sabato 8 dicembre 2018

Zagor: gli albi dal n. 369 al 372

----- Zagor, albo n. 369: Il segreto del capitano
Zagor gigante n. 318
Data di uscita: gennaio 1992
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli/Moreno Burattini
Disegni: Franco Donatelli/Gallieno Ferri
Copertina: Gallieno Ferri
Prezzo di copertina: 2300 lire
Della banda di contrabbandieri che opera sulla Blue Queen fa parte anche la cantante Lorna, da cui Zagor sembra attratto. Quando Lorna viene rapita dai predoni indiani di Urmak, il nostro eroe la libera. Ma deve ancora risolvere il mistero delle spettrali apparizioni... In questo numero: a pag. 68 si conclude l'avventura precedente (di Toninelli e Donatelli); da pag. 69 "Messaggio di sangue" (di Burattini e Ferri).

----- Zagor, albo n. 370: L'abbazia del mistero
Zagor gigante n. 319
Data di uscita: febbraio 1992
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Prezzo di copertina: 2300 lire
Rose Valley. Dove adesso sorge una scuola militare, anni prima c'era una ricca abbazia: i frati sono stati trucidati dai banditi di Karl Krüger. Ma prima di morire, hanno fatto in tempo a nascondere il loro tesoro. E qualcuno uccide e trama nell'ombra per recuperarlo...

----- Zagor, albo n. 371: Sepolti vivi
Zagor Gigante n. 320
Data di uscita: marzo 1992
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Prezzo di copertina: 2300 lire
Chi è il misterioso assassino di Rose Valley? E dov'è nascosto il tesoro? È quello che Zagor, Cico e padre Doyle cercano di scoprire, vagando tra passaggi segreti, grotte e fiumi sotterranei, e provando a decifrare oscure indicazioni. Alla fine, con tutte le altre risposte, arriva, inaspettata, anche l'identità del colpevole...

----- Zagor, albo n. 372: L'albero sacro
Zagor gigante n. 321
Data di uscita: aprile 1992
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Prezzo di copertina: 2300 lire
L'Albero Sacro dei Kickapoo è in pericolo! Vicino all'annoso tronco, infatti, si è insediato un gruppo di taglialegna guidati dal tedesco Wertmann, e alcuni militari vogliono costruire un avamposto proprio in quel punto. Teiwos, sakem dei Kickapoo, cerca di impedire il sacrilegio, ma viene misteriosamente ucciso...

1 commento:

  1. Bel "Back to back" giallo con l' ultimo Toninelli ed il primo Burattini. Nel primo caso l' ambientazione fluviale non delude neanche stavolta tra intrighi, misteri, azione ed un nuovo amore per Zagor dopo un pò di tempo. Più caratterizzato Bing rispetto alla prima apparizione. Peccato che poi sia stato fatto sparire senza neanche menzionarlo più mi pare!
    Seconda storia che ovviamente riprende "Il nome della rosa". Ancora più tetra dove non manca il ritmo con Burattini che già da questa seconda storia comincia ad imprimere il suo stile letterario.
    Esempio di come possano uscire due storie dello stesso genere di fila senza ripetersi grazie alla varietà dei due autori.
    Entrambi i finali delle storie emotivamente sorprendenti.
    "L' albero sacro" invece è un simpatico racconto di routine.

    RispondiElimina