venerdì 7 dicembre 2018

Bella & Bronco: i primi sei albi

Bella & Bronco è una serie a fumetti creata da Gino D'Antonio nel 1984 per la casa editrice Daim Press (la futura Sergio Bonelli Editore) nella quale compare per la prima volta una figura femminile come protagonista di una serie.
La serie esordisce nel luglio 1984 e viene pubblicata mensilmente per 16 numeri per chiudere nell'ottobre del 1985 per lo scarso riscontro di pubblico. Diversamente dal solito formato "bonellide" la serie ha un formato più grande (21x26 cm), un minore numero di pagine (64) ed un prezzo maggiore (1.100 lire al posto delle 800 delle altre serie). Le storie, pur essendo auto-conclusive, sono collegate da una continuity con sotto-trame che iniziano in un numero e terminano qualche numero dopo.
I disegni sono di Giovanni Freghieri, Alessandro Chiarolla, Renato Polese, dei gemelli Cassaro e dello stesso Gino D'Antonio, autore anche delle copertine.
Nel 2006 la serie è stata ristampata nella collana "Storia del West" della If Edizioni.

La trama: Dopo che una cannonata le ha raso al suolo il saloon, l'avvenente Bella inizia una serie di peregrinazioni insieme al colto indiano Bronco alla ricerca del colpo di fortuna che permetta loro di "sistemarsi" definitivamente. In un Far West dilaniato dalla Guerra di Secessione, in mezzo a spie, ufficiali paranoici, indiani megalomani, inventori strambi, marinai e cinesi da operetta, il simpatico e irresistibile duo picchia, spara e corre guidato dall'abile, divertita regia di Gino D'Antonio, autore dei testi e di parte dei disegni.

La sequenza delle uscite: 1. I lestofanti (luglio 1984); 2 Caccia al ladro (agosto 1984); 3. Acque del Sud (settembre 1984); 4. Terra selvaggia (ottobre 1984); 5. Squilli di battaglia (novembre 1984); 6. Sabbie ardenti (dicembre 1984); 7. La scarrozzata (gennaio 1985); 8. Facce false (febbraio 1985); 9. Panama (marzo 1985); 10. Pericolo giallo (aprile 1985); 11. L'uomo della Sierra (maggio 1985); 12. Tradimenti (giugno 1985; 13. Passo di corsa (luglio 1985); 14. Sinfonia mortale (agosto 1985); 15. Pista rossa (settembre 1985); 16. Mesilla (ottobre 1985)

Le copertine dei primi sei albi:

Nessun commento:

Posta un commento