mercoledì 2 settembre 2020

National Geographic Italia - settembre 2020

National Geographic Italia - settembre 2020

Vol. 46 - N. 3 (n. 272 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Questa morbida mano di robot, realizzata con un materiale flessibile che le consente una presa più precisa e delicata, è stata realizzata presso il Laboratorio di robotica e biologia delle Technische Universität di Berlino.

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Intelligenti, ma diversi. L'appuntamento era fissato a Bordeaux per la settimana dal 23 al 29 giugno, ma la pandemia ha fatto rinviare anche quello. Così la 24a edizione della Robocup, il campionato mondiale di calcio per robot, è stata rinviata all'anno prossimo. Ideata nel 1993 e disputata per la prima volta a Nagoya, in Giappone, nel 1997, la manifestazione era nata con l'ambizioso obiettivo di sviluppare, entro il 2050, una squadra di robot umanoidi in grado di sfidare i campioni del mondo veri, quelli umani. Ma forse anche questo obiettivo andrà rimandato. I robot di oggi sono ancora troppo lenti, pesanti e impacciati per pensare che raggiungano presto le prestazioni umane. Ma in questi anni i progressi di robotica e intelligenza artificiale sono stati vertiginosi. E in certi contesti, soprattutto nell'industria, la fantascienza è già arrivata. Secondo la International Federation of Robotics, alla fine di quest'anno saranno più di tre milioni i robot industriali installati nelle aziende di tutto il mondo. Come racconta David Berreby nel reportage di copertina di questo numero, le macchine stanno imparando a svolgere i compiti più disparati, e presto o tardi arriveranno sui mercati i primi veri robot da compagnia, mentre l'intelligenza artificiale si fa sempre più sofisticata. La rivoluzione è iniziata, con tutte le preoccupazioni di natura etica e sociale che porta con sé. Ma i robot non ci sostituiranno. Possono svolgere con grande precisione e affidabilità compiti ben definiti, ma non avvicinano la complessità della mente umana. Starà a noi guidarne l'evoluzione e l'impiego, ma anche creare nuovi modelli per la società del futuro.

- I robot sono tra noi. I nuovi robot non sono simili a C-3PO di Guerre stellari. In realtà hanno ben poco di umano, pur essendo intelligenti, capaci e mobili. Sono disegnati per "vivere" e lavorare con gli esseri umani e sono sempre più presenti nella nostra vita quotidiana. Riusciremo a convivere con loro?
- Laghi senza ghiaccio. I Grandi Laghi americani ghiacciano sempre meno, stravolgendo economia e cultura di una intera regione.
- Tonto a chi? Altro che stereotipi: gli scaltri struzzi sanno cavarsela alla grande.
- La forza della conservazione. Un progetto ambizioso punta a preservare un terzo dei nostri oceani.
- Il coraggio di Danzica. La città di Solidarność è ancora un luogo capace di ispirare il cambiamento.

Nessun commento:

Posta un commento