mercoledì 27 settembre 2017

Inchiostro Pelikan 4001 Turchese [Recensione]


Mi dispiace dirlo... ma tra il sottoscritto e questo inchiostro è stato odio a prima vista! Il Pelikan 4001 turchese (in cartucce) dovrebbe avere, come dice il suo stesso nome, una colorazione turchese... invece, ho subito notato una tonalità azzurrina tendente al verde. Colore bocciato: impossibile utilizzarlo in ufficio (per firme su documenti o assegni) e sul posto di lavoro (per compilare fatture). Al massimo, lo potremo utilizzare per prendere appunti, note a margine o correzioni sui quaderni. Ma andiamo con ordine.
Visto che non avevo mai provato questa tonalità di inchiostro ho acquistato un paio di confezioni su eBay (1,50 euro a confezione, ognuna contenente le solite sei cartucce ad attacco standard). Appena ricevuto il pacchettino, ho subito messo in funzione la mia adorata stilografica Kaweco Al Sport (con pennino F) ed ho eseguito un paio di prove. Come ho già scritto nell'introduzione, il colore non è un turchese vero e proprio ma è una via di mezzo tra un azzurro/ciano ed un verde... e, per giunta, con una fastidiosa tonalità "luminosa".


C'è da dire che è molto "liquido": di conseguenza sulla carta scorre benissimo e, soprattutto, lubrifica alla perfezione qualunque penna. Altro punto a suo favore: pur essendo un inchiostro "acquoso" non ho mai riscontrato un eccessivo "attraversamento" della carta (il retro del foglio, quindi, è rimasto quasi pulito).
Il Pelikan 4001 Turchese asciuga in 5-6 secondi al massimo ma, proprio perché è un inchiostro "acquoso", a contatto con acqua o altri liquidi, è un vero disastro: non resiste minimamente!
Qui sotto vi lascio una mia prova di scrittura: su un foglio quadrettato A5 della Pigna ho utilizzato il Pelikan 4001 Turchese per scrivere l'incipt del libro Il Dio del Fiume di Wilbur Smith. Comunque, per quanto mi riguarda, vista la mia delusione con questo inchiostro... avrete già capito che non lo acquisterò mai più!


[clicca qui per tutte le altre recensioni di stilografiche, inchiostri ed altri strumenti di scrittura]

Nessun commento:

Posta un commento