martedì 30 luglio 2019

Zagor. Le origini, albo n. 3: Il demone cannibale

Zagor. Le origini, albo n. 3: Il demone cannibale

Data di uscita: 27 luglio 2019
Formato: 17x23 cm, colore
Pagine: 68
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Giuseppe Candita
Copertina: Michele Rubini
Colori: Alessia Pastorello
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Il giovane Pat Wilding è cresciuto: è un adolescente che vaga per la foresta con il padre adottivo, "Wandering" Fitzy. Non ha dimenticato però il nome dell'uomo che ha ucciso i suoi genitori, contro il quale ha giurato vendetta: Salomon Kinsky. Per prepararsi ad affrontarlo, Pat ha trovato chi gli ha insegnato a fare acrobazie tra i rami degli alberi, a cavalcare, a sparare, a usare la scure. Ma anche Fitzy ha un demone interiore che lo tormenta. C'è un segreto nel suo passato, qualcosa che gli ha fatto scegliere la vita solitaria. I suoi fantasmi si materializzano quando ricompaiono coloro che anni prima condannarono a morte i membri di una carovana di pionieri, che lo rapiscono e lo conducono con loro nella "Valle delle ossa", e dove si dice colpisca un misterioso demone cannibale...

lunedì 29 luglio 2019

Serie A 2019/20: il calendario dell'Inter


Un campionato che comincia subito col botto. Già alla seconda giornata (1° settembre) l'amarcord di Sarri che da allenatore della Juve ospita il suo ex Napoli. Nella stessa giornata, troppo presto per la verità, il derby romano Lazio-Roma. Il nuovo corso nerazzurro di Antonio Conte vedrà il debutto casalingo dell'Inter contro il "suo" Lecce.
Gli altri derby: Milan-Inter si gioca già alla 4a giornata (22 settembre), Torino-Juventus all'11a (3 novembre, stessa giornata di Milan-Lazio e Roma-Napoli), Genoa-Sampdoria alla 16a (15 dicembre). Il derby d'Italia Inter-Juve (e Conte ritrova il suo passato) si gioca il 7 ottobre al Meazza (ritorno il 1° marzo 2020 a Torino). Una curiosità sull'ultima giornata: Roma e Lazio giocheranno in casa la 19a di andata e in trasferta l'ultima giornata perché il 24 maggio l'Olimpico non sarà disponibile perché va consegnato in anticipo all'Uefa per l'Euro 2020. E il calendario non ha fatto sconti: alla 19a (12 gennaio 2020) si giocano Roma-Juve e Lazio-Napoli (dunque il campionato si conclude con Juve-Roma e Napoli-Lazio). E nella stessa giornata è in programma anche Atalanta-Inter. Napoli in trasferta le prime due per i lavori di rifacimento allo stadio San Paolo. Fra i big-match, Juve-Milan si gioca il 10 novembre alla 12a giornata.
Entrando più nel dettaglio, questa la prima giornata (con anticipi e posticipi ancora da stabilire): CAGLIARI-BRESCIA, FIORENTINA-NAPOLI, H. VERONA-BOLOGNA, INTER-LECCE, PARMA-JUVE, ROMA-GENOA, SAMPDORIA-LAZIO, SPAL-ATALANTA, TORINO-SASSUOLO ed UDINESE-MILAN
CLICCA QUI per scaricare il calendario completo della Serie A 2019/20

Ecco, di seguito, il calendario completo dell'Inter:
- Prima giornata (andata 25.08.19 - ritorno 19.01.20): INTER-Lecce
- Seconda giornata (andata 01.09.19 - ritorno 26.01.20): Cagliari-INTER
- Terza giornata (andata 15.09.19 - ritorno 02.02.20): INTER-Udinese
- 4a giornata (andata 22.09.19 - ritorno 09.02.20): Milan-INTER
- 5a giornata (andata 25.09.19 - 16.02.20): INTER-Lazio
- 6a giornata (andata 29.09.19 - ritorno 23.02.20): Sampdoria-INTER
- 7a giornata (andata 06.10.19 - ritorno 01.03.20): INTER-Juve
- 8a giornata (andata 20.10.19 - ritorno 08.03.20): Sassuolo-INTER
- 9a giornata (andata 27.10.19 - ritorno 15.03.20): INTER-Parma
- 10a giornata (andata 30.10.19 - ritorno 22.03.20): Brescia-INTER
- 11a giornata (andata 03.11.19 - ritorno 05.04.20): Bologna-INTER
- 12a giornata (andata 10.11.19 - ritorno 11.04.20): INTER-Hellas Verona
- 13a giornata (andata 24.11.19 - ritorno 19.04.20): Torino - INTER
- 14a giornata (andata 01.12.19 - ritorno 22.04.20): INTER-Spal
- 15a giornata (andata 08.12.19 - ritorno 26.04.20): INTER-Roma
- 16a giornata (andata 15.12.19 - ritorno 03.05.20): Fiorentina-INTER
- 17a giornata (andata 22.12.19 - ritorno 10.05.20): INTER-Genoa
- 18a giornata (andata 05.01.20 - ritorno 17.05.20): Napoli-INTER
- 19a giornata (andata 12.01.20 - ritorno 24.05.20): INTER-Atalanta

--------------------
Leggi anche:
- 31/05/19: Antonio Conte è il nuovo allenatore dell'Inter
- 26/07/18: Serie A 2018/19: il calendario dell'Inter
- 27/07/17: Serie A 2017/18: il calendario dell'Inter
- 22/07/16: Serie A 2016/17: il calendario dell'Inter

domenica 28 luglio 2019

La classifica dei libri più venduti (di domenica 28 luglio 2019)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 28 luglio 2019):

1. (2) Andrea Camilleri: Il cuoco dell'Alcyon
2. (1) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo
3. (4) Stefania Auci: I leoni di Sicilia
4. (3) Maurizio de Giovanni: Il pianto dell'alba
5. (=) Lucinda Riley: La stanza delle farfalle
6. (=) A.V.: Cinquanta in blu
7. (=) Me contro Te: Entra nel mondo di Luì e Sofì
8. (=) Gianrico Carofiglio: La versione di Fenoglio
9. (n) Andrea Camilleri: Ora dimmi di te
10. (n) Corina Bomann: L'eredità di Agneta

[settimana precedente]

Arriva "Presenza oscura", il nuovo romanzo di Wulf Dorn

I libri di Wulf Dorn, da sempre, sono considerati dei thriller più che interessanti. Lo scrittore tedesco, uno dei miei preferiti, torna il prossimo 29 agosto, edito da Corbaccio, con Presenza Oscura.

Pagine: 359
Editore: Corbaccio (29 agosto 2019)
ISBN-13 per la versione cartacea: 978-8867005857
ASIN per la versione eBook: B07VCF7CB8
Prezzo di copertina: 16,57 euro per la versione cartacea e 9,99 euro per la versione eBook

Il mio nome è Nikka. Mi hanno uccisa. Ma questo è solo l'inizio.
Quando Nikka, sedici anni, si risveglia dal coma in ospedale fatica a ricordare cosa sia successo. Era a una festa, questo lo ricorda, insieme alla sua amica Zoe. Ma poi? Poi, improvvisamente un blackout. Nikka ha provato l'esperienza della morte: per ventuno terribili minuti il suo cuore ha cessato di battere, ma il suo cervello ha continuato a funzionare. E Nikka ricorda un tunnel buio in cui si intravedeva una luce e ricorda che anche Zoe era con lei. E quindi rimane scioccata alla notizia che Zoe è scomparsa proprio durante la festa e che da allora manca da casa. Che sia stata uccisa? Nikka è convinta di no e appena riesce incomincia a cercarla... Ma fin dove sarà disposta a spingersi per salvare la sua migliore amica?

----------
Gli altri libri di Wulf Dorn che ho letto e recensito:
- 27/10/2012: La psichiatra [letto ma non recensito]
- 28/05/2015: Il superstite
- 28/06/2015: Follia profonda
- 22/08/2015: Il mio cuore cattivo
- 05/10/2015: Phobia
- 22/10/2016: Incubo
- 22/04/2017: Gli eredi

National Geographic Italia: i numeri di settembre ed ottobre 2008

----- Settembre 2008 -----
- Milano, segreti d'acqua. "Milano è più bella di Venezia!", sosteneva Stendhal, che agli inizi dell'Ottocento vide i navigli correre tra le case. Ma c'è anche molto altro. Milano cela un mondo d'acqua, misterioso ma ancora in gran parte visibile.
- Gli elefanti di Samburu. Dopo decenni di ricerche sul campo Iain Douglas-Hamilton, uno dei più grandi esperti di elefanti al mondo, svela i complessi rapporti familiari e sociali di questi maestosi animali.
- Misure estreme. L'abbattimento selettivo degli elefanti è una pratica proibita dal 1995. Ma ora, le popolazioni del Sudafrica sono in forte crescita, e la misura potrebbe essere reintrodotta.
- Che botte! Lo sport più amato a EI Alto, in Bolivia, è la lotta delle cholitas, donne che combattono in gonna e bombetta.
- La buona terra. Il futuro del pianeta è sotto i nostri piedi: dagli Stati Uniti all'Africa, passando per la Cina, National Geographic fa il punto sulla salute del suolo del pianeta.
- Un futuro a secco? La desertificazione interessa circa il 30% del nostro suolo. Cosa si sta facendo in Italia per salvare i terreni dal degrado?
- Sahara Verde. Tornano alla luce i resti delle misteriose tribù che abitarono il deserto quando era una distesa lussureggiante.
- Le tombe di Takarkori. La scoperta della missione italiana in Libia: una necropoli dove sono sepolti solo donne e bambini.
- Vele nel blu. Pinna dorsale eretta e livrea iridescente: è la tenuta da caccia degli spettacolari pesci vela.
- Ambiente italia. Benvenuti a Torraca (Sa), anche detta "Led city".
- Archivio italiano (Il ritorno in ufficio): Lunedì si ricomincia. Breve carrellata fotografica sul ritorno dalle vacanze e dalle ferie nei primi 50 anni del XX secolo.

----- Ottobre 2008 -----
- Gli ultimi Neandertal. Dominarono l'Eurasia per 200.000 anni, e per un po' convissero con Homo sapiens. Studi recenti rivelano importanti novità su questi nostri parenti preistorici, ma una domanda resta insoluta: perché scomparvero?
- Alberi monumentali. Il Corpo Forestale ha fatto il primo passo: un censimento degli alberi di interesse naturalistico e storico della penisola. Ora tocca alle istituzioni proteggere e tutelare questi patriarchi verdi, che in molti casi sono stati testimoni di eventi importanti della storia d'Italia.
- Il canto del gigante buono. Per secoli le balene franche nordatlantiche sono state oggetto di una caccia spietata che ha quasi sterminato la specie. Oggi questi giganti del mare, ridotti a meno di 400 individui, devono affrontare un nuovo pericolo: le reti da pesca e le collisioni con le navi.
- Autostrada per il futuro. Un'autostrada nuova di zecca unisce le quattro città più popolose dell'India, portando modernità e offrendo opportunità di lavoro in un paese in forte crescita economica. Ma per chi vive nelle zone rurali attraversate dal nastro d'asfalto l'impatto può essere sconvolgente, e lo stile di vita "semplice" tanto caro a Gandhi, che caratterizzò l'India postcoloniale, rischia di diventare un ricordo.
- A caccia di guai. Il variopinto gruccione è un uccello che ama il rischio: vola da un continente all'altro come se nulla fosse, ha una tecnica tutta sua per cacciare gli insetti velenosi e conduce una vita sociale estremamente complessa e variata.
- Ambiente Italia: l'Agro Pontino. Erano paludi selvagge e inospitali, regno della malaria. Poi, negli anni '30, una radicale bonifica trasformò quell'ostico paesaggio in fertile terreno agricolo. Ma ora le pianure dell'Agro Pontino rischiano nuovamente di perdere il loro fragile equilibrio.
- Archivio italiano (Bonifica littoria): L'Ascensione delle paludi. Breve carrellata fotografica sulla bonifica delle Paludi Pontine tra gli anni '10 e '39 del XX secolo.

lunedì 22 luglio 2019

Arriva "L'istituto", il nuovo romanzo di Stephen King

Stephen King, l'indiscusso "Re" dell'horror, è appena sbarcato nelle librerie con Odio volare, una raccolta di 17 racconti horror dedicata agli aerei, che è già pronto a "regalarci" un altro suo libro: la sua prossima fatica letteraria ha per titolo L'istituto (The Institute, nella versione originale) e in Italia sarà pubblicata, come sempre, da Sperling & Kupfer. Nei giorni scorsi, inoltre, è stato annunciato che uscirà il prossimo 10 settembre in contemporanea con gli Stati Uniti.
Nel nuovo romanzo faremo la conoscenza di Luke Ellis, un bambino con poteri sovrannaturali, rapito e intrappolato (non prima di avergli sterminato l'intera famiglia), insieme ad altri suoi coetanei, in un istituto da cui poter scappare sembra quanto mai impossibile.
Oddio, letta così, la trama non è proprio originale (e penso subito a L'incendiaria), per non parlare dei temi ampiamente sfruttati in altre sue opere: poteri sovrannaturali (come in Carrie), i frangitori della saga della Torre Nera, infanzia distrutta (come in It), esperimenti sui bambini ed una organizzazione/ente che vorrebbe sfruttarne i poteri. Speriamo bene...
La versione cartacea de L'istituto su Amazon costa 18,61 euro, quella digitale per il Kindle 15,99 euro.

----- Stephen King - L'istituto -----
Pagine: 576 pagine
Editore: Sperling & Kupfer (10 settembre 2019)
ISBN-13 per la versione cartacea: 978-8820068288
ASIN per la versione eBook: B07VKM6JBP

domenica 21 luglio 2019

La classifica dei libri più venduti (di domenica 21 luglio 2019)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 21 luglio 2019):

1. (r) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo
2. (1) Andrea Camilleri: Il cuoco dell'Alcyon
3. (2) Maurizio de Giovanni: Il pianto dell'alba
4. (=) Stefania Auci: I leoni di Sicilia
5. (=) Lucinda Riley: La stanza delle farfalle
6. (9) A.V.: Cinquanta in blu
7. (6) Me contro Te: Entra nel mondo di Luì e Sofì
8. (10) Gianrico Carofiglio: La versione di Fenoglio
9. (8) Georges Simenon: Marie la strabica
10. (7) Marcello Simoni: L'enigma dell'abate nero

[settimana precedente]

National Geographic Italia: i numeri di luglio e agosto 2008

----- Luglio 2008 -----
- Il vero Jurassic Park. I tirannosauri non sono sempre stati le spaventose creature che conosciamo: i loro antenati avevano dimensioni ben più ridotte, e si predavano fra loro. Lo rivela uno straordinario giacimento di fossili scoperto in Cina.
- Costa Smeralda. Ormai sinonimo di lusso, glamour e gossip, in quest'angolo di Sardegna batte da sempre un cuore "verde". Ma è ancora così?
- L'oro rosso dei tabarchini. Sulle tracce degli antichi liguri che, passando per la Tunisia, approdarono sull'isola sarda di San Pietro.
- Assassinio a Virunga. Chi ha ucciso i sette gorilla del più bel parco africano? Un'inchiesta svela il dramma di una regione dilaniata dalla guerra e dalla lotta per il controllo delle risorse.
- Altipiano della Bolivia. Fuoco, ghiaccio, vento e sale, ma anche fenicotteri, vigogne, volpi, laghi, e una grande ricchezza mineraria, il tutto a oltre 3.000 metri di altitudine. Questo è l'Altopiano della Bolivia, un paesaggio ultraterreno "regno" dei discendenti degli Inca.
- Il ritorno degli Indios. Resta uno dei paesi più poveri e instabili dell'America Latina, ma grazie agli introiti delle sue risorse naturali e all'elezione di Evo Morales - primo presidente indio in 500 anni di storia - oggi la Bolivia può perlomeno sperare in un futuro migliore.
- Un difficile eden. Squali e altri predatori marini abbondano a Kingman Reef, eppure quest'atollo presenta un ecosistema corallino meravigliosamente intatto. Sarà questo il suo segreto?
- Ambiente Italia: Trino e Saluggia. Due comuni del vercellese, distanti una trentina di chilometri, condividono depositi di rifiuti nucleari tra i più grandi d'italia. Dove andranno a finire i rifiuti? E che succederà se torniamo al nucleare?
- Archivio italiano: Vacanze di lusso e le belle estati. Breve carrellata fotografica sulle vacanze di lusso durante il periodo estivo degli anni 40/60 del XX secolo.
Occhio privato: Folco Quilici. Alcuni scatti "di mare" del celebre scrittore, fotografo e documentarista in occasione della sua mostra a Firenze.

----- Agosto 2008 -----
Mappa in allegato: Cartina fisico-politica dell'Iran (lato A);L'impero di Persia (lato B)
- Persia, il cuore antico dell'Iran. Per comprendere appieno l'Iran di oggi, l'identità più autentica del suo popolo, perfino le sue attuali ambizioni nucleari, è necessario tornare indietro di svariati secoli, quando l'Impero Persiano era non solo la più grande superpotenza che il mondo avesse mai visto, ma anche una culla di civiltà e di tolleranza.
- Troppo buone. L'isola di Bioko, in Guinea Equatoriale, viene definita dai biologi "il paradiso delle scimmie". I rari primati che la popolano, però, sono considerati una ghiottoneria dalla popolazione locale, e vengono quindi cacciati senza pietà. Uno straordinario quartetto di fotografi sbarca sull'isola africana per documentare la situazione attuale.
- Isole minori d'Italia. I "continentali" le amano perché sono solitarie, lontane e un po' primitive, luoghi di biodiversità, di fuga. E le prendono d'assalto, soprattutto d'estate, cancellandone i pregi. Paradossi e meraviglie delle briciole dei nostri mari e laghi.
- Mosca non dorme mai. Dai ristoranti di lusso ai quartieri infestati dalla criminalità: Martin Cruz Smith, autore di Gorky Park, si aggira tra modelle bellissime, nababbi dell'ultima ora e bande di rapinatori per ritrarre il lato oscuro della nuova capitale russa.
- Obiettivo Terra. Lo spazio pullula di asteroidi e comete che rappresentano una potenziale minaccia per la Terra. Gli scienziati che le studiano avvertono: nella Pasqua del 2036, potrebbe avvenire un impatto devastante...
- Ambiente Italia: Tevere. Il terzo fiume d'Italia è malato: lungo le sue sponde, illegalità e inquinamento sono all'ordine del giorno. Ma il vero problema del Tevere è nel suo ultimo tratto: dalle porte di Roma alla foce di Fiumicino.
- Archivio italiano (Porti, approdi e marine): Piccole isole d'altri tempi. Breve carrellata fotografica sulle isole italiane prese d'assalto dai turisti durante il periodo estivo degli anni 30-50 del XX secolo.

giovedì 18 luglio 2019

Luciano De Crescenzo: tutti (o quasi) i suoi libri


Questa mattina è morto lo scrittore, regista e attore Luciano De Crescenzo. Aveva 91 anni. Da alcuni giorni era ricoverato a Roma. Nato a Napoli, il 18 agosto 1928, dopo essersi laureato in Ingegneria idraulica, capì che la sua vera vocazione era quella di "scrittore divulgatore". La sua prima opera Così parlò Bellavista vendette oltre 600 mila copie. Negli anni è diventato autore di successo internazionale, pubblicando oltre 50 titoli, tra cui opere di saggistica sulla storia della filosofia, dai greci a quella moderna. E' stato anche autore televisivo e attore: nel cinema esordì con "Il Pap'occhio", di Renzo Arbore.
"Con la scomparsa di Luciano De Crescenzo perdiamo tutti un grande amico. Era un maestro per tutte le cose belle che ci ha fatto conoscere. E' una gravissima perdita per la cultura italiana e per la città di Napoli, di cui era un esponente fiero e orgoglioso. Abbiamo fatto insieme film, zingarate, trasmissioni tv e passato tanto tempo insieme. Da lui ho imparato l'umorismo napoletano raffinato". Queste le commosse parole di Renzo Arbore per la morte dell'amico e collega.

Questo l'elenco (incompleto) dei suoi libri:
1977: Così parlò Bellavista
1978: Raffaele
1979: La Napoli di Bellavista. Sono figlio di persone antiche
1981: Zio Cardellino
1983: Storia della filosofia greca. I presocratici
1985: Oi dialogoi. I dialoghi di Bellavista
1986: Storia della filosofia greca. Da Socrate in poi
1987: La domenica del villaggio
1989: Vita di Luciano De Crescenzo scritta da lui medesimo
1991: Elena, Elena, amore mio
1991: Zeus. I miti dell'amore
1992: Zeus. I miti degli eroi
1993: Croce e delizia
1993: I miti degli dei (con 2 VHS)
1993: Socrate
1993: Viaggio in Egitto, come Luciano De Crescenzo & Co., Magreglio, Shakespeare and Company
1994: I miti della guerra di Troia (con 2 VHS)
1994: Usciti in fantasia. Nove racconti
1994: Panta rei. Tutto scorre
1995: I grandi miti greci. A fumetti (24 volumi)
1996: Ordine e disordine
1997: Nessuno. L'Odissea raccontata ai lettori d'oggi
1997: Sembra ieri
1998: Il tempo e la felicità
1999: I grandi miti greci. Gli Dei, gli eroi, gli amori, le guerre
1999: Le donne sono diverse
2000: La distrazione
2001: Tale e quale
2002: Storia della filosofia medioevale
2003: Storia della filosofia moderna. Da Niccolò Cusano a Galileo Galilei
2003: Love. L'amore ai tempi del viagra, con Diabolik, Roberto Gervaso, Milo Manara, Flavio Oreglio, Arrigo Petacco, Andrea G. Pinketts, Folco Quilici, il Conte Uguccione, Paolo Villaggio e Stefano Zecchi
2004: Storia della filosofia moderna. Da Cartesio a Kant
2005: I pensieri di Bellavista
2007: Il pressappoco. Elogio del quasi
2008: Il caffè sospeso. Saggezza quotidiana in piccoli sorsi
2008: Il nano e l'Infanta
2008: Monnezza e libertà
2009: Napoli ti voglio bene. Bellavista trent'anni dopo
2009: Socrate e compagnia bella
2010: Ulisse era un fico
2011: Tutti santi me compreso
2012: Fosse 'a Madonna!. Storie, grazie, apparizioni della mamma di Gesù
2013: Garibaldi era comunista. E altre cose che non sapevate dei grandi della storia
2013: Gesù è nato a Napoli. La mia storia del presepe
2014: Ti porterà fortuna. Guida insolita di Napoli
2015: Stammi felice. Filosofia per vivere relativamente bene
2015: Ti voglio bene assai. Storia e (filosofia) della canzona napoletana
2016: Non parlare, baciami. La filosofia e l'amore
2016: 7 idee per 7 filosofi (adattamento di Socrate e compagnia bella)
2018: Sono stato fortunato. Autobiografia
2019: Napolitudine. Dialoghi sulla vita, la felicità e la smania 'e turnà (con Alessandro Siani)

mercoledì 17 luglio 2019

Andrea Camilleri: tutti (o quasi) i suoi libri


Questa mattina presto è morto, a 93 anni, il grande scrittore Andrea Camilleri. Lo ha comunicato la Asl Roma-1 "con profondo cordoglio", precisando che "le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali. Per volontà del Maeìstro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio".
Noto a tutti come il papà del Commissario Montalbano, Camilleri prima che scrittore di successo è stato regista di teatro, tv e radio, oltre che sceneggiatore. E'stato anche docente di regia all'Accademia nazionale arte drammatica. In Rai a 24 anni, nel 1949, come delegato alla produzione e poi regista e sceneggiatore, prima di dare vita a Montalbano Camilleri lega il suo nome a diverse importanti produzioni poliziesche (da Sheridan a Maigret), oltre ad opere teatrali, Pirandello in primis.
L'esordio letterario nel 1978, il primo Montalbano nel 1994, La forma dell'acqua: cento i libri che ha scritto, 27 quelli ambientati nella Vigata del commissario. Destinato a uscire postumo l'inedito Riccardino, a chiudere la saga.
In tv Montalbano è andato con 34 titoli e 196 passaggi, dal 1999 a oggi: ascolìti sempre altissimi per le fiction Rai.

Questo l'elenco dei suoi libri (evidenziati in giallo i romanzi della saga del Commissario Montalbano):
1959: I teatri stabili in Italia (1898 - 1918)
1978: Il corso delle cose
1980: Un filo di fumo
1984: La strage dimenticata
1992: La stagione della caccia
1993: La bolla di componenda
1994: La forma dell'acqua
1995: Il birraio di Preston; Il gioco della mosca
1996: Il cane di terracotta; Il ladro di merendine
1997: La voce del violino
1998: La concessione del telefono; Un mese con Montalbano
1999: La mossa del cavallo; Gli arancini di Montalbano
2000: La gita a Tindari; La scomparsa di Patò; Biografia del figlio cambiato; Favole del tramonto
2001: Racconti quotidiani; Gocce di Sicilia; L'odore della notte; Il re di Girgenti; Le parole raccontate. Piccolo dizionario dei termini teatrali
2002: La paura di Montalbano; L'ombrello di Noè. Memorie e conversazioni sul teatro; Le inchieste del Commissario Collura
2003: Il giro di boa; La presa di Macallè
2004: La prima indagine di Montalbano; La pazienza del ragno
2005: Privo di titolo; La luna di carta; Il medaglione; Il diavolo Tentatore Innamorato
2006: La Pensione Eva; La vampa d'agosto; Le ali della sfinge
2007: Pagine scelte di Luigi Pirandello; Il colore del sole; Le pecore e il pastore; Boccaccio. La novella di Antonello da Palermo; La pista di sabbia; Voi non sapete. Gli amici, i nemici, la mafia, il mondo nei pizzini di Bernardo Provenzano; Maruzza Musumeci; L'occhio e la memoria. Porto Empedocle 1950
2008: Il tailleur grigio; Il campo del vasaio; Il casellante; La muerte de Amalia Sacerdote; L'età del dubbio; La Vucciria (con il racconto La ripetizione e una Nota sulla Vucciria)
2009: Un sabato, con gli amici; Il sonaglio; Il cielo rubato. Dossier Renoir; La danza del gabbiano; La tripla vita di Michele Sparacino; Un inverno italiano. Cronache con rabbia 2008-2009; Un onorevole siciliano. Le interpellanze parlamentari di Leonardo Sciascia
2010: Il nipote del Negus; La caccia al tesoro; Acqua in bocca (un racconto scritto "a quattro mani" con Carlo Lucarelli); Di testa nostra. Cronache con rabbia 2009-2010; L'intermittenza; Il sorriso di Angelica; La storia de Il Naso di Nikolaj V. Gogol'
2011: La moneta di Akragas; Gran Circo Taddei e altre storie di Vigàta; Il gioco degli specchi; La setta degli angeli
2012: Il diavolo, certamente; La Regina di Pomerania e altre storie di Vigàta; Dentro il labirinto; Una lama di luce; Una voce di notte; Un'amicizia. Angelo Canevari
2013: Il tuttomio; La rivoluzione della luna; Come la penso. Alcune cose che ho dentro la testa; Un covo di vipere; Magarìa; La banda Sacco; La lingua batte dove il dente duole. Dialogo sulla lingua con Tullio De Mauro
2014: La creatura del desiderio; Inseguendo un'ombra; Segnali di fumo; La piramide di fango; Donne; Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano
2015: La relazione; Il quadro delle meraviglie. Scritti per teatro, radio, musica, cinema; La giostra degli scambi; La targa (con lo scritto Caro Maestro di Giuseppina Torregrossa) Le vichinghe volanti
e altre storie d'amore a Vigàta; Certi momenti
2016: Noli me tangere; Quanto vale un uomo (libro+cd); L'altro capo del filo; Topiopì; La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta
2017: La rete di protezione; Esercizi di memoria
2018: Il metodo Catalanotti; Ora dimmi di te. Lettera a Matilda; I tacchini non ringraziano
2019: La casina di campagna (con il racconto Il topotappo e altri topi); Conversazione su Tiresia; Km 123 (Il giallo Mondadori); Il cuoco dell'Alcyon

domenica 14 luglio 2019

[Recensione] Il sigillo del cielo

Il sigillo del cielo. Le avventure di Cal Donovan, vol. 4
di: Glenn Cooper

Titolo originale: The Showstone
Formato: Kindle (2051 KB)
Pagine: 312
Editore: Casa Editrice Nord (10 giugno 2019)
ASIN: B07QS1HV5B
Data di acquisto: prenotazione del 24 aprile 2019
Letto dall'8 al 14 luglio 2019

----- Sinossi -----
Mosul, 1095. Daniel Basidi è un uomo di fede. Eppure teme che stavolta il Signore abbia caricato un fardello troppo grande sulle sue spalle. Per anni ha cercato di mettere il suo dono al servizio degli altri. Ma quest'ultima rivelazione, terribile e sublime, non può essere condivisa con nessuno, perché è troppo pericolosa. Daniel deve portarla con sé nella tomba.
Iraq, 1989. Hiram Donovan è un uomo di scienza. Eppure, quando tocca quella pietra sepolta nella sabbia, si sente come pervadere da una corrente elettrica. E ha paura. Infrangendo la legge e i suoi stessi principi morali, Hiram sottrae l'oggetto dallo scavo e lo spedisce alla moglie, in America. Sarà l'ultima cosa che farà prima di morire.
New York, oggi. Cal Donovan è un uomo d'azione. Eppure, non appena riceve la notizia che sua madre è stata uccisa, si sente crollare la terra sotto i piedi. All'apparenza sembrerebbe un furto andato male, se non fosse che in casa non manca nulla. I presunti ladri hanno messo a soqquadro ogni stanza, senza prendere né gioielli, né quadri, né contanti. Che cosa cercassero, Cal lo scopre dopo qualche giorno, in una scatola da scarpe nascosta in fondo ad un armadio. Un pacco ancora sigillato che suo padre aveva mandato dall'Iraq trent'anni prima. All'interno, c'è l'ossessione che ha tormentato avventurieri e imperatori, il segreto per cui hanno dato la vita santi e ciarlatani, la minaccia che deve restare sepolta, per il bene del mondo. E ora tocca a Cal proteggerla. A ogni costo.

----- L'incipt del libro -----
Alqosh, Iraq, 1989.
La sabbia gialla era così impalpabile che bastava il minimo refolo di vento per trasportarla ovunque. La tenda del direttore degli scavi era realizzata in tela cerata e con cuciture rinforzate, eppure non riusciva a tener fuori la terra, nonostante la sua ottima fattura e l'insistente richiesta del direttore di togliersi gli scarponi e spazzolare i vestiti prima di entrare. Hiram Donovan non amava condividere la sua abitazione temporanea coi silicati. I granelli s'infilavano nel suo kit da toilette, tra le lenzuola, nella custodia per gli occhiali e nell'attrezzatura fotografica: la sabbia era il suo nemico mortale. L'unica arma davvero efficace di cui disponesse era Najib Toubi, il cameriere che, armato di scopa e paletta di plastica, combatteva contro quella piaga inanimata mattina, pomeriggio e sera.

----- La mia recensione -----
"C'è un trono di perfezione da cui ogni cosa ti sarà rivelata, così come il tuo cuore brama da lungo tempo".
Quella che doveva essere una trilogia (incentrata sulle avventure di Cal Donovan) è diventata una tetralogia... ma la cosa non mi disturba affatto. Anzi, visto il libro che ho appena finito di leggere, è stata anche una piacevole lettura.
Ebbene sì, Cal Donovan è tornato. Ed è tornato in grandissima forma, nonostante in questo quarto episodio venga colpito nei suoi affetti più cari.
Leggendo Il sigillo del cielo è come leggere tre romanzi in uno: il primo ci racconta della nuova avventura del nostro eroe; il secondo ci narra della prima Crociata ed il terzo, molto ben documentato, ci porta sulle tracce di John Dee (un alchimista, astrologo ed astronomo - o ciarlatano? - elisabettiano). Tre romanzi scorrevolissimi che, strada facendo, si "incontrano" e si intrecciano attorno ad un "oscuro" specchio di ossidiana in grado di evocare gli angeli... e non solo!
La parte da leone spetta, ovviamente, sempre a Cal Donovan ed alle sue ricerche. Anche se, giusto per scrupoloso, il finale è un po' troppo frettoloso... tuttavia, lascia aperto uno spiraglio per un'eventuale seguito.
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I libri di Glenn Cooper che ho letto e recensito:
- I figli di Dio. Cal Donovan, vol. 3 (1 luglio 2018)
Il debito. Le avventure di Cal Donovan, vol. 2 (22 novembre 2017)
Il segno della croce. Le avventure di Cal Donovan, vol. 1 (13 novembre 2016)
L'invasione delle tenebre (Dannati, vol. 3) (23 novembre 2015)
La porta delle tenebre (Dannati, vol. 2) (25 giugno 2015)
Dannati (Dannati, vol. 1) (19 ottobre 2014)
Il calice della vita (16 febbraio 2014)
Il tempo della verità (25 ottobre 2013)
I custodi della Biblioteca (25 dicembre 2012)
Letti ma non recensiti: La mappa del destino; L'ultimo giorno; La Biblioteca dei morti; Il marchio del diavolo; Il libro delle anime

La classifica dei libri più venduti (di domenica 14 luglio 2019)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 14 luglio 2019):

1. (2) Andrea Camilleri: Il cuoco dell'Alcyon
2. (1) Maurizio de Giovanni: Il pianto dell'alba
3. (r) Antonio Scurati: M. Il figlio del secolo
4. (3) Stefania Auci: I leoni di Sicilia
5. (4) Lucinda Riley: La stanza delle farfalle
6. (5) Me contro Te: Entra nel mondo di Luì e Sofì
7. (6) Marcello Simoni: L'enigma dell'abate nero
8. (n) Georges Simenon: Marie la strabica
9. (n) A.V.: Cinquanta in blu
10. (8) Gianrico Carofiglio: La versione di Fenoglio

[settimana precedente]

Le copertine degli albi di Zagor del 1984 e 1985

----- Zagor, albo n. 222: Il profeta -----
Data di uscita: gennaio 1984
Soggetto e sceneggiatura: Tiziano Sclavi
Disegni: Pini Segna
Copertina: Gallieno Ferri
Si fa chiamare Paranormus. È un misterioso individuo che afferma di essere un profeta e convince bianchi e indiani ad andarsene da Darkwood. In realtà, lavora per il losco mister Diamond, che si vuole impadronire di Darkwood. Zagor contrasta Panormus, ma viene colpito dalle folgori di Manito...

----- Zagor, albo n. 223: Duello ai Grandi Laghi -----
Data di uscita: febbraio 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Bignotti
Copertina: Gallieno Ferri
Nella regione dei Grandi Laghi, gli indiani Menominee contendono ai Winnebago il territorio di caccia. Il colonnello Steenway propone, per evitare una guerra, che i migliori guerrieri delle due tribù si affrontino in una partita di baggatigway, uno sport che ricorda l'attuale rugby. I Winnebago hanno, però, bisogno di un fuoriclasse per vincere, e reclutano Zagor...

----- Zagor, albo n. 224: L'imboscata -----
Data di uscita: marzo 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Bignotti e Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Canada. Zagor e Cico sono catturati dalla tribù schiavista dei Kutchin, che li fa prigionieri. I Kutchin accettano di unirsi ad altre tribù in una grande rivolta contro i bianchi, guidata dal misterioso "Colui-che-non-muore", dietro il quale si cela un vecchio nemico di Zagor. In questo numero: a pag. 39, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Bignotti); da pag. 40 a pag. 98, "L'imboscata" (di Toninelli/Donatelli).

----- Zagor, albo n. 225: L'invulnerabile -----
Data di uscita: aprile 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Eskimo, il capo dei Falchi delle Nevi, è sopravvissuto alle gelide acque del fiume dove era finito ed è diventato invulnerabile: nessuna arma lo può ferire! Zagor, però, riesce a fuggire dagli indiani Kutchin, e si dirige verso Fort Resolution, l'obiettivo dei ribelli. Riuscirà a evitare che lo distruggano?

----- Zagor, albo n. 226: Il ritorno di SuperMike -----
Data di uscita: maggio 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli e Alfredo Castelli
Disegni: Franco Donatelli e Gallieno Ferri
Copertina: Gallieno Ferri
I Penitenti degli Ultimissimi Giorni sono una setta religiosa che predica il distacco dalle cose materiali. Zagor e Cico vanno a Paragua, dove si trova il fondatore della setta, il Superpenitente... ovvero la loro vecchia conoscenza Mike Gordon, alias SuperMike. In questo numero: a pag. 28, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Donatelli); da pag. 29 a pag. 98, "Il ritorno di SuperMike" (di Castelli/Ferri).

----- Zagor, albo n. 227: Il treno fantasma -----
Data di uscita: giugno 1984
Soggetto e sceneggiatura: Alfredo Castelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
SuperMike è veramente cambiato? Si è realmente pentito delle sue azioni criminose? Chissà... Non è questo, però, il problema più importante, adesso, per Zagor e Cico: il loro vecchio amico ingegner Robson è scomparso nel nulla insieme a una locomotiva! SuperMike si offre di collaborare alle indagini: ma sarà affidabile?

----- Zagor, albo n. 228: I diavoli neri -----
Data di uscita: luglio 1984
Soggetto e sceneggiatura: Alfredo Castelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Cico viene avvicinato da un vecchio indiano, che gli parla di un luogo in cui sono tenuti prigionieri molti uomini rossi. È una miniera nascosta nelle viscere della terra, dove Cico viene condotto da misteriosi individui incappucciati e dove ritrova l'ingegner Robson.

----- Zagor, albo n. 229: Il volto del nemico -----
Data di uscita: agosto 1984
Soggetto e sceneggiatura: Alfredo Castelli e Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
C'è un piano diabolico dietro la scomparsa dell'ingegner Robson e soltanto Zagor e SuperMike possono distruggere la banda di criminali che stanno sfruttando gli indiani: sapranno appianare la loro antica rivalità? In questo numero: a pag. 57, si conclude l'avventura precedente (di Castelli/Ferri); da pag. 58 a pag. 98, "Gara di tiro" (di Toninelli/Ferri).

----- Zagor, albo n. 230: Le cinque piume -----
Data di uscita: settembre 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Il tradizionale rendez-vous dei trapper è funestato da una catena di delitti. Ogni vittima viene uccisa con una freccia che porta come sinistro ornamento alcune piume di corvo: cinque per il primo morto, quattro per il secondo, e così via. Chi è l'assassino?

----- Zagor, albo n. 231: Viaggio nella paura -----
Data di uscita: ottobre 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Gallieno Ferri e Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Attaccati dai predoni indiani di Faccia Tagliata, Zagor e Cico ricevono l'aiuto di lord Beau Whyndam, un nobile inglese che ha scommesso di riuscire ad attraversare gli Stati Uniti, da costa a costa, in soli cento giorni. I nostri accettano di fargli da guida, ma, vicino a un tumulo funerario, si imbattono in terrificanti presenze... In questo numero: a pag. 16, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Ferri); da pag. 17 a pag. 98, "Viaggio nella paura" (di Toninelli/Donatelli).

----- Zagor, albo n. 232: Naufragio sul Missouri -----
Data di uscita: novembre 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Navigando sul Missisippi, i nostri subiscono alcuni attentati: si tratta forse di qualcuno interessato a far perdere la scommessa a Lord Beau? Riescono comunque ad arrivare in un villaggio Mandan, dove incontrano il simpatico russo Piotr Bezukoff, e dove Beau si innamora della bella indiana Kee-Noah...

----- Zagor, albo n. 233: Fuga nella prateria -----
Data di uscita: dicembre 1984
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Kee-Noah è stata rapita dai Pawnee, che la vogliono sacrificare alla Stella del Mattino! Zagor, Beau e Piotr Bezukoff (zio della ragazza) vanno a liberarla. Ci riescono e lord Whyndam decide di sposare la giovane pellerossa Kee-Noah.

----- Zagor, albo n. 234: Faccia Tagliata -----
Data di uscita: gennaio 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli e Daniele Nicolai
Disegni: Franco Donatelli e Gallieno Ferri
Copertina: Gallieno Ferri
Il tempo stringe e i nostri devono assolutamente raggiungere il Pacifico se Beau vuole vincere la scommessa. Ma devono combattere contro gli indiani schiavisti Kwakiutl ed evitare la continua minaccia del loro misterioso sabotatore... Di chi si tratta? In questo numero: a pag. 59 si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Donatelli); da pag. 60 a pag. 98, "Le cascate d'argento" (di Nicolai/Ferri).

----- Zagor, albo n. 235: Il marchio dell'infamia -----
Data di uscita: febbraio 1985
Soggetto e sceneggiatura: Daniele Nicolai
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Fiore Nascente, la figlia del capo dei Seneca Aquila Bianca, è innamorata di Zagor e ciò suscita la gelosia di Freccia Veloce, che tenta di uccidere l'incolpevole antagonista. A questa vicenda se ne intreccia un'altra: alcuni membri del consiglio degli anziani sono stati rapiti, e anche Fiore Nascente è in pericolo!

----- Zagor, albo n. 236: La grotta delle mummie -----
Data di uscita: marzo 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Zagor è stato scelto per essere uno dei quattro Custodi degli Antichi, che preservano il luogo in cui sono conservati i corpi mummificati degli antenati dei Kiowa. Fra i Custodi c'è, infatti, anche Winter Snake, capo dei Kiowa. Ma Zagor, una volta all'interno della grotta, uccide un custode, tramortisce gli altri due e fugge con i preziosi ornamenti sacri: che cosa gli è successo?

----- Zagor, albo n. 237: Zagor contro Zagor -----
Data di uscita: aprile 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Gallieno Ferri e Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Olaf Botegosky, il sosia di Zagor, si è sostituito al vero Spirito con la Scure per rubare i preziosi tesori dei Kiowa. Ma Zagor e Winter Snake raggiungono Botegosky e i suoi complici e riescono a scoprire l'insospettabile mandante del furto... In questo numero: a pag. 46, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Ferri); da pag. 47 a pag. 98, "La capanna del pino solitario" (di Toninelli/Donatelli).

----- Zagor, albo n. 238: Agguato all'alba -----
Data di uscita: maggio 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Qualcuno vuole sterminare la famiglia di Ben Hobel. Ha già ucciso due dei suoi quattro figli, Ed e Mike, e sembra deciso a completare l'opera. Chi è? E per quale motivo ha messo in atto il suo piano? In questo numero: a pag. 58, si conclude l'avventura precedente; da pag. 59 a pag. 98, "Il forte del mistero".

----- Zagor, albo n. 239: La morte nell'aria -----
Data di uscita: giugno 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
I soldati di Fort Bend sono morti soffocati. Indossavano strane maschere. Zagor scopre che l'eccidio è stato causato dalla nuova invenzione del professor Adolfo Verybad, un gas asfissiante assolutamente letale. Un militare corrotto se ne è impadronito e semina la morte... In questo numero: a pag. 59, si conclude l'avventura precedente; da pag. 60 a pag. 98, "I vigilantes del grande fiume".

----- Zagor, albo n. 240: Sabotaggio! -----
Data di uscita: luglio 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
River Patrol: un'organizzazione di vigilantes fondata da O'Bannion che, dopo aver liberato il bacino fluviale di Port Allegany dai fuorilegge e dagli indiani, taglieggia i proprietari delle imbarcazioni che percorrono il fiume. Greg, un amico di Zagor, non accetta la loro protezione, e subisce degli attentati. Zagor, allora, organizza un'altra spedizione fluviale per far commettere un passo falso agli uomini della River Patrol...

----- Zagor, albo n. 241: Il battello degli uomini perduti -----
Data di uscita: agosto 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli e Gallieno Ferri
Copertina: Gallieno Ferri
Il Trailer, la barca sulla quale viaggiano Zagor e Cico, è più volte attaccata dagli uomini della River Patrol, ma il Re di Darkwood risponde colpo su colpo, anche perché dispone di un'arma segreta: il misterioso indiano Banack, che era stato suo pard prima di incontrare Cico. Si avvicina il canto del cigno per la River Patrol... In questo numero: a pag. 52, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Donatelli); da pag. 53 a pag. 98, "La terra da cui non si torna" (di Toninelli/Ferri).

----- Zagor, albo n. 242: La palude dell'orrore -----
Data di uscita: settembre 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Ingiustamente incolpata di aver compiuto una rapina, una compagnia di attori girovaghi scappa nella misteriosa "Terra-da-cui-non-si-torna": nel loro carro c'è anche Cico, addormentato! Zagor fa parte della posse che dà loro la caccia, ma non crede alla colpevolezza dei saltimbanchi. Comunque, inseguiti e inseguitori attraverseranno una terra maledetta, popolata da mostri...

----- Zagor, albo n. 243: Terra maledetta -----
Data di uscita: ottobre 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Gallieno Ferri e Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
La "Terra-da-cui-non-si-torna" tiene fede al suo nome e richiede un pesante tributo di sangue. Rospi carnivori, enormi struzzi, deserti sterminati sono soltanto alcuni degli ostacoli incontrati da Zagor e dagli uomini che la attraversano. Ma la prova più difficile avrà per sfondo le Pietre Taglienti, dove il vero autore della rapina svelerà finalmente il suo volto... In questo numero: a pag. 79, si conclude l'avventura precedente (di Toninelli/Ferri); da pag. 80, "Tamburi di morte" (di Toninelli/Donatelli).

----- Zagor, albo n. 244: I guerrieri della città sepolta -----
Data di uscita: novembre 1985
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
Un gruppo di guerrieri che portano strani elmi attacca gli indiani Hupa. Si tratta degli Hokonam, un popolo ritenuto scomparso. Zagor si reca nella città e qui scopre la vera identità e i veri piani del loro leader mascherato...

----- Zagor, albo n. 245: Carovane combattenti -----
Data di uscita: dicembre 1985
Soggetto e sceneggiatura: Giorgio Pelizzari
Disegni: Franco Bignotti
Copertina: Gallieno Ferri
Zagor, su incarico del colonnello Blackwell, guida un convoglio che trasporta armi e munizioni destinate agli avamposti. L'attacco di un gruppo di indiani ribelli si risolve in un massacro. Dei bianchi si salvano soltanto Zagor, il sergente Cannon e il tenente Dern, che, una volta tornati a Fort Winter, accusa Zagor di essere in combutta con i pellerossa...

sabato 13 luglio 2019

Zagor Classic, albo n. 5: La valle proibita

Zagor Classic, albo n. 5: La valle proibita

Data di uscita: 13 luglio 2019
Soggetto, sceneggiatura, disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro

Quando la "Stella del fiume", un enorme battello a vapore di proprietà del bieco mister Sparrow, invade senza averne diritto i territori di Darkwood, rischiando di fare strage di innocenti pescatori indiani, Zagor e Cico decidono di intervenire. Per fermarne la sanguinaria corsa, i nostri salgono a bordo di nascosto scoprendo che l'imbarcazione cela una bisca clandestina truccata per spennare quattrini a ignari giocatori, eliminando chiunque sospetti l'inganno...

lunedì 8 luglio 2019

Magico Vento (il ritorno), albo n. 1: La notte della cometa

Magico Vento (il ritorno), albo n. 1: La notte della cometa

Data di uscita: 6 luglio 2019
Editore: Sergio Bonelli Editore e IF Edizioni
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Gianfranco Manfredi
Disegni: Darko Perovic
Copertina: Corrado Mastantuono
Prezzo di copertina: 3,90 euro

1881. Magico vento, in Messico, ha delle visioni angosciose, nelle quali un gigantesco serpente luminoso sorge dal profondo della terra e sale in cielo. Poe lo raggiunge, per comunicargli che in Arizona un giovane sciamano apache chiamato Il Sognatore ha aggregato molti fedeli: annuncia che gli eroi apache stanno per resuscitare per condurre il loro popolo alla vittoria finale contro i bianchi. Parallelamente a Tucson un giornale ha ripescato un'antica profezia e ha pubblicato in prima pagina che la fine del mondo è vicina. Il Generale Crook è preoccupato che tutto ciò crei un nuovo clima di tensione e che possa esplodere una nuova guerra. Magico Vento segue Poe a Tucson. Per strada incontrano i fratelli Wyatt e Virgil Earp, anche loro diretti in città per catturare dei fuorilegge. Una notte appare in cielo la cometa di Halley. Tutti in città vi vedono la fine dei tempi. Magico Vento vede nella cometa il serpente annunciatogli dalla visione. Intanto i fratelli Earp danno la caccia ai banditi. Nel corso dello scontro, un deposito di esplosivi salta per aria, spargendo un incendio devastante. Sembra davvero arrivata l'Apocalisse.
In questo albo un esclusivo poster in omaggio.

domenica 7 luglio 2019

La classifica dei libri più venduti (di domenica 7 luglio 2019)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 7 luglio 2019):

1. Maurizio de Giovanni: Il pianto dell'alba
2. Andrea Camilleri: Il cuoco dell'Alcyon
3. Stefania Auci: I leoni di Sicilia
4. Lucinda Riley: La stanza delle farfalle
5. Me contro Te: Entra nel mondo di Luì e Sofì
6. Marcello Simoni: L'enigma dell'abate nero
7. Glenn Cooper: Il sigillo del cielo
8. Gianrico Carofiglio: La versione di Fenoglio
9. Don Winslow: Il confine
10. Ilaria Tuti: Ninfa dormiente

[precedente]

giovedì 4 luglio 2019

National Geographic Italia: i numeri di giugno e luglio 2019

---------- Giugno 2019 ----------
Vol. 43 - N. 6 (n. 257 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro
In copertina: Un barcone carico di migranti fotografato dall'elicottero al largo della costa libica il 7 giugno del 2014. Fotografia di Massimo Sestini.
Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Il grande viaggio. Sono quasi 70 milioni nel mondo, secondo i dati dell'Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite, le persone che hanno abbandonato la loro abitazione. Di queste, 40 milioni sono sfollati nel Paese di provenienza. Altri 25,4 milioni sono rifugiati, più 3,1 milioni di richiedenti asilo. L'85% è ospitato in Paesi in via di sviluppo. Dei rifugiati, tre su cinque provengono da Sud Sudan, Afghanistan e Siria. Ce n'era una manciata sul barcone che il 7 giugno 2014, mentre attraversava il Mediterraneo diretto verso l'Europa, fu sorvolato da un elicottero della Marina militare italiana con a bordo Massimo Sestini. La foto che ne è uscita, che vi riproponiamo in apertura del servizio di copertina, ha fatto il giro del mondo, diventando una delle testimonianze più intense di questi viaggi della speranza. Ma Sestini ha voluto fare di più. Con il supporto del team Tv di National Geographic, che ha abbracciato il progetto con entusiasmo e ostinazione, è andato in cerca dei migranti che si trovavano su quel barcone per raccontarne la storia. E dopo una lunga ricerca, anche attraverso appelli sui social network e sui media internazionali, alcuni di quei volti si sono prestati di nuovo a farsi ritrarre, nelle loro nuove case, in giro per l'Europa, dall'Italia alla Francia, alla Germania. È Fabrizio Gatti, inviato dell'Espresso che ha voluto provare in prima persona l'esperienza di migrante, a raccontarci le loro storie in queste pagine. E il 20 giugno, sul canale tv di National Geographic, li troverete protagonisti del documentario di Jesus Garcés Lambert "Where are you? Dimmi dove sei". Vi diranno del loro viaggio, delle loro paure, della traversata e delle torture. Vi diranno di quanto sia preziosa e dolce la libertà.
- Dimmi dove sei. Nel giugno del 2014 il fotografo Massimo Sestini catturava un'immagine di un barcone sovraccarico destinata a diventare simbolo della migrazione nel Mediterraneo. Oggi alcuni dei protagonisti di quella fotografia possono raccontare la loro storia.
- Turismo faunistico. È un aspetto molto remunerativo dell'industria del turismo globale, alimentato dai social media e dalla smania di farsi fotografare in compagnia di animali esotici. Ma spesso i turisti non sono consapevoli dei maltrattamenti subiti dagli animali.
- Pangolini, vittime predestinate. Cacciati per la carne e per le squame i pangolini sono tra i mammiferi più bizzarri al mondo. Siamo ancora in tempo per salvarli?
- Sargassi. Le alghe che alimentano la biodiversità marina.
- Fotodiario: La storia nella sabbia. Il fotografo David Burnett ritrae, da decenni, le spiagge della Normandia per immortalare un luogo legato indissolubilmente alla guerra.
- Nel regno dei relitti. Su un atollo corallino in mezzo all'oceano, il fotografo Thomas P. Peschak scopre un paradiso primordiale, dove anche lui è parte dell'ecosistema.


---------- Luglio 2019 ----------
Vol. 44 - N. 1 (n. 258 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro
In copertina: Questa foto, intitolata Earthrise (il sorgere della Terra) è stata scattata dall'astronauta William Anders durante la missione Apollo 8 in orbita lunare. Una copia della pellicola originale è conservata al Johnson Space Center di Houston. Fotografia di Dan Winters.
Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Una nuova era spaziale. "Abbiamo deciso di andare sulla Luna. Abbiamo deciso di andare sulla Luna in questo decennio e di impegnarci anche in altre imprese, non perché sono semplici, ma perché sono ardite...". Era il 12 settembre 1962 quando John Fitzgerald Kennedy, presidente degli Stati Uniti, pronunciava il suo storico discorso alla Rice University di Houston, Texas, pochi mesi dopo che il tenente colonnello John Glenn aveva compiuto tre orbite intorno alla Terra a bordo della capsula Friendship 7, parte della missione Mercury-Atlas 6. Gli Stati Uniti avevano cinque anni di ritardo rispetto ai rivali dell'Unione Sovietica, che avevano mandato nello spazio Yuri Gagarin nel 1957. E nello scenario della Guerra fredda quel divario incolmabile, all'apparenza, era inaccettabile agli occhi degli americani. Fu così che Kennedy decise di investire tutta la credibilità del paese nella NASA, con uno sforzo che sarebbe costato denaro, fatica e vite umane. Come quelle di Virgil Grissom, Edward White e Roger Chaffee, gli astronauti morti nel rogo dell'Apollo 1 il 27 gennaio 1967. Quella sfida ebbe fine la notte del 20 luglio 1969, quando Neil Armstrong e Buzz Aldrin misero piede per primi sul suolo lunare. Tre anni più tardi, con la missione Apollo 17, si sarebbe concluso il programma Apollo. La scommessa era vinta, era sotto gli occhi di tutti. Dodici uomini, dodici astronauti statunitensi, avevano fatto visita al nostro satellite, in un'epica avventura che ha lasciato una traccia indelebile nella storia dell'esplorazione umana dello spazio. Ma quell'evento ha segnato solo l'inizio del nostro viaggio. Una nuova era spaziale è alle porte.
- Luna: conto alla rovescia. Cinquant'anni fa mettemmo piede sulla Luna per la prima volta. Storia e conseguenze della corsa allo spazio.
- Spazio. Che cosa ci aspetta? Esplorazione e business, ecco la corsa allo spazio del futuro.
- Il mare alla fine del mondo. Il progetto Pristine Seas di National Geographic ha contribuito a istituire aree marine protette in tutto il mondo. Questa nuova spedizione mira a proteggere le acque tanto remote quanto ricche di vita al largo della Patagonia argentina.
- Sul filo del rasoio. Quanto resisterà un paese relativamente pacifico come il Niger al centro del caos dell'Africa Occidentale?
- A spasso con i Borgia. Le vicende di una casata leggendaria a 500 anni dalla morte di Lucrezia.
- Fotodiario: Mondi alcolici. Il fondo di un bicchiere di scotch può dar vita ad immagini di mondi celestiali.
- L'altra metà dello spazio. Dal punto di vista fisico e psicologico, le donne sono più adatte ad affrontare lunghe missioni spaziali.

martedì 2 luglio 2019

Zagor, albo n. 699: Mistero sul Monte Naatani

Zagor, albo n. 699: Mistero sul Monte Naatani

Corrispondente a Zagor Gigante n. 648
Data di uscita: 2 luglio 2019
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Gianni Sedioli e Marco Verni
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Mentre un gruppo di misteriosi individui incappucciati si riunisce sotto la guida di Quaritch, l'ex-assistente del professor Hellingen, Tonka convoca Zagor al proprio villaggio chiedendo il suo aiuto. Infatti, alcuni mohawk sono scomparsi sul monte Naatani, là dove in passato gli Akkroniani avevano costruito la loro base. Intanto, anche Verybad si è recato a Darkwood con importanti notizie per lo Spirito con la Scure...