venerdì 19 gennaio 2018

[Recensione] Arabesque

Arabesque
di: Alessia Gazzola

Formato: copertina rigida
Pagine: 349
Editore: Longanesi (13 novembre 2017)
ISBN-13: 978-8830448797
Data di acquisto: 11 settembre 2017 (prenotazione)
Letto dall'11 al 18 gennaio 2018

----- Sinossi -----
Tutto è cambiato, per Alice Allevi: è un mondo nuovo quello che la attende fuori dall'Istituto di Medicina Legale in cui ha trascorso anni complicati ma, a loro modo, felici. Alice infatti non è più una specializzanda, ma è a pieno titolo una Specialista in Medicina Legale. E la luminosa (forse) e accidentata (quasi sicuramente) avventura della libera professione la attende. Ma la libertà tanto desiderata ha un sapore dolce amaro: di nuovo single dopo una lunga storia d'amore, Alice teme di perdere i suoi punti di riferimento. Tutti tranne uno: l'affascinante e intrattabile Claudio Conforti, detto CC, medico legale di comprovata professionalità e rinomata spietatezza. Quando le capita il suo primo incarico di consulenza per un magistrato, Alice si rimbocca le maniche e sfodera il meglio di sé. Al centro del caso c'è una donna di 45 anni, un tempo étoile della Scala e oggi proprietaria di una scuola di danza. In apparenza è deceduta per cause naturali. Eppure, Alice ha i suoi sospetti e per quanto vorrebbe che le cose, per una volta almeno, fossero semplici, la realtà è sempre pronta a disattenderla. Perché, grazie alla sua sensibilità e al suo intuito, Alice inizia a scoprire inquietanti segreti nel passato della donna, legati all'universo, tanto affascinante quanto spietato e competitivo, del balletto classico...

----- La mia recensione -----
"Fisso la data e l'ora dell'autopsia presso l'obitorio dell'Istituto e, appena si chiude la porta della stanza della pm, leggo finalmente gli incartamenti sulla persona che fino a ieri era in vita e prendeva impegni per giorni che non vedrà mai".
Volume n. 8 (compreso il piccolo ebook Un regalo inatteso) sulle avventure medico-legali-amorose di Alice Allevi, ora diventata un'anatomopatologa a tutti gli effetti... ed affetti! La lettura di questo nuovo episodio è stata, così come per quasi tutti gli altri della serie, talmente piacevole e divertente, pur comunque continuando a mantenere tutti i tratti del giallo vero e proprio (perché, non dimentichiamolo, è di un libro giallo che stiamo parlando), che è volata via in un niente. In più, dopo aver visto la serie televisiva interpretata da Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale, era praticamente impossibile non identificare i personaggi del libro con quelli del piccolo schermo.
Questa volta, come ho detto prima, Alice Allevi riceve il suo primo incarico e... apriti cielo! Sì, perché proprio a lei viene affidato un vecchio caso che, in passato, era già capitato al suo mentore/maestro/compagno Claudio Conforti. Vabbè, tralascio tutti i particolari di circostanza, altrimenti correrei il rischio di rovinarvi la lettura del libro. Ed è inutile dire, tanto con Allevi va a finire sempre così, che la nostra eroina si troverà sempre al centro delle indagini e dei pasticci (sia i suoi che, fatto inedito e sorprendente, anche di quelli causati da qualcun altro di sua conoscenza), e che l'unico che sembra credere in lei è il solito Calligaris.
Segnalo, infine, l'ottima ricostruzione della trama (le vicende con la storia che ha Alice Allevi per protagonista sono iniziate un decennio prima) e la perfetta descrizione dei nuovi personaggi.
- Voto: (5 su 5)

----------
Le altre mie recensioni dei libri della saga dell'Allieva:
- Un po' di follia in primavera
- Sindrome da cuore in sospeso
- L'allieva (letto ma non recensito)
- Un segreto non è per sempre (letto ma non recensito)
- Un regalo inatteso
- Le ossa della principessa
- Una lunga estate crudele
Della stessa autrice: Non è la fine del mondo

Nessun commento:

Posta un commento