giovedì 31 gennaio 2019

Prossima uscita... già prenotata: Stephen King - Elevation

Elevation
di: Stephen King

Formato: Kindle
Pagine: 256
Editore: Sperling & Kupfer (19 febbraio 2019)
Asin: B07N387VYQ
Prezzo di copertina: 13,51 euro per la versione cartacea e 11,99 euro per la versione Kindle

Scott Carey sta percorrendo senza fretta il tratto di strada che lo separa dal suo appuntamento. Si è lasciato alle spalle la casa di Castle Rock, troppo grande e solitaria da quando la moglie se n'è andata, se non fosse per Bill, il gattone pigro che gli tiene compagnia. Non ha fretta, Scott, perché quello che deve raccontare al dottor Bob, amico di una vita, è davvero molto strano e ha paura che il vecchio medico lo prenda per matto. Infatti Scott sta perdendo peso, lo dice la bilancia, ma il suo aspetto non è cambiato di una virgola. Come se la forza di gravità stesse progressivamente dissolvendosi nel suo corpo. Eppure, nonostante la preoccupazione, Scott si sente felice, come non era da molto tempo, tanto euforico da provare a rimettere le cose a posto, a Castle Rock. Tanto, da provare a riaffermare il potere della parola sull'ottusità del pregiudizio. Tanto, da voler dimostrare che l'amicizia è sempre a portata di mano. In un racconto che è anche un omaggio ai suoi maestri, King si prende la libertà, più che legittima, di dare una possibile risposta alle tristi derive del nostro tempo.

Libri (e fumetti) letti nel mese di gennaio... e quelli da leggere a febbraio!


I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a gennaio 2019:
- 31: Mauro Marcialis - La strada della violenza
- 27: Maxi Zagor n. 31 - I racconti di Darkwood
- 25: Enrico Letta - Ho imparato
- 25: Moreno Burattini - Zagor. Le origini: Clear Water
- 23: Maxi Zagor n. 35 - I racconti di Darkwood. Brividi da Altrove
- 22: Wilbur Smith e David Churchill - La guerra dei Courtney
- 19: Tex Willer, albo n. 3 - Il segreto del medaglione
- 16: Giorgio Faletti: Appunti di un venditore di donne
- 14: Zagor, albo n. 320 - Sepolti vivi
- 11: Donato Carrisi - Il gioco del Suggeritore. Ciclo di Mila Vasquez, vol. 4
- 5: Zagor, albo n. 319 - L'abbazia del mistero
- 5: Bella & Bronco, albo n. 3 - Acque del Sud
- 4 [letto ma non recensito]: Antonio Gramsci - La questione meridionale
- 2: Robert A. Heinlein - A noi vivi
- 2: Zagor, albo n. 642 - Monument Valley

...Ed i libri in lettura per febbraio 2019 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Anonymous: Codice Kingfisher [già in lettura]
- Aldo Cazzullo: Possa il mio sangue servire. Uomini e donne della Resistenza
- Stephen King: On Writing. Autobiografia di un mestiere
- Fabrizio Ghio e Fabrizio Lelli: Guida al Salento ebraico
- Santo Peli: Storia della Resistenza in Italia
- Jack London: I grandi romanzi e i racconti

[mese precedente]

[Recensione] La strada della violenza

La strada della violenza
di: Mauro Marcialis

Formato: copertina flessibile
Pagine: 369
Editore: Mondadori Colorado noir (7 novembre 2006)
ISBN-13: 978-8804561637
Data di acquisto: 6 febbraio 2018
Letto dal 26 al 31 gennaio 2019

----- Sinossi -----
Reggio Emilia è una città ordinata, tranquilla, civile. Reggio Emilia è un esempio, un modello. Reggio Emilia nasconde i suoi segreti: appalti truccati, speculazioni, droga, riciclaggio di denaro, prostituzione, vizio. Reggio Emilia ospita un mostro: due bambine sono state rapite, stuprate e uccise. Due uomini vengono coinvolti nelle indagini: Maurizio Ferri, un agente del Sisde che lavora sotto copertura, e Lorenzo Rollei, un maresciallo della Guardia di Finanza corrotto e devastato come la sua città. Ferri è in bilico, ha paura di non saper più distinguere il bene dal male, ha paura di perdere se stesso. Rollei ha già perso tutto. Due uomini lanciati in una corsa ossessiva alla ricerca della verità, una discesa all'inferno, nell'anima oscura di un intero paese.

----- L'incipt del libro -----
Riempivo buste e cartoni di roba.
Uscivo dai negozi senza passare dalla cassa. I gestori mi correvano dietro e mi stringevano la mano. "Grazie" dicevano. I clienti mi puntavano addosso il loro sguardo contrariato.
Non me ne fregava un cazzo.
Sorridevo, posando un pacco a terra per porgere la mano ai benefattori.
Vendevo verbali rigorosamente falsificati, per lo più regolari. Indirizzavo intuito, sapienza e fortuna verso operazioni finanziarie elusive.
Fotografavo, memorizzavo, approfondivo.
In cambio del contante appropriato, trascuravo, tralasciavo, camuffavo risultanze. Omettevo segnalazioni e contestazioni. Sequestravo piccole quantità di droga, CD musicali, film in DVD, giochi per PlayStation, sigarette senza bollini quando era in voga il contrabbando, capi d'abbigliamento e articoli di pelletteria contraffatti senza coinvolgere i compiacenti responsabili: balordi che nelle mie relazioni diventavano Ignoti.

----- La mia recensione -----
"All'epoca dei fatti, avevo una figlia di sei anni, Francesca, e chi mi rivolgeva la parola mi chiamava Lorenzo. Lorenzo Rollei: avventore abituale della bottega delle falsità. A quarant'anni e qualche ora di esistenza gli eventi suggerirono una scorciatoia sul tragitto della mia vita a termine. Io ancora non lo sapevo: arrivavo sempre in ritardo. Io ancora non lo sapevo: quanta forza ti può dare la disperazione".
Romanzo che colpisce come un pugno in un occhio... e fa male, tanto male! Ma è scritto davvero bene e, alla fin fine, è quello che conta.
La trama è tutto un crescendo di suspense ed emozioni (forti), a cui vanno aggiunti violenza, orrore, sesso, corruzione (a tutti i livelli), pedofilia e, tanto per non farci mancare niente, l'immancabile voglia di potere... a qualunque costo!
Ho scoperto tardi questo autore... ed è ora di colmare la mia lacuna!
- Voto: (4 su 5)

martedì 29 gennaio 2019

Fresco fresco di pubblicazione, di presentazione... e di consegna: Guida al Salento ebraico

Guida al Salento ebraico
di: Fabrizio Ghio e Fabrizio Lelli

Formato: copertina flessibile
Pagine: 192
Editore: Capone Editore (12 ottobre 2018)
ISBN-13: 978-8883492365
Prezzo di copertina: 15 euro (clicca qui per acquistare)

Questa guida vuole aiutare il lettore a compiere un viaggio, spaziale ma anche e soprattutto temporale, per comprendere e interpretare il ruolo dell'ebraismo nel Salento, non solo per la storia locale ma soprattutto per quella mediterranea ed europea. Da questo lembo di terra si sono mosse persone e idee che hanno rinnovato la vita intellettuale e anche quotidiana degli ebrei di tutta la diaspora occidentale.

Foto a sinistra: l'articolo 23 gennaio 2019 apparso su "Il Quotidiano di Lecce" riferito alla presentazione del libro

domenica 27 gennaio 2019

La classifica dei libri più venduti (di domenica 27 gennaio 2019)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 27 gennaio 2019):

1. Antonio Manzini: Rien ne va plus
2. Lucinda Riley: La ragazza della luna
3. Michel Houellebecq: Serotonina
4. Elena Ferrante: L'amica geniale
5. Wilbur Smith e David Churchill: La guerra dei Courtney
6. Elena Ferrante: Storia del nuovo cognome
7. Elena Ferrante: Storia di chi fugge e di chi resta
8. Elena Ferrante: Storia della bambina perduta
9. Pif: ... che Dio perdona a tutti
10. Alessandro Baricco: The Game

[settimana precedente]

venerdì 25 gennaio 2019

[Recensione] Ho imparato

Ho imparato
di: Enrico Letta

Formato: copertina flessibile
Pagine: 188
Editore: Il Mulino (17 gennaio 2019)
ISBN-13: 978-8815280046
Data di acquisto: 16 gennaio 2019 [prenotazione]
Letto dal 22 al 25 gennaio 2019

----- Sinossi -----
"La strada che ha preso l'Italia non mi piace. Vorrei che si cambiasse direzione. In questo libro provo a elaborare idee e lanciare proposte concrete. Per interrompere una sequenza fatta di errori e illusioni, tra sovranismi e rottamazioni, che ha portato a un'Italia sempre più ripiegata su se stessa. Per affrontare le sfide dell'immigrazione, del declino economico e culturale, della sostenibilità ambientale, e per un'Italia davvero protagonista di una nuova Europa. Le mie riflessioni si fondano su tre convinzioni. La prima è che per superare questo presente bisogna innanzitutto capire come ci si è arrivati. La seconda è che si deve superarlo andando avanti e non indietro. La terza, la più importante, è che non c'è niente di più bello che imparare".

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Mi impongo di ascoltare, osservare. Per molti è sinonimo di debolezza. Per me è anzitutto rispetto per gli elettori e la sacralità della democrazia rappresentativa. Credo anche che vada migliorata, ma penso che questo non debba avvenire distruggendone le fondamenta".
Il professor Enrico Letta è un Signore (con la S maiuscola) ed un politico come pochi... questo libro ora ci permette di conoscerlo anche come pensatore libero! In Ho imparato c'è tutto il suo mondo politico (nel 2013/14 è stato Premier) e professionale (cominciata subito dopo la sua ignobile sostituzione con Matteo Renzi). Un libro che, senza esagerazione, andrebbe letto nelle scuole, perché alcuni passaggi sono delle vere e proprie lezioni di vita e di civiltà.
Inoltre, ed è questa la particolarità più interessante di Ho imparato, è una sorta di instant book: infatti, i vari temi trattati al suo interno (con la scuola e l'Europa sempre sullo sfondo) possono anche essere discussi sul profilo Instagram dell'autore.
Sento dire da più parti che quest'opera potrebbe rappresentare il primo passo di una discesa/ritorno in campo politico del professor Letta: signori, io me lo auguro perché c'è bisogno della sua competenza e della sua correttezza istituzionale... mi sono letteralmente stufato della politica fatta solo di inutili proclami e di altrettanto inutili schiamazzi (basta con i "vaffa").
- Voto: (5 su 5)

[Recensione] Zagor. Le origini: Clear Water

Zagor. Le origini: Clear Water
di: Moreno Burattini (soggetto e sceneggiatura), Maurizio Di Vincenzo (disegni), Valerio Piccioni (disegni), Andres Mossa (colori) e Michele Rubini (copertina)

Formato: cartonato, 22 x 30 cm, colore
Pagine: 80
Editore: Sergio Bonelli (24 gennaio 2019)
ISBN-13: 9788869613340
Data di acquisto: 25 ottobre 2018 [prenotazione]
Letto il 25 gennaio 2019

----- Sinossi -----
Una drammatica vicenda di affetti familiari, di amore, di amicizia, di odio, di vendetta e di morte. Un tragico segreto nascosto nel passato. La storia che è alla base della leggenda dello spirito con la scure raccontata di nuovo con retroscena inattesi per chi già credeva di conoscere i fatti, inquietanti e avvincenti per chi scopre le origini di Zagor per la prima volta.

----- La mia (brevissima) recensione -----
Bellissima rilettura (e non riscrittura) in chiave moderna dell'infanzia di Patrick Wilding, il futuro Zagor. Clear Water è il primo di sei cartonati pubblicati con l'intenzione (progetto più che ammirevole) di fare luce sugli aspetti meno noti, o mai raccontati, sia sul giovane Patrick che sulla genesi del personaggio.
Come ho detto prima, è una magistrale rilettura che mira anche ad essere un omaggio ai creatori dello Spirito con la Scure: Guido Nolitta (Sergio Bonelli) e Gallieno Ferri. Operazione più che riuscita... perché, a mio avviso, una riscrittura da zero si sarebbe trasformata non in un omaggio ma in un oltraggio!
10 e lode alla sceneggiatura ed ai disegni molto innovativi (alcune scene sono davvero degne di Hollywood). Volume consigliatissimo agli amanti di Zagor e dei fumetti in generale.
- Voto: (5 su 5)

----------
Vedi anche:
- 3 dicembre 2018: Io sono Zagor
- 24 giugno 2018: Zagor - Kandrax il mago
- 14 giugno 2018: Zagor. Il romanzo (di Davide Morosinotto)

giovedì 24 gennaio 2019

Battlestar Galactica - Prima stagione


Le vicende della prima stagione di Battlestar Galactica seguono quelle narrate nell'omonina miniserie televisiva.
Dopo lo sterminio cylone, la specie umana conta solo 49.998 sopravvissuti. Il Comandante William Adamo guida la Flotta Coloniale a bordo del Galactica, unica astronave militare salvatasi dall'attacco alle Dodici Colonie, mentre Laura Roslin assume la difficile carica di presidente presso il Colonial One. Insieme guidano l'umanità verso una nuova casa, la leggendaria tredicesima colonia nota come Terra. La Flotta è sottoposta a continui attacchi da parte dei Cyloni, e fatica a restare unita dopo ogni salto. I piloti di Viper, tra i quali spicca il tenente Kara "Scorpion" Thrace, sono sotto il comando di Lee Adamo, figlio del comandante. Lo scienziato Gaius Baltar, il responsabile dell'attacco cylone, è anch'egli a bordo della Flotta e tenta di conquistare la fiducia dei piani alti costruendo un congegno in grado di rilevare la natura di un cylone umanoide. Allo stesso tempo inizia ad avere visioni del cylone che lo sedusse su Caprica, Caprica Sei, che sostiene di essere un angelo di Dio. Il Tenente Sharon "Boomer" Valerii scopre di essere una copia dormiente del Numero Otto e tenta di uccidere William Adamo. Nel frattempo, Scorpion si reca a Caprica per recuperare la Freccia di Apollo, un antico manufatto che secondo le Scritture aprirebbe le porte della Tomba di Atena, luogo mistico che aiuterebbe l'umanità a trovare la rotta verso la Terra. Sul pianeta si unisce a Karl Agathon, che ha vissuto gli ultimi mesi con una copia del Numero Otto credendo che questa fosse Boomer.

- Episodio n. 1: 33 minuti
Titolo originale: 33
Diretto da: Michael Rymer
Scritto da: Ronald D. Moore
Trama: Dopo l'esodo dei superstiti dell'umanità dalle Colonie, la flotta è sottoposta a continui attacchi da parte dei Cyloni ogni 33 minuti. L'equipaggio è costretto ad affrontare le perdite subite e a resistere psicologicamente a causa della prolungata mancanza di riposo.
Conto dei superstiti: 47.973

- Episodio n. 2: Acqua
Titolo originale: Water
Diretto da: Marita Grabiak
Scritto da: Ronald D. Moore
Trama: Sharon Valerii trova nella propria borsa alcuni detonatori di esplosivo ad alto potenziale e, controllando in armeria, scopre che ne sono stati rubati altri 6. Temendo di esser accusata di essere un cylone, Sharon avverte solamente il Capo Galen Tyrol (con il quale ha un relazione sentimentale). Intanto un deposito di acqua esplode e questa si disperde nello spazio: la Galactica si ritrova dunque senz'acqua e il Comandante Adamo è costretto ad ordinare di cercare acqua nel pianeti vicini. La navicella pilotata da Sharon individua acqua, ma il pilota scopre che sotto il sedile è presente l'ultimo detonatore ancora mancante. Al rientro avverte il capo Tyrol dell'accaduto e, ancora una volta, lui la copre. Durante una riunione tra Adamo, il Colonnello Tigh, il Presidente Roslin, Gaius Baltar ed il capitano Apollo, si decide di affiancare a Gaius un soldato per aiutarlo nel compito di scovare agenti cyloni con l'apparecchio da lui inventato, il "rivelatore di cyloni". Gaius è però preoccupato perché teme che il suo bluff venga scoperto e che tutti scoprano che il suo strumento non funziona. Intanto sulla colonia Caprica invasa dai Cyloni appare Sharon (un altro modello della stessa serie, visto che Sharon è presente sulla Galactica) che salva il tenente Helo, suo ex co-pilota, che aveva ceduto il suo posto nella nave al dottor Gaius.
Conto dei superstiti: 47.973

- Episodio n. 3: Sete di libertà
Titolo originale: Bastille Day
Diretto da: Alan Kroeker
Scritto da: Toni Graphia
Trama: Il recupero dell'acqua si rivela complicato e pericoloso, occorrono numerosi uomini. Si pensa di usare i detenuti rinchiusi in una nave della flotta con la promessa di "punti bonus" per la libertà. I detenuti capeggiati da Tom Zarek (prigioniero politico condannato per atti di terrorismo contro il governo) si ribellano, il capitano Apollo è fatto prigioniero con altri membri del Galactica. Zarek chiede nuove elezioni per il governo della flotta, intanto la situazione sembra stia per sfuggire di mano, i marines di Adamo effettuano un'incursione e sparano contro Zarek che è salvato da Apollo, un prigioniero del Galactica rimane ferito, un detenuto muore ed Apollo è costretto a promettere che avverranno elezioni entro un anno, consapevole che la legge impone nuove elezioni entro 7 mesi. La crisi è scongiurata, il controllo della nave viene lasciato ai prigionieri che in cambio estraggono l'acqua. Intanto il presidente Roslin confessa ad Apollo di essere malata di cancro.
Conto dei superstiti: 47.972

- Episodio n. 4: Sacrificio estremo
Titolo originale: Act of Contrition
Diretto da: Rod Hardy
Scritto da: Bradley Thompson e David Weddle
Trama: Adamo intende reclutare nuovi piloti per i viper tra i civili, ed offre il posto di istruttore capo al Tenente Thrace Scorpion che è però reticente. Starbuck si sente in colpa perché, prima dell'attacco cylone durante l'esame per il brevetto di pilota, aveva favorito e promosso una recluta solo perché con questa aveva una relazione. La recluta Zack Adamo (figlio del comandante Adamo e fratello di Lee Adamo, il capitano Apollo) successivamente era morta a causa di una manovra errata. Thrace dunque boccia tutti i piloti reclutati durante il loro primo giorno, ma il comandante Adamo comprende i problemi di Scorpion. I piloti bocciati sono tutti reintegrati e si dimostrano particolarmente abili e coraggiosi. Durante un'esercitazione, una pattuglia di caccia cyloni attacca i novelli piloti. Scorpion ordina alle reclute di rientrare e attacca da sola un'intera squadriglia di cyloni, ad aiutarla solo una recluta disobbediente. Il viper di Kara è poi colpito ed il tenente è costretto ad abbandonare il mezzo mentre precipita su un pianeta. Il presidente Roslin intanto decide di curare il suo tumore con medicine naturali, non riconosciute dalla medicina ufficiale. Su Caprica Sharon ed Helo scoprono un segnale proveniente dalla flotta Interstellare e lo seguono, scoprendo medicine antiradiazioni e viveri in un bunker sotterraneo. I Cyloni intanto li osservano.

- Episodio n. 5: Ritorno a casa
Titolo originale: You Can't Go Home Again
Diretto da: Sergio Mimica-Gezzanl
Scritto da: Carla Robinson
Trama: Adamo è disposto ad impiegare tutte le risorse per ritrovare il tenente Thrace disperso, anche a costo di lasciare la flotta scoperta, suscitando non pochi dissapori: è stata consumata la metà del carburante e numerosi caccia sono stati compromessi a causa della ricerca. Il comandante Adamo non si dà per vinto, ed anche se in base ai calcoli Scorpion è rimasta senz'aria, continua la ricerca. Il presidente interviene ed Adamo riconosce che la sua decisione di ricerca è dovuta a motivi personali, la ricerca dunque viene sospesa. Il tenente Thrace è viva, ferita ad una gamba, ed esplorando il pianeta trova un caccia cylone precipitato sul pianeta. Scopre anche che a guidarla era un corpo Cylone di sostanza organica, che quindi necessita di ossigeno. Il tenente riesce inoltre a capire come fare funzionare la navicella e tenta di far rientro sul Galactica, però la sua imbarcazione è intercettata come nemica ed attaccata. Su Caprica, Helo e la copia di Sharon combattono contro una squadriglia di Cyloni quando Boomer incredibilmente sparisce. Alla fine il tenente riuscirà, facendosi riconoscere grazie alla scritta "Star Buck" sulle ali del caccia Cylone, a tornare sulla Galactica.

- Episodio n. 6: Sacrificio esemplare
Titolo originale: Litmus
Diretto da: Rod Hardy
Scritto da: Jeff Vlaming
Trama: La relazione tra il capo Tyrol e Sharon continua ed i due violano leggi di sicurezza per stare assieme. Un cylone suicida si fa saltare a bordo del Galactica uccidendo alcuni soldati, forse approfittando di un'inadempienza compiuta da parte di Sharon per poter trascorre una notte con l'amante. Viene aperta un'inchiesta indipendente durante la quale un sottoposto si addossa la colpa del misfatto salvando il capo Tyrol dalla cella. L'inchiesta si chiude per intromissione del Comandante Adamo che teme si generi una caccia alle streghe. Il Capo decide a quel punto di interrompe la relazione con Sharon, e si domanda se realmente la sua ex amante abbia lasciato aperto il boccaporto attraverso cui è entrato il Cylone suicida. La sua domanda cade nel vuoto. Intanto in una conferenza stampa viene resa pubblica la notizia che i Cyloni possono assumere sembianze umane.
Conto dei superstiti: 47.969

- Episodio n. 7: La conversione di Baltar
Titolo originale: Six Degrees of Separation
Diretto da: Robert Young
Scritto da: Michael Angeli
Trama: Il dottore Gaius Baltar continua a vedere e a parlare con il cylone di cui si era innamorato prima della distruzione di Caprica, anche se reputa che questa donna sia solo frutto della sua immaginazione. Una ragazza di nome Godfrey identica al cylone della immaginazione di Baltar, si presenta ad Adamo con delle prove che accuserebbero il dottore di aver tradito la propria razza e venduto informazioni circa il sistema informatico delle colonie ai Cyloni. Il dottor Gaius, disperato per le accuse, si rivolge a Dio, nel quale sembra credere fortemente anche il cylone della sua immaginazione. In quel mentre si scopre che le prove portate da Godfray sono false. Intanto Godfrey scompare e non si riesce a trovarla in nessuna nave della flotta. Il dottore esce rafforzato dalla crisi e la sua popolarità sale:è infatti per tutti un eroe che cerca di costruire un rivelatore cylone e che per questo subisce attacchi da parte dei robot. Su Caprica tra Helo e la copia di Sharon intanto nasce una relazione. Kara cerca di rimettersi in piedi.

- Episodio n. 8: Minaccia nucleare
Titolo originale: Flesh and Bone
Diretto da: Brad Turner
Scritto da: Toni Graphia
Trama: Su una nave della flotta viene trovato un cylone con sembianze umane. Questo è interrogato e torturato dal tenente Kara Thrace. Il Cylone rivela di aver posizionato un ordigno nucleare a bordo di una nave della flotta ma stranamente sembra anche conoscere antefatti della vita del Tenente, ed afferma che Dio le ha riservato un destino speciale: trovare la Terra. Il prigioniero è poi interrogato dal presidente Roslin e a lei rivela che Adamo non è umano. Il rivela Cyloni del dottore Gaius prova intanto che Sharon è un Cylone, il dottore ha però paura che la donna possa fargli del male una volta venuta a conoscenza del risultato e trucca l'esito dell'accertamento. Su Caprica Sharon si ribella ai Cyloni e fa scappare Helo che intanto si è innamorato di lei.
Conto dei superstiti: 47.905

- Episodio n. 9: Il rivelatore di Cyloni
Titolo originale: Tigh Me Up, Tigh Me Down
Diretto da: Edward James Olmos
Scritto da: Jeff Vlaming
Trama: Negli ultimi tempi il comportamento di Adamo è strano, è distratto e trasmette in segreto messaggi dalla sua cabina. Durante un attacco nemico il comandante inoltre sparisce per riapparire con Ellen Tigh, moglie del colonnello, anche se teme che lei sia un cylone. La presenza della donna con il suo comportamento libertino e falso complica i rapporti tra gli uomini dell'equipaggio, specialmente tra il comandante Adamo ed il colonnello Tigh. Intanto vengono effettuate le prime analisi con il rivelatore di Cyloni del dottor Gaius Baltar, il quale camuffa i risultati dei test, facendo "passare" tutti come umani.
Conto dei superstiti: 47.905

- Episodio n. 10: La profezia di Pitia
Titolo originale: The Hand of God
Diretto da: Jeff Woolnough
Scritto da: Bradley Thompson e David Weddle
Trama: La scorta di combustibile sta per finire ed i piloti della Battlestar sono costretti a cercarlo nello spazio. Scoprono un asteroide ricco di minerale ma presidiato dai Cyloni. Il capitano Adamo è costretto ad ordinare un attacco molto difficile e rischioso sfruttando navi civili: il fallimento dell'attacco potrebbe compromettere per sempre l'intera flotta. Il piano è coordinato dal dottor Baltar che è convinto di aver avuto l'aiuto di Dio. Il presidente Roslin intanto sotto l'effetto di cure "non convenzionali" ha alcune visioni. Queste sono interpretate come alcuni segni di una vecchia profezia, secondo la quale l'umanità, quasi totalmente distrutta, avrebbe raggiunto la Terra, e alla guida delle "navi dei cieli" ci sarebbe stata una persona gravemente malata e in fin di vita. Alla fine, con un po' di inventiva, riusciranno a distruggere la raffineria Cylone sull'asteroide, al prezzo di qualche perdita fra i piloti Viper.

- Episodio n. 11: L'ago della bilancia
Titolo originale: Colonial Day
Diretto da: Jonas Pate
Scritto da: Carla Robinson
Trama: Durante una riunione dei rappresentanti delle colonie si è costretti a votare per l'elezione del Vice Presidente e l'ex detenuto e terrorista Tom Zarek si presenta e riscuote molti successi. Il presidente Roslin propone il dottor Baltar come suo candidato. La lotta è all'ultimo voto, e alla fine il dottor Baltar ne esce vittorioso per un solo voto. Helo, su Caprica, scopre una copia di Sharon ed incomincia a capire che potrebbe essere un Cylone.

- Episodio n. 12: La missione di Kara
Titolo originale: Kobol's Last Gleaming - Part I
Diretto da: Michael Rymer
Scritto da: David Eick (soggetto) e Ronald D. Moore (sceneggiatura)
Trama: I rapporti tra alcuni membri del Galactica si deteriorano: la relazione tra Gaius ed il tenente Kara Thrace fa ingelosire sia la Cylone Numero Sei (che esiste solo nella mente di Gaius) sia il capitano Lee Adamo. La salute del presidente Roslin continua a peggiorare, e continuano le sue visioni dovute, molto probabilmente, alla terapia antitumorale che lei assume. Viene intanto scoperto un pianeta con resti di una civiltà antica, il pianeta potrebbe essere Kobol, che secondo la profezia dovrebbe contenere indicazioni per raggiungere la Terra. Gaius, su consiglio di Numero Sei, partecipa ad un'esplorazione del pianeta e lascia il Galactica, sulla quale potrebbe accadere qualcosa di orribile. La squadriglia di esplorazione però è attaccata dai Cyloni e la nave precipita sul pianeta. Il presidente convince (in opposizione all'ordine di Adamo) il tenente Thrace ad usare il raptor Cylone per tornare a Caprica per recuperare la freccia di Apollo, necessaria per trovare su Kobol le indicazioni per la terra. Intanto, a Caprica, Helo spara a Boomer mentre l'altra copia di Sharon (sul Galactica) tenta il suicidio temendo di poter far del male a qualcuno.
Conto dei superstiti: 47.897

- Episodio n. 13: La freccia di Apollo
Titolo originale: Kobol's Last Gleaming - Part II
Diretto da: Michael Rymer
Scritto da: David Eick (soggetto) e Ronald D. Moore (sceneggiatura)
Trama: Adamo ordina un colpo di Stato contro il presidente Roslin colpevole di aver convinto il tenente Thrace ad andare su Caprica. Il presidente ed il capitano Apollo (colpevole di insubordinazione) sono arrestati. La cylone Sharon del Galactica viene mandata in missione per distruggere la nave cylone che sorveglia Kobol e qui scopre altre copie di sé stessa. Tornate sulla nave spara al comandante Adamo. Su Caprica il tenente Thrace combatte contro Numero Sei per la freccia di Apollo ed in quel mentre rincontra Helo e l'altra copia di Sharon che dichiara di essere incinta.
Conto dei superstiti: 47.887

[Indice Battlestar Galactica]

Nuove uscite... già prenotate!

----- Robert Galbraith: Bianco letale
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1947 KB
Pagine: 784
Editore: Salani Editore (4 febbraio 2019)
ASIN: B07MZ4HHDL
Prezzo di copertina: 23,30 euro per la versione cartacea e 12,99 euro per la versione Kindle
Quando il giovane Billy, in preda a una grande agitazione, irrompe nella sua agenzia investigativa per denunciare un crimine a cui crede di aver assistito da piccolo, Cormoran Strike rimane profondamente turbato. Anche se Billy ha problemi mentali e fatica a ricordare i particolari concreti, in lui e nel suo racconto c’è qualcosa di sincero. Ma prima che Strike possa interrogarlo più a fondo, Billy si spaventa e fugge via. Cercando di scoprire la verità sulla storia di Billy, Strike e Robin Ellacott – una volta sua assistente, ora sua socia – seguono una pista tortuosa, che si dipana dai sobborghi di Londra alle stanze più recondite e segrete del Parlamento, fino a una suggestiva ma inquietante tenuta di campagna.
E se l’indagine si fa sempre più labirintica, la vita di Strike è tutt’altro che semplice: la sua rinnovata fama di investigatore privato gli impedisce di agire nell’ombra come un tempo e il suo rapporto con Robin è più teso che mai. Lei è senza dubbio indispensabile nel lavoro dell’agenzia, ma la loro relazione personale è piena di sottintesi e non detti…
Finora il romanzo più epico di Robert Galbraith, Bianco letale è un nuovo capitolo dell’appassionante storia di Cormoran Strike e Robin Ellacott, ancora insieme in un thriller mozzafiato.

----- Anonymous: Codice Kingfisher
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1278 KB
Pagine: 302
Editore: Longanesi (31 gennaio 2019)
ASIN: B07MTHLFD1
Prezzo di copertina: 15,81 euro per la versione cartacea e 9,99 euro per la versione Kindle
Ottobre 2016: in America, le elezioni sono a poche settimane di distanza.
Grace Elliott sognava di scrivere per quotidiani importanti come il New York Times o il Washington Post, invece ha ormai quarantatré anni, un divorzio alle spalle e lavora al National Flash, un settimanale patinato che si occupa quasi soltanto di gossip. Ma ha tra le mani uno scoop che, ne è convinta, darà una svolta alla sua carriera.
Una pornostar è disposta a parlare della relazione clandestina avuta con l’uomo che, alcuni sperano e altri temono, diventerà il prossimo presidente degli Stati Uniti.
Nessuno però vuole averci a che fare. La delusione è addolcita da un inaspettato invito in Europa, poiché Elena Klimentová, ex moglie dello stesso uomo politico, nota imprenditrice nonché una delle firme della rivista per cui Grace lavora, la invita a Praga per il lancio pubblicitario di una linea di profumi. E lì la giornalista scopre una storia così grande, così inopportuna ed esplosiva che potrebbe rivelarsi decisiva per le elezioni americane, tanto da dare inizio a una nuova guerra fredda. Sempre se sopravvivrà abbastanza da poterla raccontare.
Due straordinarie figure femminili, un assassinio, spie e una delle più grandi cospirazioni di tutti i tempi al centro del political thriller dell’anno, un romanzo in cui il confine tra verità e finzione si fa più sottile a ogni pagina…

martedì 22 gennaio 2019

[Recensione] La guerra dei Courtney

La guerra dei Courtney
di: Wilbur Smith e David Churchill

Formato: Kindle
Dimensioni file: 2057 KB
Editore: HarperCollins Italia (3 gennaio 2019)
ASIN: B07H1VZYGT
Data di acquisto: 12 gennaio 2019
Letto dal 16 al 22 gennaio 2019

----- Sinossi -----
Parigi, 1939. Separati dalla guerra, a migliaia di miglia di distanza l'uno dall'altra, Saffron Courtney e Gerhard von Meerbach lottano per sopravvivere al conflitto che sta dilaniando l'Europa. Gerhard, ostile al regime nazista, è deciso a rimanere fedele ai propri ideali nonostante tutto e combatte per la madre patria nella speranza di poterla liberare, un giorno, da Hitler. Ma quando la sua unità si ritrova coinvolta nell'inferno della battaglia di Stalingrado, si rende conto che le possibilità di uscirne vivo si affievoliscono di giorno in giorno. Saffron, che nel frattempo è stata reclutata dal SOE, l'Esecutivo Operazioni Speciali, e inviata nel Belgio occupato per scoprire in che modo i Nazisti sono riusciti a infiltrarsi nella rete dell'organizzazione, deve trovare il modo di sfuggire all'implacabile spia tedesca che le dà la caccia.
Costretti ad affrontare forze malvagie e orrori indicibili, i due innamorati sono chiamati a prendere la decisione più difficile: sacrificare se stessi, o cercare di sopravvivere a ogni costo nella speranza che il destino, un giorno, permetterà loro di ritrovarsi.
Una storia epica di coraggio, tradimento e amore imperituro che porta il lettore nel cuore della Seconda guerra mondiale.

----- Incipt -----
Era Parigi in primavera, una città fatta per gli innamorati nella più romantica delle stagioni, e fra tutte le coppie che passeggiavano sottobraccio nel giardino delle Tuileries in quel pomeriggio del Venerdì Santo del 1939 nessuna si amava più di quella formata dalla giovane alta e flessuosa e dall'uomo che la guardava sorridendo incredulo davanti alla propria fortuna. La brezza di inizio aprile racchiudeva ancora una punta di gelo e la ragazza si premette contro la spalla del compagno, poi alzò gli occhi verso i suoi, sapendo che lui non avrebbe resistito alla tentazione di baciarla, e al diavolo le occhiatacce di eventuali passanti scandalizzati.

----- La mia recensione -----
"Bisogna rendersi conto che, quando si ha a che fare con un nemico spietato che ha manifestato l'intenzione di annientare questa nazione, non c'è spazio per nessuna remora o esitazione sui metodi da impiegare per impedirglielo".
Bel romanzo che, a conti fatti (visti i continui rimandi e citazioni), è la prosecuzione naturale del precedente Grido di guerra... e con l'ultima pagina che lascia aperto un piccolo spiraglio per un eventuale prosieguo delle vicende.
In La guerra dei Cortney, sedicesimo volume de "Il ciclo dei Courtney", ancora una volta seguiremo le peripezie di Saffron Courtney e Gerhard von Meerbach e della loro travagliata e dolorosa storia d'amore ma, soprattutto, rivivremo gli orrori della Seconda guerra mondiale e l'incubo che il terrore nazista ha portato nel mondo. Romanzo, perciò, molto crudo e forte.
- Voto: (4 su 5)

Clicca qui e scarica le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Wilbur Smith da me letti e recensiti:
- Ciclo egizio di Taita: Il Dio del fiume - vol. n. 1 (5 maggio 2015), Il settimo papiro - vol. n. 2 (7 maggio 2015),  Figli del Nilo - vol. n. 3 (14 marzo 2015), Alle fonti del Nilo - vol. n. 4 (20 giugno 2015), Il Dio del deserto - vol. n. 5 (3 agosto 2015); L'ultimo faraone. vol. 6 (11 aprile 2017)
- altri libri: L'uccello del sole (14 maggio 2015), La legge del deserto (15 novembre 2015); Stirpe di uomini (30 marzo 2017); Il trionfo del sole (5 luglio 2017); Grido di guerra (29 settembre 2018)

Maxi Zagor: I racconti di Darkwood

----- Maxi Zagor n. 31: I racconti di Darkwood
Data di uscita: 20 settembre 2017
Pagine: 292
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 6,90 euro

- I racconti di Darkwood
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Raffaele Della Monica

- Il mio nome è Banack!
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Romeo Toffanetti

- Memorie dal passato
Soggetto e sceneggiatura: Gabriella Contu
Disegni: Marcello Mangiantini

- Voci Sepolte
Soggetto e sceneggiatura: Paolo Di Orazio
Disegni: Gianni Sedioli

- Sette passi
Soggetto e sceneggiatura: Luigi Mignacco
Disegni: Dante Bastianoni

- Brezza di Luna
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Lola Airaghi

Non un racconto unico, ma sei. La storia principale (di Burattini e Della Monica) fa da "cornice" a cinque storie più brevi, realizzate dando piena libertà creativa degli autori, anche con tecniche narrative e artistiche diverse dal solito. Autori ospiti (a parte Luigi Mignacco, Marcello Mangiantini e Gianni Sedioli) che si cimentano con Zagor dopo tanti anni (Marcello Toninelli per anni è stato curatore di Zagor) o per la prima volta in assoluto: lo sceneggiatore horror Paolo Di Orazio; la dylandoghiana Gabriella Contu, che diventa la prima donna a sceneggiare Zagor; Lola Airaghi, che "tradisce" Brendon e Morgan Lost per diventare invece la prima donna a disegnare Zagor; i disegnatori nathanneveriani Romeo Toffanetti e Dante Bastianoni. Un esperimento che riporta sulla scena un inaspettato villain nolittiano.
- Il mio voto: (4 su 5)


----- Maxi Zagor n. 35: I racconti di Darkwood - Brividi da Altrove
Data di uscita: 22 gennaio 2019
Pagine: 292
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 6,90 euro

- I racconti di Altrove
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Stefano Voltolini

- La Morte Rossa
Soggetto e sceneggiatura: Francesco Testi
Disegni: Esposito Bros

- Dal profondo della Terra 
Soggetto e sceneggiatura: Luca Barbieri
Disegni: Luigi Piccatto, Renato Riccio

- La Bestia dal passato
Soggetto e sceneggiatura: Adriano Barone
Disegni: Paolo Bisi

- Le radici del male
Soggetto e sceneggiatura: Andrea Cavaletto
Disegni: Marcello Mangiantini

- Lo spirito della vendetta
Soggetto e sceneggiatura: Diego Paolucci
Disegni: Emanuele Barison

- Sacrificio umano
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Enzo Troiano

Edgar Allan Poe viene convocato nella Base di Altrove, di cui è agente con il nome in codice di Raven. Gli è stato chiesto di portare con sé il libro di racconti alla cui scrittura si è dedicato negli ultimi mesi e che hanno tutti quale protagonista Zagor, lo Spirito con la Scure. Racconti che si basano su storie che Zagor gli ha raccontato nel corso dei loro incontri e che lui ha deciso di narrare con il suo talento di scrittore. Vengono così presentate sei brevi storie di tematiche misteriose e inquietanti, che i vertici di Altrove ascoltano una per una, fino a un sorprendente finale...
- Il mio voto: (4 su 5)

domenica 20 gennaio 2019

La classifica dei libri più venduti (di domenica 20 gennaio 2019)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 20 gennaio 2019):

1. Antonio Manzini: Rien ne va plus
2. Lucinda Riley: La ragazza della luna
3. Michel Houellebecq: Serotonina
4. Elena Ferrante: L'amica geniale
5. Elena Ferrante: Storia del nuovo cognome
6. Wilbur Smith e David Churchill: La guerra dei Courtney [attualmente in lettura]
7. Elena Ferrante: Storia di chi fugge e di chi resta
8. Elena Ferrante: Storia della bambina perduta
9. Donato Carrisi: Il gioco del Suggeritore
10. Jeff Kinney: Diario di una Schiappa. Una vacanza da panico

[settimana precedente]

sabato 19 gennaio 2019

Tex Willer, albo n. 3: Il segreto del medaglione

Tex Willer, albo n. 3: Il segreto del medaglione

Data di uscita: 19 gennaio 2019
Soggetto e sceneggiatura: Mauro Boselli
Disegni: Roberto De Angelis
Copertina: Maurizio Dotti
Prezzo di copertina: 3,20 euro

Un fatidico incontro nelle selvagge gole del Rainbow Canyon. Tex incontra la principessa Pawnee Tesah, da lui conosciuta anni prima, sottraendola agli uomini di Coffin e unendosi a lei nella caccia al tesoro nascosto. Ma Coffin non si rassegna. Attira Tex in trappola e gli spara a bruciapelo. Ora Tesah è nelle sue mani...

venerdì 18 gennaio 2019

Nuova uscita: Enrico Letta - Ho imparato

Enrico Letta: Ho imparato

Formato: copertina flessibile
Pagine: 188
Editore: Il Mulino (17 gennaio 2019)
ISBN-13: 978-8815280046
Data di acquisto: 16 gennaio 2019 [prenotazione]

"La strada che ha preso l'Italia non mi piace. Vorrei che si cambiasse direzione. In questo libro provo a elaborare idee e lanciare proposte concrete. Per interrompere una sequenza fatta di errori e illusioni, tra sovranismi e rottamazioni, che ha portato a un'Italia sempre più ripiegata su se stessa. Per affrontare le sfide dell'immigrazione, del declino economico e culturale, della sostenibilità ambientale, e per un'Italia davvero protagonista di una nuova Europa. Le mie riflessioni si fondano su tre convinzioni. La prima è che per superare questo presente bisogna innanzitutto capire come ci si è arrivati. La seconda è che si deve superarlo andando avanti e non indietro. La terza, la più importante, è che non c'è niente di più bello che imparare".

mercoledì 16 gennaio 2019

[Recensione] Appunti di un venditore di donne

Appunti di un venditore di donne
di: Giorgio Faletti

Formato: Kindle
Dimensioni file: 928 KB
Pagine: 397
Editore: Baldini & Castoldi (27 aprile 2015)
ASIN: B010VOPSPG
Data di acquisto: 30 aprile 2018
Letto dall'11 al 16 gennaio 2019

----- Sinossi -----
1978: a Roma le Brigate Rosse hanno rapito Aldo Moro, in Sicilia boss mafiosi come Gaetano Badalamenti soffocano ogni tentativo di resistenza civile, all'ombra della Madonnina le bande di Vallanzasca e Turatello fanno salire la tensione in una città già segnata dagli scontri sociali. Ma anche in questo clima la dolcevita del capoluogo lombardo, che si prepara a diventare la Milano da bere degli anni Ottanta, non conosce soste. Si moltiplicano i locali in cui la società opulenta, che nella bella stagione si trasferisce a Santa Margherita e Paraggi, trova il modo di sperperare la propria ricchezza. È proprio tra ristoranti di lusso, discoteche, bische clandestine che fa i suoi affari un uomo enigmatico, reso cinico da una menomazione inflittagli per uno sgarbo. Si fa chiamare "Bravo". Il suo settore sono le donne. Lui le vende. La sua vita è una notte bianca che trascorre in compagnia di disperati, come l'amico Daytona. L'unico essere umano con cui pare avere un rapporto normale è un vicino di casa, Lucio, chitarrista cieco con cui condivide la passione per i crittogrammi. Fino alla comparsa di Carla che risveglierà in "Bravo" sensazioni che l'handicap aveva messo a tacere. Ma per lui non è l'inizio di una nuova vita bensì di un incubo che lo trasformerà in un uomo braccato dalla polizia, dalla malavita e da un'organizzazione terroristica. Un noir fosco su uno dei momenti più drammatici del dopoguerra italiano, in una Milano che oscilla tra fermenti culturali e bassezze morali.

----- L'incipt del libro -----
Io mi chiamo Bravo e non ho il cazzo.
Questa poteva essere la mia presentazione. Il fatto di andare in giro con un soprannome invece che con un nome vero e proprio non significa niente. Ognuno è quello che è, a prescindere dalle scie burocratiche che si tira appresso come le stelle filanti dopo un veglione di Carnevale. La mia vita non sarebbe cambiata una virgola, qualunque nome avessi avuto da offrire insieme a una mano da stringere. Niente di più e niente di meno. Non una salita o una discesa, non un braccio di mare calmo o agitato dove affannarsi o di cui rimpiangere l'affanno. Non avere un nome era un provvido come d'ombra in cui celarsi, un volto appena intravisto, una figura appena percepita, il nulla, il nessuno. Dal momento in cui io ero quello che ero, una simile condizione racchiudeva nello specifico tutto ciò che serviva, senza opzioni e senza deroghe.
Per quanto riguarda quellìaltro particolare anatomico, vale la pena di soffermarsi un poco.
Io non sono nato così...

----- La mia recensione -----
"La legge degli uomini è una linea tracciata con una mano nemmeno troppo ferma. C'è chi supera il confine e chi lo rispetta. Io ho la convinzione di viverci sopra sollevato di una spanna, senza poggiare mai i piedi da una parte o dall'altra. Non mi pongo problemi perché il mondo che ho intorno non me ne pone. Può piacere o no, ma questo sono io".
Quinto libro (datato 2010) scritto da Giorgio Faletti... e quarto che leggo di questo autore poliedrico: ho saltato Io sono Dio, ma me ne sono accorto solo in un secondo momento. Provvederò quanto prima a colmare questa mia lacuna!
In questo romanzo, più che la trama vera e propria, a farla da padrone è la bellissima ma tetra Milano degli anni di piombo (siamo agli inizi del 1978 ed al rapimento di Aldo Moro da parte delle BR). L'inizio è lento, anche perché tutta la storia è raccontata in prima persona dal protagonista... ma poi, nella seconda parte, gli eventi precipitano ed il lettore è catturato dal vortice narrativo senza che gli venga concesso un attimo di tregua.
Il pregio di Faletti è tutto nel suo stile unico e diretto (senza tanti ed inutili giri di parole). Bellissimi i continui colpi di scena (però manca la sorpresa finale che, di solito, è quella che spiazza del tutto) ed il fatto di mescolare perfettamente finzione e realtà (il sequestro Moro, gli anni di piombo ed i primi "vagiti" di Tangentopoli).
- Voto: (4 su 5)

----------
I precedenti libri di Giorgio Faletti che ho letto e recensito:
- 23 settembre 2018: Fuori da un evidente destino
- 21 ottobre 2017: Niente di vero tranne gli occhi
- 29 febbraio 2016: Io uccido