lunedì 13 luglio 2020

[recensione] La bolla di componenda

La bolla di componenda
di: Andrea Camilleri

Formato: copertina flessibile
Pagine: 124
Editore: Sellerio Editore Palermo (20 giugno 2018)
ISBN-13: 978-8838913686
Data di acquisto: 30 giugno 2020
Letto dall'11 al 13 luglio 2020

----- Sinossi -----
"Componenda" significa accordo, compromesso, transazione intesa a sanare un contenzioso tra parti. Fa pensare all'accordo tra due privati o, quando non privati, a pattuizioni di poteri occulti, torbidi, segreti. Tutto il contrario della posizione di uno stato di diritto che non compone, ma garantisce imparzialmente contro i torti. E invece, in Sicilia almeno, non si è dato nella storia potere che non si ritenesse parte di una componenda, di fronte ad altri poteri, a danno di chi, per modestia, per debolezza, per isolamento, non riusciva a garantirsi con nessun potere. E lo Stato italiano si aggiusterà a questa pratica tradizionale, nei confronti del brigantaggio, della mafia e dei tanti prepotenti.

----- L'incipit del libro -----
"Travagliari" - o meglio "travagghiari" - in siciliano significa semplicemente lavorare, senza fare differenza tra lavoro pesante, spaccareni, e lavoro leggero o di sola testa e magari di piacimento. In italiano invece le cose cangiano di radica: sempre e comunque travagliare implica grave pondo di fatica, sforzo, doloranza, si usa dire infatti del travaglio del parto oppure, in discorsi superni ci si compiace del travaglio dell'anima.

----- La mia recensione -----
"In Sicilia, parliamo solo di cose concrete, di fatti, non lasciamoci coinvolgere nel gioco delle supposizioni, delle insinuazioni, delle allusioni, delle mezze frasi, del detto e non detto. I siciliani in questo campo ambiguo sono maestri".
Andrea Camilleri è un affabulatore come pochi. Ed in questo libretto (datato 1993) ce ne dà ampia prova. Il maestro, usando come suo solito, un linguaggio semplice, colorito e tagliante, ci spiega il "metodo Sicilia" applicato al resto d'Italia; ossia, le cose dette e non dette in chiave "malandrinaggio". Tutto qui!
Libro divertente ed istruttivo ma che, in alcuni punti, è molto "soporifero" e ripetitivo.
- Voto: (3 su 5)

----------
Andrea Camilleri: tutti (o quasi) i suoi libri

Nessun commento:

Posta un commento