giovedì 1 febbraio 2018

National Geographic Italia - febbraio 2018

National Geographic Italia - febbraio 2018
Vol. 41 - N. 2 (n. 241 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Lo sguardo di un lupo appenninico nel fiore degli anni incrocia l'obiettivo del fotografo nel Parco regionale del Sirente-Velino, in Abruzzo. Fotografia di Bruno D'Amicis

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): La nostra privacy svenduta. Un mese fa, per il mio compleanno, molti amici mi hanno fatto gli auguri. Chi con una telefonata, chi con un messaggio su WhatsApp, un SMS, un post sul mio profilo Facebook, un tweet, una riga su Messenger. E fin qui tutto bene, se non fosse che i canali attraverso i quali comunichiamo sono diventati insopportabilmente numerosi. Prima di tutti gli altri, però, appena acceso il computer, è stato Google a farmeli. Il logo del motore di ricerca che uso come home page era trasformato in una bella torta con le sue brave candeline. E cliccandoci sopra appariva la frase "Buon compleanno, Marco!". Ecco, che da Mountain View si preoccupino (si fa per dire) di farmi gli auguri lo trovo già un po' irritante. Per non dire delle pubblicità che sempre Google mi fa apparire automaticamente sui siti di mezzo mondo dopo che ho fatto qualche ricerca di natura commerciale. Ho cercato un paio di scarpe? Scarpe ovunque. Ho acquistato un biglietto aereo? Spunta una pioggia di hotel a prezzi stracciati e auto a noleggio per la destinazione dove sono diretto. Peggio ancora quella volta che ho acquistato materiale da campeggio in un negozio di una grande catena di articoli sportivi. Non ho fatto ricerche in rete, ma ho pagato con la carta di credito. E 30 secondi dopo, letteralmente, su un social network, la stessa catena mi proponeva l'acquisto di una tenda a igloo. Quello che è davvero inquietante, però, è che i big di Internet abbiano ceduto i dati di milioni di cittadini alle agenzie di intelligence per programmi di sorveglianza di massa, come ha rivelato Edward Snowden al Guardian. In queste pagine, poi, Robert Draper ci racconta un agghiacciante esperimento sulla fine della privacy, in nome della sicurezza. Siamo sicuri che ne valga la pena?

- Ci stanno osservando. Entro breve la privacy sarà solo un ricordo? La tecnologia e la crescente richiesta di sicurezza hanno finito per mettere tutti noi sotto sorveglianza.
- L'ora del lupo. Dopo secoli di persecuzione, negli ultimi 40 anni in Italia il canide selvatico ha avuto un ritorno quasi miracoloso: da poche decine a quasi 2.000 individui.
- Con i lupi alla porta. Come conciliare le esigenze di allevatori e animalisti?
- Saziare il gigante. La Cina cambia abitudini alimentari, trasformando l'agricoltura globale.
- Cervelloni volanti. Appena un secolo fa gli studiosi erano convinti che gli uccelli non avessero capacità cognitive comparabili a quelle dei primati o altri mammiferi. Oggi sanno che si sbagliavano di grosso.
- Falkland. Le isole al largo dell'Argentina sono state a lungo contese. Oggi sono un paradiso di biodiversità.

Nessun commento:

Posta un commento