domenica 27 agosto 2017

National Geographic Italia: i numeri di marzo e aprile 2001

----- Marzo 2001 -----
- Megatransect II. Riprende, tra mille insidie, la spedizione a piedi attraverso le ultime foreste incontaminate dell'Africa, guidata dal biologo Mike Fay e dalla sua squadra di pigmei. Stavolta, lungo il percorso, è in agguato anche un virus impietoso: Ebola.
- Nel magico bai. Dal diario del fotografo "Nick" Nichols, il racconto di sei settimane di appostamenti in una radura segreta, nel cuore della giungla congolese, dove si radunano elefanti, gorilla, antilopi e altri misteriosi abitanti della foresta.
- Le isole Palmyra. Oasi di biodiversità nel bel mezzo dell'Oceano Pacifico, questo splendido atollo mai colonizzato, nel quale ogni primavera si riversano migliaia di uccelli marini, è stato acquistato a caro prezzo da uno dei gruppi di tutela ambientale più importanti al mondo.
- Moche: il tesoro ritrovato. Quasi 2.000 anni fa il popolo dei Moche creò una raffinata civiltà sulla costa settentrionale del Perù. Poi scomparve nel nulla. Una nuova campagna di scavi ha permesso di ritrovare tombe finora inviolate, ricche di arredi funebri e oggetti d'arte. Ma il mistero continua.
- Indonesia. Con un territorio vastissimo, composto da migliaia di isole e abitato da diversi gruppi etnici, l'unione indonesiana sta vivendo una stagione difficile e violenta. Riuscirà il governo, tra le pressioni dei fondamentalisti religiosi e di accaniti gruppi separatisti, a mantenere il Paese unito?
- William Bartram. Alla vigilia della Rivoluzione americana, un timido botanico di Filadelfia esplorò i territori selvaggi del Sud, scoprì numerose piante e animali, e difese la causa degli Indiani. Gli scritti e i disegni di William Bartram hanno educato all'amore per la natura intere generazioni di appassionati nel mondo intero.
- Codice postale: Rico, Colorado. Tra le cime innevate del Colorado, sorge una cittadina che è l'antitesi della mondanità e del lusso. abitata da centotrentotto anime fermamente decise a difendere l'isolamento contro gli speculatori.
- Grandi reportage (1933): Spedizione nel Deserto del Gobi. All'inizio del secolo scorso, la Mongolia era considerata un luogo esotico e remoto. Viaggiare al suo interno presentava grandi difficoltà, e nessuna spedizione scientifica attrezzata in maniera adeguata vi si era mai avventurata. Ma Roy Chapman Andrews è un uomo deciso e, soprattutto, ha un'idea fissa in testa: percorrere le vaste pianure del Deserto del Gobi in automobile. L'impresa non è mai stata tentata prima, ma Chapman è convinto che viaggiando in questo modo il compito dei ricercatori sarà enormemente facilitato. Dal 1922 al 1930 vengono realizzate ben cinque spedizioni motorizzate, con risultati straordinari: basti citare la scoperta di un giacimento incredibilmente ricco di ossa e uova fossili di dinosauro fino ad allora sconosciuti alla scienza e il ritrovamento delle tracce di un antico popolo dalle misteriose origini che potrebbe essere il progenitore degli europei moderni. Ecco un estratto del resoconto del capo spedizione, pubblicato da Geographic nel giugno del 1933.

----- Aprile 2001 -----
- Mappa in allegato: Gli Egizi (lato A) e L'antico Egitto (lato B)
- I faraoni del sole. Akhenaton e la moglie Nefertiti regnarono sull'Egitto per un periodo relativamente breve. Riuscirono però a rivoluzionare le tradizioni religiose, l'arte e l'architettura dell'impero. Gli scavi di Amarna oggi riportano in vita la loro antica capitale, e ci svelano alcuni degli innumerevoli arcani di una dinastia avvolta dal mistero.
- Dilemma Columbia. Lungo il grande fiume che si getta nel Pacifico, è tempo di scelte contrastanti. Mentre le dighe aiutano l'uomo a irrigare le terre e a rifornire di energia elettrica la regione, i salmoni selvatici rischiano di scomparire. Nonostante i miliardi spesi per un progetto di tutela. E il dibattito divampa.
- Balene in fuga. Agili e affusolate, le balenottere minori sono diffuse in tutti gli oceani e la loro popolazione conta quasi un milione di esemplari. Mentre la scienza si affanna a scoprirne i segreti, Norvegia e Giappone chiedono di legalizzarne la caccia.
- Zingari - Vite al margine. Viaggio nel popolo rom, dalle allegre feste gitane della Camargue ai cupi ghetti della Slovacchia e della Repubblica Ceca, dalle sontuose dimore dei calderai rumeni all'impenetrabile comunità americana. Emarginati da secoli, gli zingari tentano di adattarsi al mondo che cambia senza la loro identità.
- Petali d'oro. Ibridi nati in laboratori ad alta tecnologia, vendite in Internet e un mercato miliardario in espansione trasformano il mondo dei fiori, un tempo dominato da piccole aziende a conduzione familiare. Chi riuscirà a sopravvivere nel nuovo mercato globale?
- Codice postale: Harlem, New York. Una volta era il centro mondiale della cultura afroamericana, e una tappa obbligata del gran turismo. Oggi Harlem sembra rinascere da una stagione di decadenza, ma i suoi abitanti temono che l'arrivo delle grandi catene commerciali e delle compagnie immobiliari snaturi la vera anima del quartiere.
- Grandi reportage (1937): L'Africa bianca della signora Ruth. Congo belga, anni Trenta. "È una giornata calda e coperta, verso la fine della stagione secca. Siamo tutti stanchi e irritabili. Lo scimpanzé infila un dito nella sua scodella di riso e, trovandolo troppo caldo per i suoi gusti, scaglia la cuccuma in testa al cuoco con un grido di rabbia. Fra le risate dei ragazzi, il povero cuoco scappa a gambe levate nella sua capanna di bambù". Così comincia il resoconto del soggiorno africano di Ruth Q. McBride, pubblicato da National Geographic nel novembre del 1937. L'autrice, moglie del console americano, descrive con dovizia di particolari e con cipiglio anglosassone il periodo trascorso nella città di Boma ("a oltre 10mila chilometri da Broadway", ironizza nelle sue memorie) al seguito del marito. Dai piccoli aneddoti quotidiani alle grandi avventure lungo il corso del leggendario fiume Congo, il diario di viaggio è un miniaffresco della dei bianchi nell'Africa coloniale d'inizio secolo.

Nessun commento:

Posta un commento