

1. (=) Dan Brown: Origin (Mondadori)
2. (n) Alessandro D'Avenia: Ogni storia è una storia d'amore (Mondadori)
3. (=) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)
4. (2) Sveva Casati Modignani: Festa di famiglia (Sperling & Kupfer)
5. (6) Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
6. (5) Marco Malvaldi: Negli occhi di chi guarda (Sellerio)
7. (4) Roberto Saviano: Bacio feroce (Feltrinelli)
8. (=) Stephen King: It (Sperling & Kupfer)
9. (n) Donato Carrisi: La ragazza nella nebbia (Longanesi)
10. (7) Federico Rampini: Le linee rosse (Mondadori)

[settimana precedente]

mercoledì 8 novembre 2017

[Recensione] Insomnia

Insomnia
di: Stephen King

Titolo originale: Insomnia
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1074 KB
Pagine: 750
Editore: Sperling & Kupfer (24 febbraio 2014)
ASIN: B00IJLRHOO
Data di acquisto: 8 agosto 2014
Letto dal 27 ottobre all'8 novembre 2017

----- Sinossi -----
Ralph Roberts è un uomo distrutto: da mesi non riesce a dormire. Ciò che lo sconvolge di più sono le inquietanti percezioni che accompagnano il suo stato di veglia: colori, forme, aure cangianti attorno alle persone. E non è tutto: l'intera comunità di cui fa parte sembra assalita da una marea montante di odio e di violenza. Ralph non lo sa ancora, ma forze terrificanti si stanno agitando nel sottosuolo...
Un romanzo carico di horror e suspense, che seduce il lettore garantendogli notti insonni.

----- La mia recensione -----
"Se ogni cellula del nostro corpo contiene lo schema completo di come siamo fatti, perché ogni frammento dell'aura di una persona non dovrebbe contenere lo schema completo di ciò che siamo?".
Ecco un altro dei libri di King che non mi è (quasi) piaciuto e che, addirittura, stavo (quasi) per abbandonare... Contenuti abbastanza pesanti, passaggi talvolta completamente inutili e trama che per gran parte del romanzo (per la precisione, per oltre tre quarti del libro) è stata di una noia mortale. Aggiungiamoci, come ciliegina sulla torta, anche dialoghi e passaggi allungati ben oltre la mia soglia di tolleranza e di sopportazione e due protagonisti (Ralph e Lois) davvero improbabili nei panni di paladini del mondo reale.
Carina l'idea che mediante l'insonnia prolungata per lunghi periodi si possa accedere ad un mondo di colori e sensazioni extrasensoriali... ma il tutto non è stato minimamente supportato dal resto della struttura stessa del romanzo. Qualcos'altro da salvare? Ho trovato bello il fatto che venissero citati alcuni episodi di altri libri o racconti dello stesso King (It, Pet Sematary e Finestra segreta, giardino segreto su tutti) ed altri tratti da Il Signore degli Anelli di J.R.R. Tolkien, quasi che King volesse omaggiare il suo illustre collega. Da segnalare anche la presenza di numerosi riferimenti (soprattutto per quanto riguarda il personaggio del piccolo Patrick e di un suo disegno) alla saga della Torre Nera dello stesso Stephen King.
- Voto: (2 su 5)

domenica 5 novembre 2017

La classifica dei libri più venduti (di domenica 5 novembre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 5 novembre):

1. (=) Dan Brown: Origin (Mondadori)
2. (=) Sveva Casati Modignani: Festa di famiglia (Sperling & Kupfer)
3. (5) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)
4. (3) Roberto Saviano: Bacio feroce (Feltrinelli)
5. (4) Marco Malvaldi: Negli occhi di chi guarda (Sellerio)
6. (=) Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
7. (n) Federico Rampini: Le linee rosse (Mondadori)
8. (n) Stephen King: It (Sperling & Kupfer)
9. (7) Andrea Camilleri: Esercizi di memoria (Rizzoli)
10. (8) Simonetta Agnello Hornby: Nessuno può volare (Feltrinelli)

[settimana precedente]