martedì 21 maggio 2019

Cronache del ghiaccio e del fuoco... o "Il trono di spade"!


Chi mi segue lo sa già: non amo seguire le mode! E questo vale anche, e soprattutto, per i libri e per le serie TV. Ebbene, ora che si è conclusa anche l'ultima stagione televisiva, l'ottava, de Il trono di spade... è giunto il momento per me di mettermi sotto con la lettura dei libri della saga (in un secondo momento, se riuscirò a trovare uno streaming decente, darò uno sguardo anche alla serie TV).
Vediamo, per sommi capi, di capire di cosa trattano le Cronache del ghiaccio e del fuoco. La storia si svolge in un mondo immaginario, nel quale le stagioni durano intere generazioni, composto da due continenti principali, Westeros (a occidente) ed Essos (a oriente), dove la civilizzazione è di tipo feudale e la magia e le creature leggendarie (come i draghi) sono esistite in tempi remoti, ma ora si credono estinte. In questo mondo si intersecano tre linee narrative principali: le lotte intestine tra casate nobiliari per l'ottenimento del trono di Westeros, il risveglio nel gelido ed inesplorato nord di una razza di creature appartenenti alle leggende, e le peripezie dell'ultima erede della dinastia regnante di Westeros in esilio nel continente orientale per riottenere il trono. Ogni capitolo dei libri è presentato attraverso il punto di vista di uno dei personaggi principali... quasi tutti ambigui sul piano morale, per cui gli intrighi (spesso facendo ricorso al sesso), i tradimenti ed i ribaltamenti di fronte sono all'ordine del giorno.
Alcuni dati fermi a settembre 2013, quindi con la serie TV ancora agli inizi, affermano che la saga abbia venduto qualcosa come 24 milioni di libri nel solo Nord America ed è stata tradotta in più di 20 lingue. Tuttavia, c'è da dire che in un primo momento i libri scritti da George R.R. Martin sono stati quasi snobbati dai lettori... Il successo è arrivato solo in seguito alla messa in onda della stessa serie TV (il primo episodio è datato 17 aprile 2011).
Ma ora veniamo a noi. L'edizione in lingua italiana dell'intera opera è stata curata dalla Mondadori che ha deciso, nelle prime edizioni, di "spezzettare" i tomi originali, suddividendo ogni romanzo in due o tre volumi e con dei titoli non strettamente legati a quelli originali. Il gioco del trono (A Game of Thrones, tradotto "Un gioco di troni"), il primo tomo della serie, è stato pubblicato in due parti intitolate rispettivamente Il trono di spade e Il grande inverno... e sono anche i primi due libri che mi sono già procurato (e tra poco ne inizio la lettura). Intanto, ecco qui sotto le loro schede:


----- Il trono di spade, vol. 1 -----
Formato: copertina flessibile
Pagine: 425
Editore: Mondadori (prima edizione del 22 marzo 2016)
ISBN-13: 978-8804662136
In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord la Barriera (una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei) sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita o il sonno a chi ha la mala di incontrarli?

----- Il Grande Inverno. Il trono di spade, vol. 2 -----
Formato: copertina flessibile
Pagine: 437
Editore: Mondadori (22 marzo 2016)
ISBN-13: 978-8804662129
Nella terra dove le stagioni possono durare intere generazioni, divampa la guerra tra la bella e corrotta regina Cersei Lannister e i lord dei Sette Regni fedeli ai coraggiosi signori di Grande Inverno. Intanto, nelle grandi pianure orientali, la principessa Daenerys Targaryen, ultima discendente della dinastia del Drago, si prepara con i suoi poteri straordinari alla riconquista del regno dei suoi avi. Ma la vera minaccia sono gli Estranei che avanzano da nord, esseri misteriosi, per secoli ritenuti a torto frutto della fantasia. Odiano la vita, il fuoco, il calore, l'estate, perché essi sono la morte, il freddo, il ghiaccio e l'inverno. La fine dell'estate è vicina e solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre.

Nessun commento:

Posta un commento