martedì 31 luglio 2018

Libri (e fumetti) letti nel mese di luglio... e quelli da leggere ad agosto!


I libri (e fumetti) che ho letto e recensito a luglio 2018:
- 30: Volto Nascosto, albo n. 5 - La fortezza
- 27: Zagor, Collana Darkwood n. 6: Atto finale
- 26: Ruth Ware - Il gioco bugiardo
- 23: Volto Nascosto, albo n. 4 - Amba Alalgi
- 23: Volto Nascosto, albo n. 3 - Amore e morte
- 21: Luciano De Crescenzo - Panta rei. Tutto scorre
- 17: Guido Nolitta e Gallieno Ferri - Zagor, Kandrax il mago
- 17: Massimo Fini - Sudditi. Manifesto contro la democrazia
- 14: Lee Child - Colpo secco. Serie di Jack Reacher, vol. 5
- 12: Zagor, Collana Darkwood n. 5 - Il segreto della "River Glory"
- 9: Zagor, Collana Darkwood n. 4 - Wendat, lo spietato
- 9: Volto Nascosto, albo n. 2 - Briganti
- 8: Massimo Mantellini - Bassa risoluzione
- 4: Giovanni Valentini - La donna nella valigia
- 2: Volto Nascosto, albo n. 1 - I predoni del deserto
- 1: Glenn Cooper - I figli di Dio

...Ed i libri in lettura per agosto 2018 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Stephen King: Cuori in Atlantide [già in lettura]
- Corrado Augias: Il disagio della libertà
- Santo Peli: Storia della Resistenza in Italia
- Giorgio Faletti: Appunti di un venditore di donne
- Victor Hugo: I miserabili
- James Rollins: Estinzione

[mese precedente]

lunedì 30 luglio 2018

Volto Nascosto: albi n. 9 e 10


----- Volto Nascosto, albo n. 9: Pioggia di sangue -----
Data di uscita: 10 giugno 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Giuseppe Matteoni
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
Tutte le fasi del tragico scontro di Adua tra le truppe italiane e l'esercito di Menelik. Volto Nascosto combatte come un leone. Ugo, sfuggito alla sorveglianza di Bathos, un uomo di Volto Nascosto, raggiunge troppo tardi il luogo della battaglia. Le notizie che intanto è riuscito ad avere sulla sorte del suo amico Vittorio, sono estremamente preoccupanti...

----- Volto Nascosto, albo n. 10: Il presidio -----
Data di uscita: 9 luglio 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Ersin Burak
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
In attesa di un nuovo appuntamento con Volto Nascosto, decisivo per le sorti del suo amico Vittorio, Ugo si ferma in un presidio isolato dell'esercito italiano, dove sono ricoverati i feriti di guerra. Il comandante dell'avamposto è un uomo esacerbato, schiavo di una gelosia ossessiva per la "madama" di colore che gli è stata assegnata come concubina. A suo avviso, Ugo ha fatto colpo su di lei ed è dunque un pericoloso rivale da eliminare...

domenica 29 luglio 2018

National Geographic Italia: i numeri di maggio e giugno 2007

----- Maggio 2007 -----
Mappa in allegato: 1491/1650, un mondo trasformato (lato A); 1607, scontro di civiltà (lato B)
- America prima e dopo. La storia della colonizzazione del continente è stata scritta anche da api, lombrichi e maiali: con essi, gli inglesi che si stabilirono in Virginia 400 anni fa cambiarono per sempre il paesaggio americano.
- Genova. La "regina disadorna" si è ornata: ha ridato luce al centro storico, il più grande d'Europa, ha recuperato il porto, chiuso industrie inquinanti e ora scommette sulle periferie. E dopo la trasformazione postindustriale e tecnologica, la città torna a protendersi verso il mare.
- Dharavi. L'immensa baraccopoli nel centro di Mumbai (l'ex Bombay), è la "casa"di un milione di persone, che le autorità vorrebbero trasferire in casermoni popolari per riqualificare l'area. Ma gli abitanti non ci stanno.
- Tuoni sullo Zambia. Le piogge stagionali che cadono sulla Valle del Luangwa sono una manna per gli ippopotami e gli elefanti che popolano questo paradiso remoto.
- L'altro muro. Le barriere che proteggono il confine tra Stati Uniti e Messico sono sempre più estese e fortificate. Un bene? Un male? Il dibattito è aperto, e l'America si divide.
- Buio sulla miniera. Sull'Amiata c'erano le miniere di mercurio più importanti al mondo. Oggi sono una pagina della nostra storia che non vuole essere dimenticata.
- Formiche bulldog. In Australia vive una formica solitaria e feroce: si chiama bulldog ed è armata di un pungiglione velenoso che le permette persino di abbattere un'ape in volo.
- Codice postale: Massafra. Viaggio nel mondo sotterraneo scavato nelle gravine della cittadina pugliese.
- Archivio italiano (Oggi sposi): Matrimoni all'italiana. Breve carrellata fotografica si matrimoni italiani nella prima metà del XX secolo.
- Occhio privato: Joel Sartore. Alcune fotografie di Joel Sartore, autore di 22 reportage per National Geographic.
- La ricerca (ornitologia): Acrobazie nella foresta. Uno studio italiano sui riti di corteggiamento dei manachini.

----- Giugno 2007 -----
- Bellezza e nobiltà. Capolavori di armonia e rigore, adagiate su prati impeccabili, disseminate tra il Veneto e il Friuli: sono oltre 4.000 le ville venete censite (e imitate in tutto il mondo). Ma chi sono e come vivono i loro proprietari, gli ultimi castellani del nostro paese?
- Vite sotto zero. Orsi polari, foche, balene... per migliaia di creature i ghiacci marini dell'Artide costituiscono un habitat indispensabile. Un fotografo nato e cresciuto nel grande Nord racconta un mondo "bianco e blu" che oggi, con l'innalzamento delle temperature, rischia di scomparire.
- Ciao ghiaccio. Dai ghiacciai alpini alle calotte polari, una serie di imprevisti fenomeni di feedback sta facendo sciogliere il ghiaccio del pianeta a un ritmo molto più rapido del previsto. Si può ancora fare qualcosa?
- Una passione per l'ordine. Tre secoli fa, in un piccolo villaggio svedese, nasceva il futuro medico e botanico Carl Linnaeus, che ci avrebbe lasciato un metodo geniale per classificare piante e animali.
- Strane parentele. Un antenato comune tra noi e i roditori: ecco come i genetisti stanno rivoluzionando la sistematica.
- Le città istantanee. Nella Cina del boom economico, intere città sorgono dal nulla per ospitare migliaia di fabbriche e milioni di lavoratori immigrati. Unico imperativo: fare soldi.
- Notturno tropicale. Una minuscola isola del Canale di Panama ospita oltre 70 specie diverse di pipistrelli: qual è il segreto della loro pacifica convivenza?
- Codice postale: San Cesario Sul Panaro. Ha appena 6.000 abitanti, ma per gli amanti delle auto di lusso è un luogo di culto.
- Archivio italiano (Gli anni delle colonie): Quella scuola di vita dove i bambini erano sovrani. Breve carrellata fotografica sulle colonie estive del XX secolo.
- Grandangolo (Ambiente): Italia, brivido caldo. Stress idrico, erosione costiera, specie aliene: gli effetti del riscaldamento globale sono già in atto.

La classifica dei libri più venduti (di domenica 29 luglio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 29 luglio 2018):

1. (3) Helena Janeczek: La ragazza con la Leica (Guanda)
2. (1) Andrea Camilleri: Il metodo Catalanotti (Sellerio)
3. (2) Marco Malvaldi: A bocce ferme (Sellerio)
4. (=) Maurizio de Giovanni: Il purgatorio dell'angelo (Einaudi)
5. (=) Nicholas Sparks: Ogni respiro (Sperling & Kupfer)
6. (7) Joël Dicker: La scomparsa di Stephanie Mailer (La nave di Teseo)
7. (6) Me contro Te: Divertiti con Luì e Sofì (Mondadori Electa)
8. (9) Paolo Giordano: Divorare il cielo (Einaudi)
9. (10) Gail Honeyman: Eleanor Oliphant sta benissimo (Garzanti)
10. (r) Dan Brown: Origin (Mondadori)

[settimana precedente]

venerdì 27 luglio 2018

Zagor, Collana Darkwood n. 6: Atto finale

Zagor, Collana Darkwood n. 6: Atto finale

Data di uscita: 19 luglio 2018
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni e copertina: Gianni Sedioli e Marco Verni
Tipologia: Brossurato
Formato: 16x8 cm, b/n
Pagine: 64
ISBN: 9788869612992
Prezzo di copertina: 2,50 euro


Wendat e i suoi guerrieri penetrano a bordo della "River Glory", in cerca di Zagor e di Cico che credono nascosti nella stiva. In realtà, i nostri eroi ne sono discesi e lo Spirito con la Scure, anzi, si è precipitato verso i soldati che stanno a loro volta sopraggiungendo, deciso a metterli in guardia verso il pericolo costituito sia dai pellerossa (e dai loro alleati bianchi) sia dal segreto del battello. Ma il capitano Rosemberg ordina l'arresto del Re di Darkwood...

giovedì 26 luglio 2018

Serie A 2018/19: il calendario dell'Inter

Si è svolto questo pomeriggio il sorteggio del calendario della Serie A 2018/19, che prenderà il via nel fine settimana di domenica 19 agosto 2018 (ultima giornata domenica 26 maggio 2019).
Alla prima giornata trasferte per l'Inter (contro il Sassuolo) e per la Juventus campione uscente che se la vedrà col Chievo. Partenza col botto, invece, per il Napoli che all'Olimpico di Roma sfiderà la Lazio. Proprio la Lazio sarà l'avversaria dei bianconeri nella seconda giornata di campionato che vedrà l'Inter impegnata in casa contro il Torino, la Roma alle prese con l'Atalanta, e soprattutto, il Napoli al San Paolo contro il Milan. Due match clou alla 7a giornata: Juventus-Napoli e Roma-Lazio (andata 30 settembre, ritorno 3 marzo). Alla 10a Napoli-Roma e Lazio-Inter (andata 28 ottobre, ritorno 31 marzo). Derby di Milano alla 9a giornata (andata 21 ottobre, ritorno 17 marzo), Juventus-Inter alla 15a (andata 9 dicembre, ritorno 28 aprile). Juventus-Roma si incontreranno alla terzultima giornata (andata 22 dicembre, ritorno 12 maggio), mentre Milan-Juventus sarà alla 12a (andata 11 novembre, ritorno 7 aprile). La giornata successiva vedrà invece il derby di Genova (andata il 25 novembre, ritorno 14 aprile).
Ogni turno verrà "spezzettato" su quattro giorni secondo il seguente criterio:
- sabato: una partita alle 15, una alle 18 e una alle 20.30;
- domenica: un match alle 12.30, tre alle 15, uno alle 18 e uno alle 20.30;
- lunedì: una partita alle 20.30
- nell'8a giornata di andata, nella 12a di andata e nella 9a di ritorno, che precedono settimane in cui si disputano gare delle squadre nazionali (con rilascio obbligatorio dei calciatori), nonché nella 5a di andata e nella 10a giornata di ritorno (che precedono turni infrasettimanali), il posticipo del lunedì delle 20.30 sarà sostituito da un anticipo il venerdì alle 20.30.
I turni infrasettimanali in programma nella 6a di andata (26 settembre 2018) e nella 11a di ritorno (3 aprile 2019) si disputano mercoledì con inizio alle ore 21 (6 gare), con un anticipo martedì alle ore 21, un anticipo mercoledì alle 19, un posticipo giovedì alle 21 e, in alternativa tra loro, un anticipo martedì alle ore 19 o un posticipo giovedì alle 19.
Entrando più nel dettaglio, questa la prima giornata (con anticipi e posticipi da stabilire): ATALANTA-FROSINONE; BOLOGNA-SPAL; CHIEVO V.-JUVENTUS; EMPOLI-CAGLIARI; LAZIO-NAPOLI; MILAN-GENOA; PARMA-UDINESE; SAMPDORIA-FIORENTINA; SASSUOLO-INTER; TORINO-ROMA

Ecco, di seguito, il calendario completo dell'Inter:
- Prima giornata (andata 19 agosto, ritorno 20 gennaio): Sassuolo-INTER
- Seconda giornata (andata 26 agosto, ritorno 27 gennaio): INTER-Torino
- Terza giornata (andata 2 settembre, ritorno 3 febbraio): Bologna-INTER
- 4a giornata (andata 16 settembre, ritorno 10 febbraio): INTER-Parma
- 5a giornata (andata 23 settembre, ritorno 17 febbraio): Sampdoria-INTER
- 6a giornata (andata 26 settembre, ritorno 24 febbraio): INTER-Fiorentina
- 7a giornata (andata 30 settembre, ritorno 3 marzo): INTER-Cagliari
- 8a giornata (andata 7 ottobre, ritorno 10 marzo): Spal-INTER
- 9a giornata (andata 21 ottobre, ritorno 17 marzo): INTER-Milan
- 10a giornata (andata 28 ottobre, ritorno 31 marzo): Lazio-INTER
- 11a giornata (andata 4 novembre, ritorno 3 aprile): INTER-Genoa
- 12a giornata (andata 11 novembre, ritorno 7 aprile): Atalanta-INTER
- 13a giornata (andata 25 novembre, ritorno 14 aprile): INTER-Frosinone
- 14a giornata (andata 2 dicembre, ritorno 20 aprile): Roma-INTER
- 15a giornata (andata 9 dicembre, ritorno 28 aprile): Juventus-INTER
- 16a giornata (andata 16 dicembre, ritorno 5 maggio): INTER-Udinese
- 17a giornata (andata 22 dicembre, ritorno 12 maggio): Chievo Verona-INTER
- 18a giornata (andata 26 dicembre, ritorno 19 maggio): INTER-Napoli
- 19a giornata (andata 29 dicembre, ritorno 26 maggio): Empoli-INTER

[Recensione] Il gioco bugiardo

Il gioco bugiardo
di: Ruth Ware

Titolo originale: The Lying Game
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1445 KB
Pagine: 369
Editore: Corbaccio (11 gennaio 2018)
ASIN: B077DFZNKD
Data di acquisto: 28 gennaio 2018
Letto dal 21 al 26 luglio 2018

----- Sinossi -----
Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: "Ho bisogno di te". Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità...

----- L'inizio del libro -----
Il Reach è remoto e silenzioso, stamattina, il cielo azzurro è solcato da nuvole con la pancia screziata di rosa, il mare poco profondo si frange indistinto nella lieve brezza, e così i latrati del cane squarciano il silenzio come spari, disturbando stormi di gabbiani che vorticano nell'aria lanciando strida acute. Pivieri e rondini di mare si alzano in volo mentre il cane salta gioioso lungo l'argine, scorrazzando sulla riva del fiume dove le dune irte di erbe spinose lasciano il posto al fango da cui spuntano i canneti, e l'acqua esita tra il dolce e il salato. In lontananza il Tide Mill si erge come una sentinella, nero e malconcio contro la fredda calma del cielo mattutino, l'unica struttura che reca la mano dell'uomo in un paesaggio che si sgretola lentamente arrendendosi alla forza del mare. "Bob!" La voce della donna si alza sopra le salve di latrati mentre ansima cercando di star dietro al cane. "Bob, peste che non sei altro. Lascia. Lascia, ti dico. Che cos'hai trovato?".

----- La mia recensione -----
"Non è un gioco, disse. È il gioco. Il gioco delle bugie".
Ruth Ware è un'ottima scrittrice (i suoi libri ti incollano, letteralmente, alle sue pagine) ma, mi spiace dirlo, questo romanzo è nettamente un gradino sotto ai suoi due precedenti... È sì un giallo con tutti i canoni del caso (pathos, atmosfera, un caso da risolvere e con l'assassino che può essere chiunque), ma è un giallo senza impeto e senza passione. Forse perché alla fin fine il mio indiziato n. 1 si è rivelato essere, da subito, il colpevole vero e proprio?
Tuttavia, c'è da riconoscere che Il gioco bugiardo è costruito molto bene (con i pezzi del puzzle che, strada facendo, trovano il loro esatto posto all'interno della trama) e gli spunti di riflessione sono molto intriganti: i fantasmi del passato che non ti abbandonano mai, amori adolescenziali e, soprattutto, l'amicizia ed il tradimento. La trama, inoltre, è davvero ben costruita e la soluzione del mistero è ingarbugliata ma non fino all'esasperazione... anche se c'è, comunque, da rifletterci un bel po'.
Perché, a ben pensarci, tutte le protagoniste del romanzo hanno mentito... ma una di loro lo ha fatto per uno scopo ben preciso!
- Voto: (3 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I precednti libri di Ruth Ware che ho letto e recensito:
- 14 giugno 2015: L'invito
- 21 luglio 2017: La donna della cabina numero 10

Nuova uscita... già prenotata: Angela Marsons - Una morte perfetta

Angela Marsons - Una morte perfetta

Formato: Kindle
Editore: Newton Compton Editori (30 agosto 2018; prenotato il 26 luglio 2018)
ASIN: B07FT599GW
Prezzo di copertina (su Amazon): 5,99 euro per il formato Kindle e 9,90 euro per il formato cartaceo

Numero 1 in Italia e Inghilterra. Un grande thriller. Dall'autrice del bestseller Urla nel silenzio.
Il laboratorio di Westerley non è un posto per i deboli di cuore. Si tratta di una struttura che studia i cadaveri in decomposizione. Ma quando la detective Kim Stone e la sua squadra scoprono proprio lì il corpo ancora caldo di una giovane donna, diventa chiaro che un assassino ha trovato il posto perfetto per coprire i suoi delitti. Quanti dei corpi arrivati al laboratorio sono sue vittime? Mentre i sospetti di Kim si fanno inquietanti, una seconda ragazza viene aggredita e rinvenuta in fin di vita con la bocca riempita di terra. Non c'è più alcun dubbio: c'è un serial killer che va fermato il prima possibile, o altre persone saranno uccise. Ma chi sarà la prossima vittima? Appena Tracy Frost, giornalista della zona, scompare improvvisamente, le ricerche si fanno frenetiche. Kim sa bene che la vita della donna è in grave pericolo e intende setacciarne il passato per trovare la chiave che la condurrà all'assassino. Riuscirà a decifrare i segreti di una mente contorta e spietata, pronta a uccidere ancora?
Un'autrice da oltre 3 milioni di copie. Pubblicata in 26 lingue. Numero 1 in Italia e Inghilterra.
I morti non parlano... a meno che qualcuno non li stia a sentire.
"Angela Marsons è proprio brava. L'avevo candidata al trono di Regina del giallo lasciato vacante da Patricia Cornwell e riconfermo la nomination". Antonio D'Orrico su La Lettura
"Kim Stone è una detective che dovete assolutamente conoscere". d.repubblica.it
"Angela Marsons è paragonabile al campione americano del thriller James Patterson". Il Corriere della Sera
"Trama e scrittura afferrano il lettore come vuole la tradizione britannica". Il Fatto Quotidiano

----------
Gli altri libri di Angela Marsons che ho già letto e recensito:
- 4 ottobre 2017: La ragazza scomparsa
- 8 settembre 2016: Il gioco del male
- 18 luglio 2016: Urla nel silenzio

martedì 24 luglio 2018

Volto Nascosto: albi n. 7 e 8


----- Volto Nascosto, albo n. 7: Il fantasma -----
Data di uscita: 9 aprile 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Giovanni Freghieri
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
Matilde si è ritirata nella villa di campagna di Vittorio in attesa del suo ritorno, ma anche qui non riesce a trovare pace. Il fantasma del Generale Orsini, da lei pugnalato, la perseguita. Si tratta soltanto di un incubo partorito dalla sua fantasia malata o c'è qualcosa di reale in queste spaventose apparizioni?

----- Volto Nascosto, albo n. 8: La strada per Adua -----
Data di uscita: 8 maggio 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Alessandro Nespolino
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
Ugo torna a Massawa per cercare notizie di Vittorio, prigioniero di Volto Nascosto. Apprende che una grande battaglia si sta preparando ad Adua e cerca di raggiungere la zona unendosi alla piccola carovana del Duca Pandolfi, inviato personale del Re Umberto I. Ma lungo la strada sono in agguato due terribili predoni, Ras Sebath e Agos Tafari, un tempo alleati degli italiani e ora passati al nemico...

domenica 22 luglio 2018

National Geographic Italia: i numeri di marzo e aprile 2007

----- Marzo 2007 -----
- I nuovi italiani. Allevano i nostri figli. Accudiscono i nostri anziani. Lavorano nelle fabbriche, nei cantieri, nei campi, ma danno anche vita a nuove imprese. Sono più di tre milioni gli immigrati presenti oggi in Italia, e in futuro saranno di più. Ma al di là delle statistiche, chi sono davvero?
- Sangue e avorio. A caccia di avorio nonostante i divieti, i bracconieri dell'Africa centrale massacrano gli elefanti per impossessarsi delle loro zanne. Ma il Parco nazionale di Zakouma, in Ciad, offre agli elefanti sopravvissuti un rifugio sicuro e protezione armata.
- Autoritratti. Grazie alle trappole fotografiche, Michael Nichols immortala la fauna di Zakouma nel suo ambiente naturale, dove animali rari vivono relativamente indisturbati.
- Bang. Le stelle giganti muoiono con spettacolari esplosioni. Le ultime scoperte sulle supernove, le stelle condannate.
- Bahamas, paradiso degli squali. Gli squali sono a rischio un po' ovunque nel mondo, ma l'arcipelago delle Bahamas resta un'oasi per questi famigerati pesci. Perché?
- In preghiera. Da Gerusalemme all'India, da San Giovanni Rotondo all'Algeria, un viaggio nel mondo che crede attraverso le immagini di un vagabondo dello spirito.
- L'età delle pietre. Tra canyon e altopiani, le rocce del Colorado Plateau raccontano la storia della Terra, svelando i segreti della formazione di questo spicchio di mondo.
- Codice postale: Noto. Dopo 11 anni di lavori di restauro, torna all'antico splendore la cattedrale della cittadina siciliana dichiarata Patrimonio dell'Umanità.
- Archivio italiano (Emigranti): Quegli eroi sbarcati del "Nuovomondo". Breve carrellata fotografica sugli italiani emigrati negli Stati Uniti nella prima metà del secolo scorso.

----- Aprile 2007 -----
- La crisi della pesca. L'allarme è globale: gli stock ittici si stanno riducendo. Tre articoli raccontano la crisi ma anche le speranze di un nuovo rapporto tra l'uomo e il mare:
a) Profondo rosso. Caccia senza quartiere al maestoso tonno rosso nelle acque del Mar Mediterraneo.
b) Oasi blu. Da 30 anni la Nuova Zelanda crea riserve integrali sulle sue coste. La vita marina rinasce. E anche la pesca.
c) Santuario europeo. Un'oasi mediterranea per balene e delfini.
- Pianeta hip-hop. Dai casermoni popolari di New York ai villaggi del Senegal, l'hip-hop è diventato un fenomeno globale, la voce sfrontata e ribelle dei giovani di tutto il mondo.
- Gli artisti del restauro. Tra antichi metodi e nuove tecnologie, l'Istituto Centrale del Restauro di Roma e l'Opificio delle Pietre Dure di Firenze custodiscono e tramandano la tradizione italiana del restauro e della conservazione delle opere d'arte. Con un principio fondamentale: restaurare un capolavoro non significa certo "farlo tornare come nuovo".
- Lezioni di caccia. Insegnare a un cucciolo scatenato come sopravvivere nelle foreste del Botswana richiede tutta la pazienza e l'abilità che una madre leopardo può avere. L'infanzia e l'adolescenza di un cacciatore solitario raccontate da Dereck e Beverly Joubert, due fra i più grandi documentaristi del mondo.
- Codice postale: Sessa Aurunca. In questa antica cittadina della provincia di Caserta, la settimana che precede la Pasqua è sicuramente la più importante dell'anno. Migliaia di persone accorrono per partecipare ai riti, al suono di un canto unico al mondo.
- Archivio italiano (Dolce dormire): L'arte del sonno e del risveglio. Breve carrellata fotografica con gli italiani alle prese con la "pennichella".
- Grandangolo (Paesaggi): La città dei giardini incantati. La Palermo del periodo normanno era il paradiso terrestre?
La ricerca (Paleontologia): Un coccodrillo africano in Italia. Uno studio dimostra la presenza del genere Crocodylus 5 milioni di anni fa.

La classifica dei libri più venduti (di domenica 22 luglio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 22 luglio 2018):

1. (=) Andrea Camilleri: Il metodo Catalanotti (Sellerio)
2. (4) Marco Malvaldi: A bocce ferme (Sellerio)
3. (=) Helena Janeczek: La ragazza con la Leica (Guanda)
4. (2) Maurizio de Giovanni: Il purgatorio dell'angelo (Einaudi)
5. (=) Nicholas Sparks: Ogni respiro (Sperling & Kupfer)
6. (=) Me contro Te: Divertiti con Luì e Sofì (Mondadori Electa)
7. (8) Joël Dicker: La scomparsa di Stephanie Mailer (La nave di Teseo)
8. (7) Marcello Simoni: Il patto dell'abate nero (Newton Compton)
9. (n) Paolo Giordano: Divorare il cielo (Einaudi)
10. (n) Gail Honeyman: Eleanor Oliphant sta benissimo (Garzanti)

[settimana precedente]

sabato 21 luglio 2018

[Recensione] Panta Rei. Tutto scorre

Panta rei. Tutto scorre
di: Luciano De Crescenzo

Formato: copertina flessibile
Pagine: 224
Editore: Mondadori (I Miti, marzo 1997)
ISBN: 8804423803
Data di acquisto: maggio 1997
Letto dal 17 al 21 luglio 2018

----- Sinossi -----
L'amore, l'eterno conflitto tra il bene e il male, il senso della vita, l'universo e la politica, spiegati da Eraclito a De Crescenzo.

----- L'inizio del libro -----
Guardo una foto di quando avevo sedici anni e ne guardo una d'oggi. Dio, come sono cambiato! Poi mi chiedo: ma quando è successo? Di notte? Mentre dormivo? E come mai il mattino dopo non me ne sono accorto? La verità è che cambiamo al rallentatore, attimo dopo attimo, cellula dopo cellula, come le lancette dell'orologio che si muovono anche se nessuno le vede muoversi. "Panta rei" diceva Eraclito, tutto scorre, e con il tutto anche la vita passa senza che si possa far nulla per trattenerla. Sono voci e immagini che vengono dal passato. Si accavallano, si mischiano, si confondono, si spintonano l'un l'altra per paura di sparire per sempre in un blob senza capo né coda. Un po' di pazienza, prego: una alla volta per carità, e riuscirete tutte a parlare.

----- La mia recensione -----
"Mentre il pensare è comune a tutti, il sapere non è un bene della maggioranza. I più, infatti, proprio mentre camminano, dimenticano dove sono diretti".
Nonostante sia stato scritto ormai vent'anni fa il libro, in quasi tutti i suoi passaggi, si sta dimostrando sempre più attuale. Si tratta di una immaginaria conversazione tra l'autore (che nel 1994, anno della prima pubblicazione di Panta Rei, aveva esatti esatti 66 anni) ed il grande filosofo presocratico Eraclito di Efeso sui grandi misteri della vita, visti ed affrontati con un po' di sana ironia.
Non ho mai avuto "Filosofia" tra le materie di studio (ovviamente parlo delle scuole superiori), quindi non posso sapere se questa materia avrebbe incontrato il mio apprezzamento. Tuttavia, se avessi avuto un insegnante come Luciano De Crescenzo, forse (e dico forse) mi sarebbe piaciuto approfondire l'argomento...
- Voto: (4 su 5)

mercoledì 18 luglio 2018

[Recensione] Zagor - Kandrax il mago

Zagor - Kandrax il mago
di: Guido Nolitta e Gallieno Ferri

Data di uscita: 12 luglio 2018
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Editore: Sergio Bonelli Editore
Formato: brossurato, 16 x 21 cm, b/n
Pagine: 432
ISBN code: 978-88-6961-302-9
Data di acquisto: 24 giugno 2018 [prenotazione]
Letto dal 13 al 17 luglio 2018

----- Sinossi-----
Zagor e Cico, in compagnia di Digging Bill e Bat Batterton, accompagnano il professor MacLeod tra le sinistre rovine celtiche di Stone-Hill, dove rinvengono un sepolcro al cui interno giace un sarcofago di cristallo. Ma, scoperchiandolo incautamente, i nostri riportano in vita il druido Kandrax. Il crudele sacerdote inizia a perseguitarli con i suoi poteri, allo scopo di riportare il dominio celtico sulla regione. Ma dovrà fare i conti con Zagor! Torna una delle storie capolavoro dello Spirito con la Scure, che segna l'esordio sulla serie di un nemico giurato di Zagor, Kandrax il Mago!

----- La mia recensione -----
Questo bel "mattone" di oltre 400 pagine, raccoglie gli albi dal n. 129 al 133 contenenti la storia con la prima apparizione di Kandrax, uno dei più crudeli nemici di Zagor.
Offre, già dalla prima pagine, il giusto mix tra western, horror e comicità surreale. Infatti, alla storia vera e propria (la scoperta della mummia di Kandrax, il suo risveglio e tutto ciò che ne consegue sino all'epico scontro finale con Zagor), se ne affiancano alcune che servono solo ad alleggerire il clima: ecco, perciò, in apertura di volume, Cico che cerca di racimolare un po' di spiccioli reinventandosi "mezzo di trasporto anti-fango" per imbellettate signorine (e vi lascio immaginare con che esiti), ecco Bat Batterton ingaggiato da un archeologo per fargli da imbranato guardaspalle ed ecco, infine, il solito Digging Bill ancora in cerca del suo primo tesoro... e questa volta non solo ci andrà molto vicino, ma sarà proprio la sua goffaggine che permetterà a Kandrax di risvegliarsi (insieme a tutto il suo malefico potere).
C'è da dire, comunque, che quello di Bat Batterton è un ruolo molto marginale; in realtà, la sua presenza (nella prima parte del libro) serve solo ad introdurre l'archeologo MacLeod e, di conseguenza, a permettere a Zagor e Cico (con il secondo ferito abbastanza seriamente da un colpo di pistola) di unirsi alla sua spedizione. E ruolo importante lo riveste anche la giovanissima Margie (ed è una rarità che una donna abbia un ruolo così rilevante sugli albi di Zagor): sarà proprio lei, infatti, ad essere al centro delle "attenzioni" di Kandrax, a fargli scatenare tutta la sua malvagità ma anche, sul finire della storia, a permettere a Zagor di avere la meglio.
Come avrete certamente capito, questo "romanzo a fumetti" è, più che altro, una storia corale anche se, ovviamente, la parte più importante spetta come sempre allo Spirito con la Scure.
Che dire dei disegni del grande Gallieno Ferri? Ottimi come sempre, inutile star qui a discuterne. Ed ottima è anche la storia... anche se, giusto per essere pignoli, avrei qualcosa da ridire sulla prima parte ("Follia omicida"), che non ha nulla a che fare con le vicende di Kandrax ma serve solo da prologo e, soprattutto, da escamotage per permettere a Zagor di unirsi alla spedizione archeologica. Ecco, questa prima parte mi è sembrata abbastanza lunga come introduzione. Ci sarebbe da ridire anche qualcosina sui lunghi intermezzi di MacLeod... ma mi rendo perfettamente conto che il suo ruolo è prettamente "narrativo", ossia serve per consentirci di capire meglio il contesto in cui agiscono (e come in seguito dovranno interagire) Kandrax e Zagor.
Menzione speciale, infine, per il nostro eroe. In questa storia Zagor ne passerà davvero di tutti i colori: prenderà botte a più non posso (e come se non bastasse, gli lanceranno, a tradimento, un grosso masso di pietra in piena spalla) e verrà "impallinato" ad un braccio. Addirittura, e in modo abbastanza paradossale, si presenterà allo scontro finale con Kandrax completamente sfinito... e riuscirà ad avere la meglio sul crudele druido solo grazie al provvidenziale intervento di Margie (che, per un attimo, riuscirà a distrarlo).
- Voto:  (4 su 5)

martedì 17 luglio 2018

[Recensione] Sudditi. Manifesto contro la Democrazia

Sudditi. Manifesto contro la Democrazia
di Massimo Fini

Formato: Kindle
Dimensioni file: 1916 KB
Pagine: 147
Editore: Marsilio (26 novembre 2013)
ASIN: B00GX8P2S8
Data di acquisto: 25 aprile 2018
Letto dal 14 al 17 luglio 2018

----- Sinossi -----
Per la nostra cultura la democrazia è "il migliore dei sistemi possibili", un valore così universale che l'Occidente si ritiene in dovere di esportare, anche con la forza, presso popolazioni che hanno storia, vissuti e istituzioni completamente diversi. Fini demolisce questa radicata convinzione. Il suo attacco però non segue le linee né della critica di sinistra, che addebita alla democrazia liberale di non aver realizzato l'uguaglianza sociale, né di destra che la bolla come governo dei mediocri, ma aggredisce il sistema dal suo interno. La democrazia reale, quella che concretamente viviamo, non corrisponde a nessuno dei presupposti su cui afferma di basarsi. È un regime di minoranze organizzate, di oligarchie politiche economiche e criminali che schiaccia e asservisce l'individuo, già frustrato e reso anonimo dal micidiale meccanismo produttivo di cui la democrazia è l'involucro legittimante. Corrosivo e inquietante, Sudditi invita a rivedere certe nostre confortanti certezze, a considerare la situazione paradossale e umiliante del cittadino democratico e, più in profondità, a riflettere sulla condizione dell'uomo contemporaneo.

----- La mia recensione -----
"La democrazia rappresentativa, liberare, borghese, insomma la democrazia reale come la conosciamo e la viviamo, e che è attualmente egemone, non è la democrazia. È una finzione. Una parodia. Un imbroglio. Una frode. Una truffa. Noi la definiamo in modo brutale, e in una prima approssimazione che pecca per difetto (perché, come vedremo, la realtà è persino peggiore): un modo per metterlo nel culo alla gente col suo consenso".
Libro, ormai datato 2004, a due facce: lancia importanti spunti di riflessione ma, a conti fatti, alcuni passaggi (moltissimi, per la verità) dell'autore non sempre hanno trovato il mio consenso. Sembra quasi che Massimo Fini vuol vivere nell'anarchia? Boh?
- Voto: (2 su 5)

lunedì 16 luglio 2018

Volto Nascosto: albi n. 5 e 6


----- Volto Nascosto, albo n. 5: La fortezza -----
Data di uscita: 9 febbraio 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Leomacs
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
Dopo aver protetto con successo la ritirata italiana, Vittorio ripara a Macallé dove le truppe del Generale Arimondi stanno lasciando la Fortezza, caposaldo italiano, abbandonandola alla difesa di un pugno di uomini. Vittorio, alla testa del suo reparto indigeno, si batte come un leone, ma le soverchianti forze abissine stringono la Fortezza da tutti i lati e Volto Nascosto ne conquista le fonti, tagliando i rifornimenti d'acqua agli assediati...

----- Volto Nascosto, albo n. 6: Gli eroi di Macallé -----
Data di uscita: 8 marzo 2008
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Roberto Diso
Copertina: Massimo Rotundo
Prezzo di copertina: 2,70 euro
Mentre continua la strenua resistenza dei militari italiani assediati a Macallé, Vittorio e il suo squadrone indigeno vengono inviati a chiedere rinforzi al Quartier Generale, ma incontrano sulla loro strada i predoni di Volto Nascosto. Tra Vittorio e il mitico guerriero dalla maschera d'argento inizia un duello all'ultimo sangue...

domenica 15 luglio 2018

National Geographic Italia: i numeri di gennaio e febbraio 2007

----- Gennaio 2007 -----
- Far West Brasile. Permettere che continui la distruzione della foresta amazzonica, e trarne lauti profitti economici, o arrestare il disboscamento e salvare il più grande polmone verde del pianeta? Forse è proprio questo il dilemma più spinoso che deve affrontare il Brasile di oggi.
- Megattere. Sono famose per i loro balzi acrobatici e i loro canti lugubri, ma che cosa fanno realmente le megattere sott'acqua? Gli studiosi indagano sulla misteriosa vita dei cetacei nelle acque di un parco marino delle Hawaii.
- Sognando Dubai. Megahotel, grattacieli, giganteschi centri commerciali, arcipelaghi artificiali: lo sceicco Mohammed bin Rashid al Maktoum ha trasformato un sonnolento villaggio di pescatori in un paradiso fiscale e nella capitale internazionale del lusso più sfrenato.
- L'attimo fuggente. Meraviglie della microingegneria che vivono solo nelle Americhe, i combattivi colibrì sono campioni dei pesi piuma fra gli uccelli.
- Artide, la lunga notte bianca. Destinazione Polo Nord. In pieno inverno, due esploratori (Mike Horn e Børge Ousland) partono per un'impresa storica: la prima traversata artica al buio. Un terzo, Thomas Ulrich, rimane isolato su una lastra di ghiaccio alla deriva nel Mar Glaciale Artico, al largo della Siberia. Il racconto mozzafiato di una stagione di avventura estrema.
- Slovenia, il tesoro del fiume. Un enigma per gli archeologi: perché mai Romani, Celti, e persino uomini preistorici gettarono armi e oggetti preziosi nelle acque del fiume che attraversa Lubiana?
- Codice postale: San Martino in Badia. Fra i boschi in cui vivono i Ladini, una comunità con 2.000 anni di storia, viene creato un grande impianto per servire il turismo della neve. E il paese si divide.
- Archivio italiano (Bianco inverno): Dove sono finite le nevi di un tempo. Breve carrellata fotografica per raccontare i paesaggi italiani alle prese con gli inverni del XX secolo.
- Grandangolo (Monumenti): Giochi d'acqua per papi e cardinali. A Tivoli, le meraviglie idrauliche di Villa d'Este e di Villa Gregoriana, che oggi torna all'antico splendore.
- La ricerca (Archeologia): Ebla, viaggio bel tempio. Le ultime scoperte della missione archeologica italiana nell'antica città.

----- Febbraio 2007 -----
- Venezia misteriosa. Dietro lo splendore dorato di una città che continua ad ammaliare legioni di turisti e a sfuggire a ogni tentativo di definizione si celano segreti, bizzarrie, leggende, paradossi. E le sorprese non finiscono mai, persino per chi pensa di conoscerla bene...
- I geni del cuore. L'infarto è diventato la prima causa di morte nel mondo. Sul banco degli imputati i soliti sospetti: alimentazione, stress, vita sedentaria. Ma ora la scienza sta scoprendo quanto sia importante il ruolo che il nostro patrimonio genetico gioca per la salute del nostro cuore.
- Desolata magia. Nel cuore del deserto del Chihuahua, a cavallo tra il Texas e il New Mexico, si estende il Megacorridoio transfontaliero EI Carmen-Big Bend, una gigantesca area protetta dalla ruvida e selvaggia bellezza.
- Nigeria. Il paese più popoloso dell'Africa possiede un'immensa ricchezza petrolifera, ma i lauti proventi dell'oro nero non arrivano alla popolazione, che continua a vivere in miseria. Gli atti di violenza e gli attentati si moltiplicano, e il Delta del Niger, dove si estrae gran parte del petrolio, è fra le regioni più inquinate al mondo.
- Vermi marini alle Hawaii. Non si fanno notare, ma sono fondamentali per il loro apporto alla catena alimentare. Si trovano nei mari di tutto il pianeta, a ogni profondità, ma è fra quelli delle Hawaii che si osservano le forme più diverse e spettacolari.
- Codice postale: Terni. Una cascata, le Marmore, candidata a entrare nel Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. Studi cinematografici nuovi di zecca E un santo patrono, Valentino, che proprio questo mese sarà festeggiato dagli innamorati di tutto il mondo. Temi non è più soltanto la città dell'acciaio.
- Archivio italiano (Scatti d'amore): Quando baciarsi era reato. Breve carrellata fotografica sui baci italiani del secolo scorso.
- Grandangolo (Archeoantropologia): Investigatori dell'antichità. Prove di delitti avvenuti nel passato emergono dalle analisi di un laboratorio della Soprintendenza archeologica toscana.

La classifica dei libri più venduti (di domenica 15 luglio 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 15 luglio 2018):

1. (=) Andrea Camilleri: Il metodo Catalanotti (Sellerio)
2. (3) Maurizio de Giovanni: Il purgatorio dell'angelo (Einaudi)
3. (n) Helena Janeczek: La ragazza con la Leica (Guanda)
4. (n) Marco Malvaldi: A bocce ferme (Sellerio)
5. (4) Nicholas Sparks: Ogni respiro (Sperling & Kupfer)
6. (2) Me contro Te: Divertiti con Luì e Sofì (Mondadori Electa)
7. (=) Marcello Simoni: Il patto dell'abate nero (Newton Compton)
8. (6) Joël Dicker: La scomparsa di Stephanie Mailer (La nave di Teseo)
9. (5) Lucinda Riley: La lettera d'amore (Giunti)
10. (n) Selvaggia Lucarelli: Casi umani (Rizzoli)

[settimana precedente]

sabato 14 luglio 2018

[Recensione] Colpo secco

Colpo secco - Serie di Jack Reacher, vol. 5
di: Lee Child

Titolo originale: Echo Burning
Formato: Kindle
Dimensioni file: 2846 KB
Pagine: 480
Editore: Longanesi (18 ottobre 2012)
ASIN: B009SD8DN6
Data di acquisto: 5 dicembre 2015
Letto dall'8 al 14 luglio 2018

----- Sinossi -----
Jack Reacher è un duro. Ex maggiore della polizia militare, ha detto addio all'esercito e viaggia attraverso gli Stati Uniti. Nemmeno lui sa alla ricerca di cosa. Una nuova vita. L'opportunità di condurre un'esistenza tranquilla. Un amore che probabilmente non incontrerà mai. O forse semplicemente di guai.
Nell'assolato deserto del Sudovest americano, il maggiore Reacher si imbatte in una bellissima donna di origini messicane, Carmen Greer. Sposata a un uomo violento, in carcere per problemi con il fisco, Carmen è sola, senza mezzi e con una bambina. Quando incontra Reacher decide di chiedergli aiuto, proponendogli di uccidere il marito quando uscirà dal carcere. Reacher non è un assassino, ma non può voltare le spalle a una donna disperata...

----- La mia recensione-----
"La prima volta che rinunci all'opportunità che ti si presenta, l'hai persa per sempre".
Certamente non il migliore della serie. La tecnica di Lee Child è sempre la stessa , la si riconosce subito... e, sinceramente, comincia un po' anche a stancarmi. Qui, addirittura, per gran parte del libro non succede niente di niente (è tutta una continua suspense), e solo nelle ultime pagine si scatena, letteralmente, il finimondo.
Per il resto, ottima descrizione dei personaggi e del paesaggio (mentre leggevo Colpo secco ho quasi avvertito il caldo afoso descritto nelle sue pagine) ed ottimo finale... comunque più che scontato!
- Voto: (3 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Lee Child che ho letto e recensito:
- 14 marzo 2016: Trappola mortale
- 24 gennaio 2016: Destinazione inferno
- 22 marzo 2015: Zona pericolosa

giovedì 12 luglio 2018

Zagor, Collana Darkwood n. 5: Il segreto della "River Glory"

Zagor, Collana Darkwood n. 5: Il segreto della "River Glory"

Data di uscita: 5 luglio 2018
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni e copertina: Gianni Sedioli e Marco Verni
Tipologia: Brossurato
Formato: 16x8 cm, b/n
Pagine: 64
ISBN: 9788869612985
Prezzo di copertina: 2,50 euro


In molti sono a caccia della "River Glory", un battello a vapore dell'esercito che trasporta un carico misterioso quanto pericoloso ma che è stato strappato via dai suoi ormeggi da una spaventosa piena del Fulton River. Zagor riesce a battere tutti sul tempo e arrivare per primo a bordo del relitto, penetrando nella stiva. E lì lo Spirito con la Scure scopre che il segreto custodito dietro una porta blindata è davvero micidiale...

lunedì 9 luglio 2018

Zagor, Collana Darkwood n. 4: Wendat, lo spietato

Zagor, Collana Darkwood n. 4: Wendat, lo spietato

Data di uscita: 21 giugno 2018
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni e copertina: Gianni Sedioli e Marco Verni
Tipologia: Brossurato
Formato: 16x8 cm, b/n
Pagine: 64
ISBN: 9788869612978
Prezzo di copertina: 2,50 euro


Zagor vuole ritrovare il relitto della "River Glory" prima di tutti quelli che lo stanno cercando e non esita a discendere il Fulton River, cavalcandone le acque gonfie e impetuose a bordo di una scialuppa del battello stesso, strappata dall'imbarcazione e rimasta incastrata lungo la riva. È così che, alcune miglia più a valle, lo Spirito con la Scure e Cico avvistano il battello, sfasciato fra le rocce della riva...

domenica 8 luglio 2018

[Recensione] Bassa risoluzione

Bassa risoluzione
di: Massimo Mantellini

Formato: copertina flessibile
Pagine: 130
Editore: Einaudi (30 gennaio 2018)
ISBN-13: 978-8806233549
Data di acquisto: 26 giugno 2018
Letto dal 4 all'8 luglio 2018

----- Sinossi -----
Internet ha modificato radicalmente il nostro approccio con la profondità, con le informazioni, le relazioni sociali, i mercati e la cultura. Ascoltiamo musica in nuovi formati digitali, fotografiamo il mondo attraverso la piccola ottica dei nostri telefoni cellulari. Non leggiamo più i quotidiani, preferendo l'informazione casuale che rimbalza sui profili social dei nostri "amici". Ma abbiamo sposato le cucine Ikea e i graffiti di Banksy, nuovi manufatti a bassa risoluzione che riempiono oggi le nostre vite. Questo libro indaga le relazioni fra simili scelte di riduzione e i mutamenti della società connessa. Spesso attraverso simili opzioni si intravedono i segni di una nuova intelligenza, altre volte esse raccontano per sommi capi la nostra usuale superficialità. Nella bassa risoluzione tecnologica il tempo reale travolge l'archivio. Internet, luogo della documentalità, si trasforma nello spazio in cui ogni cosa sarà rapidamente dimenticata.

----- La mia recensione -----
"Ognuno di noi è ormai solo con se stesso, circondato da tanti altri che sono soli e sperduti come lui: la tecnologia è il primo punto di rottura di questa perdita di indirizzo delle società complesse […]. Tutti oggi possono dire di sapere tutto, e tutti, in fondo, sanno di non sapere granché, in un clima di diffidenza reciproca e arroganza lasciata fluire sotto traccia che è una delle costanti del nostro sentirci al contempo moderni e riluttanti".
Da alcuni anni seguo il dottor Mantellini su Twitter, esperto di internet e tecnologie; i suoi tweet sono quasi sempre taglienti al punto giusto ma mai banali. E, anche se non sono un amante dei saggi, prima o poi doveva anche succedere di leggere questo suo libricino di poco più di un centinaio di pagine, ma scritto davvero bene e dalla lettura abbastanza fluida, perché aiutata anche da capitoletti brevi e concisi ma molto efficaci e diretti.
Inutile dilungarmi oltre i soliti discorsi o cliché generici... dico semplicemente che in questo libro il dottor Mantellini, anche ricorrendo a degli ottimi esempi, cerca di farci comprendere come, in svariati campi, la tecnologia degli ultimi anni ha "avviluppato" in negativo (ma è colpa nostra che glielo abbiamo lasciato fare) l'intera nostra vita... e sin dal mattino presto: quando ci svegliamo, la prima cosa che facciamo è ormai il correre a controllare gli aggiornamenti dei nostri contatti sui social!!!
- Voto: (4 su 5)