sabato 29 settembre 2018

[Recensione] Grido di guerra

Grido di guerra
di: Wilbur Smith e David Churchill

Titolo originale: War Cry
Formato: Kindle
Dimensioni file: 1474 KB
Pagine: 468
Editore: Longanesi (27 agosto 2018)
ASIN: B07DX5PCKD
Data di acquisto: 6 agosto 2018 [prenotazione]
Letto dal 23 al 29 settembre 2018

----- Sinossi -----
Autunno 1938. Dopo un breve periodo di pace incostante, il mondo intero è nuovamente di fronte all'abisso di un sanguinoso conflitto. Ma il cuore di Saffron Courteney è in tumulto per la guerra non meno devastante esplosa dentro di sé. Cresciuta nel Kenya coloniale degli anni '20 sotto l'occhio attento del padre, Leon, imprenditore di successo oltre che famoso veterano della Grande guerra, Saffron Cour­teney ha avuto un'infanzia idillica, finché un evento drammatico l'ha costretta a maturare molto, forse troppo in fretta. È ormai una giovane donna testarda e indipendente quando il destino dà una nuova svolta inaspettata alla sua vita...
L'uomo che ama disperatamente, per il quale ha rischiato uno scandalo e perso gli amici più cari, porta il nome di Gerhard von Meerbach, il cui fratello è un magnate della nascente industria automobilistica tedesca nonché membro attivo del partito nazista. Nella sua lotta per rimanere fedele a se stesso e ai propri ideali di giustizia e libertà, Gerhard sarà presto costretto a opporsi alle forze del male che hanno preso il sopravvento sulla sua nazione e la sua stessa famiglia, legata da uno scomodo segreto a quella dei Courteney. Scaraventata nell'occhio del ciclone della Seconda guerra mondiale, anche Saffron si trova di fronte a scelte crudeli sul suo futuro, quello dei suoi cari e del suo Paese.
Sullo sfondo dell'Europa dilaniata dal conflitto e della sublime bellezza dei paesaggi africani, Saffron e Gerhard assistono, entrambi in prima linea ma su fronti opposti, allo scontro tra i rispettivi mondi. Potrà il loro legame sopravvivere al capitolo più efferato della storia dell'uomo?

----- L'incipt del libro -----
Erano trascorsi due mesi dalla dichiarazione di guerra; il sole autunnale brillava nel terso cielo azzurro della Baviera, talmente splendido che sembrava invitare a bere birra e cantare canzoni con voci stentoree e gioiose. L'Oktoberfest però era stata annullata e la limousine Double Phaeton che stava risalendo il vialetto d'accesso della villa di Grünwald, appena fuori Monaco, recava notizie tutt'altro che liete.
L'auto si fermò. Lo chauffeur aprì la portiera del passeggero a un distinto signore, prossimo alla settantina, che un maggiordomo in livrea fece entrare in casa. Dopo un istante Athala, contessa di Meerburg, alzò gli occhi mentre l'avvocato di famiglia, Viktor Solomons, entrava in salotto. Capelli e barba erano ormai argentei e il passo meno vigoroso di un tempo, ma il taglio impeccabile del completo, il candore scintillante del colletto inamidato alla perfezione e l'ineccepibile lucentezza delle scarpe rispecchiavano una mente precisa, acuta e perspicace come non mai.
Si fermò davanti alla poltrona di Athala, le rivolse un rispettoso cenno del capo e disse: "Buongiorno, contessa".

----- La mia recensione -----
"Io so due cose, Gerhard. So che ero orgoglioso di servire il mio Paese, il nostro Paese, e so che odio Hitler e tutto ciò che rappresenta. Ma, anche se a Hitler piace molto fingere che il partito nazista e la Germania siano una cosa sola - il che, fra l'altro, è uno dei tanti motivi per cui lo disprezzo -, si sbaglia. La Germania esisterà ancora quando lui e i suoi malvagi scagnozzi non ci saranno più, e l'unica cosa che chiedo a Dio è di concedermi di sopravvivere abbastanza a lungo per poter vedere quel giorno e vedermi restituire il mio Paese".
Ennesimo capolavoro di Wilbur Smith incentrato sulla saga dei Courteney... adesso scritto (molto probabilmente per la sua età ormai avanzata) a quattro mani con David Churchill. Come sempre succede nelle opere dello scrittore sudafricano, l'avventura ed i bellissimi paesaggi del continente nero la fanno da padrone... ma questa volta conosceremo anche gli orrori della Seconda guerra mondiale.
Nel volume n. 16 della saga dei Courteney (e terzo del ciclo dei "Courteney-Ballantyne"), protagonista assoluta è la giovanissima Saffron Courteney: dopo essere cresciuta pacificamente in Kenia a contatto con la natura e con le tribù locali, si ritrova catapultata al centro dell'azione della guerra ma avrà lo stesso il tempo di conoscere l'Amore con la A maiuscola, l'onore, il coraggio e, purtroppo, anche il tradimento (soprattutto in seno alla sua stessa famiglia) e, come detto prima, gli orrori del secondo conflitto mondiale. E tutto lascia presagire che "Grido di guerra"avrà un seguito...
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Wilbur Smith da me letti e recensiti:
- Ciclo egizio di Taita: Il Dio del fiume - vol. n. 1 (5 maggio 2015), Il settimo papiro - vol. n. 2 (7 maggio 2015),  Figli del Nilo - vol. n. 3 (14 marzo 2015), Alle fonti del Nilo - vol. n. 4 (20 giugno 2015), Il Dio del deserto - vol. n. 5 (3 agosto 2015); L'ultimo faraone. vol. 6 (11 aprile 2017)
- altri libri: L'uccello del sole (14 maggio 2015), La legge del deserto (15 novembre 2015); Stirpe di uomini (30 marzo 2017); Il trionfo del sole (5 luglio 2017)

Nessun commento:

Posta un commento