domenica 26 agosto 2018

National Geographic Italia: i numeri di novembre e dicembre 2007

----- Novembre 2007 -----
- I segreti della memoria. Ricordiamo, quindi siamo. Ma come riusciamo a selezionare i nostri ricordi? E se la scienza riesce sempre più a decifrare i segreti della memoria, sarà un giorno in grado di sconfiggere malattie come l'Alzheimer?
- Piccole meraviglie. Pesciolini, larve, polpi in miniatura, minuscoli organismi gelatinosi: un solo cucchiaio di acqua di mare può racchiudere un'incredibile varietà di forme di microfauna marina.
- Trieste. La "città meridionale più a nord d'Italia" mostra il suo volto contraddittorio: sospesa tra Italia e Balcani, mitteleuropea ma marinara, rigorosa ma pigra, oggi Trieste cerca di affermarsi come polo scientifico-tecnologico d'Italia, ma la sua vera natura resta pressoché inafferrabile.
- Nell'alto dei cieli. A quasi vent'anni dal suo lancio nello spazio, il telescopio Hubble continua a scrutare sempre più in profondità fra i segreti dell'universo.
- L'ultima monarchia del Pacifico. Il vento della democrazia soffia sempre più forte sulle Tonga, ma il nuovo sovrano non sembra intenzionato a farsi da parte.
- Dove le pietre camminano. Raccontata in centinaia di film (Zabriskie Point si trova qui), la Valle della Morte è l'area più bassa e più calda degli Stati Uniti. Ma è anche un luogo dove si verificano bizzarri fenomeni geologici: come quello delle rocce che si spostano, non viste, attraverso il deserto.
- Codice postale: Navelli (Aq). Sulla piana di questo paesino abruzzese è tornato a crescere l'oro degli chef, lo zafferano più pregiato del mondo.
- Archivio italiano (Cari estinti): La strategia della memoria. Breve carrellata fotografica sul culto dei defunti nell'Italia della prima metà del secolo scorso.
- Occhio privato: Robert Clark. Alcuni scatti di Robert Clark, collaboratore di National Geographic, che ha percorso quasi 16.000 km per il progetto "Image America".
Grandangolo (Aree protette): Un parco per l'anima. Scrigno di meraviglie naturali, fonte di ispirazione letteraria e spirituale: è il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, cuore dell'Appennino tosco-emiliano.

----- Dicembre 2007 -----
Mappa in allegato: il pianeta dei dinosauri
- Malawi, lotta all'Aids. Sui depliant turistici lo chiamano "il caldo cuore dell'Africa": ma in questo paese, uno dei più poveri del mondo, circa un abitante su cinque è sieropositivo. Ora però la lotta contro la malattia è cominciata. Anche grazie a un progetto italiano.
- Dinosauri estremi. Creste ossee, piastre aguzze, corna, arti sproporzionati: John Updike, uno dei più celebri scrittori americani, ripercorre le capricciose (almeno all'apparenza) dinamiche dell'evoluzione nel dar vita ai più bizzarri fra i dinosauri.
- Cowboy, la leggenda continua. La paga è misera, le condizioni sono durissime e non si va mai in vacanza. Perché allora i cowboy amano così tanto il loro lavoro?
- Gelo e terra. Da millenni, il permafrost (terreno perennemente gelato che si estende in profondità) copre vaste aree del pianeta. Oggi il riscaldamento globale sta causando il disgelo di ampi tratti di permafrost. Il rischio è di liberare grandi quantità di gas serra intrappolate nei ghiacci. E di perdere un habitat di incomparabile bellezza.
- Betlemme senza pace. La cittadina dove nacque Gesù è oggi uno dei luoghi più conflittuali del pianeta: gli israeliani temono l'estremismo dei suoi abitanti, la cui rabbia è alimentata dal muro di cemento che li circonda.
- Codice postale: Castelluccio di Norcia (Pg). Compaiono sulla nostra tavola almeno una volta l'anno per augurarci prosperità, ma le lenticchie più buone vengono da questo antico borgo umbro ai piedi dei Monti Sibillini.
- Archivio italiano (Il Paese dei balocchi): Quando si giocava con il mondo. Breve carrellata fotografica sui giochi dei bambini italiani nella prima metà del secolo scorso.
- Occhio privato: Reiner Riedler. Alcuni scatti di Reiner Riedler, collaboratore dell'edizione tedesca di National Geographic e autore di libri sull'Ucraina e l'Albania.
- Grandangolo (l'orto botanico di Padova): Oltre il giardino. Passato e futuro dell'orto botanico più antico del mondo: oltre quattro secoli di scienza, dalle erbe medicinali alle banche del germanoplasma.

Nessun commento:

Posta un commento