martedì 30 giugno 2020

[Recensione] A tutto gas

A tutto gas
di: Joe Hill

Formato: Kindle (955 KB)
Pagine: 561
Editore: Sperling & Kupfer (15 ottobre 2019)
ASIN: B07YNFRP8H
Data di acquisto: prenotazione del 4 ottobre 2019
Letto dal 18 al 30 giugno 2020

----- Sinossi -----
Un inseguimento a tutto gas tra una banda di bikers e un camionista pazzo che si trasforma in una danza macabra nel deserto del Nevada; fratello e sorella che si addentrano in un campo di erba alta attirati dalle grida disperate di un bambino; una porticina che conduce in un mondo dove gli echi delle fiabe si tingono di sangue: la paura ha tanti volti in questa raccolta di racconti firmata da Joe Hill, e leggerli è come spingersi in una galleria degli orrori che ci terrorizza ma ci trascina dentro in maniera altrettanto irresistibile. Ipnotiche e inquietanti, queste tredici storie scavano nelle nostre fragilità nascoste, nei segreti che ci tormentano, nelle paure più profonde. Sono incubi che affondano le radici nella vita reale per assumere spesso connotati fantastici o soprannaturali; sono tredici imperdibili tappe di una odissea dark nei meandri più oscuri della mente umana. Una speciale antologia che dimostra (come se ce ne fosse ancora bisogno) il talento indiscusso di Joe Hill, tra storie totalmente inedite e altre già edite - due delle quali scritte a quattro mani con Stephen King: A tutto gas (Bikers) e Nell'erba alta. A quest'ultima è anche ispirato l'omonimo film prodotto da Netflix.

----- La mia recensione -----
"Per me, da sempre un topo di biblioteca, nulla sarebbe più terribile che morire quando mi mancano cinquanta pagine per finire un buon romanzo".
Visto che questo libro è una raccolta di racconti, eccovi il mio voto ad ogni racconto:
- A tutto gas (Bikers): 4
- Giostra di tenebre: 5
- Wolverton Station: 5
- Sulle sponde argentee del lago Champlain: 2
- Il fauno: 2
- Ritardatari: 5
- Mi importa solo di te: 5 [il miglior racconto del libro]
- Impronte digitali: 1
- Il diavolo sulle scale: 1
- Twittare dal Circo dei Morti Viventi: 3
- Mamme: 5
- Nell'erba alta: 4
- Siete liberi: 3
Voto finale (dato dalla media di tutti i precedenti voti): [4 su 5]

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

Libri (e fumetti) letti nel mese di giugno... e quelli da leggere a luglio!


I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a giugno 2020:
- 30: Joe Hill - A tutto gas
- 28: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 15 - Rotta verso l'ignoto
- 27: Zagor Darkwood Novels, albo n 2 - Il vento della prateria
- 26: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 14 - Il ritorno di Hellingen!
- 22: Dampyr, albo n. 1 - Il figlio del diavolo
- 18: Richard Chizmar - La piuma magica di Gwendy
- 16: Zagor Classic n. 16 - I demoni della boscaglia
- 15: Christian Jacq - Il figlio della luce. Il romanzo di Ramses, vol. 1
- 12: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 13 - Il mostro del lago
- 9: Autori vari - Andrà tutto bene
- 7: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 12 - La dimora spettrale
- 4: Zagor, albo n. 710 - La città della speranza
- 2: George R. R. Martin - Il portale delle tenebre. Cronache del ghiaccio e del fuoco, vol. 7
- 2: Cassidy, albo n. 1 - L'ultimo blues

Ed i libri in lettura per luglio 2020 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Stephen King - Se scorre il sangue
- Andrea Camilleri - La bolla di componenda
- Stefania Auci: I leoni di Sicilia
- Marco Buticchi: Il respiro del deserto
- Robert Dugoni: Una dose di troppo

lunedì 29 giugno 2020

La classifica dei libri più venduti (di domenica 28 giugno 2020)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 28 giugno 2020):

1. (=) Joël Dicker: L'enigma della camera 622
2. (=) Ferzan Ozpetek: Come un respiro
3. (=) Lyon Gamer: Le storie del mistero
4. (5) Valérie Perrin: Cambiare l'acqua ai fiori
5. (4) Me contro Te: Sfida il Signor S con Luì e Sofì
6. (n) Marco Malvaldi: Il borghese Pellegrino
7. (6) Camilla Läckberg: Ali d'argento
8. (n) Cristina Cassar Scalia: La Salita dei Saponari
9. (n) Kent Haruf: La strada di casa
10. (7) Ilaria Tuti: Fiore di roccia

[settimana precedente]

sabato 27 giugno 2020

Zagor Darkwood Novels, albo n. 2: Il vento della prateria

Zagor Darkwood Novels, albo n. 2: Il vento della prateria

Data di uscita: 27 giugno 2020
Pagine: 68
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Anna Lazzarini
Copertina: Michele Rubini
Prezzo di copertina: 3,50 euro

Il misterioso personaggio che a Philadelphia, nella seconda metà dell'Ottocento, racconta al giornalista Roger Hodgson aspetti poco conosciuti della vita di Zagor, eroe di cui da anni si sono perse le tracce, narra la storia d'amicizia fra lo Spirito con la Scure e un guerriero Kiowa, con cui va in cerca di cavalli bradi nelle praterie nordamericane. Una storia tragica e violenta, in cui ha un ruolo fondamentale la natura incontaminata delle grandi distese, su cui si muovono però anche uomini senza scrupoli per i quali la vita umana, soprattutto quella dei pellerossa, non ha alcun valore.

domenica 21 giugno 2020

La classifica dei libri più venduti (di domenica 21 giugno 2020)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 21 giugno 2020):

1. (n) Joël Dicker: L'enigma della camera 622
2. (7) Ferzan Ozpetek: Come un respiro
3. (4) Lyon Gamer: Le storie del mistero
4. (1) Me contro Te: Sfida il Signor S con Luì e Sofì
5. (2) Valérie Perrin: Cambiare l'acqua ai fiori
6. (5) Camilla Läckberg: Ali d'argento
7. (n) Ilaria Tuti: Fiore di roccia
8. (3) Maurizio de Giovanni: Una lettera per Sara
9. (6) Woody Allen: A proposito di niente
10. (8) Luca Bianchini: Baci da Polignano

venerdì 19 giugno 2020

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 26: Il cammino dei seminoles

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 26: Il cammino dei seminoles

Zagor e Cico nelle paludi della Florida, per affrontare l'ingiustizia a fianco dei seminoles...

Data di uscita: 19 giugno 2020
Pagine: 160
Figurine in allegato: 43, 82, 148, 180
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Gli indiani delle paludi (di Moreno Burattini)
- Il cammino dei seminoles (1969). Testi di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Tigre! (1976). Testi di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Giovanni Caboto - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

giovedì 18 giugno 2020

Un Bonelli al giorno... con i numeri 1!


A fine marzo, ossia quando in piena emergenza da Covid-19 si doveva restare chiusi a casa, Sergio Bonelli Editore ha regalato i numeri 1 dei suoi fumetti più noti in Pdf. Il primo numero ad essere reso disponibile per il download, il 23 marzo, è stato "Il totem misterioso", lo storico n. 1 di Tex (ma in versione Tex Classic). Il giorno dopo, quindi, è toccato a "La foresta degli agguati", il n. 1 del nostro Zagor. Successivamente, ogni fumetto è stato reso disponibile per il download gratuito per ventiquattr'ore.
Queste le parole con cui Michele Masiero, direttore editoriale della SBE, presentò l'iniziativa: "Sono giornate difficili per tutti noi, e sappiamo che questo è solo un piccolo gesto. Vogliamo però continuare a essere vicini ai nostri lettori: riusciamo nell'impresa grazie al lavoro eccezionale delle edicole e degli edicolanti, che ringraziamo veramente tantissimo, per tutto quello che fanno da sempre e per come si stanno prodigando ulteriormente nelle ultime settimane. Pensiamo, però, di fare cosa gradita ai nostri lettori e - perché no? - a chi vorrà avvicinarsi al mondo delle nuvole parlanti, offrendo un nuovo appuntamento quotidiano: un fumetto ogni mattina, per far sentire la nostra presenza e quella dei nostri personaggi anche all'interno delle loro case. In attesa di rincontrarci dal vivo, non appena sarà di nuovo possibile.

Gli albi (tutti n. 1) che sono stati resi disponibili per essere scaricati gratis (in Pdf) sono stati:
- Tex Classic: Il totem misterioso
- Zagor Classic: La foresta degli agguati
- Mister No: Mister No
- Martin Mystère: Gli Uomini in Nero
- Dylan Dog: L'alba dei morti viventi
- Nathan Never: Agente Speciale Alfa
- Julia: Gli occhi dell'abisso
- Cassidy: L'ultimo blues
- Dampyr: Il figlio del diavolo
- Morgan Lost: L'uomo dell'ultima notte
- Orfani: Piccoli spaventati guerrieri
- Dragonero: Il sangue del drago
- Il Commissario Ricciardi: Dieci centesimi
- Le Storie: Il boia di Parigi

[Recensione] La piuma magica di Gwendy

La piuma magica di Gwendy
di: Richard Chizmar

Formato: Kindle (9673 KB)
Pagine: 237
Editore: Sperling & Kupfer (18 febbraio 2020)
ASIN: B084H5QC5V
Data di acquisto: 11 febbraio 2020 [prenotazione]
Letto dal 15 al 18 giugno 2020

----- Sinossi -----
Bentornati nella città degli incubi.
Dopo una bufera di neve, la piccola città di Castle Rock si risveglia all'improvviso dal suo torpore: due adolescenti sono scomparse nel nulla. Lo sceriffo e la sua squadra danno subito il via alle ricerche, in una drammatica corsa contro il tempo.
A Washington, Gwendy Peterson ha iniziato una nuova vita, conquistando la fama come scrittrice e come politica. Si è lasciata alle spalle l'infanzia trascorsa a Castle Rock e il ricordo dell'estate in cui un uomo misterioso le aveva dato in custodia una scatola dotata di bottoni colorati e di ambigui poteri.
Tornato a riprendersela, lo sconosciuto le aveva promesso che non l'avrebbe rivista mai più.
E invece, ora, ecco ricomparire quella scatola, senza motivo e senza istruzioni. Proprio mentre da Castle Rock le giunge la notizia delle ragazze scomparse.
Gwendy ha sempre pensato di essere l'unica artefice del proprio successo, frutto di tenacia e duro lavoro. Ma forse il suo destino è legato a doppio filo a quella misteriosa scatola. Forse la missione che le era stata affidata non è ancora del tutto compiuta. Forse la attendono nuovi incubi da scongiurare prima di poter dormire sonni tranquilli.
Dopo il successo de La scatola dei bottoni di Gwendy, scritto a quattro mani con Stephen King, Richard Chizmar ci riporta a Castle Rock (patria d'elezione dell'immaginario kinghiano) per raccontarne il seguito. Una storia mozzafiato che ci interroga sul peso del fato e delle nostre decisioni, e sul prezzo che dobbiamo pagare per quelle stesse scelte quando ci portano a realizzare i nostri desideri più profondi.

----- L'incipit del libro -----
Il 16 dicembre 1999, un giovedì, Gwendy Peterson si sveglia prima che spunti il sole, si veste a strati per via del freddo ed esce a correre.
Fino a qualche tempo prima, zoppicava leggermente per una ferita al piede destro, ma sei mesi di fisioterapia e un plantare nelle sue New Balance preferite hanno risolto il problema. Adesso corre almeno tre o quattro volte alla settimana, di solito all'alba, quando la città ha appena iniziato ad aprire gli occhi.
Sono successe parecchie cose da quando Gwendy si è laureata alla Brown University e ha lasciato la sua cittadina nel Maine, Castle Rock, ma per raccontare la storia di questi quindici anni c'è tutto il tempo. Per il momento, stiamole dietro mentre fa il suo giro per la città.

----- La mia recensione -----
"Non scegliere una cosa perché è facile, sceglila perché è giusta".
La piuma magica di Gwendy è il seguito di La scatola dei bottoni di Gwendy, uscito un paio d'anni fa. Tuttavia, mentre La scatola è stato scritto a quattro mani da Stephen King e Richard Chizmar, La piuma è stato scritto solo dal secondo ma imitando (o, perlomeno, cercando di farlo) lo stile di King. Mi dispiace dirlo ma l'esperimento non è riuscito...
Intanto c'è da dire che la parte in cui viene descritta la vita della protagonista dopo i fatti successi ne La scatola è troppo sintetizzata e riduttiva (in pratica, la lasciamo bambina e la ritroviamo adulta e donna di successo, nonché lanciatissima in politica). La trama, poi, non è né eccezionale e né tantomeno originale: il mistero su una serie di rapimenti ed omicidi di fanciulle, come abbiamo visto fin troppe volte in tanti libri ed in tanti film, viene risolto grazie all'intervento del mistero e del soprannaturale. Tutto qui!
Tuttavia, il romanzo (ma sarebbe più giusto definirlo un raccolto lungo) scorre bene e si lascia leggere con facilità. Non mancano poi gli spunti di riflessione; uno su tutti: cosa faremmo noi per risolvere una situazione a noi sfavorevole pur sapendo, come nel classico "l'altro lato della medaglia", che ad ogni azione corrisponde sempre una reazione?
Voto: (2 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

lunedì 15 giugno 2020

[Recensione] Ramses. Il figlio della luce

Il figlio della luce. Il romanzo di Ramses, vol. 1
di: Christian Jacq

Formato: copertina flassibile
Pagine: 409
Editore: Mondadori (prima edizione dell'8 aprile 1997)
ISBN-10: 8804430303
Data di acquisto: 5 giugno 2020
Letto dal 9 al 15 giugno 2020

----- Sinossi -----
Prima puntata della saga di Ramses, l'avvenimento letterario dell'anno, una serie che ha venduto oltre tre milioni di copie. La storia del grandissimo faraone, il "figlio della luce", che portò all'apogeo la gloria del suo paese e ne diffuse la sapienza. Christian Jacq, esperto di egittologia, trasferisce nelle storie costruite attorno a personaggi realmente vissuti, le scoperte venute alla luce con gli studi più recenti.

----- L'incipit del libro -----
Il toro selvaggio, immobile, fissava il giovane Ramses.
Una bestia mostruosa: zampe grosse come pilastri, lunghe orecchie pendule, una barba dura sulla mandibola inferiore, il mantello bruno e nero. E aveva avvertito la presenza del giovane.
Ramses era affascinato dalle corna del toro, ravvicinate e rigonfie alla base per poi piegarsi all'indietro e quindi volgersi all'insù, sì da formare una sorta di casco concluso da punte acuminate, capaci di squarciare la carne di qualsiasi avversario.
L'adolescente non aveva mai visto un toro tanto enorme.
L'animale apparteneva a una razza temibile, che anche i migliori cacciatori esitavano a sfidare; pacifico nel suo clan, pronto a soccorrere i suoi simili feriti o malati, premuroso nell'educazione dei piccoli, il maschio si trasformava in tremendo guerriero quando se ne turbava la quiete. Infuriato dalla minima provocazione, caricava a velocità stupefacente e non si rabboniva se non dopo aver schiantato l'avversario.
Ramses arretrò d'un passo.

----- La mia recensione -----
"Un uomo vero si spinge fino al limite delle sue forze, un Re va oltre".
Primo volume (di cinque) sulla saga di Ramses, il più grande Faraone dell'Antico Egitto. Questo primo capitolo è incentrato sulla sua infanzia, adolescenza e, soprattutto, crescita spirituale sotto la guida del padre, il potente faraone Sethi I. Inoltre, faremo la conoscenza di tutta una sequela di personaggi... tra cui Mosè, uno dei migliori amici del piccolo protagonista.
Abbastanza interessanti i tratti storici e religiosi sull'Egitto faraonico ed i suoi risvolti sulle civiltà che lo circondavano. Si capisce benissimo che è stato scritto da un intenditore e studioso dell'Antico Egitto.
Il romanzo, molto interessante e scorrevole, è coinvolgente... merito anche di un ritmo sempre bello alto. Tuttavia, è una lettura leggera e senza grosse pretese e, per giunta, con un protagonista a volte davvero ingenuo (ma teniamo conto che stiamo parlando di un Ramses ancora fanciullo).
- Voto: (3 di 5)

domenica 14 giugno 2020

La classifica dei libri più venduti (di domenica 14 giugno 2020)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 14 giugno 2020):

1. (3) Me contro Te: Sfida il Signor S con Luì e Sofì
2. (10) Valérie Perrin: Cambiare l'acqua ai fiori
3. (4) Maurizio de Giovanni: Una lettera per Sara
4. (5) Lyon Gamer: Le storie del mistero
5. (n) Camilla Läckberg: Ali d'argento
6. (8) Woody Allen: A proposito di niente
7. (2) Ferzan Ozpetek: Come un respiro
8. (9) Luca Bianchini: Baci da Polignano
9. (n) Massimo Recalcati: La tentazione del muro
10. (r) Stefania Auci: I leoni di Sicilia

[settimana precedente]

venerdì 12 giugno 2020

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 25: Tentacoli!
Data di uscita: 12 giugno 2020
Pagine: 160
Figurine in allegato: 42, 86, 93, 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
Per recuperare un tesoro sommerso, Zagor deve lottare contro una gigantesca creatura...
In questo numero:
- Il mio Zagor. Tutti i film di Nolitta nella foresta di Darkwood (di Franco Licari)
- Tentacoli (1968). Testi di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- Una avventura in Florida (1969). Testi di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Giovanni Cabotto - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor Classic, albo n. 16: I demoni della boscaglia
Data di uscita: 12 giugno 2020
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guodo Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro
Zagor, Cico e il trapper Kirk sono in viaggio per fermare una guerra tra indiani e coloni. Durante il cammino, il messicano e Kirk sono rapiti dai misteriosi pigmei guidati da Madar, desideroso di vendicarsi dello Spirito con la Scure. Per liberare gli amici, Zagor dovrà sconfiggere misteriosi demoni... Nell'avventura che segue, Zagor si troverà ad affrontare un micidiale sicario che, armato di una carabina in grado di colpire con precisione da grande distanza, è stato ingaggiato col solo scopo di eliminare il protettore di Darkwood...

giovedì 11 giugno 2020

Recensione dell'inchiostro Lamy Blue-Black


A settembre 2016 avevo già recensito il Lamy Blue-Black (blu-nero) in cartuccia. Ora vediamo lo stesso inchiostro ma nel suo calamaio T52. E, visto che questo calamaio è un modello unico per tutti gli inchiostri di casa Lamy, la mia recensione sarà, per sommi capi, la stessa dei calamai contenente gli inchiostri nero e blu già recensiti su queste stesse pagine, cambierò solo la parte relativa all'inchiostro.


Si tratta, come potete vedere in queste mie foto, di una elegante boccetta (su Amazon costa poco meno di 15 euro) che contiene ben 50 ml di inchiostro (ne esiste anche una versione più piccola, chiamata Lamy T51, con 30 ml). Io ho preso questo modello contenente inchiostro blu-nero ma, come ho detto poc'anzi, di questa azienda tedesca in commercio ci sono anche quelli con gli inchiostri nero, rosso, blu, verde, turchese e tanti altri in edizione limitata o celebrativi.


Partiamo dalla confezione d'acquisto: la boccetta è inserita all'interno di un semplice ma pratico scatolino con alette (su cui sono indicate anche le istruzioni e le immagini per ricaricare la penna stilografica e la sua successiva pulitura). Una volta aperto lo scatolino, quindi, ecco emergere questa boccetta... o calamaio, per i più nostalgici!
La boccetta è in vetro ed è incastrata sopra una basetta in plastica nera e cava al centro... perché la boccetta vera e propria ha, alla sua estremità, una specie di "fossetta", utilissima per poter utilizzare fino all'ultima goccia di inchiostro contenuta al suo interno. Inoltre, dentro alla stessa basetta in plastica, è posta (uscendo da una fessura laterale) una piccola ma pratica striscia di carta assorbente con cui, una volta terminate le operazioni di ricarica, potremo anche pulire la punta della stilografica. A completezza d'informazione, vi segnalo che questa striscia di carta assorbente non è presente nel modello Lamy T51 (la boccetta più piccola e più economica).


Passiamo adesso alla prova vera e propria dell’inchiostro Lamy blu-nero.
Come avevo già scritto nella recensione dell'inchiostro in cartuccia, questo è un inchiostro molto fluido (non intasa o ostruisce la penna), abbastanza scorrevole e molto indicato per l'uso su documenti d'ufficio (o soltanto per firmare gli stessi). Il nome blu-nero è abbastanza fuorviante visto che si tratta di una colorazione tendente al grigiastro con, al massimo, qualche sfumatura di blu scuro. Comunque, l'effetto (evidentissimo appena l'inchiostro arriva sulla carta) non è per nulla sgradevole, ed anzi a me piace moltissimo. Tiene molto bene il contatto con l'acqua; sfumatura e spiumaggio sono completamente assenti.


L'asciugatura è velocissima: dopo 7-8 secondi puoi già passarci un dito sopra senza il rischio di sporcarti. E questo vuol dire che non ci saranno neanche problemi di attraversamento della carta (salvo quest'ultima non sia di pessima qualità).
A conclusione di questa brevissima recensione sull'inchiostro Lamy Blue-Black, ecco qui sotto la mia prova di scrittura: su un foglio di carta Rhodia, usando la penna stilografica Lamy Safary con pennino calligrafico 1.1, ho fatto un po' di schizzi, ghirigori vari e scritto una citazione di Giorgio Muggiani, pittore e socio fondatore della squadra di calcio dell'Inter:


Insomma, è un buon inchiostro, senza infamia e senza lode... e, per dirla tutta, è il classico inchiostro per la vita di tutti i giorni.

[clicca qui per tutte le altre recensioni di stilografiche, inchiostri ed altri strumenti di scrittura]

martedì 9 giugno 2020

[Recensione] Andrà tutto bene

Andrà tutto bene. Gli scrittori al tempo della quarantena
di: Autori vari

Formato: Kindle (2467 KB)
Pagine: 290
Editore: Garzanti (9 aprile 2020)
ASIN: B086MNRQVS
Data di acquisto: 9 aprile 2020
Letto dal 3 al 9 giugno 2020

----- Sinossi -----
Oggi la paura ha un nuovo nome: Covid-19. Per sconfiggerlo l'unica strada è rimanere a casa. Tra le quattro mura che ci hanno sempre protetto e che ora, però, sono diventate confini invalicabili. Sono diventate quasi un nemico. E invece, giorno dopo giorno, chi da sempre lavora con le parole ha scoperto che le stanze, le finestre, anche gli angoli più remoti di casa sono ali verso il mondo. Ognuno di loro ha così scelto il modo per dare vita a questa magia.
Dalle loro case, ventisei scrittori tra i più importanti del panorama italiano hanno dato un senso a questi giorni scegliendo di fronteggiare l'emergenza anche con le armi della letteratura. Per portare la loro quotidianità ai lettori che li amano. E hanno deciso di farlo insieme alla casa editrice Garzanti, devolvendo tutto il ricavato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.
C'è chi ha voluto parlare delle sue giornate, delle routine consolidate, delle novità che strappano un sorriso. Delle lacrime che non si riescono a fermare, ma anche della forza della natura che scioglie il nodo in gola. Di convivenze forzate, come di distanze dalle persone care che sembrano insormontabili. C'è chi racconta di vicini sconosciuti che non lo sono più e del lavoro che cambia nei suoi strumenti ma non nella sua sostanza. Alcuni ammettono l'errore di aver pensato che non poteva essere tutto vero o danno voce agli animali che, invece, sono felici che sia tutto vero. Altri affidano le riflessioni su questi strani giorni alla voce dei personaggi amatissimi che hanno creato. Tutti sono sicuri che usciremo più consapevoli di quello che è davvero importante e che ci incontreremo, ci abbracceremo e passeggeremo presto tutti insieme. Sono sicuri che la solidarietà sarà il valore che porteremo con noi senza poterne più fare a meno.
Tutti loro sono convinti che le parole, i libri, le storie, uniscono. Creano vincoli invisibili che spezzano ogni barriera. Mentre leggiamo non siamo mai soli. E siamo forti. E tutto appare come sarà. Perché andrà tutto bene.

----- La mia recensione -----
Visto che questo libro è una raccolta di racconti e spunti di riflessione di vari autori, eccovi il mio voto ad ogni lavoro (per brevità ho indicato solo il nome dello scrittore):
- Ritanna Armeni 4
- Stefania Auci 5
- Alice Basso 5
- Barbara Bellomo 5
- Gianni Biondillo 3
- Caterina Bonvicini (e Florence Noiville) 4
- Federica Bosco 2
- Marco Buticchi 4
- Cristina Caboni 3
- Donato Carrisi 5
- Anna Dalton 5
- Giuseppe Festa 5 [Oltre il confine è il miglio racconto del libro]
- Antonella Frontani 5
- Enrico Galiano 5
- Alessia Gazzola 3
- Elisabetta Gnone 5
- Massimo Gramellini 3
- Jhumpa Lahiri 5
- Clara Sánchez 3
- Giada Sundas 3
- Silvia Truzzi 3
- Ilaria Tuti 3
- Hans Tuzzi 1
- Marco Vichi 1
- Andrea Vitali 2
- Voto (dato dalla media di tutti i precedenti voti): (4 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

domenica 7 giugno 2020

La classifica dei libri più venduti (di domenica 7 giugno 2020)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 7 giugno 2020):

1. (n) Cristina Fogazzi ed Enrico Motta: Guida cinica alla cellulite
2. (6) Ferzan Ozpetek: Come un respiro
3. (2) Me contro Te: Sfida il Signor S con Luì e Sofì
4. (1) Maurizio de Giovanni: Una lettera per Sara
5. (4) Lyon Gamer: Le storie del mistero
6. (3) Suzanne Collins: Ballata dell'usignolo e del serpente
7. (=) Stephen King: Se scorre il sangue
8. (5) Woody Allen: A proposito di niente
9. (n) Luca Bianchini: Baci da Polignano
10. (8) Valérie Perrin: Cambiare l'acqua ai fiori

[settimana precedente]

venerdì 5 giugno 2020

Iniziamo la saga del Faraone...


Ebbene sì, ho deciso di iniziare questa nuova saga: quella del faraone Ramses, attraverso i cinque romanzi dello scrittore ed egittologo francese Christian Jacq. Ho già recuperato i primi due volumi (nelle primissime edizioni Mondadori del 1997):

----- Il figlio della luce. Il romanzo di Ramses, vol. 1
Formato: copertina flassibile
Pagine: 409
Editore: Mondadori (prima edizione dell'8 aprile 1997)
ISBN-10: 8804430303
Prezzo di acquisto: 3 euro (acquistato come usato ma in buono stato)
Prima puntata della saga di Ramses, l'avvenimento letterario dell'anno, una serie che ha venduto oltre tre milioni di copie. La storia del grandissimo faraone, il "figlio della luce", che portò all'apogeo la gloria del suo paese e ne diffuse la sapienza. Christian Jacq, esperto di egittologia, trasferisce nelle storie costruite attorno a personaggi realmente vissuti, le scoperte venute alla luce con gli studi più recenti.

----- La dimora millenaria. Il romanzo di Ramses, vol. 2
Formato: copertina flessibile
Pagine: 400
Editore: Mondadori (prima edizione dell'1 giugno 1997)
ISBN-10: 88-04432470
Prezzo di acquisto: 3 euro (acquistato come usato ma in ottimo stato)
Siamo agli albori di quello che sarebbe divenuto forse il regno più luminoso di tutta la millenaria storia egiziana. Sethi I aveva ormai associato il figlio Ramses al trono del "Regno delle due terre" perché, dopo il superamento di varie prove, gli era sembrato che gli dei avessero previsto per lui un futuro assai luminoso. La crescita spirituale del giovane principe non era però ancora certamente giunta ad una piena conclusione. Nemmeno dopo la morte del padre e la sua susseguente ascesa al trono il ragazzo sembrava essere ancora del tutto maturo. Molti erano i nemici da cui guardarsi e pochi i fedeli servitori dell'Egitto su cui contare veramente. In primis bisognava preoccuparsi della infida, ma potentissima, aristocrazia tebana, poi della gelosia dei fratelli del Faraone per un destino che non ritenevano giusto e infine del nemico più pericoloso, l'astuta casta sacerdotale che aveva in Karnak il suo centro di potere...

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 24: Il vampiro!

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 24: Il vampiro!

Zagor affronta la minaccia del Barone Rakosi, principe delle tenebre assetato di sangue...

Data di uscita: 5 giugno 2020
Pagine: 160
Figurine in allegato: 39, 50, 74, 193
Prezzo di copertina: 6,99 euro

 In questo numero:
- Il mio Zagor. Oltre i confini di Darkwood (di Moreno Burattini)
- Il vampiro! (1972). Testi di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- La strega rossa (1968). Testi di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Erik il Rosso e Leif il fortunato - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

mercoledì 3 giugno 2020

[Recensione] Tempesta di Spade

Tempesta di spade. Cronache del ghiaccio e del fuoco, tomo 3

----- Tempesta di spade (vol. 5)
Formato: copertina flessibile
Pagine: 457
Editore: Mondadori (22 marzo 2016)
ISBN-13: 978-8804662099
Data di acquisto: 26 luglio 2019
Letto dal 15 aprile al 6 maggio 2020
"Spesso i peggiori  stupidi sono più astuti degli uomini che ridono di loro".
Dopo la morte di re Renly Baratheon gli avversari che si contendono il Trono di Spade sono ridotti a quattro; il gioco di alleanze, inganni e tradimenti si fa sempre più spietato, sempre più labirintico, e l'ambizione dei contendenti non ha limite. Sui quattro re e sui paesaggi già devastati dalla guerra incombe la più terribile delle minacce: gli Estranei, guerrieri soprannaturali che non temono la morte. Perché l'hanno già conosciuta... Gli indeboliti, dilaniati Guardiani della notte sanno che i loro giorni potrebbero essere contati. Spetterà a Jon Snow, il bastardo di Grande Inverno, ergersi per una disperata, eroica, ultima difesa. Forse, la guerra per il potere supremo è ancora tutta da giocare.

----- I fiumi della guerra (vol. 6)
Formato: copertina flessibile
Pagine: 443
Editore: Mondadori (22 marzo 2016)
ISBN-13: 978-8804662082
Data di acquisto: 26 luglio 2019
Letto dal 6 al 19 maggio 2020
"Esistono battaglie che nessuna spada può vincere".
Un autunno di brutali tempeste flagella città distrutte e campi devastati. Robb Stark, il giovane re del Nord, pianifica un assalto per riconquistare la terra che è sempre stata della sua stirpe, mentre sua sorella Arya lotta ferocemente per la sopravvivenza. A molte leghe di distanza, Jaime Lannister è costretto a fare i conti con la mutilazione inflittagli dalla compagnia di ventura dei Guitti Sanguinari, mentre nell'estremo Nord l'esercito del popolo libero cala inesorabile verso la mastodontica Barriera di ghiaccio. Gli indeboliti, dilaniati guardiani della notte sanno che i loro giorni potrebbero essere contati. Spetterà a Jon Snow, il bastardo di Grande Inverno, ergersi per un'ultima difesa, disperata ed eroica.

----- Il portale delle tenebre (vol. 7)
Formato: copertina flessibile
Pagine: 445
Editore: Mondadori (22 marzo 2016)
ISBN-13: 978-8804662075
Data di acquisto: 26 luglio 2019
Letto dal 20 maggio al 2 giugno 2020
"All'inizio, siamo tutti pedine, uomini e donne. Anche quelli che pensano di essere giocatori. Tutti vogliono qualcosa. E quando scopri quello che una persona vuole, capisci anche chi è e sai come farla muovere".
Mentre l'inverno incombe sui Sette Regni, la Guerra dei Cinque Re sembra giunta alla sua conclusione. Con Robb Stark e tutto il suo esercito del nord annientati, con Balon Gryjoy inghiottito dalle acque e dalle rocce delle Isole di Ferro, il giovanissimo, demente Joffrey tiene ormai saldamente in pugno il Trono di spade. Il suo matrimonio con la splendida Margaery, unione che suggellerà l'alleanza tra i Lannister di Castel Granito e i Tyrell di Alto Giardino, è ormai prossimo. Ma l'oscura maledizione gettata sugli usurpatori da Stannis Baratheon per mano di Melisandre, ambigua sacerdotessa delle ombre, arriva a scatenarsi sulla Fortezza Rossa nel momento più inaspettato.

----- La mia recensione -----
Visto che tutti e tre i volumi formano un unico tomo (il terzo: Tempesta di spade) delle Cronache del ghiaccio e del fuoco, ne faccio un'unica recensione... e, per il momento, senza aver visto la serie televisiva "Il trono di spade".
Ma andiamo con ordine e partiamo subito con una domanda: perché leggere una lunghissima saga se non c'è, almeno per il momento, una conclusione certa? E la mia risposta è: perché quello che ho letto sino ad ora è bellissimo e spettacolare! Serve aggiungere altro...?
Terzo tomo che, rispetto ai due che lo hanno preceduto, ha visto notevolmente aumentare la violenza... in ogni sua forma! Bambini bruciati, gente sacrificata, uomini mutilati, evirati e torturati per sport o per il solo piacere di farlo. Ecco, in estrema sintesi, tutto quello che troveremo in queste pagine. Ma, paradossalmente, questo è anche tutto ciò che può affascinare un lettore di thriller ed horror come il sottoscritto.
Trovo Il trono di Spade una saga ben fatta e che merita assolutamente di essere letta: ha uno stile tutto particolare, con personaggi originali e complessi ed una storia articolata al punto giusto... anche se poi, alla fin fine, ti lascia con il fiato sospeso.
Infine, ancora una volta vi ricordo che manca il tomo finale dell'intera saga: George R.R. Martin non lo ha ancora scritto... e tutto quello che avete visto (per chi lo ha visto) nelle battute finali della serie TV, è pura invenzione (letteralmente) degli sceneggiatori.
- Voto: (5 su 5)

----------
I precedenti tomi che ho letto e recensito:
- 6 giugno 2019: Il gioco del trono. Cronache del ghiaccio e del fuoco, tomo 1
- 5 agosto 2019: Lo scontro dei re. Cronache del ghiaccio e del fuoco, tomo 2

Zagor, albo n. 710: La città della speranza

Zagor, albo n. 710: La città della speranza

Corrispondente a Zagor Gigante n. 659
Data di uscita: 3 giugno 2020
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Roberto Altariva
Disegni: Fabrizio Russo
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Il giovane Jerome aspetta in cella il compiersi del suo destino, accusato di un delitto che non ha commesso... mentre gli uomini agli ordini di Virgil Boyd fomentano la rabbia degli abitanti di Green Corner e guidano l'attacco per dare alle fiamme Nova Spes! Zagor affronta Murray e gli altri pistoleros di colore assoldati da Boyd per incolpare i neri di Nova Spes, e giunge in soccorso della città della Speranza fondata da mister Waters.

martedì 2 giugno 2020

Immuni: come scaricarla e come funziona


Finalmente è arrivata la tanto attesa Immuni, l'App che rispettando la privacy permette il tracciamento del Covid-19 (anche se sarebbe più giusto parlare di tracciamento dei contagi). Per il momento, facendo un po' da cavie, le prime regioni a poterla usare saranno Abruzzo, Liguria, Marche e la mia Puglia.
Io, abitando in provincia di Lecce, questa mattina ho subito scaricato l'App e, di conseguenza, vi riporto qui sotto tutto quello che bisogna sapere su di essa.


Requisito fondamentale per il vostro Smartphone: deve essere un Android o un iPhone con il sistema operativo aggiornato: iOS 13.5 per l'iPhone (e le foto di questo post si riferiscono proprio al mio iPhone 11) e versione 6 e Google Play Service aggiornato alla versione 20.18.13 per gli Android.
Una volta scaricata ed installata, si nota subito che Immuni ha una grafica minimalista ma assolutamente intuitiva: le primissime schermate, tra caselle varie da spuntare, mostrano alcune informazioni sulle sue finalità e sulla privacy; infine, si sceglie la regione e la provincia di residenza. Tutto qui!


Importantissimo (ma sarà direttamente Immuni a ricordarvelo): abilitate la richiesta di notifiche e, soprattutto, state attenti alle false comunicazioni da altre App che non siano la stessa Immuni.
La schermata principale (Home) di Immuni mostra, partendo dall'alto:
- lo stato dell'App (Servizio attivo nel mio caso);
- una casella con le informazioni su come proteggersi dal virus;
- una casella con le istruzioni sul funzionamento dell'app.


Ed è direttamente in quest'ultima casella che apprendiamo come Immuni associ ad ogni telefono un codice casuale (che cambia continuamente). I telefoni che si "incontrano", perciò, si scambiano (via Bluetooth low energy, per risparmiare la batteria dello Smartphone) soltanto questi codici casuali e nient'altro. A questo punto, ogni telefono controlla se ha precedentemente "incontrato" i codici condivisi da chi è risultato positivo al coronavirus... in tal caso si verrà immediatamente avvertiti.
Nella sezione Impostazioni, infine, troviamo la parte relativa al Caricamento dati... ma, ovviamente, sarà fondamentale l'assistenza di un operatore sanitario autorizzato. Ed è sempre in questa sezione che si potrà cambiare la provincia, lasciare una valutazione/recensione e dare un'occhiata all'informativa sulla privacy ed ai termini di utilizzo.


Per quanto mi riguarda, questo è tutto quello che c'è da sapere su Immuni. Resta solo da aspettare che il servizio diventi attivo dal prossimo 8 giugno (ma già domani ci sarà un piccolo test) per decidere se attivare l'App e così partecipare al tracciamento del Covid-19.


Per scaricare Immuni sul proprio Smartphone: Android - iPhone.
Info su Immuni: Link 1Link 2.