mercoledì 31 gennaio 2018

Libri (e fumetti) letti nel mese di gennaio... e quelli da leggere a febbraio!


I libri che ho letto e recensito a gennaio 2018:
- 25 gennaio: Philip Pullman - La bussola d'oro (Queste oscure materie, vol. 1)
- 19 gennaio: Alessia Gazzola - Arabesque
- 17 gennaio: Gabriele Porri - Inter 110 e lode. I 110 anni dell'Inter raccontati attraverso le sfide più belle, importanti e drammatiche della storia nerazzurra
- 11 gennaio: Marco Buticchi - La stella di pietra
- 6 gennaio: Stephen King - Rose Madder

Fumetti letti:
- 29 gennaio: Dylan Dog n. 377: Non umano
- 22 gennaio: Il Dylan Dog di Tiziano Sclavi n. 9: Le notti della luna piena
- 17 gennaio: Dylan Dog n. 376: Graphic Horror Novel: il sequel
- 13 gennaio: Dylan Dog n. 369: Graphic Horror Novel
- 9 gennaio: Il Dylan Dog di Tiziano Sclavi n. 1: Attraverso lo specchio
- 5 gennaio: Dylan Dog n. 370: Il Terrore
- 1 gennaio: Maxi Dylan Dog n. 1: Il fiore d'ombra - Le stagioni della vita - La vendetta del tempo

...Ed i libri in lettura per febbraio 2018 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Alan Friedman: Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi
- Stephen King: Il miglio verde
- Corrado Augias: Il disagio della libertà
- Marco Buticchi: La luce dell'impero
- Jane Austen: Orgoglio e pregiudizio
- Jeffery Deaver: Il filo che brucia

[mese precedente]

domenica 28 gennaio 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 28 gennaio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 28 gennaio 2018):

1. (=) E.L. James: Darker (Mondadori)
2. (3) Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
3. (4) R.J. Palacio: Wonder (Giunti)
4. (2) Lucinda Riley: La ragazza delle perle (Giunti)
5. (=) Dan Brown: Origin (Mondadori)
6. (=) Alessandro Robecchi: Follia maggiore (Sellerio)
7. (n) Michael Connelly: Il lato oscuro dell'addio (Piemme)
8. (n) John Grisham: La grande truffa (Mondadori)
9. (7) Isabel Allende: Oltre l'inverno (Feltrinelli Editore)
10. (9) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)

[settimana precedente]

Nuovi acquisti di fine gennaio...

----- Alan Friedman: Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi
Capire come funziona l'economia è fondamentale se vogliamo comprendere i meccanismi che regolano i rapporti tra noi e lo Stato e prendere le giuste decisioni per la nostra famiglia e per il nostro futuro. Dieci cose da sapere sull'economia italiana di Alan Friedman è un libro scritto con un linguaggio comprensibile, lontano da quello degli addetti ai lavori, indispensabile per tutti coloro che non vogliono essere più strumentalizzati dagli imbonitori della politica. Numeri, cifre e statistiche reali per rispondere con la verità dei fatti a chi promette facili soluzioni, per controbattere ai politici che lanciano proclami e mentono su questioni importantissime: perché l'Italia non cresce più? Perché non crea più posti di lavoro? Perché gli italiani sono i più tassati d'Europa? Di quale politico italiano ci si può fidare di più? Quale futuro dobbiamo veramente aspettarci per il nostro Paese? Alan Friedman: "In questo libro ho cercato di raccontare in modo semplice l'economia, un argomento che tocca le vite di tutti noi, spiegando come funzionano davvero le cose, dove stiamo andando e cosa possiamo fare per salvarci. Finché siamo in tempo".
In uscita per domani - Prenotato in versione Kindle
Pagine: 320
Editore: Newton Compton Editori (29 gennaio 2018)
ASIN: B078WKM4QV
Prezzo: 4,99 euro in formato Kindle e 7,50 euro in formato cartaceo
Altri libri dello stesso autore già letti e recensiti su questo blog: Questa non è l'America (14 marzo 2017)

----- Ruth Ware: Il gioco bugiardo
Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: "Ho bisogno di te". Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.
Acquistato in formato Kindle
Pagine: 369
Editore: Corbaccio (11 gennaio 2018)
ASIN: B077DFZNKD
Prezzo: 9,99 euro in formato Kindle e 15,21 euro in formato cartaceo
Altri libri della stessa autrice già letti e recensiti su questo blog: La donna della cabina numero 10 (21 luglio 2017) e L'invito (14 giugno 2015)

giovedì 25 gennaio 2018

[Recensione] La bussola d'oro

La bussola d'oro - Queste oscure materie, vol. 1
di: Philip Pullman

Titolo originale: Northern Lights
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1648.0 KB
Pagine della trilogia completa: 1078
Editore: Salani Editore (31 gennaio 2013)
ASIN: B00B4WGE8U
Data di acquisto: 13 gennaio 2018
Letto dal 18 al 25 gennaio 2018

----- Sinossi -----
Lyra ha undici anni, vive al Jordan College di Oxford, non lontano da Londra, Inghilterra; ma il mondo di Lyra è ben diverso dal nostro: oltre l'Oceano c'è l'America, dove lo stato più importante si chiama Nuova Francia, giganteschi orsi corazzati regnano sull'Artico e lo studio della natura viene chiamato "teologia sperimentale". Soprattutto, dove ogni essere umano ha il suo daimon: un compagno, una parte di sé di sesso opposto al proprio, grazie al quale nessuno teme la solitudine. Il mondo di Lyra attraversa un periodo critico: nella luce misteriosa dell'Aurora Boreale cade una Polvere di provenienza ignota, dalle proprietà oscure. Uomini di scienza, autorità civili e religiose se ne interessano e ne hanno allo stesso tempo paura, ma Lyra l'intrepida si trova al centro di questi intrighi, intuisce segreti pericolosi e inquietanti, perciò decide di andare alla ricerca della verità grazie all'aiuto di uno stranissimo strumento scientifico, una sorta di bussola d'oro, un aletiometro che serve appunto a misurarla. In questo libro-mondo Philip Pullman traccia un'allegoria della condizione umana, densa di forza e bellezza, che riesce a proporre in un'avventura mozzafiato e in una lussureggiante molteplicità di toni i grandi temi della riflessione filosofica, riuscendo a far vibrare le nostre corde più profonde e a rinnovare in noi i grandi interrogativi fondamentali.

----- La mia recensione -----
"Per molti aspetti, Lyra era una selvaggia. Quello che più le piaceva era arrampicarsi sopra i tetti del College insieme a Roger, il garzone di cucina che era il suo amico del cuore, e poi sputare noccioli di prugna sulla testa degli Accademici di passaggio o ululare come gufi accanto alla finestra di un'aula dove si stava svolgendo una lezione; oppure fare corse lungo i vicoletti, o rubar mele al mercato, o fare la guerra. Proprio come lei era del tutto inconsapevole delle correnti politiche nascoste che scorrevano sotto la superficie degli affari del College, gli Accademici, dal canto loro, non sarebbero mai riusciti a vedere il ricco calderone ribollente di alleanze e inimicizie, di faide e trattati, di cui era fatta la vita dei bambini di Oxford. Bambini che giocano insieme: com'è carino da vedere! Cosa può esservi di più grazioso e innocente?".
Prima parte della trilogia Queste oscure materie scritto per i ragazzi ma che spesso è letto anche e soprattutto dagli adulti. Bel libro pieno zeppo di azione e ritmo... però, in tutta onestà, Lyra (che si rivela essere un bel personaggio ed anche ben caratterizzato), per essere solo una bambina, deve affrontare un po' troppe sfide e troppe difficoltà (compresa una corsa al Polo Nord), impossibili o impegnative anche per gran parte degli adulti. Tuttavia, c'è da tener conto che La bussola d'oro si svolge in un mondo alternativo (popolato, oltre che dagli essere umani, anche da streghe, orsi corazzati ed altre creature fantastiche) ma strettamente collegato con il nostro. Inoltre, trovo eccezionale ed accattivante l'idea dei daimon affiancati ed interconnessi ad ogni essere umano.
Però, non mi è piaciuta per niente come è stata strutturata l'eterna querelle tra il bene e il male, qui rappresentati dall'innocenza e dalla semplicità dei bambini a cui si contrappongono gli adulti senza scrupoli e sempre a caccia di un tornaconto personale... si veda, per esempio, il comportamento dell'aeronauta Lee Scoresby che, benché sia schierato dalla parte dei buoni, il suo aiuto a Lyra è fortemente "monetizzato".
- Voto: (4 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

domenica 21 gennaio 2018

National Geographic Italia: i numeri di gennaio e febbraio 2004

----- Gennaio 2004 -----
- Marte, pianeta vivo. C'è acqua su Marte? Esistono le condizioni per la sopravvivenza di qualche forma di vita? Da anni, gli scienziati di tutto il mondo si pongono le stesse domande. Oggi, con l'arrivo di ben tre moduli per l'esplorazione della superficie e grazie alle immagini sempre più dettagliate trasmesse dalle sonde orbitanti, potrebbero finalmente arrivare le risposte. Per ora, ci accontentiamo di conoscere i dettagli delle scoperte più recenti, che ci raccontano un pianeta inaspettato, più dinamico, e vivo, di quanto prevedessero gli esperti.
- Himba. Scampati a guerre e siccità, gli Himba (poche decine di migliaia di pastori sparsi tra la Namibia e l'Angola) devono oggi fronteggiare l'irruzione della modernità. L'autogestione delle terre e l'arrivo dei turisti hanno portato una relativa sicurezza economica, ma anche stravolto un modo di vivere antico di secoli. A soffrirne sono soprattutto le donne, che si rifugiano nei costumi e nei riti tradizionali.
- Patagonia. Sferzata da venti implacabili, l'immensa regione che si protende tra Cile e Argentina rappresenta forse l'ultima frontiera per tutti coloro che hanno un sogno da coltivare e la tenacia per realizzarlo. E così, accanto agli allevamenti di pecore, i vecchi ranch vengono trasformati in esclusivi resort per ecoturisti e miliardari.
- Ladri di stelle. L'avventurosa storia del disco di Nebra, o disco del cielo: un manufatto in bronzo e oro di 3.600 anni fa che testimonia le notevoli quanto insospettate conoscenze astronomiche degli europei dell'Età del bronzo. Scoperto nell'ex Germania Est dai tombaroli, passato di mano più volte prima di essere recuperato nel corso di una rocambolesca azione di polizia, ha già stregato astronomi, archeologi e seguaci del pensiero New Age.
- Hanle, un mondo a parte. Fra i monaci dei monasteri di Hanle, valle pressoché sconosciuta dell'India settentrionale dove il tempo sembra essersi fermato al Medioevo. In questa regione isolata dove i turisti occidentali non possono entrare da oltre 40 anni, il fotografo Mattias Klum scopre un mondo magico, in cui la vita viene ancora scandita da antichi rituali buddhisti e la pace, per ora, regna sovrana.
- Missione sottozero. Spedizione scientifica nel Mar Glaciale Artico: a bordo di una nave rompighiaccio, un'equipe internazionale di scienziati indaga le bianche superfici e i gelidi abissi, per capire se e quanto il ghiaccio si stia sciogliendo, e quali possano essere le conseguenze sull'equilibrio del nostro pianeta.

---- Febbraio 2004 ------
- Dove andrà a finire il carbonio? Le piante "depurano" l'atmosfera assorbendo miliardi di tonnellate di anidride carbonica. Ma l'uomo ha sconvolto questo ciclo millenario riversando nell'aria enormi quantità di gas serra. Come neutralizzare il carbonio in eccesso?
- L'Impero Han. In Cina, 2.200 anni fa nasceva la potente dinastia degli Han. Nei quattro secoli del loro dominio, il Paese ha compiuto passi da gigante. Un'epoca d'oro la cui eredità riecheggia ancora oggi.
- Bianco su bianco. Da anni, il fotografo Norbert Rosing segue gli orsi polari della Baia di Hudson, ottenendo immagini straordinarie. Ma a causa del riscaldamento dell'atmosfera, i giganti bianchi rischiano di scomparire per sempre.
- Isole della Fenice. Alla scoperta di un paradiso sommerso unico al mondo: un arcipelago incontaminato nel mezzo dell'Oceano Pacifico che ospita innumerevoli specie ancora ignote alla scienza, modello ideale per capire come preservare gli ecosistemi marini.
- L'ultimo enigma degli Inca. Una spedizione di archeologi si avventura sull'aspra Cordigliera Vilcabamba, in Perù, alla ricerca dei segreti della città perduta di Qoriwayrachina.
- Una vita di corsa. Per le scimmie rosse del Kenia la vita corre a un ritmo forsennato: purtroppo, però, anche la loro popolazione sembra diminuire con preoccupante rapidità.

La classifica dei libri più venduti (di domenica 21 gennaio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 21 gennaio 2018):

1. (n) E.L. James: Darker (Mondadori)
2. (1) Lucinda Riley: La ragazza delle perle (Giunti)
3. (2) Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
4. (3) R.J. Palacio: Wonder (Giunti)
5. (4) Dan Brown: Origin (Mondadori)
6. (n) Alessandro Robecchi: Follia maggiore (Sellerio)
7. (6) Isabel Allende: Oltre l'inverno (Feltrinelli Editore)
8. (n) Ilaria Tuti: Fiori sopra l'inferno (Longanesi)
9. (n) Gianrico Carofiglio: Le tre del mattino (Einaudi)
10. (7) Alessandro D'Avenia: Ogni storia è una storia d'amore (Mondadori)

[precedente]

venerdì 19 gennaio 2018

[Recensione] Arabesque

Arabesque
di: Alessia Gazzola

Formato: copertina rigida
Pagine: 349
Editore: Longanesi (13 novembre 2017)
ISBN-13: 978-8830448797
Data di acquisto: 11 settembre 2017 (prenotazione)
Letto dall'11 al 18 gennaio 2018

----- Sinossi -----
Tutto è cambiato, per Alice Allevi: è un mondo nuovo quello che la attende fuori dall'Istituto di Medicina Legale in cui ha trascorso anni complicati ma, a loro modo, felici. Alice infatti non è più una specializzanda, ma è a pieno titolo una Specialista in Medicina Legale. E la luminosa (forse) e accidentata (quasi sicuramente) avventura della libera professione la attende. Ma la libertà tanto desiderata ha un sapore dolce amaro: di nuovo single dopo una lunga storia d'amore, Alice teme di perdere i suoi punti di riferimento. Tutti tranne uno: l'affascinante e intrattabile Claudio Conforti, detto CC, medico legale di comprovata professionalità e rinomata spietatezza. Quando le capita il suo primo incarico di consulenza per un magistrato, Alice si rimbocca le maniche e sfodera il meglio di sé. Al centro del caso c'è una donna di 45 anni, un tempo étoile della Scala e oggi proprietaria di una scuola di danza. In apparenza è deceduta per cause naturali. Eppure, Alice ha i suoi sospetti e per quanto vorrebbe che le cose, per una volta almeno, fossero semplici, la realtà è sempre pronta a disattenderla. Perché, grazie alla sua sensibilità e al suo intuito, Alice inizia a scoprire inquietanti segreti nel passato della donna, legati all'universo, tanto affascinante quanto spietato e competitivo, del balletto classico...

----- La mia recensione -----
"Fisso la data e l'ora dell'autopsia presso l'obitorio dell'Istituto e, appena si chiude la porta della stanza della pm, leggo finalmente gli incartamenti sulla persona che fino a ieri era in vita e prendeva impegni per giorni che non vedrà mai".
Volume n. 8 (compreso il piccolo ebook Un regalo inatteso) sulle avventure medico-legali-amorose di Alice Allevi, ora diventata un'anatomopatologa a tutti gli effetti... ed affetti! La lettura di questo nuovo episodio è stata, così come per quasi tutti gli altri della serie, talmente piacevole e divertente, pur comunque continuando a mantenere tutti i tratti del giallo vero e proprio (perché, non dimentichiamolo, è di un libro giallo che stiamo parlando), che è volata via in un niente. In più, dopo aver visto la serie televisiva interpretata da Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale, era praticamente impossibile non identificare i personaggi del libro con quelli del piccolo schermo.
Questa volta, come ho detto prima, Alice Allevi riceve il suo primo incarico e... apriti cielo! Sì, perché proprio a lei viene affidato un vecchio caso che, in passato, era già capitato al suo mentore/maestro/compagno Claudio Conforti. Vabbè, tralascio tutti i particolari di circostanza, altrimenti correrei il rischio di rovinarvi la lettura del libro. Ed è inutile dire, tanto con Allevi va a finire sempre così, che la nostra eroina si troverà sempre al centro delle indagini e dei pasticci (sia i suoi che, fatto inedito e sorprendente, anche di quelli causati da qualcun altro di sua conoscenza), e che l'unico che sembra credere in lei è il solito Calligaris.
Segnalo, infine, l'ottima ricostruzione della trama (le vicende con la storia che ha Alice Allevi per protagonista sono iniziate un decennio prima) e la perfetta descrizione dei nuovi personaggi.
- Voto: (5 su 5)

----------
Le altre mie recensioni dei libri della saga dell'Allieva:
- Un po' di follia in primavera
- Sindrome da cuore in sospeso
- L'allieva (letto ma non recensito)
- Un segreto non è per sempre (letto ma non recensito)
- Un regalo inatteso
- Le ossa della principessa
- Una lunga estate crudele
Della stessa autrice: Non è la fine del mondo

mercoledì 17 gennaio 2018

[Recensione] Inter 110 e lode

Inter 110 e lode. I 110 anni dell'Inter raccontati attraverso le sfide più belle, importanti e drammatiche della storia nerazzurra
di: Gabriele Porri

Formato: Formato Kindle
Dimensioni file: 2349.0 KB
Pagine: 310
Editore: -
ASIN: B078LGWM5Y
Data di acquisto: 25 dicembre 2017
Letto dal 27 dicembre 2017 al 16 gennaio 2018

----- Sinossi -----
Nel marzo 2018 l'Inter compie 110 anni, in questo libro Gabriele Porri ripercorre la storia nerazzurra attraverso le partite più importanti. Suddiviso in periodi storici, questo e-book (scritto originariamente nel 2008 per il centenario) racconta le gesta di Meazza, Facchetti, Ronaldo, Zanetti e di tutti gli uomini che hanno fatto la storia nerazzurra.

----- La mia recensione -----
"La Grande Inter morattiana ed herreriana non è stata soltanto una squadra che ha vinto 3 scudetti, 2 Coppe dei Campioni e 2 Coppe Intercontinentali. È stato il primo club calcistico ad essere gestito come un'azienda, il primo ad avere gruppi di tifosi organizzati, il primo club italiano a diventare campione del mondo. Niente sarà più come prima".
Questo libro, scritto originariamente nel 2008 per celebrare il centenario del club, non è altro che una semplice raccolta delle partite più significative (e non solo quelle vittoriose) della storia dell'Inter: si parte dal primo derby con il Milan del 10 gennaio 1909 e si arriva alla finale di Coppa Italia del 29 maggio 2011... quella in cui Zanetti alza il suo (e nostro) ultimo trofeo conquistato.
In mezzo a queste due date storiche c'è tutta la passione del tifoso Gabriele Porri. Ci sono le nostre conquiste, le nostre lacrime, le nostre delusioni (sì, troveremo anche queste)... e nei primi anni del nuovo Millennio, anche e soprattutto, la nostra rabbia per un certo modo di ottenere le vittorie da parte di una certa società "senza colori".
La ciliegina sulla torta di questo libro è costituita dal fatto che l'autore non si è semplicemente limitato a fare solo un lungo elenco di tabellini delle partite prese in esame ma, per ognuna di esse, ha realizzato addirittura un capitoletto con curiosità varie, eventi storici che hanno interessato l'Italia e aneddoti sui calciatori che hanno vestito la gloriosa maglia del "Football Club Internazionale Milano".
Va detto anche che nel corso della lettura ho incontrato alcuni refusi ed errori nelle date (un esempio su tutti: la partita Siena-Inter 0-1 del 16 maggio 2010 riporta l'erronea data del 16 maggio 2018).  Tuttavia, per quanto mi riguarda, è solo un piccolo dettaglio (che io attribuisco alla comprensibilissima fretta in fase di scrittura) che non sminuisce l'imponente opera dell'autore, fatta, è facile intuirlo, armandosi di tanta pazienza, lavoro di ricerca e selezione... e di passione nerazzurra!
- Voto: (5 su 5)

domenica 14 gennaio 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 14 gennaio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 14 gennaio 2018):

1. Lucinda Riley: La ragazza delle perle (Giunti)
2. Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
3. R.J. Palacio: Wonder (Giunti)
4. Dan Brown: Origin (Mondadori)
5. Jeff Kinney: Diario di una schiappa. Avanti tutta! (Il Castoro Editrice)
6. Isabel Allende: Oltre l'inverno (Feltrinelli Editore)
7. Alessandro D'Avenia: Ogni storia è una storia d'amore (Mondadori)
8. Donato Carrisi: L'uomo del labirinto (Longanesi)
9. Francesca Cavallo ed Elena Favilli: Storie della buona notte per bambine ribelli (Mondadori)
10. Paolo Fox: L'oroscopo 2018 [Cairo Publishing]

[precedente]

National Geographic Italia: i numeri di novembre e dicembre 2003

----- Novembre 2003 -----
- Sorvegliati a vista. Macchine che guardano attraverso i vestiti, e riconoscono una persona dai tratti facciali. Carte di identità magnetiche che memorizzano i nostri dati personali, sanitari e bancari. Frigoriferi che si accorgono che il latte è andato a male, compilano la lista della spesa e la spediscono al droghiere. I progressi della tecnologia puntano a rendere la nostra vita più comoda e sicura. A costo di rinunciare del tutto alla privacy?
- Afghanistan. Dopo un quarto di secolo devastante in cui guerre, siccità e terremoti hanno portato i suoi abitanti allo stremo, l'Afghanistan ha finalmente la possibilità di rimettersi in piedi. Ma il Paese è nel caos, disseminato di mine, in mano ai signori della guerra e straziato dalla povertà. E se la speranza resta viva, la pace, e la stabilità economica e politica, sembrano ancora un miraggio.
- Il mistero di Raiay. Nell'antico cimitero di Saqqara, in Egitto, viene rinvenuta la tomba di un alto dignitario del faraone "eretico" Akhenaton. Gli splendidi rilievi che adornano la sepoltura, però, sono stati scalpellati e modificati: segno di uno sconvolgimento politico in cui fu coinvolto il possessore della tomba, Raiay. Le sue spoglie, del resto, non sono state ritrovate. Che ne è stato di lui?
- Cuba al naturale. Il fotografo Steve Winter svela l'aspetto forse meno noto della grande isola caraibica: la natura selvaggia e unica di un luogo che vanta un'enorme varietà di habitat ricchissimi di specie endemiche, un vero scrigno di biodiversità.
- Burma Road. Sfidando i monsoni, le malattie e i giapponesi, durante la Seconda Guerra mondiale gli Alleati aprirono nella giungla la "strada della Birmania": 1.730 chilometri dall'India alla Cina, passando per l'attuale Myanmar. L'inviato di National Geographic la ripercorre, sfiorando zone di guerra, chiacchierando con pastori ed ex guerriglieri, e prendendo un tè in un villaggio dove non si vedeva un occidentale dal 1945.
- Yellowstone e Grand Teton. In un servizio della serie dedicata ai grandi paesaggi, l'algida ed eterea magia dell'inverno nel più antico, e forse più celebre, parco nazionale del mondo.
- Codice postale: Fargo. Diventata famosa grazie al film dei fratelli Coen, questa cittadina del Midwest in realtà è molto diversa da quella apparsa sul grande schermo. A parte, naturalmente, la neve...
- Grandangolo: Piasco, il paese delle arpe. In provincia di Cuneo un musicista-imprenditore ha creato un piccolo impero. Due terzi delle arpe suonate dai concertisti di tutto il mondo nascono qui.
- Grandi reportage (1934): E l'uomo di sabbia creò l'atollo. Era il marzo del 1934 quando H. Ian Hogbin raccontò sulle pagine di National Geographic il suo viaggio a Ontong Java. Rimase mesi in questo atollo corallino, oggi parte delle Isole Salomone, circondato da nient'altro che noci di cocco e indigeni che non parlavano la sua lingua. In quel paradiso in mezzo al Pacifico meridionale la vita non è poi cambiata granché in tutti questi anni. Certo, un posto simile non poteva passare inosservato all'industria del turismo. Oltre a una pista per gli aerei sono spuntate anche alcune strutture alberghiere. Ma l'economia dell'atollo si regge sempre su noci di cocco, conchiglie e pesca. In alcune isole, poi, bisogna ancora chiedere ospitalità al capo villaggio. Come fece H. Ian Hogbin una volta sbarcato a Leuaniua, dopo un lungo viaggio per mare da Sidney a queste strisce di sabbia bianca ricche di storia e tradizioni.

----- Dicembre 2003 -----
- Mappa in allegato: 100 anni di volo
- Le ali del futuro. Allacciate le cinture di sicurezza: a un secolo dalla nascita del volo a motore, c'è davvero qualcosa di nuovo nell'aria. Alta tecnologia, aerei invisibili, nuovi sistemi aeroportuali e voli nello spazio a velocità supersonica sono solo alcune delle novità in vista. Fra tanti progetti fantascientifici, una cosa è certa: i prossimi cent'anni di volo si preannunciano a dir poco sorprendenti.
- Samurai. Il loro codice ordinava di preferire la morte alla sconfitta. In battaglia ispiravano terrore, falciavano teste e mietevano gloria. Dominarono il Giappone per quasi sette secoli, e ancora oggi combattono in film d'azione, fumetti, pubblicità e rievocazioni storiche. Dalle arti marziali alla cerimonia del tè, l'eredità dei samurai continua a influenzare (e qualche volta a ossessionare) la vita e la cultura dei giapponesi.
- Sempre più lontano. Grazie all'installazione del tanto atteso Acs, un innovativo sistema per la rilevazione di immagini, il telescopio spaziale Hubble ci trasmette fotografie sempre più suggestive e dettagliate. Il risultato è un universo mai visto prima, e la promessa di nuove, sensazionali scoperte per gli anni a venire.
- E allora tango. Sensuale. Toccante. Veicolo di sogni e nostalgie. È così che ci seduce il tango. E oggi, nell'Argentina devastata dalle conseguenze di una dura crisi economica, il tango contagia anche i più giovani con i temi di sempre: il ricordo di un amore, il rimpianto per ciò che si è perduto.
- La Cappella Sistina dei Maya. Scavando sotto una piramide in Guatemala, gli archeologi riportano alla luce uno dei più splendidi capolavori dell'arte maya: un dipinto murale che mette in discussione tutto ciò che si sapeva sulla mitologia e sul ruolo dei sovrani di quell'antica e misteriosa civiltà.
- Rosa shock. Con il loro piumaggio color confetto e le zampe sottili, i fenicotteri minori sembrano fragili e delicati. Ma, tra i laghi salati della Rift Valley, questi uccelli africani resistono a non pochi pericoli.
- Codice Postale: Wichita, Kansas. La faticosa giornata di un'operaia della Boeing nella "capitale mondiale dell'aviazione", che oggi deve fare i conti con la concorrenza europea e la crisi post-11 settembre.
- Grandangolo: Il filo della memoria. Un tessuto leggendario. Una conchiglia gigantesca. Una donna, Chiara Vigo, ultima depositaria dell'antico segreto del Bisso. Sembra una favola, ma non lo è: storia di una tradizione che rischia di sparire per sempre.

giovedì 11 gennaio 2018

[Recensione] La stella di pietra

La stella di pietra
di: Marco Buticchi

Formato: Kindle
Dimensioni file: 1310 KB
Pagine: 500
Editore: Longanesi (26 settembre 2013)
ASIN: B00E4L9O2Q
Data di acquisto: 29 ottobre 2016
Letto dal 7 all'11 gennaio 2018

----- Sinossi -----
Un simbolo sinonimo di terrore e morte. Un mistero scolpito nel marmo. Qual è il prezzo della verità? È il 1985 e un'intera nazione, l'Italia, è da tempo sull'orlo della destabilizzazione. A provocare questo stato di tensione è un semplice simbolo: una stella a cinque punte. Ma, all'ombra di quella stella, si concentrano connivenze, intrighi internazionali, alleanze inconfessabili, misteri e insabbiamenti. Sara Terracini non sa ancora quanto le oscure trame del terrorismo la toccheranno da vicino: è il giorno della sua laurea, e Sara è alle prese con una verità sconvolgente. I suoi studi sul Laocoonte, il famoso gruppo statuario attribuito alla produzione classica, indicano che la mano che l'ha scolpito potrebbe invece appartenere a uno degli artisti più famosi di ogni tempo...
È il 1487 e il giovane Michelangelo Buonarroti, a bottega dal Ghirlandaio, si distingue sia per il talento incontrastato sia per il carattere impetuoso e irriverente. Un carattere che, insieme all'invidia e all'avidità che da sempre circondano chi frequenta i palazzi dei potenti, negli anni lo porterà a guadagnarsi non pochi nemici. Ma è una burla senza precedenti, un falso di sua creazione, a rischiare di fargli perdere ogni cosa. E a poco o nulla servirà nascondere i bozzetti del Laocoonte che potrebbero incriminarlo. Anzi, proprio da questo ha inizio una scia di morte che arriva sino ai giorni nostri... sino cioè agli "Anni di Piombo", e sino a mettere in pericolo la vita di Sara Terracini. Sara non sa che i bozzetti di Michelangelo potrebbero essere ancora irreperibili per un preciso motivo: se quel tesoro fosse servito a finanziare le operazioni più inconfessabili del terrorismo? Il segreto sta per riaffiorare e travolgere decine di inconsapevoli protagonisti. Affiancata da un inaspettato personaggio che tanta parte avrà nel suo futuro, Sara è costretta ad affrontare una corsa contro il tempo per cercare di impedirlo...
Un romanzo dal ritmo implacabile, capace di evocare in modo unico lo scorrere impetuoso della Storia, e disseminato di verità che emergono tra le righe a risvegliare i ricordi della nostra memoria collettiva. Una nuova, indelebile pagina del Maestro italiano dell'Avventura.

----- La mia recensione -----
"Esiste un filo rosso che lega tra loro gli avvenimenti del nostro recente passato. Un passato dai confini talmente confusi che non si capisce quali siano state le alleanze".
Romanzo n. 9 (datato 2013) della saga incentrata sulla strana coppia Oswald Breil e Sara Terracini. Romanzo che, a conti fatti, è da considerare il prequel delle vicende che vede coinvolti i due protagonisti: in questa storia, infatti, leggiamo del loro primo incontro e della loro prima avventura e scopriamo, da subito, la loro straordinaria intesa.
Come sempre, Marco Buticchi adotta uno stile scorrevole e avvincente, tant'è vero che è un po' come leggere due libri in uno: in questa nuova avventura, guarda caso, seguiremo le prime gesta di Oswald e Sara e, parallelamente, la carriera artistica di Michelangelo Buonarroti. Ed è inutile aggiungere che le due storie, alla fine, si intrecceranno coinvolgendo anche i tanti misteri dell'Italia, compreso il periodo buio degli "Anni di Piombo" e delle Brigate Rosse: spettacolare soprattutto la ricostruzione del rapimento e della successiva esecuzione di Aldo Moro.
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I libri di Marco Buticchi che ho letto e recensito:
- 8 novembre 2016: Le pietre della luna
- 5 settembre 2015: Il segno dell'aquila
- 12 maggio 2015: Profezia
- 12 novembre 2014: La voce del destino

lunedì 8 gennaio 2018

National Geographic Italia - gennaio 2018

National Geographic Italia - gennaio 2018
Vol. 41 - N. 1 (n. 240 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: La scienza del bene e del male in una illustrazione di Farhad

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Formidabili esseri volanti. Si chiamava Martha. È morta allo zoo di Cincinnati il 1° settembre 1914. Era l'ultimo esemplare di piccione migratore degli Stati Uniti, una specie di cui appena mezzo secolo prima il grande ornitologo John James Audubon descriveva stormi di milioni di individui il cui passaggio oscurava per giorni il cielo del Kentucky. Erano miliardi, la specie più numerosa del'America del Nord. E la loro apparentemente inesauribile quantità fu la molla di una caccia indiscriminata che durò decenni. Fino a Martha. E forse lo si deve anche a lei se pochi anni più tardi, nel 1918, gli Stati Uniti promulgarono la prima legge per la protezione degli uccelli migratori, che oggi tutela più di 800 specie. Per celebrare il centenario del Migratory Bird Treaty Act, quest'anno pubblicheremo una serie di articoli dedicati agli uccelli, inaugurata da un'appassionata ode di Jonathan Franzen, che canta la meraviglia dei formidabili esseri volanti che popolano ogni angolo del pianeta. Secondo le stime della IUCN, ai giorni nostri è in pericolo di estinzione più del 10% delle circa 10.000 specie di uccelli esistenti. Tra le cause ci sono i cambiamenti climatici e la distruzione degli habitat, ma ancora una volta l'uomo sta facendo la sua parte in modo più diretto: con il bracconaggio. Della piaga della caccia che sfugge ai controlli nel nostro paese ci racconta in queste pagine Emilio Vitaliano. E pure da noi nel mirino (in senso letterale) ci sono soprattutto le molte specie di migratori che sorvolano la penisola e che ogni anno vengono sterminate per lo più per futili motivi. Eppure nel Ventunesimo secolo la lezione di Martha potremmo averla imparata. Un uccellino morto nella trappola di un bracconiere a Ischia.

- La vita in volo. Nel 2018 National Geographic esplorerà il mondo degli uccelli, animali di cui non possiamo fare a meno.
- La scienza del bene e del male. Che cosa rende una persona particolarmente altruista o crudele?
- Guardiani del Paradiso. Nel Parco del Gran Paradiso i guardaparco difendono la fauna ma anche la flora.
- La piaga del bracconaggio. In Italia, nel 2018, la caccia di frodo è ancora una piaga da combattere, e le leggi, antiquate ed inefficaci, non sono d'aiuto.
- Colombia, ricominciare da zero. Dopo 52 anni di guerra civile, la nazione sudamericana cerca una pace duratura.

sabato 6 gennaio 2018

[Recensione] Rose Madder

Rose Madder
di: Stephen King

Titolo originale: Rose Madder
Formato: Kindle
Dimensioni file: 877.0 KB
Pagine: 515
Editore: Sperling & Kupfer (5 agosto 2014)
ASIN: B00M7IIWAI
Data di acquisto: 16 agosto 2014
Letto dal 26 dicembre 2017 al 6 gennaio 2018

----- Sinossi -----
In fuga da Norman, il marito che la tormenta da quattordici anni, Rose riesce a rifarsi una vita e perfino a incontrare l'uomo giusto. Proprio nella stessa occasione, s'imbatte anche in uno strano quadro, un ritratto, che misteriosamente comincia a interagire con lei... Purtroppo, il sadico Norman si è intanto messo sulle tracce della moglie, lasciandosi dietro una scia di sangue e terrore. E quando la raggiunge, Rose capisce che per salvarsi dovrà calarsi nel "suo" mito, celato nel quadro, e trasformarsi in una dea vendicatrice...

----- La mia recensione -----
"Certe volte agli uomini faceva bene imparare che cosa voleva dire aver paura di una donna, no? Certe volte era l'unica protezione che una donna aveva".
All'inizio ho fatto molta fatica ad identificare il genere in cui classificare Rose Madder... non è un thriller, non è un fantasy e non è nemmeno un horror (che di horror, il "tema preferito" da Stephen King per quasi tutte le sue opere, qui non c'è proprio traccia). E, sempre all'inizio, la trama mi è sembrata troppo simile a quella di Dolores Claiborne, l'altro romanzo di Stephen King incentrato sulle violenze domestiche subite dalla protagonista. E un altro particolare (mi riferisco al quadro che cambia la prospettiva del soggetto in esso contenuto) mi ha richiamato alla mente il racconto Il fotocane, contenuto nella raccolta Quattro dopo mezzanotte.
E le citazioni (o autocelebrazioni) non finiscono qui: vengono citati Paul Sheldon (protagonista di Misery) e Susan Day (un personaggio apparso in Insomnia) e, in qualche modo, viene citato anche il "Ka" (l'equilibrio dello spirito e delle anime), chiaro riferimento alla saga della Torre Nera.
I primi capitoli di Rose Madder sono i migliori: impossibile non fare il tifo per Rose, per quattordici anni costretta a subire la (ripetuta) violenza sessuale e domestica del marito... che, essendo un poliziotto-eroe, è inconsapevolmente difeso ed osannato dai suoi stessi colleghi e dalla comunità in cui vive. Purtroppo, strada facendo, il libro si perde in un mare di ovvietà a ripetizione: lei che finalmente si ribella e fugge, lei che trova accoglienza presso un'organizzazione femminista e lei che si innamora di un uomo dolce e sensibile... il tutto culminante con un'altra più che scontata ovvietà: il marito abbandonato che non si rassegna alla fuga della moglie e, quindi, parte al suo inseguimento lasciandosi dietro una scia di sangue ed orrore!
Da qui in poi, la trama assume contorni onirici nel momento in cui Rose capisce che il quadro che ha comprato subito dopo essersi rifatta una nuova vita ha qualcosa di magico, fatato e orribile allo stesso tempo.
In conclusione, reputo il romanzo meritevole comunque di essere letto, anche se i capitoli contenti le ovvietà che ho descritto prima, possono essere saltati o letti un po' più speditamente, perché (almeno questo è il mio parere) sono stati inseriti solo per allungare il libro stesso di almeno 100-150 pagine.
- Voto: (3 su 5)

martedì 2 gennaio 2018

La classifica dei libri più venduti nel 2017

Questi i libri più venduti nel 2017 (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 31 dicembre 2017):

1. Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli: 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
2. Dan Brown: Origin (Mondadori)
3. Andrea Camilleri: La rete di protezione (Sellerio)
4. Paolo Cognetti: Le otto montagne (Einaudi)
5. Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
6. Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
7. Alessandro D'Avenia: L'arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita (Mondadori)
8. Paula Hawkins: Dentro l'acqua (Piemme)
9. Antonio Manzini: Pulvis et umbra (Sellerio)
10. Carlo Rovelli: L'ordine del tempo (Piccola Biblioteca Adelphi)

lunedì 1 gennaio 2018

Libri letti nel mese di dicembre 2017... e quelli da leggere a gennaio 2018!


I libri che ho letto e recensito a novembre 2017:
- 26 dicembre: J.R.R. Tolkien: Lo hobbit
- 18 dicembre 2017: Donato Carrisi - L'uomo del labirinto
- 12 dicembre 2017: Clara Sánchez - La forza imprevedibile delle parole
- 8 dicembre: Tom Clancy - I denti della tigre

Fumetti letti:
- 22 dicembre: Dylan Dog, albo n. 101 (La porta dell’inferno)
- 13 dicembre: Dylan Dog, albo n. 100 (La storia di Dylan Dog)
- 11 dicembre: Il Dylan Dog di Tiziano Sclavi n. 8 (Il cervello di Killex)
- 2 dicembre: Dylan Dog, albo n. 375 (Nel mistero)

...E quelli in lettura per gennaio 2018 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):

- Stephen King: Rose Madder [già in lettura]
- Gabriele Porri: Inter 110 e lode. I 110 anni dell'Inter raccontati attraverso le sfide più belle, importanti e drammatiche della storia nerazzurra [già in lettura]
- Marco Buticchi: La luce dell'impero
- E. L. James: Cinquanta sfumature di grigio
- Alessia Gazzola: Arabesque

[mese precedente]