venerdì 17 novembre 2017

Pink Floyd - Ummagumma (1969)

Pink Floyd - Ummagumma (1969)

Data di pubblicazione: 7 novembre 1969
Durata: 39.19 Live Album e 46.52 Studio Album
Numero tracce: 9 (4 Live Album e 5 Studio Album)
Genere: Rock progressivo, Rock psichedelico, Rock sperimentale e Art rock
Etichetta: EMI
Produttore: Pink Floyd e Norman Smith
Ingegnere del suono: Peter Watts
Copertina: Hipgnosis
Registrato: Live Album da 27 aprile 1969 (al Mothers Club di Birmingham) al 2 maggio 1969 (al Manchester College of Commerce di Manchester); Studio Album tra agosto e settembre 1969 (negli Abbey Road Studios di Londra)

Ummagumma è il quarto album in studio di Pink Floyd, pubblicato il 7 novembre 1969. Con questo lavoro il gruppo entra, per la prima volta, nella Top 100 degli Stati Uniti. La parola "Ummagumma" indica (in slang) l'atto sessuale.
Alla sua uscita l'album venne accolto positivamente e gli unici a stroncarlo furono, paradossalmente, gli stessi membri del gruppo: Roger Waters lo definì "un disastro" e David Gilmour, nel 1995, "orribile".
Questo lavoro è molto particolare: è un doppio album con il primo disco registrato dal vivo (tra Birmingham e Manchester) ed il secondo in studio di registrazione (a Londra). La parte dal vivo, in parole povere, può essere considerato come una sorta di "sintesi" di ciò che erano diventati i Pink Floyd dell'epoca: ricerca sonora, sperimentazione e voglia di rinnovarsi profondamente. A conferma di ciò, il disco in studio è caratterizzato dalla scomposizione in quattro parti distinte e separate, in cui è possibile ascoltare le influenze musicali di ciascuno dei componenti dei Pink Floyd.
La foto nel retro di copertina, scattata sulla pista dell'aeroporto di Biggin Hill, è una composizione grafica (ideata da Nick Mason) con tutto il materiale usato nelle rappresentazioni live: strumenti, amplificazioni, luci, il camioncino usato per gli spostamenti e... l'ingegnere del suono Peter Watts e del responsabile stage Allan Styles. Invece, nella foto di copertina (realizzata dallo studio Hipgnosis) possiamo notare un collage di foto della stessa stanza ma con i quattro artisti che ruotano di posizione. La versione britannica mostra la copertina dell'album della colonna sonora del musical Gigi (immediatamente sopra la scritta "Pink Floyd"); ma sulle copie per il mercato statunitense e canadese, questo particolare venne cancellato per motivi di copyright.
Per ragioni di spazio, nell'album non trovarono posto i brani Interstellar Overdrive ed Embryo.

Formazione:
Roger Waters: basso, voce
David Gilmour: chitarra solista, voce
Richard Wright: organo, tastiera, voce
Nick Mason: percussioni

Tracce:
- Live Album:
Lato A: 1. Astronomy Domine (Syd Barrett) - 8.29; 2. Careful with That Axe, Eugene (Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason, David Gilmour) - 8.50
Lato B: 3. Set the Controls for the Heart of the Sun (Roger Waters) - 9.12; 4. A Saucerful of Secrets (Roger Waters, Richard Wright, Nick Mason, David Gilmour) - 12:48
- Studio Album:
Lato A: 1. Richard Wright - Sysyphus - 13.26 (Part 1, 2, 3 e 4); 2. Roger Waters - Grantchester Meadows - 7.26; 3. Roger Waters - Several Species of Small Furry Animals Gathered Together in a Cave and Grooving with a Pict - 4:59
Lato B: 4. David Gilmour - The Narrow Way - 12.17 (Part 1, 2 e 3); 5. Nick Mason - The Grand Vizier's Garden Party - 8:44 (Part 1: Entrance; Part 2: Entertainment; Part 3: Exit)

Nessun commento:

Posta un commento