martedì 5 novembre 2019

Zagor, albo n. 703: La formula della morte

Zagor, albo n. 703: La formula della morte

Corrispondente a Zagor Gigante n. 652
Data di uscita: 2 novembre 2019
Pagine: 100
Soggetto: Vittorio Sossi
Sceneggiatura: Mirko Perniola
Disegni: Alessandro Chiarolla
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

L'ingegnere Joss Beaumont, creduto morto in un disastro minerario che ha provocato la morte di decine di operai nella miniera di Keating, in realtà è sopravvissuto. Beaumont ha scoperto che le vittime sono in gran parte da addebitarsi al proprietario dell'impianto di estrazione, il bieco Milton Miller, il quale ha sigillato le aperture degli scavi per impedire all'incendio di bruciare il carbone, fonte della sua ricchezza. Da qui, il suo desiderio di vendetta che si concretizza in una serie di attentati esplosivi e incendiari ai danni di collaboratori della compagnia mineraria e di alcune strutture logistiche. Esperto di sostanze chimiche qual è, Beaumont ha progettato la formula della "beaumontite", un micidiale esplosivo. Lo sceriffo Baker, marshall di Coalbridge, la cittadina che ospita la sede della compagnia di Miller dopo l'abbandono di Keating, divenuta una città fantasma, ha chiesto l'aiuto di Zagor per catturare l'attentatore, di cui ignora l'identità, anche perché si copre il volto con una inquietante maschera. Milton Miller non collabora con le indagini, preoccupato che qualcuno scopra i suoi tanti loschi affari e anche le sue responsabilità nella catastrofe di Keating. Spencer, suo fratello, invece fornisce allo Spirito con la Scure tutte le informazioni di cui dispone, nella speranza che l'attentatore venga catturato prima che fra le vittime finiscano lui stesso e Mary, figlia di Milton. Mister Miller, intanto, dà ordine ai suoi uomini di eliminare Baker e Zagor prima che scoprano qualcosa. In effetti Zagor scopre che Beaumont vuol far saltare una diga che fa funzionare, con la pressione dell'acqua, una segheria utile a Miller per le sue attività. Il braccio destro di Miller, O'Connor, intanto trama per derubare il suo stesso capo, sottraendo le paghe destinate ai minatori.

Nessun commento:

Posta un commento