martedì 29 dicembre 2020

La mia strenna natalizia...

Beh, quest'anno non mi posso proprio lamentare... Ecco, di seguito, i libri che mi sono stati regalati (a mano o inviati per posta... e c'è pure una prima edizione di quasi trent'anni fa) per il Natale 2020:

----- Michael Palmer: Cause naturali
Formato: copertina rigida
Pagine: 420
Editore: Sperling & Kupfer (1 settembre 2000)
ISBN-13: 978-8820030315
Un'inarrestabile emorragia e atroci dolori alle mani e alle gambe trasformano il normale travaglio di due partorienti in una fatale agonia mentre riducono una terza in fin di vita. Tutto ciò che sembra accomunare le tre donne è un preparato di erbe e la ginecologa che l'ha loro prescritto: Sarah Baldwin. Sarah è una dottoressa del Medical Center di Boston che ai tradizionali studi in medicina unisce una vasta conoscenza di terapie alternative. Al Medical Center c'è chi coltiva ben altre ambizioni, a cominciare dallo stesso risoluto presidente. Ignara delle lotte di potere e delle trame sotterranee che percorrono l'istituto in cui opera, Sarah continua a dedicarsi alla propria professione. Ma ora, il caso delle tre pazienti la trascina in un incubo...

----- Stuart MacBride: Il ponte dei cadaveri
Formato: copertina rigida
Pagine: 384
Editore: Newton Compton Editori (giugno 2019)
ISBN-13: 97888822730732
L'ispettore capo Roberta Steel ha cercato di incastrare Jack Wallace in modo da chiuderlo in una cella per sempre, ma è stata pizzicata a falsificare le prove. Adesso lei ha perso il suo grado e lui è a piede libero. Dal giorno stesso in cui Wallace è stato rimesso in libertà, le aggressioni alle donne sono ricominciate. La detective Steel non ha dubbi sul fatto che sia lui il responsabile, ma la legge ha stabilito che se dovesse avvicinarglisi ancora le verrebbe tolto del tutto il distintivo. Le alte sfere, oltretutto, non hanno nessuna intenzione di ascoltarla, non dopo il disastro che ha combinato l'ultima volta. Preferiscono riempirla di casi e tenerla lontana dalla sua ossessione: d'altronde non è meglio rendersi utile che tormentare un uomo innocente? Ma Roberta Steel sa che Wallace è colpevole. Ne è sicura. E più aspetta ad agire, maggiore sarà il numero di donne aggredite. La domanda è: che cosa è disposta a sacrificare per fermarlo una volta per tutte?

----- Peter Høeg: Il senso di Smilla per la neve
Formato: copertina rigida
Pagine: 456
Editore: Mondadori (prima edizione del 13 settembre 1994)
ISBN-13: 978-8804384380
La forte, indomabile Smilla, cresciuta nelle glaciali solitudini della Groenlandia, è coinvolta in un'indagine che riguarda un incidente sulla neve accaduto a un bambino. Ma Smilla é sicura che non si tratti di una disgrazia. Il piccolo Esajas correva sul tetto innevato quando è caduto, rimanendo ucciso. Ma Smilla ha visto le impronte lasciate dal bambino e la neve le dice che non si è trattato di un incidente...

----- Victor Hugo: L'ultimo giorno di un condannato a morte
Formato: copertina rigida
Pagine: 128
Editore: Newton Compton Editori (17 aprile 2014)
ISBN-13: 978-8854166363
L'angosciosa e dolorosissima attesa di un uomo che sta per essere privato del suo unico bene, della sua stessa vita, si consuma lenta e inesorabile, al ritmo ossessivo, martellante degli ultimi penosissimi pensieri e dei deliranti fantasmi di una mente incredula e atterrita. È con questa sorta di lucidissima e appassionata perorazione letteraria a favore dell'abolizione della pena di morte, pubblicata nell'ultimo anno della monarchia dei Borbone, che Victor Hugo, all'età di ventisette anni, prese posizione in difesa dei diritti inalienabili dell'uomo e innanzitutto di quello alla vita. La sua vocazione letteraria nasce e si costruisce infatti quotidianamente proprio in quel luogo vivo, presente, tangibilissimo che è la realtà circostante. Introduzione di Arnaldo Colasanti.

----- Dan Burstein (a cura di): I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
Formato: copertina rigida
Pagine: 400
Editore: Sperling & Kupfer (9 novembre 2004)
ISBN-13: 978-8820037727
Il romanzo dell'americano Dan Brown, "Il Codice Da Vinci", ha incrinato una serie di certezze e dogmi acquisiti da secoli. Gesù era davvero sposato con Maria Maddalena? Quest'ultima era effettivamente uno dei dodici apostoli? Davvero alcuni geni del passato come Leonardo e Isaac Newton appartenevano a società segrete in possesso di verità rivoluzionarie? È davvero possibile che "L'ultima cena" di Leonardo nasconda dettagli e simboli a sostegno di queste versioni della storia e della fede? E, soprattutto, le ipotesi avanzate da Dan Brown sono supportate da concreti dati storici? Analizzando le fonti adottate dall'autore americano, Burstein fornisce un contributo essenziale che ne svela i misteri più controversi.

sabato 26 dicembre 2020

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 53: L'uomo di ferro

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 53: L'uomo di ferro

Potente, sleale, protetto da una lucente armatura: Iron-Man è un duro avversario per Zagor...

Data di uscita: 25 dicembre 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Un super nemico Marvel, ma non per quello che si pensa (di Fabio Licari)
- La fine del gioco (1972). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Bignotti
- Iron-Man (1964). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- I disertori (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Gli Algonchini - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

lunedì 21 dicembre 2020

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 52: Ritratto di un eroe

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 52: Ritratto di un eroe

Eddy Rufus segue Zagor come un'ombra, per raccontare le gesta del Re di Darkwood...

Data di uscita: 18 dicembre 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Dime Novel e Daim Press: storia di un nome indimenticabile (di Fabio Licari)
- Ritratto di un eroe (1972). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Bignotti
- Il mondo di Zagor. Gli Algonchini - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

sabato 12 dicembre 2020

Zagor Classic, albo n. 22: Il mistero del mulino

Zagor Classic, albo n. 22: Il mistero del mulino

Data di uscita: 12 dicembre 2020
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro

Zagor e Cico incappano in un vecchio mulino, ma vengono scacciati dagli abitanti del posto. Lo Spirito con la Scure scopre che il luogo nasconde uno spregevole commercio di schiavi, il cui capofila è lo spietato mister "Timber" Bill.

venerdì 11 dicembre 2020

Zagor incontra Flash...


Zagor Flash n. 0

Data di uscita: 11 novembre 2020
Formato: 16x21 cm, colore
Pagine: 32
Soggetto e sceneggiatura: Giovanni Masi e Mauro Uzzeo
Disegni: Davide Gianfelice
Colori: Luca Saponti
Copertina: Carmine Di Giandomenico
Prezzo di copertina: 3,50 euro per ognuna delle due varianti di copertina

Dopo Batman e Dylan Dog, arriva un nuovo partnership tra Sergio Bonelli Editore e DC: il numero 0 del crossover tra Flash e Zagor, lo Spirito con la Scure, mentre fervono i lavori per la realizzazione della miniserie a loro dedicata.

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 51: Il nido dell'Aquila

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 51: Il nido dell'Aquila

Per salvare il giovane munsee Cervo Bianco, Zagor deve sfidare il Re delle aquile...

Data di uscita: 11 dicembre 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. 1930, il presidente era Jackson e c'erano due milioni di schiavi (di Fabio Licari)
- Il nido dell'Aquila (1970). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Uno strano visitatore (1972). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Bignotti
- Il mondo di Zagor. Gli indiani d'America - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

giovedì 10 dicembre 2020

Color Zagor n. 12: La missione di Drunky Duck

Color Zagor n. 12: La missione di Drunky Duck

Data di uscita: 10 dicembre 2020
Pagine: 132
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Bane Kerac
Copertina: Alessandro Piccinelli
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 6,90 euro

Drunky Duck, il postino di Darkwood, è stato incaricato di recapitare una misteriosa lettera, che a quanto pare, interessa a una banda di uomini senza scrupoli, decisi a impadronirsene. Zagor e Cico, giunti in soccorso del loro amico indiano, scoprono che dentro la busta a lui affidata c’è un messaggio in codice, cifrato secondo uno dei metodi descritti nel Cinquecento dal monaco esoterista Giovanni Tritemio, detto l’Abate Nero. Inseguiti dai banditi, i nostri amici riescono a raggiungere la donna destinataria della missiva, e scoprono che…

martedì 8 dicembre 2020

Le copertine degli albi di Zagor del 1990 e 1991

----- Zagor, albo n. 294: Gli Uomini Puma
Da di uscita: gennaio 1990
Soggetto e sceneggiatura: Ade Capone
Disegni: Marco Torricelli
Copertina: Gallieno Ferri
Zona del lago Erie, a nord di Darkwood. Zagor salva alcuni pacifici coloni attaccati da misteriosi indiani, gli Uomini Puma, comandati da un certo Wahoomi, che si spaccia per inviato di Manito e vuole spingere i popoli rossi alla rivolta contro i bianchi. Haaruk, capo dei Mosolopea, informa Zagor e Cico che la situazione è sempre più grave: decine di giovani guerrieri seguono Wahoomi!

----- Zagor, albo n. 295: La Grotta del Vento
Data di uscita: febbraio 1990
Soggetto e sceneggiatura: Ade Capone
Disegni: Marco Torricelli
Copertina: Gallieno Ferri
Zagor raggiunge la misteriosa Grotta del Vento, il luogo in cui Wahoomi vive e da cui ricava il suo potere, ma viene catturato dagli Uomini Puma e appeso al palo della tortura. Wahoomi ha radunato tutti i capi tribù della regione: vuole farli assistere alla morte dello Spirito con la Scure...

----- Zagor, albo n. 296: Il sentiero della vendetta
Data di uscita: marzo 1990
Soggetto e sceneggiatura: Ade Capone e Marcello Toninelli
Disegni: Marco Torricelli e Michele Pepe
Copertina: Gallieno Ferri
Con la riscossa di Zagor e la sorprendente rivelazione dell'identità di Wahoomi, si conclude la lotta contro la minaccia degli Uomini Puma. Subito dopo, Zagor si mette sulla pista dei predoni di Occhio di Vetro, una banda di ribelli indiani che il trafficante Mortensen e il suo socio cinese Lin Tung riforniscono di whisky. Ma Occhio di Vetro non è l'unico cliente di Mortensen: lo sono anche il mezzosangue Sauk Testarossa e la sua banda. Sulla pista di costoro, che hanno ucciso un Cree si è messo anche l'anziano sakem della tribù, il prode Braccio Forte... In questo numero: a pag. 24 si conclude l'avventura precedente (di Capone e Torricelli); da pag. 25 "Il sentiero della vendetta" (di Toninelli e Pepe).

----- Zagor, albo n. 297: Tra due fuochi
Data di uscita: aprile 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Michele Pepe
Copertina: Gallieno Ferri
Troppi nemici per Zagor: Testarossa, Occhio di Vetro e la sua banda, il trafficante Mortensen. Ma a dare un aiuto sostanziale al Re di Darkwood c'è il sakem dei Cree Braccio Forte, che, a dispetto dell'età, è ancora un valoroso guerriero: e per i loro avversari non c'è scampo...

----- Zagor, albo n. 298: Una tribù in pericolo
Data di uscita: maggio 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Francesco Gamba
Copertina: Gallieno Ferri
Utingah, il capo degli Onondaga, fa affari con i trafficanti d'alcool "Cigar" Doug e Quentin. Gli Onondaga a lui ostili hanno sentito parlare di un indiano scacciato dalla tribù perché storpio, e pensano sia il figlio del loro precedente capo, il saggio Tomokahet. Si tratta di Shonta Quassan e lo Spirito con la Scure deve condurlo dagli Onondaga.

----- Speciale Cico, albo n. 6: Horror Cico
Data di uscita: maggio 1990
Soggetto e sceneggiatura: Tiziano Sclavi
Disegni: Francesco Gamba
Copertina: Gallieno Ferri
Non c'è pace sul pianeta Babelia: Mexon, Xanor e Gowan lottano per il potere, e Mexon, per diventare dittatore assoluto, decide di venire sulla Terra e aspirare (proprio così!) il cervello di Cico. Il nostro eroe non è ovviamente d'accordo con Mexon, che però si serve di individui molto persuasivi: un mostro di Frankenstein con la erre moscia, un uomo lupo alieno, un ciclope strabico. Unici alleati del messicano: un vampiro sdentato e uno scheletro parlante. Ma, forse, c'è ancora una speranza per Cico...

----- Zagor, albo n. 299: Sentinelle rosse
Data di uscita: giugno 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Francesco Gamba
Copertina: Gallieno Ferri
Gli Onondaga attendono un nuovo profeta: Shonta Quassan. Entrare nel villaggio è quasi impossibile: il malvagio Utingah ha messo sentinelle ovunque. Ma Zagor, grazie all'aiuto del pittore menagramo Evil Eye, ci riesce. Così, ha finalmente termine la tirannia di Utingah.

----- Speciale Zagor, albo n. 3: La città sopra il mondo
Data di uscita: giugno 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Tonninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Volumetto allegato: Le terre immaginarie (a cura di Mauro Boselli)
Si chiama Catamarano Volante il nuovo velivolo del barone Icaro La Plume. Anche Zagor e Cico (sia pur riluttanti) vi si sono imbarcati ma, a causa di una tempesta, devono atterrare sopra un'altissima montagna. Su di essa vi si trova Ol Undas, una città tecnologicamente avanzata, fondata dai sopravvissuti di un'antica civiltà. C'è una lotta per il potere, e anche i nostri amici saranno coinvolti...

----- Zagor, albo n. 300: La Corsa delle Sette Frecce
Data di uscita: luglio 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Orso in Piedi, il saggio capo degli Hidatsa, è morto. Due giovani guerrieri aspirano alla successione: il simpatico Falco Grigio, amico di Zagor, e il malvagio Tre Colpi. Sarà la Corsa delle Sette Frecce (nella quale i due contendenti devono raggiungere la cima della Montagna Nera seguendo un percorso stabilito) a decretare chi sarà il nuovo capo. Ma Falco Grigio rimane ferito in un incidente provocato da Tre Colpi: ed è Zagor ad affrontare la Corsa delle Sette Frecce, al posto dell'amico...
In questo numero: una storia completa a colori.

----- Zagor, albo n. 301: Testa di Morto
Data di uscita: agosto 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
I Mosolopea stanno fuggendo sempre più numerosi dalla riserva, suggestionati dalla improvvisa riapparizione di un loro glorioso capo, da tempo creduto defunto. Per riportare la pace nella regione, Zagor cerca di scoprire chi è veramente Testa di Morto.

----- Zagor, albo n. 302: Fuga dalla riserva
Data di uscita: settembre 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Franco Donatelli
Copertina: Gallieno Ferri
I Mosolopea, guidati da Testa di Morto (la cui vera identità sarà sorprendente!) e dal loro anziano capo Eotuk, stanno fuggendo in massa dalla riserva: Zagor capisce le loro ragioni... e i suoi veri nemici sono i vigilantes incappucciati guidati da Rock Damon.

----- Zagor, albo n. 303: Sentieri selvaggi
Data di uscita: ottobre 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
"Big" Maldon, detto "il Re della Frontiera", ha fatto parte dei leggendari Rangers di Rogers e, negli ultimi trent'anni, ha partecipato a tutte le guerre combattute nel pieno delle regioni selvagge. È una specie di eroe. Ma adesso ha costruito Maldontown, una avamposto nel territorio dei bellicosi Kainah. Che, inferociti per l'invasione, scatenano un bagno di sangue.

----- Zagor, albo n. 304: Uomini della frontiera
Data di uscita: novembre 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Gallieno Ferri/Michele Pepe
Copertina: Gallieno Ferri
Zagor è a Maldontown, per evitare che muoia Martin, il giovane figlio di Kaminsy, un pioniere ucciso da "Scar", uno degli uomini di "Big" Maldon, che uccide e deruba la gente di Maldontown all'insaputa del capo. Ma sarà possibile sfuggire all'ira dei Kainah? Forse sì, grazie al sacrificio di un uomo testardo, egocentrico, ma generoso. In questo numero: a pag. 56 si conclude l'avventura precedente (di Toninelli e Ferri); da pag. 57 "Ore disperate" (di Toninelli e Pepe).

----- Zagor, albo n. 305: Il fiume delle nebbie
Data di uscita: dicembre 1990
Soggetto e sceneggiatura: Marcello Toninelli
Disegni: Michele Pepe
Copertina: Gallieno Ferri
I Wyandot sono furenti: quattro criminali hanno rubato i gioielli di alcune delle loro donne e le hanno assassinate. E poiché sono convinti che la colpa del fattaccio sia da attribuire al povero Rochas, spetta a Zagor evitare che lo uccidano, trovando i veri assassini. Seguendo la pista dei quattro fuggitivi, il Re di Darkwood raggiunge una gigantesca nave a vapore, che solca il fiume...

[post in allestimento]

domenica 6 dicembre 2020

La classifica dei libri più venduti (di domenica 6 dicembre 2020)

Questi i libri più venduti della settimana (fonte: ibuk.it di domenica 29 novembre 2020):

1. (n) Donato Carrisi: Io sono l'abisso (Longanesi)
2. (7) Valérie Perrin: Cambiare l'acqua ai fiori (E/O)
3. (2) Zerocalcare: A babbo morto. Una storia di Natale (Bao Publishing)
4. (9) Benedetta Rossi: Insieme in cucina. Divertirsi in cucina con le ricette di «Fatto in casa da Benedetta» (Mondadori Electa)
5. (1) Barack Obama: Una terra promessa (Garzanti)
6. (8) Bruno Vespa: Perché l'Italia amò Mussolini (e come è sopravvissuta alla dittatura del virus (Mondadori)
7. (5) Alessandro Barbero: Dante (Laterza)
8. (n) Aldo Cazzullo: A riveder le stelle. Dante, il poeta che inventò l'Italia (Mondadori)
9. (3) Isabel Allende: Donne dell'anima mia (Feltrinelli)
10. (6) J.K. Rowling: L'Ickabog (Salani)

[Recensione] Il primo cadavere

Il primo cadavere
di: Angela Marsons

Titolo originale: First Blood
Formato: Kindle 
Pagine: 361 pagine (657 KB)
Editore: Newton Compton Editori (7 settembre 2020)
ASIN: B085TQ6B7W
Data di acquisto: prenotazione del 20 lug. 2020
Letto dal 18 novembre al 5 dicembre 2020

----- Sinossi -----
All'alba di un buio e freddo giorno d'inverno, la detective Kim Stone scende dalla moto e fa il suo ingresso nella sta­zione di polizia di Halesowen, pronta a incontrare per la prima volta la squadra che le hanno assegnato. Poco dopo viene ritrovato il cada­vere di un giovane mutilato e deca­pitato, e Kim e i suoi si precipitano sul posto. È l'inizio della loro prima indagine. Stacey Wood, entrata a far parte del gruppo come esperta informatica, scopre un'inquietante somiglianza con un omicidio recente e si con­vince che tra le due morti ci sia un legame. La chiave di tutto potreb­be essere una residenza per donne abusate. Mentre l'assassino minac­cia di mietere altre vittime, i quattro colleghi dovranno imparare al più presto a collaborare. Se la giovane Stacey già si distingue per l'efficien­za e il sergente Bryant per la sua affidabilità, l'ambizione di Dawson rischia di mandare all'aria il delicato equilibrio del nuovo team investiga­tivo. Non sarà facile per Kim, nel suo nuovo ruolo di capo, tenere unita la squadra che è chiamata a risolvere il suo primo difficile caso.

----- L'incipit del libro -----
«Non sei spaventato?», ti chiedo, fissando i tuoi occhi senz'anima.
Sei disteso, immobilizzato. Questa volta sei tu quello ridotto all'impotenza.
Se non fosse per il bavaglio che ti copre la bocca, quali sarebbero le tue ultime parole? Imploreresti il mio perdono? Mi supplicheresti di risparmiarti? Faresti delle promesse? Porgeresti delle scuse?
Mi chino e sposto la stoffa per soddisfare la mia curiosità.
«Lasciami andare, maledizione…».

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Era proprio la necessità di andare a fondo che l'aveva spinta a diventare agente investigativo: cercare indizi, inquadrare il caso da tutte le angolazioni, pensare fuori dagli schemi per portare a galla la verità".
Settimo volume sui casi di Kim Stone... anche se, a conti fatti, essendo il prequel, questo è il primo della serie. In Il primo cadavere, infatti, leggeremo come tutto è iniziato e come la "nostra" detective Stone abbia, piano piano e progressivamente, plasmato il suo "sgangherato" team.
Sarò brevissimo: Angela Marsons ci ha regalato un thriller niente male davvero, che mi ha tenuto col fiato sospeso sin dalla prima pagina. Trama coinvolgente, personaggi ben caratterizzati e situazioni molto attuali. Tutto qui... e scusate se è poco!
- Voto:  (5 su 5)

 Clicca qui e scarica le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Angela Marsons che ho letto e recensito:
- 23 dicembre 2019: Le verità sepolte
- 24 maggio 2019: Linea di sangue
- 16 settembre 2018: Una morte perfetta
- 4 ottobre 2017: La ragazza scomparsa
- 18 luglio 2016: Urla nel silenzio
- 8 settembre 2016: Il gioco del male

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 50: La sfida di Capitan Serpente

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 50: La sfida di Capitan Serpente

La lotta finale tra Zagor e Capitan Serpente verrà decisa da un duello all'ultimo sangue...

Data di uscita: 4 dicembre 2020
Pagine: 160
Figurine in allegato: 12, 131, 145, 188
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Una magia infinita e (per fortuna) un po' inspiegabile (di Fabio Licari)
- La sfida di Capitan Serpente (1973). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- La sirena del circo (1970). Testo di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Gli indiani d'America - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

giovedì 3 dicembre 2020

National Geographic Italia - dicembre 2020

National Geographic Italia - dicembre 2020

Vol. 46 - N. 6 (n. 275 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Un faro spento da più di 10 anni nei pressi di Khodovarikha, nell'Artide russa, è il luogo dove il meteorologo Slava Korokti vive in solitudine

In allegato il volume "In cammino per l'Italia con Fondazione Snam"

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): La Siberia dei sogni. "Ufficialmente, non c'è posto al mondo che si chiami Siberia. Nessun ente politico o territoriale ha per nome Siberia". Comincia paradossalmente con queste parole lo splendido Travels in Siberia, una raccolta di racconti di viaggio di Ian Frazier, pubblicata nel 2010. Eppure la Siberia è uno dei luoghi prediletti dell'immaginario, dalle fantasie di viaggio sulla leggendaria ferrovia transiberiana ai capolavori della letteratura russa dell'Ottocento, fino all'avventurosa cavalcata del Michele Strogoff di Jules Verne per allertare i Romanov dell'arrivo dei Tartari. Ma è anche lo scenario da incubo di Arcipelago Gulag, il saggio con cui Aleksandr Solženicyn ha portato alla luce gli orrori dei campi di lavoro forzato sovietici. Grande quanto mezza Africa, questa terra sconfinata è abitata da sparuti insediamenti umani, con una densità di popolazione di tre abitanti per chilometro quadrato. Evgenia Arbugaeva, che da quelle parti ci è nata e cresciuta, è andata a cercare le storie di alcuni di questi pionieri, per raccontarle nel gelo dell'interminabile inverno artico rischiarato dalle luci oniriche delle aurore boreali. Ne è uscito un affresco di vite congelate, di remote solitudini, di tradizioni preservate e di architetture in rovina che racconta meglio di qualsiasi romanzo il sogno artico. Ai sogni, in qualche misura, è dedicato anche un altro servizio di questo numero. Per la precisione, alle ninne nanne che a ogni latitudine portano i bambini nel mondo dei sogni. Un mondo tormentato anche per i più piccoli dalle dolorose avversità che stiamo affrontando. A loro, e a tutti noi, l'augurio che arrivi presto il risveglio da questo incubo.

- Sogno artico. I ricordi dell'infanzia accompagnano il viaggio poetico di Evgenia Arbugaeva, fotografa dell'estremo nord della Russia.
- Siamo figli dei cereali. Sono alla base della nostra alimentazione, ed hanno cambiato il mondo in cui viviamo.
- Morsi letali. Ogni anno i serpenti uccidono decine di migliaia di persone in paesi in cui l'accesso alle cure è difficilie.
- Giganti fragili. Il Grandi Laghi sono una risorsa importante per l'America. Ma oggi sono minacciati.
- Canti di conforto. In ogni paese del mondo, le ninne nanne che si cantano ai bambini per farli addormentare sono finestre aperte sulle speranza, sulle paure ed i sogni che i loro genitori nutrono per il futuro. Un viaggio nelle camere da letto dei più piccoli per indagare le radici di una cultura popolare.
- Explore. Celebrare la vita in tempi bui. La convivialità delle feste viene a mancare proprio quando ne avremmo bisogno. Ma possiamo trovare sprazzi d'amore e di luce.

mercoledì 2 dicembre 2020

Zagor, albo n. 716: Benvenuti a Heavenwood

Zagor, albo n. 716: Benvenuti a Heavenwood

Corrispondente a Zagor Gigante n. 665
Data di uscita: 02 dicembre 2020
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Marcello Mangiantini
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

In una capanna in mezzo ai boschi, è avvenuto un massacro. Zagor arriva appena in tempo per sentire le ultime parole di una delle vittime: c'è una "mela marcia" nella vicina città di Heavenwood. Dove tutti sembrano brave persone, ma la puzza di bruciato si fa presto sentire, insieme al sibilo delle pallottole...

martedì 1 dicembre 2020

Libri (e fumetti) letti nel mese di novembre ... e quelli da leggere a dicembre!


I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a novembre 2020:
- 17: Jens Henrik Jensen - Oxen. Gli uomini oscuri. Oxen, vol. 2
- 15: Zagor Classic, albo n 21 - La vendetta dello stregone
- 3: Zagor, albo n. 715 - La sindrome di Beelzebul
- 1: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 24 - Il vampiro!

Ed i libri in lettura per dicembre 2020 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Angela Marsons: Il primo cadavere [già in lettura]
- J.K. Rowling: L'Ickabog
- Ken Follett: La colonna di fuoco
- Anna Linda Callow: La lingua che visse due volte. Fascino e avventure dell'ebraico