domenica 8 luglio 2018

National Geographic Italia: i numeri di novembre e dicembre 2006

----- Novembre 2006 -----
- Firenze 40 anni dopo. Il 4 novembre del 1966 l'alluvione devastava la città d'arte per eccellenza. La mobilitazione fu eccezionale: giovani da tutta Italia e dal mondo, gli "angeli del fango", accorsero nel capoluogo toscano per salvare libri e capolavori travolti dalle acque. E se accadesse oggi?
- Fascino crudele. Le foche sono considerate animali pacifici e buffi. Ma le foche leopardo dell'Antartide sono spietate cacciatrici. E possono rivelarsi pericolose anche per l'uomo.
- Messner. Le molte vite del più grande alpinista vivente: da rocciatore a re degli 8.000, dai deserti ai musei della montagna, l'esistenza di Messner è sempre stata una sfida all'impossibile.
- L'uomo del monte. Il "Messner pensiero" in pillole raccolte da Marco Pinna.
- Evo-Devo. La "biologia evolutiva dello sviluppo", o più semplicemente Evo-Devo, è la frontiera della ricerca su cui si sta accendendo il più recente dibattito scientifico: scoprire come da un piccolo ammasso di cellule embrionali la natura possa poi dare vita all'infinità di forme, semplici o molto complesse, comunque straordinarie, che conosciamo.
- Vita da rane. Il pericolo è il suo mestiere, ma le raffinate strategie di sopravvivenza della rana arboricola dagli occhi rossi le permettono di cavarsela quasi sempre, nonostante gli sgargianti colori che attirano predatori di ogni genere.
- La piccola Lucy. Aveva tre anni e visse oltre tre milioni di anni fa in Etiopia dove è stata recentemente scoperta: la "bambina di Dikika", un piccolo ma completo Australopitecus afarensis, getta nuova luce sulle origini dell'infanzia.
- Codice postale: Barge. Nel cuneese, ai piedi del Monviso, una comunità di immigrati cinesi continua l'antica tradizione della lavorazione della pietra.
- Archivio italiano (feste patronali): Con i santi non si scherza. Breve carrellata fotografica sulle feste e tradizioni religiose italiane.
- Grandangolo (Paleontologia): Il più antico guerriero europeo è l'uomo del Gargano. Un'équipe di ricercatori riporta alla luce le prime tracce di presenza umana nel nostro continente.

----- Dicembre 2006 -----
Mappa in allegato: Il sistema solare (lato A); 3 mila miliardi di Km da esplorare (lato B)
- Il volto del gigante: La sonda Cassini svela i segreti di Saturno e dei suoi satelliti: sul più grande, Titano, potrebbero un giorno nascere forme di vita; su Encelado forse ci sono già.
- Visioni primordiali. Esistono ancora luoghi sulla Terra in cui il pianeta assomiglia a com'era oltre 3 miliardi di anni fa.
- Nel ventre di Napoli. Sotto la città fondata dai Greci all'ombra del Vesuvio se ne nasconde un'altra: un immenso labirinto di cunicoli, cave di tufo, catacombe e cimiteri. Un mondo sotterraneo che racconta 4.000 anni di storia.
- Tornando a casa. Il lungo e difficile ritorno alla vita dei reduci della guerra in Iraq, alle prese con un nemico invisibile.
- Corsa all'oro in Bulgaria. Quella che un tempo era la terra dei Traci nasconde ancora migliaia di tesori. Ma non per molto: gli archeologi sono impegnati in una lotta contro il tempo per salvare i preziosi reperti prima che finiscano in mano ai saccheggiatori o travolti dallo sviluppo edilizio.
- Gelidi antipodi. Terra di fuoco e ghiaccio: le Sandwich Australi, un arcipelago vulcanico al largo dell'America del Sud, sono inaccessibili per l'uomo, ma i loro straordinari paesaggi ospitano milioni di foche e uccelli marini.
- Il sale di Margherita. A Santa Margherita di Savoia, un paesino in provincia di Foggia, si trovano le saline più grandi d'Europa. Oggi il sale non rende più come un tempo, ma il luogo continua a serbare un'enorme ricchezza naturale.
- Codice postale: Erto e Casso. Il destino di questo paese, come quello di altri luoghi del Vajont, si compì la sera del 9 ottobre 1963. Ma la tenacia dei suoi abitanti non si alimenta solo di memorie, e guarda al futuro.
- Archivio italiano (Regali di Natale): Consumi e balocchi. Breve carrellata fotografica sui regali di Natale tra gli anni '50 e '90.
- Grandangolo (Archeologia). Alla ricerca della fonte di Augusto. Tornano alla luce a Chianciano le terme dove si curò il grande imperatore romano.
- Voci: intervista agli artisti Christo e Jeanne-Claude Yavachev.

Nessun commento:

Posta un commento