mercoledì 20 febbraio 2019

Recensione della penna stilografica Pelikan M151


Esattamente un mese fa mi sono regalato la Pelikan M151 (versione "deluxe" della più nota M150), una stilografica davvero ben realizzata e dal prezzo più che onesto... alto sì ma non proibitivo: trovata a 90 euro su eBay. Le prime particolarità che di questa penna saltano subito all'attenzione sono due: ha un ottimo sistema a stantuffo per caricare l'inchiostro in boccetta/calamaio e, soprattutto, la sua confezione di vendita con effetto "nostalgia". E partiamo proprio da qui.


La confezione, è costituita da un bellissimo cofanetto in legno su cui è riportata l'immagine del primo logo datato 1878 (Pelikan Günther Wagner) dell'azienda tedesca. L'interno è rivestito con un'elegante seta bianca su cui sono adagiati la stilografica ed una boccetta di Pelikan 4001 Royal Blue. E da qui si capisce che la confezione è appositamente studiata per chi volesse farne anche un regalo.


La Pelikan M151 è leggerissima (pesa appena appena 14 grammi) ed ha il corpo in resina con una ricercata combinazione nero-verde "d'altri tempi", con una piccola finestrella verde-trasparente (verso l'impugnatura) per capire quanto inchiostro è rimasto nella stessa penna. Le sue misure sono: 12,30 cm chiusa con il cappuccio e 15,50 con il cappuccio calzato nella parte posteriore; il diametro è di 10 mm.


Si ricarica con un pratico meccanismo a stantuffo (perciò... dite addio alle cartucce) semplicemente ruotando il fondello nero in alto: si immerge la stilografica nella boccetta e, un po' come se fosse una siringa, si aspira direttamente l'inchiostro. Il tappo a vite è nero e la clip (ha la forma, molto bella ed elegante, di un pellicano) è dorata.


Il pennino con punta in iridio, che nel mio caso ha gradazione M, è in acciaio color oro e scorre molto bene su qualsiasi tipo di carta... tranne che su quelle scadenti o da fotocopie! Solo su questo tipo di carta ho avvertito, sporadicamente, come una specie di impuntamento nel rilasciare l'inchiostro. Su tutti gli altri tipi di carta, come detto poco fa, il tratto è sempre continuo e senza false partenze. Particolarità di questo pennino è il suo essere completamente "svitabile" dal corpo della penna: ottima soluzione se abbiamo voglia di passare ad un'altra misura (F, EF, B, ecc.) o abbiamo necessità di sostituirlo.


Come inchiostro, per la mia prova di scrittura, non ho usato il Pelikan 4001 Royal Blue presente nella confezione (chi mi segue sa già che io non amo questo inchiostro), ma il più affidabile Pelikan Edelstein Sapphire, non a caso il mio inchiostro di riferimento.
Prova superata (a pieni voti) e penna consigliatissima.


[clicca qui per tutte le altre recensioni di stilografiche, inchiostri ed altri strumenti di scrittura]

Nessun commento:

Posta un commento