sabato 31 marzo 2018

Libri (e fumetti) letti nel mese di marzo... e quelli da leggere ad aprile!


I libri che ho letto e recensito a marzo 2018:
- 30 marzo: E.L. James - Cinquanta sfumature di Nero - Cinquanta sfumature, vol. 2
- 22 marzo: Thomas Harris - Hannibal Lecter. Le origini del male
- 19 marzo: Clara Sánchez - L'amante silenzioso
- 14 marzo: Stephen King - Desperation
- 7 marzo: Marco Buticchi - L'anello dei re

Fumetti letti:
- 2 marzo: Dylan Dog, albo n. 378: Dormire, forse sognare

...Ed i libri in lettura per aprile 2018 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Jeffery Deaver: Il filo che brucia [già in lettura]
- A.V.: I manoscritti di Qumran
- Stephen King: I vendicatori
- Corrado Augias: I segreti d'Italia. Storie, luoghi, personaggi nel romanzo di una nazione
- Marco Buticchi: La luce dell'impero

[Recensione] Cinquanta sfumature di Nero

Cinquanta sfumature di Nero - Cinquanta sfumature, vol. 2
di: E.L. James

Titolo originale: Fifty Shades Darker
Formato: Kindle
Dimensioni file: 6033.0 KB
Pagine: 594
Editore: Mondadori (26 giugno 2012)
ASIN: B008ESPQRC
Data di acquisto: 10 dicembre 2012
Letto dal 22 al 30 marzo 2018

----- Sinossi -----
Profondamente turbata dagli oscuri segreti del giovane e inquieto imprenditore Christian Grey, Anastasia Steele ha messo fine alla loro relazione e ha deciso di iniziare un nuovo lavoro in una casa editrice. Ma l'irresistibile attrazione per Grey domina ancora ogni suo pensiero e quando lui le propone di rivedersi, lei non riesce a dire di no. Pur di non perderla, Christian è disposto a ridefinire i termini del loro accordo e a svelarle qualcosa in più di sé, rendendo così il loro rapporto ancora più profondo e coinvolgente. Quando finalmente tutto sembra andare per il meglio, i fantasmi del passato si materializzano prepotentemente e Ana si trova a dover fare i conti con due donne che hanno avuto un ruolo importante nella vita di Christian. Di nuovo, il loro rapporto è minacciato e a questo punto Ana deve affrontare la decisione più importante della sua vita, e può prenderla soltanto lei...
Questo è il secondo attesissimo volume della trilogia Cinquanta sfumature, il cui successo senza precedenti è iniziato grazie al passaparola delle donne che ne hanno fatto un vero e proprio cult ponendolo al primo posto in tutte le classifiche del mondo.

----- La mia recensione -----
"Questo è ciò che Christian mi fa: prende il mio corpo e lo possiede totalmente, tanto che non riesco più a pensare a nient'altro se non a lui. La sua magia è potente, inebriante. Sono una farfalla intrappolata nella sua rete, non ho più né la capacità né la volontà di scappare. Sono sua... completamente sua".
Cinquanta sfumature di Nero ricomincia esattamente una settimana dopo la conclusione di Cinquanta sfumature di Grigio (quando Anastasia aveva appena lasciato Christian)... e, proprio come il precedente volume, anche questo va un po' a casaccio senza una trama vera e propria, ma solo ed esclusivamente con un lungo elenco di scene "a tutto sesso" (e in alcune parti anche estremo).
Ad essere proprio pignoli, in questo secondo romanzo un po' di movimento è dato sia dalla storia di Leila, una delle tante Sottomesse di Christian ed ancora infatuata di lui, e sia dal fatto che (finalmente?) viene fatta un po' di luce sul passato di Christian, soprattutto sul periodo della sua traumatica infanzia... e quindi si capisce una volta per tutte perché abbia un "lato oscuro".
Tuttavia, resta il fatto che anche questo libro è davvero noioso ed osceno... ma, comunque, riesce almeno a strapparti qualche sana risata!
- Voto: (1 su 5)

domenica 25 marzo 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 25 marzo 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 25 marzo 2018):

1. (=) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. Vol. 2 (Mondadori)
2. (n) Alicia Giménez Bartlett: Mio caro serial killer (Sellerio)
3. (r) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
4. (n) Gianrico Carofiglio, Jacopo Rosatelli: Co i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità (Edizioni Gruppo Abele)
5. (n) Lorenzo Ostuni: The cage. Uno di noi mente (Mondadori Electa)
6. (3) Iris Ferrari: Una di voi (Mondadori Electa)
7. (5) Daria Bignardi: Storia della mia ansia (Mondadori)
8. (2) Franco Berrino, Daniel Lumera e David Mariani: Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce corpo e mente (Mondadori)
9. (7) Alessandro Milan: Mi vivi dentro (DeA Planeta)
10. (6) André Aciman: Chiamami col tuo nome (Guanda)

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di luglio e agosto 2004

----- Luglio 2004 -----
- Mappa in allegato: Obiettivo sul sole (lato A); Alla scoperta del meteo spaziale (lato B)
- Fuoco amico: Il Sole ci scalda e alimenta la vita sul nostro pianeta. Ma è una stella turbolenta, e a volte scatena tempeste imprevedibili che possono danneggiare gravemente i nostri sistemi di comunicazione e provocare blackout estesi. Oggi, grazie a telescopi e satelliti sempre più sofisticati, gli astronomi cominciano a comprendere i complicati processi di questo gigantesco reattore termonucleare, e forse nel prossimo futuro saranno in grado di prevederne anche il comportamento.
- Il regno della coca. Benvenuti nel Caquetá, provincia della Colombia in mano ai guerriglieri antigovernativi dove la coltivazione e la lavorazione della coca è l'unico mezzo di sussistenza possibile, e dove la droga viene usata persino per pagare la spesa. Un servizio straordinario del fotoreporter Carlos Villalón, che è riuscito a entrare in una regione da sempre off-limits per i giornalisti.
- Dove vivono gli dei. Sempre ammantato di nebbia e inzuppato di pioggia e neve, l'Olympic National Park, situato all'estremità occidentale degli Stati Uniti ospita una foresta temperata tra le più lussureggianti al mondo. E i suoi alberi battono tutti i record.
- A caccia di gloria. Per diventare gadhyirochand, cioè eroi, gli uomini barabaig della Tanzania si cimentano in battute di caccia rituali in cui affrontano elefanti e leoni armati solo di una lancia e del proprio coraggio. Al ritorno, saranno rispettati dagli abitanti del villaggio e osannati dalle ragazze, che si contenderanno i loro favori.
- Mordi e fuggi. Né ragni né scorpioni: vita segreta dei solifugidi, misconosciuti aracnidi dall'aggressività inversamente proporzionale alle loro dimensioni. Dotate di possenti mandibole e la rapidità di un velocista, queste violente creature sono perfette macchine per uccidere.
- Il tempio maledetto dei Moche. In una piramide di mattoni di fango sulla costa peruviana, gli archeologi scoprono un murale che rivela la sanguinosa pratica di sacrifici umani cui era dedita la civiltà moche, scomparsa 500 anni prima dell'avvento degli Inca.
- Codice postale: Greenwich. L'opulenza è di casa in questa antica cittadina del Connecticut a meno di un'ora da Manhattan, dove quasi metà delle abitazioni vale più di un milione di dollari.
- Grandangolo: Roma città egizia. Più obelischi che al Cairo. Una piramide "fatta in casa". La città eterna è una delle capitali dell'antico Egitto.

----- Agosto 2004 -----
- Troia. È il giallo più appassionante della storia dell'archeologia: Troia, la città fatale cantata da Omero, è davvero esistita? Di certo, dopo le sorprendenti scoperte del "dilettante" Schliemann, nell'Ottocento, gli studiosi hanno trovato decine di insediamenti sovrapposti sulla collina di Hisarlik, che domina lo stretto dei Dardanelli, fondamentale via di comunicazione marittima oggi come nell'antichità. Una città grande e potente, che molto probabilmente attirò la brama di conquista dei Greci micenei, scatenando la più memorabile guerra dell'Età del bronzo.
- Grecia oltre il mito. Rovine, spiagge incontaminate, mare cristallino, sole accecante, un passato glorioso e un presente difficile... quanti di questi stereotipi sulla Grecia sono ancora validi? Ritratto di un Paese che cambia e cresce, anche grazie alle Olimpiadi, che si tengono questo mese.
- Calamari. Alcuni si muovono nell'acqua con estrema grazia, altri sono spietati killer che non esitano a divorare individui della loro stessa specie. Ma tutti i calamari hanno due caratteristiche in comune: la capacità di alterare il proprio aspetto con estrema rapidità e un cervello molto sviluppato. Tanto da far sorgere un dubbio: sono davvero parenti delle vongole e delle ostriche?
- Perché siamo così grassi? Per la prima volta nella storia, al mondo vi sono tante persone in sovrappeso quante se ne contano sottopeso. Negli Stati Uniti, un cittadino su tre è obeso, e anche noi europei siamo sulla stessa china. Le cause risiedono nell'opulento stile di vita occidentale: lavoro sedentario, cibo a volontà, scarsa attività fisica. Ma allora, grasso è bello? Decisamente no. Anzi, può essere letale.
- Dove gli ippopotami cavalcano le onde. Benvenuti nel neonato Parco nazionale del Loango, in Gabon: su queste coste, nel 2001, si concludeva Megatransect, l'epica traversata dell'Africa centrale di Michael Fay. Grazie a quella spedizione, il biologo americano ha convinto il governo gabonese a istituire 13 nuovi parchi. Ora la scommessa di Fay è creare le condizioni perché i parchi riescano a sopravvivere grazie ad attività sostenibili come l'ecoturismo.
- Verso sud. Due avventurieri tentano un'impresa fra le più ardue e pericolose: l'attraversamento dello Hielo Continental Sur, il grande ghiacciaio continentale della Patagonia, a piedi e sugli sci, senza soste per rifornirsi. Un viaggio di 54 giorni e 524 chilometri fra tempeste di neve, crepacci e temperature estreme.
- Geographica Classic (1922): Atene, la città dei giochi. In questi giorni, un esercito di turisti, atleti e giornalisti ha invaso Atene per i Giochi olimpici. "Per chiunque sia sensibile alla suggestione della storia, per chiunque subisca il fascino supremo della bellezza, il primo incontro con questa città immortale è un momento indimenticabile", scriveva Alexander Wilbourne Weddell, ex console americano ad Atene, sul numero di dicembre 1922. Nell'articolo "The Glory That Was Greece", Weddell descrisse i suoi viaggi nella regione pianeggiante in cui sorge la capitale greca, l'Attica. Oltre al Partenone Weddell visitò lo stadio che ospitò le prime Olimpiadi moderne, nel 1896, ricostruito su quello in cui gli antichi Greci tenevano i Giochi panellenici. Inoltre, si recò al monte Imetto, dove nel 490 a.C., l'emerodromo ("uomo che può correre per un giorno intero", un soldato messaggero ateniese) Filippide terminò "la sua folle corsa per annunciare la buona novella" della sconfitta dell'esercito persiano a Maratona, e morì dopo aver consegnato il suo messaggio. Quest'anno, la maratona olimpica, la corsa che celebra quell'epica impresa, si concluderà in una versione rinnovata dello stadio fotografato da Weddell.

venerdì 23 marzo 2018

[Recensione] Hannibal Lecter. Le origini del male

Hannibal Lecter. Le origini del male
di: Thomas Harris

Titolo originale: Hannibal Rising
Formato: Kindle
Dimensioni file: 721 KB
Pagine: 196
Editore: Mondadori (19 luglio 2016)
ASIN: B01IE77B7K
Data di acquisto: 22 agosto 2017
Letto dal 19 al 22 marzo 2017

----- Sinossi -----
Lituania, 1941. Il piccolo Hannibal Lecter, otto anni, riesce miracolosamente a scampare, unico della sua famiglia, alle violenze delle soldataglie naziste. Dopo aver vagato nella neve con un braccio rotto e una catena stretta al collo, viene finalmente raccolto. Solo, traumatizzato, cresce in uno squallido orfanotrofio fino a quando lo zio, un famoso pittore, riesce a rintracciarlo e lo porta a vivere con sé a Parigi. Qui, grazie alle amorevoli cure della zia giapponese Lady Murasaki, Hannibal avrà modo di scoprire e coltivare i propri innumerevoli talenti, dalla musica alla letteratura, e di laurearsi in medicina. Ma gli incubi cresciuti in lui dopo l'indicibile orrore di cui è stato testimone lo accompagneranno per sempre, in una perversa simbiosi. E un giorno il dottor Lecter decide che è tempo di tornare a casa e bussare alla porta dei demoni che così spesso vengono a fargli visita. Trasformandosi in "Hannibal the Cannibal"...

----- La mia recensione -----
"Il piccolo Hannibal è morto nel 1945 là fuori nella neve, cercando di salvare la sorella. Il suo cuore è morto con Mischa. Che cos'è ora? Non c'è una parola per dirlo. In mancanza di meglio, possiamo chiamarlo mostro".
Eccezion fatta per quelli di Wilbur Smith e Donato Carrisi, sono veramente pochi i libri che riescono a tenermi incollato alle proprie pagine... E questo di Thomas Harris è tra quelli che ci sono riusciti: scritto molto bene, ritmo serrato e mai con un calo di tensione.
In parole povere, si racconta dell'adolescenza e maturità di Hannibal Lecter, colui che, molto più tardi, avremmo imparato a conoscere come "Hannibal the Cannibal". In questo libro, quindi, vedremo un giovanissimo Hannibal, traumatizzato dagli orrori della Seconda guerra mondiale... orrori che comprendono l'uccisione dei suoi genitori e della piccola ed amatissima sorellina da parte di spietati assassini.
Hannibal, perciò, prima viene affidato ad un orfanotrofio (in cui subirà violenze e soprusi di ogni sorta) e, a seguire, verrà accolto da uno zio sposato con una giovanissima giapponese. Qui, e solo qui, troverà un po' di pace (anche interiore)... finché i fantasmi del passato torneranno a tormentarlo, trasformandolo definitivamente ed irrimediabilmente nel mostro che conosciamo.
Eppure, nonostante di Hannibal Lecter si conosca tutto ciò che ha fatto e commesso, in questo romanzo è davvero impossibile condannarlo o averne paura. Questo, in un certo senso, è il grosso limite del libro di Thomas Harris: presentare un personaggio dalle mille capacità ed interessi, diventato quello che è diventato solo ed esclusivamente per colpa di altri. Alla fine, quindi, si finisce quasi quasi per tifare per lui e per la sua sete di vendetta contro coloro che hanno segnato la sua vita.
Molto accattivante (nonché perfettamente caratterizzata) è la figura di Lady Murasaki, zia adottiva (ed amante platonica nella seconda parte del libro), che accompagnerà la crescita del giovane Hannibal: quando capirà, prima di tutti, la vera natura (e le intenzioni) del nipote, invece di tentare di riportarlo sulla retta via lo invoglierà e, quasi quasi, gli lascerà carta bianca (per non parlare delle armi) per portare a compimento la sua vendetta.
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

lunedì 19 marzo 2018

[Recensione] L'amante silenzioso

L'amante silenzioso
di: Clara Sánchez

Titolo originale: El amante silencioso
Formato: copertina rigida
Pagine: 360
Editore: Garzanti Libri (8 marzo 2018)
ISBN-13: 978-8811602217
Data di acquisto: 16 febbraio 2018 (prenotazione)
Letto dal 14 al 19 marzo 2018

----- Sinossi -----
Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un'ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null'altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d'amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l'obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C'è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all'altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.

----- La mia recensione -----
"È strano come solo grazie a un evento che esula dalla normalità ci si renda conto di quanto poco si sapeva di una parte del mondo. Ignoravo quanto è facile che ti facciano il lavaggio del cervello fino al punto da spingerti a lasciarti sfruttare e condurti a limiti disumani. Né che tutto ciò che ci succede, per quanto sia orribile, accade anche ad altre persone, e per questo cerchiamo come e dove possiamo queste persone, perché non sopportiamo di stare da soli e di non parlare in continuazione di ciò che sta capitando".
Come già sapete, se avete letto le mie precedenti recensioni dei libri di Clara Sánchez, non tutti i lavori di questa scrittrice spagnola hanno riscosso il mio favore. Con questa sua ultima fatica letteraria le cose sono andate un pochino meglio, ma troppo poco per farmelo amare.
Ma andiamo con ordine e partiamo dalla trama: abbiamo Isabel che per lasciarsi alle spalle il trauma del suicidio del fratello frequenta una terapia di gruppo; qui, tra le tante persone nella sua stessa condizione, è avvicinata da una coppia alla disperata ricerca del figlio che, spontaneamente, ha rotto tutti i ponti con la famiglia ed ha lasciato la Spagna per l'Africa. Isabel, perciò, è incaricata di rintracciare Ezequiel e di avvertire i suoi genitori. La giovane lo trova praticamente da subito: Ezequiel si è rifugiato in una oscura setta dalle parti di Mombasa e non ha alcuna intenzione di tornare a casa... anche perché è stato irrimediabilmente plagiato dal leader della setta che, oltretutto, nasconde più di un segreto. I due protagonisti, da qui in poi, ne passeranno di tutti i colori, ma avranno anche l'occasione di ritrovare sé stessi e fare un po' di ordine nelle loro vite.
Clara Sánchez in L'amante silenzioso ci racconta di un volto dell'Africa di cui non sentiremo mai parlare nei tg, e ci mostra il potere della manipolazione mentale degli pseudo-santoni e leader delle sette. Tuttavia, è tutta la struttura narrativa del libro che non mi ha convinto: Isabel ed Ezequiel, infatti, attraversano troppe peripezie e tutte senza alcuna soluzione logica.
- Voto: (3 su 5)

I libri di Clara Sánchez che ho letto e recensito:
- Il profumo delle foglie di limone (letto ma non recensito)
La voce invisibile del vento (recensito l'11 novembre 2014)
Entra nella mia vita (recensito il 17 luglio 2013)
Le cose che sai di me (recensito il 4 marzo 2014)
Le mille luci del mattino (recensito il 24 febbraio 2015)
La meraviglia degli anni imperfetti (recensito il 3 marzo 2016)
Lo stupore di una notte di luce (recensito il 26 settembre 2016)
- La forza imprevedibile delle parole (recensito il 12 dicembre 2017)

domenica 18 marzo 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 18 marzo 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 18 marzo 2018):

1. (=) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. Vol. 2 (Mondadori)
2. (n) Franco Berrino, Daniel Lumera e David Mariani: Ventuno giorni per rinascere. Il percorso che ringiovanisce corpo e mente (Mondadori)
3. (5) Iris Ferrari: Una di voi (Mondadori Electa)
4. (7) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
5. (3) Daria Bignardi: Storia della mia ansia (Mondadori)
6. (r) André Aciman: Chiamami col tuo nome (Guanda)
7. (2) Alessandro Milan: Mi vivi dentro (DeA Planeta)
8. (6) Alan Friedman: Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi (Newton Compton Editori)
9. (10) Jojo Moyes: Sono sempre io (Mondadori)
10. (4) Sofia Viscardi: Abbastanza (Mondadori)

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di maggio e giugno 2004

----- Maggio 2004 -----
- L'Europa è più grande. Il condominio Europa accoglie questo mese 10 nuovi Stati membri, otto dei quali facevano parte dell'ex blocco sovietico. Ma l'Europa allargata sarà capace di diventare una superpotenza economica in grado di sfidare gli USA? I neocittadini dell'Unione raccontano aspettative e incertezze.
- E per noi, cosa cambia? Siamo partiti a spron battuto. Sognavamo efficienza, progresso, sviluppo. Poi, strada facendo, gli entusiasmi si sono raffreddati: i problemi non mancheranno. Per scongiurare l'eurodelusione, impariamo a conoscere i nuovi europei.
- Hanoi. A trent'anni dalla fine della "guerra americana", la capitale del Vietnam cerca di conquistare il benessere e guarda al domani con ambizione. Dopo un lungo periodo buio, la "città dei poeti" chiude definitivamente i conti con i fantasmi del passato e sogna uno sviluppo compatibile con le proprie antiche tradizioni.
- La tomba del re senza nome. Torna alla luce nel Guatemala meridionale la tomba, mirabilmente intatta, di un misterioso sovrano, una delle più antiche sepolture della scomparsa civiltà maya.
- Danza di morte. Nel Parco nazionale del Denali, in Alaska, due fotografi riescono a catturare le ultime, disperate ore di un alce attaccato da un branco di lupi: una scena quasi mai osservata dall'uomo, in cui c'è tutto il dramma della lotta per la sopravvivenza.
- Spedizione Ballard. Armato di strumenti sempre più sofisticati, il celebre esploratore degli abissi si reca nel Mar Nero alla ricerca di antichi relitti. Ma questa volta si trova di fronte a ostacoli quasi insormontabili...
- Cercando nuovi orizzonti. Immense distese color oro a perdita d'occhio, che hanno fatto da scenario a innumerevoli kolossal sulla Frontiera americana, le Grandi Pianure attraversano 10 Stati, dal Canada al Texas meridionale. Eppure sono terre sconosciute persino a molti americani, in cui oggi tornano gli antichi abitanti: i bisonti e gli indiani.
- Cuba, Kansas. L'America profonda, solare e ingenua, non è un retaggio delle illustrazioni di Norman Rockwell: Jim Richardson la fotografa da quasi trent'anni in un paesino di 300 anime che porta il nome di un'isola caraibica ma è stato colonizzato da emigrati boemi.
- Portfolio: Volkmar K. Wentzel. A nove anni Wentzel aveva già deciso quale sarebbe stato il suo futuro: con l'aiuto del padre costruì una macchina fotografica rudimentale, uno stenoscopio. Qualche anno dopo, nel 1935, per guadagnarsi da vivere entrò come tecnico di sviluppo e stampa in un famoso laboratorio di Washington. Ma di notte realizzava la sua grande passione: ogni sera, finito il lavoro, andava a passeggio per le strade della capitale, ritraendone i monumenti e gli angoli più suggestivi. Quelle immagini magiche vennero poi raccolte in un libro, Washington by night, Washington di notte, che consacrò Wentzel come uno dei più grandi fotografi della sua generazione. La National Geographic Society volle assicurarsi il suo talento e lo inviò nel mondo, dall'Africa all'Europa all'Asia; la sua prima missione per Geographic lo catapultò in India e Kashmir. Wentzel si avventurò per 65 mila chilometri attraverso deserti, montagne e altopiani, alla guida di un fuoristrada che era stato utilizzato sino ad allora come ambulanza. In 48 anni di stretta collaborazione con il magazine, Wentzel confessa di non aver mai provato un attimo di noia: "Questo mestiere ce l'hai nel sangue, ed è meraviglioso perché ti permette di continuare a sperimentare e imparare fino all'ultimo clic".

----- Giugno 2004 -----
- Sciiti, verso il potere. Dopo un lungo periodo di oppressione, esercitata prima dalla monarchia sunnita imposta dagli inglesi e poi dal regime del Baath di Saddam Hussein, gli sciiti, che rappresentano il 60% della popolazione irachena, hanno un ruolo chiave nel delineare la fisionomia dell'Iraq di domani. E mentre il Paese è devastato da un sanguinoso dopoguerra, tutti si chiedono se gli sciiti riusciranno a venire a patti con un doloroso passato.
- Alieni degli abissi. Chiocciole che si travestono da meduse, pesci predatori bioluminescenti, calamari trasparenti... sono solo alcuni dei "mostri" che abitano il Monterey Canyon, al largo della costa californiana. Un'équipe di ricercatori armata delle tecnologie più sofisticate esplora gli abissi del canyon fino a 3.000 metri di profondità, svelando i segreti di un mondo in gran parte sconosciuto alla scienza.
- Le tombe del Popolo delle Nubi. Chi erano i Chachapoya? Sappiamo ben poco di questa antica civiltà peruviana divisa in tribù spesso in lotta fra loro, che sparì poco dopo l'avvento degli Inca. Ma oggi, il ritrovamento di un complesso di tombe abbarbicato su un'alta parete rocciosa e delle rare ed enigmatiche statue in legno che lo adornano getta nuova luce su quel popolo scomparso.
- Il mondo del picchio dorato. Grande, rumoroso e dallo sfavillante piumaggio, Colaptus auratus è un uccello cruciale per conservare la biodiversità delle foreste dell'America del Nord. Inoltre, il maschio di questa specie è un ottimo "mammo". Quanto alle femmine, sono molto impegnate: succede spesso che abbiano due maschi e due covate di cui occuparsi allo stesso tempo...
- Il fondo del barile. Forse al momento di pagare il pieno non lo diremmo, ma oggi il petrolio è una merce abbondante e a buon mercato. Quanto potrà durare così? Ancora pochi decenni, sostengono gli scienziati: poi la produzione raggiungerà il suo culmine e comincerà a calare. Mentre i Paesi in via di sviluppo sono sempre più assetati di petrolio, e i maggiori consumatori mondiali, gli Stati Uniti, continuano a "berne" come se niente fosse, le compagnie petrolifere cercano disperatamente fonti "non convenzionali" di oro nero. Ma a quale prezzo per l'ambiente?
- Grandangolo: Miraggio azzurro in Messico. Una spedizione italiana nel Deserto del Chihuahua permette di scoprire l'origine delle acque di Cuatro Cienégas, un'oasi di pozze cristalline che rappresentava un mistero per la scienza.
- Portfolio: Jodi Cobb. Con il suo obiettivo, Jodi Cobb esplora da oltre vent'anni la bellezza, il mistero, la forza e le zone d'ombra dell'universo femminile: "Mi interessa la condizione delle donne, soprattutto nelle società dominate dall'uomo", afferma. Cobb è riuscita, per prima, a documentare la vita e i complessi rituali delle geishe, in Arabia Saudita è stata arrestata mentre realizzava un reportage nelle case delle saudite, e ha ideato i servizi di copertina sulla bellezza e sugli schiavi. "Il mio scopo è diffondere una maggiore consapevolezza. E continuerò su questa strada".
- Grandi reportage (1914): Le mille e una notte di Baghdad. "Persino a bordo del transatlantico, la parola Baghdad" stampata sul biglietto sembra sconcertare i passeggeri", scrivono nell'introdurre questo servizio i coniugi Simpich. In effetti, all'inizio del Novecento, raggiungere la città di Alì Babà era una vera impresa: "...da New York all'Egitto, poi oltre Aden bruciata dal sole verso Colombo, Bombay, Karachi, Masqat, e da lì alla volta del Golfo Persico, superando Hormuz, l'isola di Sinbad, fino a Bassora, la Balsora delle Mille e una notte, e infine, 800 km a monte delle anse del Tigri, finalmente Baghdad, dopo cinque cambi di nave e due mesi di viaggio!", riportano i Simpich. I due visitano una città davvero leggendaria, tanto da indurli a chiedersi: "Quanti americani sanno dove si trovi Baghdad, e quale sia la sua importanza odierna?". Una domanda che oggi di certo nessuno si pone più.

mercoledì 14 marzo 2018

[Recensione] Desperation

Desperation
di: Stephen King

Titolo originale: Desperation
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1008 KB
Pagine: 578
Editore: Sperling & Kupfer (21 ottobre 2014)
ASIN: B00OC1NFZK
Data di acquisto: 16 novembre 2014
Letto dal 7 al 14 marzo 2018

----- Sinossi -----
Desperation è il nome appropriato per la tetra cittadina nel deserto del Nevada in cui approdano alcuni ignari viaggiatori. A vegliare sull'ordine pubblico c'è Collie Entragian, un poliziotto con un senso dell'ordine e della legge del tutto particolare. Ma l'uomo è solo la modesta propaggine della diabolica presenza che ha contagiato Desperation e ne ha invaso il sottosuolo: un'entità terrificante che scatenerà un apocalittico scontro tra bene e male, tra follia e rivelazione... trascinando i lettori dentro una storia da brivido.

----- La mia recensione -----
"La gente poteva creare ombre che sembravano animali, ma erano pur sempre ombre, piccoli trucchi di mani e luci. Non era probabile che la stessa cosa fosse Dio? Una fra tante ombre leggendarie?".
Gran bel libro, molto coinvolgente e con una trama scorrevole che, partendo un po' in sordina, dà il meglio di sé nella seconda parte. Il filo conduttore è sempre l'eterna lotta tra il bene ed il male; questa volta, però, entra in scena una nuova variabile non di poco conto... ed ecco, allora, che in tutto il libro di Stephen King "aleggia" il rapporto tra l'uomo e Dio.
La trama di Despetation può essere sintetizzata così: alcuni turisti, finiti casualmente in una cittadina mineraria in pieno deserto americano, fanno la conoscenza (nel peggiore dei modi) dell'agente di polizia locale che, ben prima del loro arrivo, ha sterminato tutti gli abitanti e gli operai della miniera posta nelle vicinanze della stessa cittadina. I malcapitati turisti, mentre lottano per sopravvivere, cercheranno anche di scoprire cosa si celi nelle profondità della miniera.
Questo libro è strettamente collegato con I vendicatori, altro libro di Stephen King ma scritto con l'abituale pseudonimo di Richard Bachman: entrambi i libri, infatti, oltre ad essere stati pubblicati in contemporanea, condividono anche gran parte dei protagonisti e delle atmosfere horror. Le copertine dei rispettivi libri, inoltre, sono entrambe due metà di un unico progetto grafico (vedi foto a lato). In Desperation, come sempre, Stephen King ha "omaggiato" altre sue opere; vediamone alcune: l'entità che vive nelle profondità della miniera richiama (molto da vicino) l'entità che abita nelle condotte cittadine di It; diverse volte viene citato ciò che è accaduto in Tommyknockers - Le creature del buio e in Misery; infine, Cynthia Smith, uno dei personaggi principali, è già apparsa in un ruolo minore anche in Insomnia.
- Voto: (4 su 5)

lunedì 12 marzo 2018

Nuova uscita: Clara Sánchez - L'amante silenzioso

Clara Sánchez - L'amante silenzioso

Formato: copertina rigida
Pagine: 360
Editore: Garzanti Libri (8 marzo 2018)
ISBN-10: 8811602211
ISBN-13: 978-8811602217
Data di acquisto: 16 febbraio 2018 (prenotazione)
Prezzo di copertina: 16,06 euro la versione cartacea e 7,99 euro la versione Kindle

----- Sinossi -----
"Una narratrice dal tocco lieve". Corriere della Sera
"La scrittrice spagnola più amata nel nostro paese". La Repubblica
"Clara Sánchez pone il lettore davanti a una realtà dirompente che parla di amore, memoria, segreti, tradimenti, colpa, scoperta, perdono, coraggio e speranza". Donna Moderna
Vuoi tutte le risposte? Impara a non credere a nessuno.
Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un'ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null'altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d'amore. Isabel deve salvarlo. Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l'obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C'è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all'altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari.
Clara Sánchez riesce sempre a stupire i lettori, che attendono con trepidazione ogni suo nuovo libro. Unica autrice ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli, in Italia ha venduto oltre due milioni di copie ed è sempre presente in classifica. Torna finalmente con un nuovo romanzo anteprima assoluta italiana. In L'amante silenzioso Clara Sánchez descrive una realtà in cui la fragilità è preda di individui manipolatori e senza scrupoli; una realtà in cui il passato non lascia la morsa sul presente; una realtà in cui le ombre non sono mai il riflesso perfetto della verità.

domenica 11 marzo 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 11 marzo 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 11 marzo 2018):

1. (n) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. Vol. 2 (Mondadori)
2. (n) Alessandro Milan: Mi vivi dentro (DeA Planeta)
3. (6) Daria Bignardi: Storia della mia ansia (Mondadori)
4. (2) Sofia Viscardi: Abbastanza (Mondadori)
5. (1) Iris Ferrari: Una di voi (Mondadori Electa)
6. (3) Alan Friedman: Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi (Newton Compton Editori)
7. (10) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
8. (n) Andrea Vitali: Nome d'arte Doris Brilli (Garzanti)
9. (r) Fabio Volo: Quando tutto inizia (Mondadori)
10. (4) Jojo Moyes: Sono sempre io (Mondadori)

[settimana precedente]

sabato 10 marzo 2018

Nuova uscita: 1908-2018 SOLO INTER. Uomini, storie, gol e partite leggendarie

1908-2018 SOLO INTER. Uomini, storie, gol e partite leggendarie
a cura di: Matteo Brega, Nicola Cecere, Andrea Elefante, Sergio Gavardi, Andrea Schianchi, Luca Taidelli e Mirko Graziano

Formato: cartaceo
Pagine: 192
Editore: La Gazzetta dello Sport - RCS (10 marzo 2018)
Prezzo di copertina: 12,99 euro

Un libro per ripercorrere i 110 anni dell'Inter festeggiati il 9 marzo 2018: dagli anni di inizio secolo fino ad oggi, passando per le grandi squadre di Herrera, Bersellini, Trapattoni, Simoni, Mancini e Mourinho. Ci sarà modo di ripercorrere la storia e le vittorie più belle dei nerazzurri, stilare la classifica dei più forti per ruolo di ogni epoca, emozionarsi con storiche foto di archivio, con le prime pagine de La Gazzetta dello Sport che hanno raccontato i trionfi più importanti e rivivere, con protagonisti e partite, l'indimenticabile Triplete del 2010.

mercoledì 7 marzo 2018

[Recensione] L'anello dei re

L'anello dei re. Un'avventura di Oswald Breil e Sara Terracini
di: Marco Buticchi

Formato: Kindle
Dimensioni file: 3567 KB
Pagine: 527
Editore: Longanesi (22 novembre 2012)
ASIN: B00AAF3688
Data di acquisto: 29 ottobre 2016
Letto dal 27 febbraio al 7 marzo 2018

----- Sinossi -----
New York, 2002. Una serie di attentati sanguinosi sta seminando il terrore in ogni parte del mondo, ma i vertici delle agenzie di intelligence brancolano nel buio. Unici indizi i folli comunicati di un serial bomber, che preannuncia i massacri a mezzo di messaggi tortuosi fra le righe del Corano, agghiaccianti promesse di morte siglate dall'arcano simbolo di un anello leggendario. Un anello che incatena avvenimenti lontanissimi nel tempo, drammaticamente legati al suo infausto luccichio: Venezia e il Mediterraneo del Trecento, teatro di una sfida cruenta fra un misterioso ragazzo dagli occhi color del mare, discendente di un leggendario pirata, e un perfido e ricco mercante; il fosco scenario della Grande Guerra sulle Dolomiti italiane, dove fiorisce un'amicizia straordinaria che condurrà un ufficiale italiano e un nobile rumeno in viaggio nelle terre di Dracula, e poi nell'America sospesa fra le ombre della Depressione e le luci di Hollywood; la Romania di Ceausescu, dove, fra le tenebre della dittatura, si celano le chiavi di un ulteriore, tragico enigma. Difficile eredità per chi, trentanni dopo, sarà chiamato a tentare di sciogliere questi nodi fatali: Oswald Breil, ex primo ministro israeliano, sempre affiancato da donne bellissime quanto intelligenti, dovrà affrontare i fantasmi del proprio passato per fronteggiare la minaccia che incombe sul futuro del pianeta, oltre che sulla sua stessa vita...

----- La mia recensione -----
"Un oggetto è sacro indipendentemente dal valore divino che gli attribuiscono gli uomini. È sacro per l'anima, le gioie e i dolori di tutti coloro che si sono rispecchiati in quell'oggetto e vi hanno riposto speranze, desideri, felicità e angosce".
Lo stile narrativo (con l'intreccio tra epoche storiche diverse e distanti tra loro) di Marco Buticchi è sempre lo stesso, eppure non riesco proprio a stancarmi. Merito anche, e soprattutto, di una trama scorrevole, avvincente e ricca di colpi di scena dalla prima all'ultima pagina.
Leggere questo romanzo (ma il discorso vale anche per quasi tutti i libri con protagonista Oswald Breil) è un po' come giocare a scacchi: le pedine sono i tanti personaggi (sia di fantasia che realmente esistiti... compresi alcuni loschi ed inquietanti figuri) che all'inizio sembrano scollegati tra di loro, e poi, strada facendo, trovano la loro giusta collocazione sulla scacchiera della trama.
Chissà quando potremo vederne una trasposizione cinematografica...
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

----------
I libri di Marco Buticchi che ho letto e recensito:
- 11 gennaio 2018: La stella di pietra
- 8 novembre 2016: Le pietre della luna
- 5 settembre 2015: Il segno dell'aquila
- 12 maggio 2015: Profezia
- 12 novembre 2014: La voce del destino
- 1 settembre 1998: Menorah (letto ma non recensito)

domenica 4 marzo 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 4 marzo 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 4 marzo 2018):

1. (n) Iris Ferrari: Una di voi (Mondadori Electa)
2. (n) Sofia Viscardi: Abbastanza (Mondadori)
3. (2) Alan Friedman: Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi (Newton Compton Editori)
4. (1) Jojo Moyes: Sono sempre io (Mondadori)
5. (3) Fred Vargas: Il morso della reclusa (Einaudi)
6. (n) Daria Bignardi: Storia della mia ansia (Mondadori)
7. (5) André Aciman: Chiamami col tuo nome (Guanda)
8. (6) R.J. Palacio: Wonder (Giunti)
9. (10) Michael Wolff: Fuoco e furia. Dentro la Casa Bianca di Trump (Rizzoli)
10. (n) Elena Favilli e Francesca Cavallo: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di marzo e aprile 2004

----- Marzo 2004 -----
- Cina, l'età ingrata. La più antica civiltà del mondo sembra in preda a una crisi di crescita tipica dell'adolescenza: uno sviluppo tumultuoso accompagnato da problemi mai affrontati prima. Nelle città l'aria e l'acqua sono pesantemente inquinate, la sicurezza sul lavoro è ignorata, il disboscamento provoca violente alluvioni. Oggi si cerca di correre ai ripari. E qualche cittadino osa persino sfidare il governo.
- La foresta pluviale di Rio. Prima dell'arrivo dei coloni portoghesi, la Foresta Atlantica del Brasile era un immenso mare verde, rifugio di migliaia di specie animali e vegetali. Poi in quella zona sono sorte megalopoli come Rio de Janeiro e San Paolo e piantagioni di canna da zucchero e caffè, che hanno ridotto la foresta a meno del 7% della sua superficie originaria. Oggi, i biologi della conservazione sperano di ripristinare questo scrigno di biodiversità. Ma è davvero possibile?
- Foche della Groenlandia. Per i pescatori, che temono la loro voracità, sono "lupi marini". Il movimento ambientalista le scelse per una storica campagna contro le pellicce, coronata dal successo. Eppure questi irresistibili mammiferi continuano a far discutere: da quando la caccia ai cuccioli è stata regolamentata, sono diventati troppi o sono ancora troppo pochi?
- Armenia. Per 3.000 anni, l'ex repubblica sovietica ha conosciuto ogni genere di calamità, alimentando una delle più massicce diaspore della storia: su sette milioni di armeni, quattro vivono all'estero. Oggi, come già tante volte nel corso della storia, questa nazione cerca la sua riscossa.
- Radio Savana. Cosa ci fa un meteorologo che si interessa di zoologia nella savana africana? Semplice: studia come i sistemi di comunicazione degli elefanti vengano influenzati dalle condizioni atmosferiche. I pachidermi, infatti, possono inviare messaggi a chilometri di distanza. Tempo permettendo, naturalmente.
- Profondo Nord. Un paesaggio forgiato dal ghiaccio e dal fuoco dove il tempo è scandito dal richiamo del lupo: nella valle del fiume Stikine, in Canada, la vita segue ritmi dimenticati. Ma la febbre dell'oro sta per riaccendersi: protagoniste, le grandi compagnie minerarie.
- Codice postale: Portland, Oregon. A un passo dal centro di questa cittadina, il più grande parco urbano degli Usa è frequentato da ciclisti e joggers, ma anche da 112 specie di uccelli e 62 di mammiferi.
- Grandangolo: I primi giorni di Pompei. Gli ultimi scavi eseguiti nel quartiere Regio VI di Pompei, a nord del foro, hanno messo in luce resti del VI secolo a.C., rivelando una città ellenistica che già nel III secolo a. C - ben prima della definitiva romanizzazione - era più estesa di quanto si credesse. Ma chi erano gli abitanti di quel primitivo insediamento? Ce lo racconta Eva Cantarella, una nota storica dell'antichità.

----- Aprile 2004 -----
- Mappa in allegato: Uccelli migratori
- Caccia ai tornado. Un'équipe di National Geographic all'inseguimento dei twisters che ogni anno imperversano sulle Grandi Pianure degli Stati Uniti. Un po' scienziati, un po' avventurieri, i "cacciatori di tornado" hanno il compito di raccogliere preziosi dati meteorologici avvicinandosi il più possibile alla tempesta, e uscendone vivi.
- Vortici italiani. Anche l'Italia ha il suo storico "corridoio dei tornado": è nel Salento, e i ricercatori lo stanno studiando. Più spesso, nel nostro Paese, preferiamo parlare di trombe d'aria, o di trombe marine; eppure, ogni volta che uno di questi eventi catastrofici si abbatte sulla terraferma, può provocare danni per milioni di euro. E col riscaldamento globale la situazione potrebbe peggiorare.
- Gru. Maestose ed eleganti, le gru, di cui oggi si contano 15 specie, migrano attraverso deserti, montagne e tundre, sorvolando decine di Paesi nei cinque continenti. Ma i loro fragili habitat, costituiti da aree umide e praterie, stanno scomparendo. Per salvare dall'estinzione queste creature uniche, un esercito di scienziati le aiuta a re-imparare le originali rotte migratorie, accompagnandole nel lungo viaggio.
- Johannesburg. A dieci anni dalla fine del regime dell'apartheid, la città simbolo del boom economico sudafricano è sempre una miniera d'oro, su cui pesa però una difficile eredità: i rapporti fra etnie sono ancora tesi, il tasso di criminalità è altissimo e la raggiunta libertà si è rivelata meno dolce del previsto. Riuscirà "Jo'burg" a sconfiggere le ombre del passato e le angosce del presente, e a guidare il continente africano verso il domani?
- Badlands. In inglese, il suo nome significa "terre cattive", anche se in realtà questa regione del South Dakota offre paesaggi spettacolari e unici al mondo. In queste terre sacre agli indiani Oglala Sioux pascolano bisonti, cavalli, cervi e molti altri animali, ma non solo: il Parco nazionale delle Badlands ospita anche un giacimento di fossili di mammiferi preistorici fra i più ricchi al mondo.
- Uomini e tigri. Nella remota Valle dell'Hukawng, nel Myanmar, la tigre ha regnato indisturbata fino a quando non sono arrivati cacciatori di frodo, rivoluzionari armati e cercatori d'oro. Ma grazie al progetto che prevede la creazione del più grande santuario di tigri al mondo, presto la valle potrebbe tornare allo splendore di una volta.

venerdì 2 marzo 2018

Libri (e fumetti) letti nel mese di febbraio... e quelli da leggere a marzo!


I libri che ho letto e recensito a febbraio 2018:
- 27 febbraio: Philip Pullman - La lama sottile (Queste oscure materie, vol. 2)
- 21 febbraio: Teresa Driscoll - Ti sto guardando
- 16 febbraio: Gabriele Venditti - La vita gratis
- 14 febbraio: Dario Stefàno - La decadenza. Il caso Berlusconi tra atti ufficiali, retroscena e manovre
- 12 febbraio: Stephen King - Il miglio verde
- 6 febbraio: Alan Friedman - Dieci cose da sapere sull'economia italiana prima che sia troppo tardi
- 1 febbraio: E.L. James - Cinquanta sfumature di Grigio - Cinquanta sfumature, vol. 1

Fumetti letti:
- 21 febbraio: Dylan Dog & Martin Mystère n. 1 - Ultima fermata: l'incubo!
- 11 febbraio: Dylan Dog Color Fest n. 24 - Strani giorni
- 5 febbraio: Il Dylan Dog di Tiziano Sclavi n 10 - Tre per zero
- 2 febbraio: Dylan Dog n. 83 - Doktor Terror

...Ed i libri in lettura per marzo 2018 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Marco Buticchi: L'anello dei re (già in lettura)
- Stephen King: Desperation
- Clara Sanchez: L'amante silenzioso
- Thomas Harris: Hannibal Lecter. Le origini del male
- E L James: Cinquanta sfumature di nero

giovedì 1 marzo 2018

National Geographic Italia - marzo 2018

National Geographic Italia - marzo 2018
Vol. 41 - N. 3 (n. 242 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Gli animali che conosciamo oggi sono frutto di un lungo processo evolutivo, che oggi comprendiamo meglio grazie ai fossili. Fotografia di David Liittschwager

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Cronistoria della Terra, in 24 ore. Facciamo un piccolo esperimento. Per quanto ne sappiamo, la Terra è nata circa 4,5 miliardi di anni fa. Allora fissiamo l'ora zero nel momento della formazione del pianeta e immaginiamo di raccontare il film della vita sulla Terra come se questi 4,5 miliardi di anni durassero appena 24 ore. La vita sulla Terra ha origine, minuto più minuto meno, alle 3.44, ma i primi organismi pluricellulari si sviluppano solo dopo mezzogiorno, verso le 12.50. Per veder evolvere la riproduzione sessuata dobbiamo aspettare fino alle 18, o poco più. Il nostro film comincia a diventare un po' meno monotono tra le 20.58 e le 21.15, quando in rapida successione fanno irruzione sulla scena artropodi e pesci. Alle 21.30, sorpresa: solo ora vediamo apparire le prime piante terrestri. Un'altra mezz'ora e si presentano gli anfibi, i primi animali capaci di vivere almeno in parte sulla terraferma, seguiti dai rettili, verso le 22.17. Alle 22.48 è l'ora dei dinosauri, che dominano il pianeta. La pacchia dura quasi un'ora, fino alle 23.40. Nel frattempo si sono affacciati i mammiferi (22.56) e gli uccelli (23.12). Negli ultimi minuti il film accelera a una velocità ubriacante. Alle 23.55 e 30 secondi è il momento delle prime grandi scimmie, dalle quali i nostri antenati si separano intorno alle 23.57 e 45 secondi. Il genere Homo nasce alle 23.59 e 12 secondi. In un sospiro di sollievo, Homo sapiens spunta a 4 secondi dalla fine e lascia l'Africa quando mancano 1,3 secondi. Solo a 23 centesimi di secondo dall'epilogo questa specie ingegnosa inventa l'agricoltura. E a meno di 4 millesimi di secondo dalla mezzanotte esplode la rivoluzione industriale. Dovrebbe essere abbastanza da capire che la Terra non appartiene esclusivamente a noi.

- Quando la vita si complicò. Come e perché gli organismi della Terra sono diventati complessi?
- Oltre la biglia blu. Gli astronauti raccontano la bellezza della Terra dall'alto.
- Nespoli e la nostra copertina cosmica. Con Paolo Nespoli National Geographic Italia è nello spazio.
- Migrazioni epiche. Gli uccelli compiono viaggi lunghissimi, nonostante l'uomo.
- Le isole dei viaggiatori volanti. Le isole italiane sono tappe importanti per gli uccelli migratori.
- Addio laghi. Alcuni degli specchi d'acqua più grandi si stanno prosciugando.
- Roma, Valle d'Aosta. L'Aosta dell'imperatore Augusto sorprende ancora gli archeologi.