venerdì 30 novembre 2018

Color Zagor n. 8: La minaccia dei Morb

Color Zagor n. 8: La minaccia dei Morb

Data di uscita: 30 novembre 2018
Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Walter Venturi
Colori: Mad Cow
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 6,30 euro

Gli Akkroniani non sono l'unica razza aliena che minaccia il pianeta Terra... Anche i temibili Morb sono in agguato, pronti a invaderci. Darkwood è il punto prescelto per lo sbarco, ed è già stata impiantata la prima testa di ponte dell'invasione, dove gli extraterrestri conducono gli esperimenti necessari a preparare la conquista e la colonizzazione. Ad aiutare Zagor contro i temibili avversari giunge però un vero esperto nella guerra contro i mostri venuti dallo spazio: Bred Barron! Attraverso un varco che mette in comunicazione mondi paralleli, contigui e simili, ma non identici, lo studioso combattente si unisce allo Spirito con la Scure portandogli in dotazione le armi a raggi necessarie alla battaglia e tutta l'esperienza che si è fatta nel suo universo e nel suo tempo...

- Il mio voto: (3 su 5)

mercoledì 28 novembre 2018

[Recensione] La tirannia della farfalla

La tirannia della farfalla
di: Frank Schätzing

Titolo originale: Die Tyrannei des Schmetterlings
Formato: Kindle
Dimensioni file: 2046 KB
Pagine: 653
Editore: Casa Editrice Nord (25 ottobre 2018)
ASIN: B07H37DZG9
Data di acquisto: 6 settembre 2018 [prenotazione]
Letto dal 17 al 28 novembre 2018

----- Sinossi -----
Sudan del Sud. È la stagione delle piogge: strade impraticabili, fiumi di fango, vento che spezza gli alberi. Ed è la stagione della guerra: ogni giorno i miliziani conquistano nuovi territori, massacrando uomini, donne e bambini. Ma non oggi. Oggi non piove, l'aria è immobile e la nebbia copre la foresta come un sudario. E, oggi, l'unità guidata dal maggiore Agok è pronta ad attaccare. Poi una vibrazione rompe il silenzio. È come la somma di migliaia di presenze, un muro di suono in movimento. Agok non vede nulla, finché qualcosa non si conficca nel tronco del baobab accanto al suo viso. Qualcosa che lo guarda. Ed è la fine.
Sierra County, California. Non è stato un incidente. Di questo lo sceriffo Luther Opoku è certo. L'auto abbandonata contro un albero, le impronte di un uomo sul terreno, il cadavere della donna nel crepaccio: tutto indica che si è trattato di un omicidio. La vittima lavorava lì vicino, nell'inquietante, inaccessibile centro di ricerca di proprietà della Nordvisk, un gigante dell'innovazione tecnologica. Incastrata tra i sedili della macchina, poi, Luther scova una chiavetta Usb, da cui riesce a recuperare alcuni video. In uno si vede un hangar enorme, attraversato da quello che sembra un ponte sospeso nel nulla. L'intuito suggerisce a Luther che lì si devono concentrare le indagini. Ma attraversare quel ponte significherà inoltrarsi in un autentico labirinto e accettare una sfida all'esistenza dell'umanità come noi la conosciamo...
Dopo averci portato nelle profondità degli oceani col Quinto giorno e oltre i confini della Terra con Limit, Frank Schätzing ci conduce là dove le nostre migliori intenzioni precipitano nell'inferno dell'ambizione più sfrenata, mostrandoci le conseguenze più devastanti e imprevedibili del nostro ingegno.

----- L'incipt del libro -----
Africa. Tempo fradicio. Da aprile a ottobre l'aria si liquefa. Come pianeti blu notte, i fronti di pioggia sospesi sui monti si spingono verso la savana, animati da lumi misteriosi. Gli spiriti del vento infuriano in un cielo giallo post-atomico, forieri del diluvio imminente. I pianeti d'acqua avanzano pigri, inghiottono orizzonti e panorami, assorbono avidi il giorno fino a fondersi in una nube nera che avvolge tutto. Rombi di tuono.

----- La mia recensione -----
"Le pulsazioni dell'universo. Note lunghe, echi che si perdono nel mare delle galassie. Il ribollio buio di formazioni stellari lontane. Canto diventato energia, energia diventata materia. Minuscole corde oscillano, la loro musica si stratifica in strutture luminose. Fluttuano, congelate tra i Soli. Un'eternità. Un attimo".
A mio avviso, questo ottavo libro (sette romanzi ed un saggio) di Frank Schätzing è il meno riuscito ed il più pesante come contenuti.
L'autore, che nei precedenti thriller ha spaziato tra i vari campi dello scibile umano, questa volta affronta un tema attuale e abbastanza delicato: i risvolti negativi di Internet, dell'Intelligenza Artificiale che si erge a nuovo Dio e della robotica. Purtroppo, però, spesso assistiamo ad interminabili "pipponi" sulla fisica, sulla biologia e su svariati tecnicismi che rallentano, e di molto, il ritmo narrativo del romanzo. Per non parlare dei personaggi... Tranne il protagonista principale (il vicesceriffo Luther Opoku), tutti gli altri mi son sembrati troppo piatti e mai caratterizzati a dovere.
- Voto: (3 su 5)

Clicca qui e scarica le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Frank Schätzing che ho letto e recensito:
- 20/08/2017: Il quarto uomo
- 25/11/2016: Silenzio assoluto
- 13/02/2016: Limit
- 10/02/2015: Breaking News
- 01/03/2014: Il quinto giorno (letto ma non recensito)
- 27/10/2012: Il diavolo nella cattedrale (letto ma non recensito)
- 21/02/2015: Il mondo d'acqua. Alla scoperta della vita attraverso il mare (letto ma non recensito)

domenica 25 novembre 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 25 novembre 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 25 novembre 2018):

1. (2) Marco Malvaldi: La misura dell'uomo (Giunti)
2. (1) Antonio Manzini: Fate il vostro gioco (Sellerio)
3. (=) Jeff Kinney: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico (Il Castoro)
4. (n) Federico Rampini: Quando inizia la nostra storia (Mondadori)
5. (n) Camilla Läckberg: Donne che non perdonano (Einaudi)
6. (5) Elena Ferrante: L'amica geniale (E/O Edizioni)
7. (n) Michelle Obama: Becoming: La mia storia (Garzanti)
8. (10) Paolo Cognetti: Senza mai arrivare in cima (Einaudi)
9. (n) Mauro Corona: Nel muro (Mondadori)
10. (n) Sveva Casati Modignani: Suite 405 (Sperling & Kupfer)

[settimana precedente]

giovedì 22 novembre 2018

Oltre 50 libri da regalare a Natale: la guida 2018

[illibraio.it]

Quale libro regalare a Natale? Eccone 50 consigliati dalla rivista Il Libraio: tutti novità pubblicate nel 2018, dalle storie romantiche ai thriller più riusciti dell'anno, dai romanzi storici più belli ai saggi più interessanti.
Per un regalo a colpo sicuro, ogni libro consigliato è associato a un tipo di lettore o lettrice a cui regalarlo: c'è il libro-regalo perfetto per chi ama la musica classica o i film andrenalinici, c'è il libro da regalare assolutamente a chi ama la montagna e quello per chi è alla ricerca di sé... Scaricate qui in PDF lo Speciale 50 bestseller da regalare a Natale!

lunedì 19 novembre 2018

Recensione della penna stilografica Lamy Aion


Ed eccola qui la mia nuova penna stilografica: la bellissima Lamy Aion. E chi segue le mie recensioni sa già che io ho un debole per i prodotti dell'azienda tedesca.
La Aion, ultima arrivata in casa Lamy, è stata disegnata direttamente da Jasper Morrison, un designer di levatura mondiale. L'aspetto della stilografica è di una semplicità incredibile: è un unico pezzo di metallo "imbutito", quindi senza alcuna interruzione e, soprattutto, senza gli odiosi "scalini" presenti in alcune penne con il cappuccio a vite. Corpo principale e cappuccio, come detto, sono in alluminio a cui si aggiunge un ottimo effetto spazzolato.


La Aion è disponibile in due colorazioni: Black (nera) e Olive Silver (grigio oliva). Dal momento che il modello tutto nero non mi è piaciuto a livello estetico (anche se è in alluminio sembrava di vedere una penna di plastica), io ho scelto quella Olive Silver: dal nome ci si aspetterebbe una tonalità grigio-verde... invece mi sono trovato di fronte ad una penna tutta grigia con, al massimo, qualche pallida tonalità verdina nei punti colpiti dalla luce diretta.


Il prezzo della stilografica si aggira intorno ai 50 euro; per cui, è una penna che si colloca in una fascia media di mercato. Il prezzo è ottimo anche per chi vuol fare un regalo senza spendere molto.
Spettacolare anche il pennino appositamente progettato per questo modello di penna. È disponibile nelle gradazioni EF (Extra Fine, il mio preferito), F (Fine), M (Medium) e B (Broad). Tuttavia, anche se il pennino è stato disegnato per la Aion, è completamente intercambiabile con tutti gli altri modelli della stessa azienda. Quindi, tanto per fare un esempio, il pennino della Aion può essere montato su una Safari e viceversa.


La confezione di vendita è la solita minimalista della Lamy: il cofanetto rettangolare in cartoncino rigido ha, al suo interno, la penna, una cartuccia blu (la classica cartuccia T10) ed un piccolo opuscolo con il dettaglio della penna ed una breve carrellata degli altri prodotti Lamy. In confezione, quindi, non è presente il pratico converter per usare gli inchiostri in boccetta. Comunque, se siete interessati ad equipaggiare la vostra nuova Aion di un converter, dovrete procurarvi il Lamy Z26/Z27 (è il modello senza le "alette" presenti, invece, nel modello Z24).


Passiamo al peso ed alle dimensioni (abbastanza corpose ma non eccessive). Il peso si aggira intorno ai 34 grammi; le dimensioni sono: 13,7 cm la sola penna senza il cappuccio, che diventano 14,2 da chiusa e 16,2 con il cappuccio calzato nella parte posteriore. Il solo cappuccio misura 6,50 cm ed ha un diametro di 1,3 cm. Purtroppo, proprio il cappuccio è l'unico punto debole di questa penna: è a scatto e, quando la Aion è chiusa, ha un fastidiosissimo "gioco" rotatorio intorno alla penna stessa. Inoltre, dato il suo peso non indifferente, è preferibile scrivere senza il cappuccio calzato nella parte posteriore. Bellissima, tuttavia, la clip in metallo (per riporre la penna nel taschino della giacca): è tutta in metallo, con impresso il marchio "Lamy" in un angolino, ed ha un bellissimo e pratico effetto "a molla".


Il pennino è in acciaio ma, incredibile, è molto morbido e, benché sia di misura EF, ha un flusso davvero notevole ma assolutamente ben calibrato. Lo sapete già ma, comunque, è bene ripeterlo ancora: le misure dei pennini Lamy (così come quelli delle altre aziende europee) hanno misure leggermente più grandi rispetto ai pennini cinesi e giapponesi. Vi faccio il solito esempio: il pennino F Lamy è (quasi) paragonabile ad un M della Pilot. Oppure, se volete vederla in un'altra ottica, diciamo che un EF giapponese è molto ma molto più sottile di un omologo EF europeo.
La Lamy Aion si impugna davvero bene e, perciò, la mano non ne risente affatto durante le lunghe sessioni di scrittura: negli ultimi due mesi la mia Aion è diventata una fedele compagna sia in casa che sul posto di lavoro.
Scrivere con questa penna è davvero un piacere unico. Non stanca la mano (l'ho già detto prima) e la scrittura è sempre lineare e senza salti o impuntamenti vari.
Ecco qui sotto la mia prova di scrittura. Per fare ciò ho usato l'inchiostro Lamy Crystal Azurite, una delle nuove tonalità "Crystal" dell'azienda tedesca. Questo inchiostro blu, come per il Pelikan Edelstein Sapphire, ha una piacevolissima tonalità violacea, ma il Lamy è leggermente più scuro... adatto, perciò, ad essere usato in contesti abbastanza seriosi e formali: firme su documenti ed assegni e compilazione di fatture. Comunque, di questo inchiostro ci occuperemo nei prossimi giorni.



----------
Le mie altre recensioni su penne stilografiche, inchiostri e strumenti per scrittura:
- 31/05/2018: Inchiostro Pelikan 4001 verde scuro
- 22/05/2018: Penna stilografica Platinum Preppy
- 18/02/2018: Penna stilografica Twsbi Eco con pennino Stub 1.1
- 04/02/2018: Inchiostro Parker Quink Blue
- 18/10/2017: Calamaio Lamy T52 con inchiostro blu
- 27/09/2017: Inchiostro Pelikan 4001 Turchese
- 26/07/2017: Inchiostro Pelikan Edelstein Sapphire
- 20/07/2017: Penna stilografica Kaweco Ice Sport
- 22/06/2017: Penna stilografica Lamy Al Star "Ocean Blue"
- 04/05/2017: Penna roller Lamy Al Star "Pacific Blue"
- 27/04/2017: Penna a gel Pilot G-2 0.7
- 19/04/2017: Penna stilografica Kaweco Skyline Sport Classic e inchiostro Kaweco Royal Blue
- 06/04/2017: Penna roller Lamy Tipo Al K
- 01/04/2017: Penna a gel Pilot G-1 0,7
- 20/03/2017: Taccuini/Quaderni "Field Notes"
- 16/03/2017: Inchiostro Parker Quink Blue-Black
- 21/02/2017: Penna stilografica Kaweco Al Sport
- 01/02/2017: Inchiostro Diamine Sapphire Blue
- 20/11/2016: Penna stilografica Lamy Logo
- 28/09/2016: Penna stilografica Jinhao 250
- 16/09/2016: Inchiostro Diamine Presidential Blue
- 09/09/2016: Inchiostro Pelikan 4001 blu-nero
- 07/09/2016: Inchiostri Lamy blu-nero, blu e rosso
- 29/08/2016: Inchiostri Pelikan 4001 nero, blu e rosso
- 26/08/2016: Penna stilografica Kaweco Sport Classic
- 10/08/2016: Penna stilografica Jinhao 886
- 20/07/2016: Penna stilografica Jinhao X750
- 08/07/2016: Penna stilografica Schneider Voyage
- 05/07/2016: Penna stilografica Pilot V Pen
- 13/06/2016: Penna stilografica Hero 616
- 10/06/2016: Penna stilografica Pelikan Twist
- 27/05/2016: Penna stilografica Lamy Safari

Shanghai Devil: albi n. 17 e 18


----- Shanghai Devil, albo n. 17: A ferro e fuoco -----
Data di uscita: 8 febbraio 2013
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Darko Perovic
Copertina: Corrado Mastantuono
Prezzo di copertina: 2,90 euro
Nella Pechino liberata, i soldati stranieri si danno al saccheggio e ai massacri. Ugo, disgustato, sogna di raggiungere la sua amata Meifong alla mitica Sorgente dei Fiori di Pesco. Ma esiste davvero quel posto? L'unica persona che può saperlo è Tai-Mien, che però in quel momento è all'inseguimento di Suxi in fuga. Ugo e i suoi amici si mettono sulle sue tracce, senza sospettare che Lady Jane, il Tenente Knox e il capo dei boxer Chuang Lai, battono la stessa pista.

----- Shanghai Devil, albo n. 18: La Sorgente dei Fiori di Pesco -----
Data di uscita: 9 marzo 2013
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Stefano Biglia
Copertina: Corrado Mastantuono
Prezzo di copertina: 2,90 euro
Oltre la guerra, oltre la vendetta, esiste un luogo dove regnano la pace e l'armonia. In quel luogo nascosto, cuore segreto della Cina, le maschere non servono, perché ciascuno è libero di essere se stesso, senza mai doversi fingere un altro. Ugo affronta la sua ultima avventura: trovare la Sorgente dei Fiori di Pesco e riunirsi alla sua amata Meifong. È ferito, provato, al limite delle forze, ma fa appello alle uniche risorse che gli sono rimaste: i suoi amici e la propria, invincibile, testardaggine.

domenica 18 novembre 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 18 novembre 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 18 novembre 2018):

1. (=) Antonio Manzini: Fate il vostro gioco (Sellerio)
2. (n) Marco Malvaldi: La misura dell'uomo (Giunti)
3. (n) Jeff Kinney: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico (Il Castoro)
4. (5) Michela Murgia: Istruzioni per diventare fascisti (Einaudi)
5. (4) Elena Ferrante: L'amica geniale (E/O Edizioni)
6. (2) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo (Bompiani)
7. (n) Kent Haruf: Vincoli (NN Editore)
8. (6) Stephen King: The Outsider (Sperling & Kupfer)
9. (3) Alessandro Baricco: The Game (Einaudi)
10. (n) Paolo Cognetti: Senza mai arrivare in cima (Einaudi)

[settimana precedente]

sabato 17 novembre 2018

Libri di (e su) Antonio Gramsci

Ecco le schede di tre libri scritti da Antonio Gramsci (ed un quarto sulla sua figura storica e politica) che, nei giorni scorsi, ho acquistato da una bancarella:

- Carlo Ricchini, Eugenio Manca e Luisa Melograni: Antonio Gramsci. Le sue idee nel nostro tempo
Copertina: flessibile
Pagine: 206
Editore: L'Unità (12 aprile 1987)
Sinossi: "... dal '20 in poi ho in gran parte vissuto sotto l'incubo di ciò che sarebbe successo in Italia e della enorme quantità di forza che avrei dovuto avere per fare fino in fondo ciò che mi pareva giusto e necessario. [...] Ero un combattente che non ha avuto fortuna nella lotta immediata, e i combattenti non possono e non debbono essere compianti, quando essi hanno lottato non perché costretti, ma perché così essi stessi hanno voluto consapevolmente. [...] Ogni nostra azione si trasmette negli altri secondo il suo valore di bene e di male. Passa di padre in figlio, da una generazione all'altra, in un movimento perpetuo".

- Antonio Gramsci: La questione meridionale
Copertina: flessibile
Pagine: 96
Editore: West Indian (gennaio 2014)
Sinossi: L'opera contiene alcuni scritti tratti dall'Avanti!, da L'Ordine Nuovo, da Il Grido del popolo, da l'Unità, da Rinascita e il saggio "Alcuni temi della quistione meridionale".

- Antonio Gramsci: Lettere dal carcere, vol. 1
Copertina: flessibile
Pagine: 302
Editore: L'Unità (24 gennaio 1988)
Dalla prefazione di Paolo Spriano: Già quando uscì una prima edizione delle "Lettere", nel 1947, nella fresca commozione per una testimonianza tanto eccezionale, si parlò di capolavoro, e insieme ci si interrogò su un personaggio così singolare: un capo di partito, ma anche un intellettuale che Benedetto Croce disse che "era dei nostri", e un uomo solo, disperatamente solo nella sua prigionia, eppure spesso incredibilmente sereno. Le lettere parlano da sole e parlano un linguaggio semplice, accessibile a chiunque abbia mente e cuore, il giovane e l'anziano, chi ha fatto appena la terza elementare e chi ha una laurea. Non si tratta di un testo politico né filosofico, anche se dentro c'è tanto entroterra culturale ed etico. In primo piano sta una tragedia personale.

- Antonio Gramsci: Lettere dal carcere, vol. 2
Copertina: flessibile
Pagine: 302
Editore: L'Unità (14 febbraio 1988)
Dalla prefazione di Valentino Gerratana: Per quanto significativi possano apparire o anche essere (e non sempre lo sono) gli epistolari di autori celebri, non sono di solito da annoverare tra i loro libri più importanti. Per Gramsci è diverso: l'immagine che abbiamo di lui sarebbe molto più pallida e sfocata se non avessimo potuto leggere le sue "Lettere dal carcere". Perfino i "Quaderni", scritti nello stesso periodo e nelle medesime condizioni, sarebbero meno decifrabili senza la chiave di lettura fornita dalle "Lettere". L'inesorabile scorrere del tempo carcerario mostra una condizione dura, che lascia il segno, ed è nella lotta per sopravvivere al rullo compressore di quel carcere che Gramsci rivela fino in fondo il suo carattere. Così ogni lettera, al di fuori di un qualsiasi piano preordinato, si trasforma nella tessera di un mosaico che offre nell'insieme un inconsapevole e straordinario autoritratto intellettuale, morale e politico.

venerdì 16 novembre 2018

Tex Willer, albo n. 1: Vivo o morto!

Tex Willer, albo n. 1: Vivo o morto!

Data di uscita: 16 novembre 2018
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Roberto De Angelis
Copertina: Maurizio Dotti
Prezzo di copertina: 3,20 euro

A settant’anni di distanza dalla sua prima apparizione, ritroviamo un giovanissimo Tex Willer inseguito dagli sceriffi e dai cacciatori di taglie nel primo numero di una nuova serie, rapida e secca come un colpo di fucile, che narrerà proprio gli episodi sconosciuti della giovinezza del nostro eroe, ossia gli anni precedenti il suo ingresso nel corpo dei ranger. In questo episodio iniziale, di Boselli e De Angelis, scopriamo l'antefatto mai raccontato del primo, storico albo di Tex, "Il Totem Misterioso", con la nascita dell'odio tra Tex e il losco Coffin e la tragica storia della bella indiana Tesah, tra sparatorie, agguati e galoppate a rompicollo sul giovane destriero Dinamite...

[QUI la scheda di presentazione del n. 0]

giovedì 15 novembre 2018

Nuove uscite

----- J. K. Rowling: Animali fantastici. I crimini di Grindelwald. Screenplay originale
Formato: copertina rigida
Pagine: 320
Editore: Salani (3 dicembre 2018)
ISBN-13: 978-8893817110
Prezzo di copertina (su Amazon): 15,30 euro (in formato cartaceo) e 12,99 euro (in formato Kindle)
Sinossi: Animali Fantastici e dove trovarli si era chiuso con la cattura del potente Mago Oscuro Gellert Grindelwald, con l'aiuto di Newt Scamander. Tenendo fede alle sue minacce, Grindelwald riesce a fuggire; comincia a radunare seguaci, in gran parte ignari del suo vero progetto: portare al potere i maghi purosangue e sottomettere tutti gli esseri non magici. A sventare il folle piano di Grindelwald ci sarà il giovane Albus Silente, pronto a reclutare tra le sue fila l'ex studente Newt e la sua sgangherata squadra d'oltreoceano. I fronti sono ormai schierati; l'amore e la lealtà verranno di nuovo messi alla prova, senza risparmiare amici e familiari, in un mondo magico sempre più diviso. Questo libro è la sceneggiatura integrale di "Animali Fantastici. I Crimini di Grindelwald", il secondo di una serie di cinque film, con l'attore premio Oscar Eddie Redmayne nei panni del Magizoologo Newt Scamander. Ambientata tra New York, Londra e Parigi nel 1927, nello stesso mondo in cui tra qualche decennio avrà inizio la saga di Harry Potter, questa storia di mistero e magia rivela un nuovo, travolgente capitolo del Magico Mondo di J.K. Rowling.

----- Moreno Burattini: Discorsi sulle nuvole. Saggi e assaggi sul fumetto
Formato: copertina flessibile
Pagine: 310
Editore: Cut-Up Publishing (15 novembre 2018)
ISBN-13: 978-8895246918
Prezzo di copertina (sul sito web dell'editore): 15 euro
Sinossi: C'era una volta il fumetto. Gli eroi di carta denunciavano, scandalizzavano, eccitavano, ma soprattutto divertivano. Erano amici, fratelli, complici e compagni di vita. Uno fra i più noti sceneggiatori italiani raccoglie in questo volume trentasette suoi articoli, editi e inediti, che raccontano il fumetto di ieri e quello che oggi ne è rimasto. Una carrellata di saggi e assaggi brillanti, divertenti, polemici e appassionati che consegnano al lettore scorci e istantanee di un panorama indimenticabile, affollato di personaggi e di autori, di editori e di testate, che hanno segnato un'epoca. E che resteranno, mentre degli Youtubers non rimarrà nulla.

mercoledì 14 novembre 2018

[Recensione] Il simbolo perduto

Il simbolo perduto
di: Dan Brown

Titolo originale: The lost symbol
Formato: copertina rigida
Pagine: 604
Editore: Mondadori (23 ottobre 2009)
ISBN-13: 978-8804596745
Data di acquisto: 30 ottobre 2009
Letto dal 9 al 14 novembre 2018

----- Sinossi -----
Robert Langdon, professore di simbologia ad Harvard, è in viaggio per Washington. È stato convocato d'urgenza dall'amico Peter Solomon, uomo potentissimo affiliato alla massoneria, nonché filantropo, scienziato e storico, per tenere una conferenza al Campidoglio sulle origini esoteriche della capitale americana. Ad attenderlo c'è però un inquietante fanatico che vuole servirsi di lui per svelare un segreto millenario. Langdon intuisce qual è la posta in gioco quando all'interno della Rotonda del Campidoglio viene ritrovato un agghiacciante messaggio: una mano mozzata col pollice e l'indice rivolti verso l'alto. L'anello istoriato con emblemi massonici all'anulare non lascia ombra di dubbio: è la mano destra di Solomon. Langdon scopre di avere solamente poche ore per ritrovare l'amico. Viene così proiettato in un labirinto di tunnel e oscuri templi, dove si perpetuano antichi riti iniziatici. La sua corsa contro il tempo lo costringe a dar fondo a tutta la propria sapienza per decifrare i simboli che i padri fondatori hanno nascosto tra le architetture della città. Fino al sorprendente finale. Un nuovo capitolo de Il Codice da Vinci, un thriller dalla trama mozzafiato, che si snoda a ritmo incalzante in una selva di simboli occulti, codici enigmatici e luoghi misteriosi.

----- L'incipt del libro -----
Il segreto è come si muore.
Fin dal principio dei tempi, il segreto è sempre stato come si muore.
L'iniziato, che aveva trentaquattro anni, guardò il teschio umano che teneva fra le mani come una coppa. Era pieno di vino rosso sangue.
Bevilo, si disse. Non c'è nulla di cui aver paura.

----- La mia recensione -----
"La ricchezza è di molti, la saggezza di pochi. E la ricchezza, senza saggezza, spesso porta alla rovina".
Avevo letto tutti i libri di Dan Brown ma, per una serie di circostanze, mai Il simbolo perduto... addirittura, la prima edizione (dell'ottobre 2009) che avevo comprato a suo tempo giaceva in un angolino della mia libreria. Dopo quasi dieci anni ho colmato questa lacuna... e me ne sono pentito!
Lo dico senza tanti giri di parole: questo è il romanzo più brutto di Dan Brown!!! Evidentemente, dopo il successo de Il Codice da Vinci, Brown si è cullato un po' troppo ed ha preso questa colossale cantonata!
Per carità, il libro si legge facilmente e scorre che è un piacere (unica eccezione: la noiosissima parte che riguarda la storia della massoneria) ma l'autore, in questo "mattone" di oltre 600 pagine, ha inserito davvero troppe situazioni e troppe cospirazioni e, dulcis in fundo, la storia non è proprio delle migliori.
- Voto: (2 su 5)

----------
Gli altri libri di dan Brown che ho letto e recensito:
- 16 ottobre 2017: Origin
- 12 gennaio 2017: Il codice da Vinci (letto ma non recensito)
- 24 novembre 2016: Angeli e demoni
- 19 novembre 2015: La verità del ghiaccio
- 7 aprile 2014: Crypto (letto ma non recensito)
- 6 giugno 2013: Inferno

lunedì 12 novembre 2018

Shanghai Devil: albi n. 15 e 16


----- Shanghai Devil, albo n. 15: Crollo di un impero -----
Data di uscita: 11 dicembre 2012
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Paolo Raffaelli
Copertina: Corrado Mastantuono
Prezzo di copertina: 2,90 euro
Le truppe alleate giungono alle mura di Pechino e Suxi decide di scappare, portando con sè l'ex imperatore Kuang Su. Nel frattempo, l'esercito imperiale scatena l'assalto finale al quartiere delle legazioni e alla cattedrale di Beitang. Per Ugo e i suoi amici, è l'ora dell'ultima, disperata resistenza.

----- Shanghai Devil, albo n. 16: Assalto alla cattedrale -----
Data di uscita: 10 gennaio 2013
Editore: Sergio Bonelli Editore
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Massimo Rotundo
Copertina: Corrado Mastantuono
Prezzo di copertina: 2,90 euro
Le truppe alleate sono entrate a Pechino. Il quartiere delle legazioni è stato liberato, ma la cattedrale di Beitang, dimenticata dalle autorità militari, è ancora sotto assedio. L'esercito imperiale muove all'assalto. Ugo resta ferito. I suoi compagni resistono valorosamente. Ma dal retro, Chuang Lai sta per piombare sulla cattedrale, pronto alla resa dei conti finale.

domenica 11 novembre 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 11 novembre 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 11 novembre 2018):

1. (=) Antonio Manzini: Fate il vostro gioco (Sellerio)
2. (6) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo (Bompiani)
3. (2) Alessandro Baricco: The Game (Einaudi)
4. (10) Elena Ferrante: L'amica geniale (E/O Edizioni)
5. (n) Michela Murgia: Istruzioni per diventare fascisti (Einaudi)
6. (4) Stephen King: The Outsider (Sperling & Kupfer)
7. (3) Francesco Totti e Paolo Condò: Un capitano (Rizzoli)
8. (5) Sveva Casati Modignani: Suite 405 (Sperling & Kupfer)
9. (8) Haruki Murakami: L'assassinio del Commendatore. Libro primo (Einaudi)
10. (7) Alessia Gazzola: Il ladro gentiluomo (Longanesi)

[settimana precedente]

giovedì 8 novembre 2018

Nuova uscita (già prenotata): Donato Carrisi - Il gioco del Suggeritore

Donato Carrisi - Il gioco del suggeritore

A quasi dieci anni da Il suggeritore, il capolavoro che ha riscritto per sempre le regole del thriller, Donato Carrisi con un nuovo romanzo.
In una buia notte di tempesta, alla polizia arriva una chiamata d'aiuto. La telefonata proviene da una fattoria isolata e distante molti chilometri dalla città. E quando arriva la prima pattuglia è ormai troppo tardi... qualcosa di sconvolgente è già successo! Gli investigatori si trovano davanti un vero e proprio enigma: quella strage ha un colpevole, ma non ha cadaveri. L'assassino, inoltre, sembra un fantasma: assente su internet, invisibile alle telecamere di sorveglianza; e, soprattutto, muto come una tomba. Solo una convocazione, inquietante, ed un nome: Mila Vasquez. Mila non è più una poliziotta, ha lasciato il lavoro per ritirarsi a vivere in riva a un lago con la figlia. Ma, questa volta, non potrà tirarsi indietro... Perché questa indagine la riguarda da vicino. Più di quanto lei stessa creda.
Ed è così che comincia a prendere forma un disegno oscuro, fatto di incubi abilmente celati e di sfide continue. Il male cambia nome, cambia aspetto, si nasconde nelle pieghe fra il mondo reale e quello virtuale, lasciando tracce digitali impossibili da cancellare...
È un gioco, ed è soltanto iniziato. Perché lui è sempre un passo avanti. E la sfida ricomincia...

Pagine: 400
Editore: Longanesi (3 dicembre 2018)
ASIN: B07K8P5W2F
ISBN-13: 978-8830448285
Prezzo di copertina (su Amazon): 19,05 euro per la versione cartacea e 12,99 euro per il formato Kindle

----------
Gli altri libri di Donato Carrisi che ho letto e recensito:
- L'uomo del labirinto (18 dicembre 2017)
Il Suggeritore (11 maggio 2017)
Il cacciatore del buio (15 febbraio 2017)
Il maestro delle ombre (20 dicembre 2016)
L'ipotesi del male (27 agosto 2016)
La ragazza nella nebbia (11 gennaio 2016)
Il tribunale delle anime (27 ottobre 2014)
La donna dei fiori di carta (9 luglio 2014)

martedì 6 novembre 2018

[Recensione] Il potere del cane

Il potere del cane
di: Don Winslow

Formato: copertina flessibile
Pagine: 719
Editore: Einaudi (10 febbraio 2014)
ISBN-13: 978-8806219703
Data di acquisto: 7 ottobre 2014
Letto dal 27 ottobre al 6 novembre 2018

----- Sinossi -----
Art Keller è un poliziotto ambizioso, con una mentalità da crociato, deciso a combattere in prima fila la guerra che gli Stati Uniti hanno lanciato contro il traffico internazionale di droga. Miguel Angel Barrera è il boss della Federación, il cartello che riunisce tutti i narcos messicani, e i suoi nipoti, Adàn e Raùl, smaniano all'idea di ereditarne l'impero. Nora Hayden, dopo un'adolescenza complicata, è diventata una prostituta d'alto bordo, sempre in bilico tra il cinismo più spinto e un insolito senso morale. Padre Parada è un sacerdote nato e cresciuto in mezzo al popolo, potente quanto incorruttibile. Sean Callan è un ragazzo irlandese di Hell's Kitchen che si è trasformato quasi per caso in un killer spietato, al soldo della mafia. Sono tutti, in modo diverso, coinvolti nel mondo feroce del narcotraffico messicano: una guerra senza esclusione di colpi, che coinvolge sicari senza scrupoli e politicanti corrotti, i servizi segreti americani e la mafia, tra inganni, tradimenti, vendette spietate. Una guerra dove non esiste innocenza possibile, e dove è sempre in agguato, pronto a esplodere, il male assoluto: quella demoniaca crudeltà di uomini e cose cui una millenaria tradizione ha saputo dare un solo nome, evocativo quanto misterioso. Il potere del cane.

----- L'incipt del libro -----
Il neonato è morto tra le braccia della madre.
Art Keller deduce dalla posizione dei cadaveri - lei sopra, il bimbo sotto - che la donna ha cercato di fargli da scudo. Di certo sapeva, riflette Art, che la sua morbida carne non poteva fermare le pallottole - non quelle di un fucile automatico, non da quella distanza - ma doveva aver agito per istinto. Una madre cerca sempre di proteggere con il proprio corpo il figlio. Così si è voltata, girando su se stessa mentre il proiettile la colpiva, e poi è caduta sul piccolo.
Credeva davvero di poter salvare il bambino? Forse no, pensa Art. Forse non voleva che il piccolo vedesse la morte fiammeggiare dalla canna del fucile. Forse voleva che l'ultima sensazione provata dal bimbo in questo mondo fosse il contatto con il suo seno. Tra le braccia dell'amore.

----- La mia recensione -----
"Ti senti al sicuro, vero, Tio? Ma il posto più pericoloso sulla faccia della Terra... è quello in cui ti senti al sicuro".
Uno dei libri più belli di sempre. Perfetto in tutto: ritmo, azione, suspense, guerra, pace, famiglia, fede, amore, tradimento, odio... Signori, in questo romanzo c'è tutto!
Romanzo corale ma, tra i tanti, sono due i protagonisti che spiccano: Art Keller e Adàn Barrera, poliziotto onesto e senza scrupoli il primo, signore del narcotraffico il secondo. Con il terzo incomodo, ma non meno importante, a farla da padrone della scena: il potere del cane... l'odio all'ennesima potenza, quello che non si ferma davanti a niente ed a nessuno in nome del denaro facile e del potere a qualunque costo.
- Voto: (5 su 5)

domenica 4 novembre 2018

La classifica dei libri più venduti (di domenica 4 novembre 2018)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 4 novembre 2018):

1. (=) Antonio Manzini: Fate il vostro gioco (Sellerio)
2. (6) Alessandro Baricco: The Game (Einaudi)
3. (2) Francesco Totti e Paolo Condò: Un capitano (Rizzoli)
4. (n) Stephen King: The Outsider (Sperling & Kupfer)
5. (=) Sveva Casati Modignani: Suite 405 (Sperling & Kupfer)
6. (7) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo (Bompiani)
7. (3) Alessia Gazzola: Il ladro gentiluomo (Longanesi)
8. (4) Haruki Murakami: L'assassinio del Commendatore. Libro primo (Einaudi)
9. (n) Benedetta Rossi: La cucina di casa mia (Mondadori)
10. (=) Elena Ferrante: L'amica geniale (E/O Edizioni)

[settimana precedente]

sabato 3 novembre 2018

Tex Willer n. 0

Tex Willer n. 0

Data di uscita: 3 novembre 2018 (in allegato a Zagor n. 640)
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Alessandro Piccinelli, Roberto De Angelis, Bruno Brindisi, Sergio Giardo e Fabio Valdambrini
Copertina: Alessandro Piccinelli
Colorazione copertina: Gianmauro Cozzi

Dalla presentazione di Davide Bonelli:
Nel 1948, quando la maggior parte di noi non erano ancora nati, mia nonna Tea Bertasi Bonelli chiese al suo ex marito Gianluigi Bonelli di mettere il suo talento narrativo a disposizione della piccola Casa editrice della quale era la saggia e oculata amministratrice. Così, G. L. Bonelli (grazie alla perfetta intesa con un disegnatore di grande talento, che si chiamava Aurelio Galleppini), diede vita a Tex Willer, l'eroe del West che rappresentò il definitivo punto di svolta per le Edizioni Audace, la cui crescita verrà poi consolidata da mio padre Sergio Bonelli. Nel 2018, Tex è più forte e popolare che mai, e continua ad appassionare milioni di lettori di ogni età e classe sociale. Un successo incredibile, che oggi abbiamo deciso di festeggiare con libri, mostre, iniziative speciali, tutte incentrate sulla carismatica figura di un ex fuorilegge, abituato a lottare per la giustizia, senza pregiudizi e senza compromessi. Un character di carattere - permettetemi il gioco di parole - che ha ancora tante avventure da vivere nel presente e nel futuro, ma soprattutto tante avventure passate da raccontarci, legate alla sua tumultuosa giovinezza, quando era uno degli "outlaws" più ricercati della Frontiera. Proprio discutendo di queste "zone d'ombra" mai ancora esplorate come meritano, un paio di anni fa, durante un'informale chiacchierata con il curatore nonché sceneggiatore-principe della serie Mauro Boselli, ci è venuta l'idea di tornare alle origini del mito texiano, in un mensile che porta nel titolo il nome con cui, sugli avvisi di taglia, si invitava chiunque lo incontrasse .a catturarlo e consegnarlo alla Legge vivo o morto: Tex Willer. Settant'anni dopo il suo esordio in edicola, in pieno Terzo Millennio, sono dunque io a prendermi l'entusiasmante compito di presentare questa collana dove l'inossidabile Tex sta per vivere una nuova e travolgente giovinezza. Tutto cambia nel mondo intorno a noi, ma anche stavolta lui non vi deluderà. Tex è sempre Tex, ve lo assicuro!

Zagor n. 640: Il tempio dei mille morti

Zagor n. 640: Il tempio dei mille morti

Corrispondente a Zagor Zenith Gigante n. 691
Data di uscita: 3 novembre 2018
Soggetto e sceneggiatura: Jacopo Rauch
Disegni: Gianni Sedioli e Marco Verni
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,50 euro

Lo Spirito con la Scure, Fishleg e i marinai della Golden Baby, si addentrano tra le paludi alla ricerca del covo degli uomini serpente... È una lotta contro il tempo, e sembra che nulla possa ormai evitare che Ramath soccomba alla magia della figlia di Dharma. Ma Zagor, per salvare l'amico, è disposto anche ad affrontare la strega e i suoi demoni, nella dimensione dello spirito...
In allegato il "Numero 0" di Tex Willer.

In occasione dell'edizione 2018 di Lucca Comics & Games, Sergio Bonelli Editore ha presentato l'edizione variant, dotata di una speciale copertina lenticolare che, animando (letteralmente) un disegno di Gallieno Ferri, mostra lo Spirito con la Scure volteggiare attaccato a una liana.
Clicca qui per vedere un (brevissimo) video inerente la copertina lenticolare.

Data di uscita: 31 ottobre 2018
Prezzo di copertina: 6 euro

National Geographic Italia - novembre 2018

National Geographic Italia - novembre 2018

Vol. 42 - N. 5 (n. 250 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Una volpe "catturata" da una fototrappola cammina sul tronco di un faggio secolare nella faggeta vetusta della Val Cervara, in Abruzzo. La fotografia è di Bruno D'Amicis

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Scherzando col fuoco. Che l'accordo di Parigi sui cambiamenti climatici fosse insufficiente lo si era capito dall'inizio. Anche perché contenere l'aumento delle temperature entro 1,5 o al massimo 2 gradi rispetto all'era preindustriale era un auspicio, più che un obiettivo. E non impegnava all'azione gli Stati firmatari. Li invitava, al massimo. Così molti hanno pensato che l'invito si riferisse ad altri, e hanno continuato per la loro strada, business as usual. E oggi qualcuno finge di sorprendersi davanti al nuovo, durissimo rapporto dell'IPCC. In poche parole, continuando di questo passo il traguardo di 1,5 gradi sarà superato di slancio tra il 2030 e il 2052, un orizzonte molto più vicino del 2100. E per frenare la corsa al riscaldamento il rapporto fissa un obiettivo che, allo stato delle cose, sembra irrealistico: ridurre del 45% le emissioni globali di CO2 entro il 2030, azzerarle entro il 2050. Altrimenti gli effetti sul pianeta saranno devastanti, come già vediamo nell'incremento degli eventi meteo estremi o nel progressivo scioglimento dei ghiacci artici. E come testimonia il racconto di Craig Welch sull'Antartide che trovate in queste pagine. Laggiù, le alterazioni in corso stanno modificando l'ambiente, l'alimentazione degli animali, le loro abitudini riproduttive. La banchisa scompare, e le temperature calde scoprono porzioni sempre più ampie della Penisola Antartica. Certo, a qualcuno può importare poco dei pinguini di Adelia. Ma quando l'aumento del livello dei mari costringerà a un progressivo esodo il miliardo di persone che vivono lungo le coste ci accorgeremo di aver scherzato col fuoco. Ecco, sarebbe meglio pensarci prima.

- Nella selva oscura. Nel cuore del Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, le faggete vetuste sono tra le foreste più antiche, isolate e ricche di biodiversità in Italia. Dichiarate Patrimonio dell'Umanità UNESCO nel 2017, al momento sono tutelate, grazie soprattutto alla difficoltà di accesso.
- Una legge per le foreste. Il nuovo decreto per la gestione dei boschi italiani divide il mondo accademico.
- Una crepa nel mondo. Il ghiaccio marino e il krill sono indispensabili alla vita della Penisola Antartica. Cosa accadrà se scompaiono?
- Il cibo del futuro. Alghe, insetti e carne vegetale; ecco cosa mangeremo domani.
- Senza via di fuga. Migliaia di migranti affamati fuggono dal Venezuela, ma in Brasile non trovano l'America.
- La guerra del West. Antiche dispute e una nuova legge dividono il popolo dell'Ovest americano.
- Quando un amico sfida la morte. Alex Honnold ha deciso: scalerà la parete di El Capitan senza corde. L'amico Jimmy Chin è incaricato di filmare l'impresa, ma si ritrova ad affrontare le sue paure...