domenica 8 marzo 2020

National Geographic Italia: i numeri di marzo ed aprile 2009

----- Marzo 2009 -----
- Insospettabile Abruzzo. Alcune zone ricordano il Tibet, altre Yellowstone: con un terzo del suo territorio protetto, dal punto di vista naturalistico è tra le regioni più ricche d'Europa. Ma la sua varietà di piante e animali è un segreto condiviso da pochi.
- Si comincia da casa. Come tagliare le emissioni di CO₂ in casa propria? L'esperimento di un giornalista americano.
- Verde speranza. L'Italia è tra le ultime in Europa nella lotta al riscaldamento globale. Ma c'e chi guarda al futuro.
- Sulle orme del giaguaro. Come evitare che il più grande felino delle Americhe si aggiunga a tigri e leoni nel triste elenco delle specie a rischio? L'unico sistema sembra quello di creare una serie di "strade" verdi lungo cui migrare tra un habitat protetto e l'altro: il Paseo del Jaguar, il sentiero del giaguaro.
- Sinai. Per mezzo secolo la penisola è stata teatro del conflitto fra Egitto e Israele. Poi, il sud del Sinai è diventato il divertimentificio del Medio Oriente, grazie alla pace firmata nel 1979. Una pace che le bombe non sono riuscite a distruggere.
- Titani blu. Giganti del mare (da adulte raggiungono i 25 metri di lunghezza) le balenottere azzurre sono state poste sotto tutela fin dagli anni Sessanta. Eppure, la loro popolazione stenta ancora a riprendersi. Per scoprire perché, un team di ricercatori solca l'Atlantico per seguire la migrazione di alcune balene, fra le quali una tutta bianca...
- Ambiente Italia: Taranto. Secondo alcuni dati, la città pugliese sarebbe la più inquinata in assoluto dell'Europa occidentale. Colpa delle industrie, che riversano nell'aria enormi quantità di ossido di carbonio, CO₂ e diossina.
- Archivio italiano (splendori e scempi): C'era una volta il Bel Paese. Breve carrellata fotografica sugli scempi paesaggistici italiani tra la Prima guerra mondiale e gli anni '70 del secolo scorso.

----- Aprile 2009 -----
- Lei, il re. Fu uno dei più grandi sovrani d'Egitto, e il suo lungo regno fu caratterizzato da pace e prosperità. Hatshepsut, però, era una donna: cosa la spinse a rompere ogni convenzione governando come un uomo? Il ritrovamento della sua mummia riscrive una delle più affascinanti pagine della storia egizia.
- Australia a secco. Pascoli inariditi. Incendi a catena. Agricoltura in ginocchio. A causa della prolungata siccità, il Bacino Murray Darling, la dispensa dell'Australia, sta sperimentando in anticipo sul resto del mondo gli effetti del riscaldamento globale.
- Oasi di ghiaccio. L'arcipelago norvegese delle Svalbard è un vero e proprio paradiso per orsi, uccelli, foche e altri animali, abitato da appena 2.500 esseri umani. Per quanto tempo ancora durerà questo idillio?
- Raccolto amaro. Le braccia che sorreggono la nostra agricoltura vengono dall'Africa sub-sahariana, dall'Asia, dai paesi neocomunitari. Ma le condizioni in cui vivono i cosiddetti "lavoratori immigrati stagionali" spesso sono peggiori di quelle che hanno lasciato nei paesi d'origine.
- Santa Russia. Dopo il crollo del comunismo, milioni di russi in cerca di identità hanno riabbracciato la fede degli antenati. Oggi la rinata Chiesa ortodossa è una potenza, nonché una preziosa alleata del Cremlino di Putin.
- La scomparsa degli anfibi. Gli scienziati sono lapidari: è in atto un'estinzione di massa. E chi ne fa le spese sono gli anfibi, i più vulnerabili ai cambiamenti climatici e alle malattie.
- Ambiente Italia: Cinque Terre. Un paradiso di acqua e roccia punteggiato da una manciata di splendidi borghi, abitato da "montanari di mare" di grande intraprendenza, che hanno saputo trarre il meglio da un paesaggio aspro e difficile.
- Archivio italiano (Animali): Un mondo parallelo. Breve carrellata fotografica sugli animali da compagnia e da esibizione negli anni 1915-1957.

Nessun commento:

Posta un commento