venerdì 8 dicembre 2017

[Recensione] I denti della tigre

I denti della tigre
di: Tom Clancy

Titolo originale: The Teeth of the Tiger
Formato: copertina flessibile
Pagine: 447
Editore: Rizzoli (gennaio 2005)
ASIN: B005EM0AA4
Data di acquisto: 25 novembre 2012
Letto dal 24 novembre all'8 dicembre 2017

----- Sinossi -----
Il Campus è un'organizzazione segreta, che agisce al di fuori del controllo governativo, istituita dall'ex presidente degli Stati Uniti Jack Ryan. La sua missione è quella di identificare le minacce terroristiche che incombono sulla nazione. Ora è sulle tracce di un individuo che rappresenta un serio pericolo per la sicurezza e per questo occorre selezionare persone esperte e pronte a tutto. La scelta cade sui gemelli Caruso. Intanto estremisti islamici e signori della droga colombiani stanno tramando una diabolica alleanza. I gemelli Caruso sono in stato di allerta. Tocca a Jack Ryan jr., figlio dell'ex presidente, mettere alla prova la propria audacia per annientare la spirale di violenza che attanaglia gli Stati Uniti e l'Occidente.

----- La mia recensione -----
"L'importante era il denaro. Con i soldi si poteva acquistare il potere. Con i soldi si poteva comprare la gente e la protezione, e non solo difendere la propria vita e quella della propria famiglia, ma anche controllare il proprio Paese".
Per la prima volta Jack Ryan, il personaggio principale della saga scritta dallo statunitense Tom Clancy, cede il ruolo di protagonista al figlio Jack Ryan Jr. E tutta la trama del libro si può riassumere semplicemente così: nella prima parte c'è la pianificazione e l'attuazione di un attentato terroristico da parte di fondamentalisti islamici in territorio americano; nella seconda c'è l'indagine (e l'eliminazione fisica di chi ha orchestrato e finanziato lo stesso atto terroristico) da parte di un segretissimo ente americano istituito dal presidente Jack Ryan prima che scadesse il suo mandato.
Da questo, quindi, sembrerebbe di avere tra le mani un libro a tutta adrenalina dalla prima all'ultima pagina... invece, è di una lentezza esasperante!!! Oltretutto, e in modo alquanto assurdo, l'azione viene spesso interrotta dalle estenuanti e minuziose descrizioni delle armi e delle tecnologie presenti in quasi tutte le pagine. Altra cosa davvero inconcepibile: succede tutto nelle ultime 40 pagine (delle 450 che compongono il libro).
Non ho altro da aggiungere, se non che questo è il peggior romanzo di Tom Clancy che ho letto sino ad ora. Consigliato agli amanti del genere "spy", ma nulla di più.
- Voto: (2 su 5)

----------
Altri libri di Tom Clancy che ho letto e recensito:
- 13 agosto 2017: Paura senza limite
- 29 maggio 2017: La grande fuca dell'Ottobre Rosso
- 19 aprile 2017: Senza rimorso

Nessun commento:

Posta un commento