venerdì 24 maggio 2019

[Recensione] Linea di sangue

Linea di sangue
di: Angela Marsons

Titolo originale: Blood Lines
Formato: Kindle (669 KB)
Pagine: 386
Editore: Newton Compton Editori (6 maggio 2019)
ASIN: B07PQP5HD7
Data di acquisto: 22 aprile 2019 [prenotazione]
Letto dal 20 al 24 maggio 2019

----- Sinossi -----
Quando la polizia ritrova il cadavere di un'assistente sociale uccisa da un'unica letale coltellata, tutto fa pensare a una rapina andata male. Ma la detective Kim Stone è convinta che qualcosa non torni. Pochi giorni dopo, una tossicodipendente della zona viene ritrovata uccisa nello stesso identico modo. L'istinto di Kim le suggerisce che dietro ci sia la mano dello stesso assassino. Eppure non c'è niente a collegare le due vittime, a eccezione dell'inquietante precisione con cui sono state uccise: una singola coltellata. Mentre Kim è alle prese con il caso, un fantasma del suo passato torna a farle visita con un'inquietante lettera che riapre antiche ferite, ancora non del tutto cicatrizzate. Se vuole davvero fermare l'assassino prima che il numero delle vittime cresca, dovrà rimanere vigile per districarsi nella fitta rete di intrighi e di bugie che le si sta stringendo attorno... anche se significa mettere in grave pericolo la sua stessa vita.

----- L'incipit del libro -----
Kim Stone sentì il rumore dei passi alle sue spalle. Non si girò. Accelerò, seguendo il ritmo dei battiti del cuore. Non riusciva a stabilire la distanza. L'uomo si era sincronizzato sulla sua stessa andatura.
Kim inciampò.
Lui parve rallentare.
Un passante qualsiasi avrebbe proseguito come se nulla fosse, o si sarebbe precipitato per aiutarla.
L'uomo non fece nessuna delle due cose.

----- La mia recensione -----
"Il demonio l'aveva preso e gettato via secondo i comodi di Alexandra Thorne, e lui aveva permesso che accadesse. L'avrebbe sempre permesso. L'aveva sempre permesso: dall'istante in cui lei gli aveva preso la mano e aveva sorriso alla sua anima, con la promessa di far sparire il dolore".
Kim Stone è diventata sempre più brava... ed anche Angela Marsons che, con questo thriller (il n. 5 della serie), riprende il discorso lasciato in sospeso in Il gioco del male. Ecco ricomparire, perciò, la folle psichiatra Alexandra Thorne vera nemesi della detective Kim Stone.
Il thriller è il mio genere letterario preferito perché, come sapete già, amo moltissimo il cercare gli indizi sparsi nel libro e, di conseguenza, scoprire l'assassino ed anticipare il finale della storia prima che me lo dica il libro stesso. Ma questa volta, lo ammetto, ho davvero fatto non poca fatica: non era proprio facile prendere i pezzi del puzzle e metterli insieme per risalire all'identità dell'omicida (e la sua rivelazione mi ha letteralmente lasciato basito).
Kim Stone, dal forte carattere ma con l'anima piena di inquietudine, è una donna interamente votata al suo lavoro, con cui cerca di alleviare le sofferenze del suo tragico passato... Chissà se mai ci riuscirà e chissà se mai riuscirà a lasciarselo alle spalle?
A complicare ulteriormente le cose ecco ricomparire sulla scena la pericolosa Alexandra Thorne, che già in Il gioco del male stava per avere la meglio sulla nostra protagonista.
Linea di sangue parte molto lento... ma soltanto per prepararci al vivo dell'azione ed all'inevitabile scontro (anche psicologico) tra Kim ed Alexandra. Impossibile, perciò, non appassionarsi alla trama che, ad onor del vero, è composta da due sotto trame: la prima costituita da una serie di omicidi tutti uguali (una singola coltellata e via!), la seconda dall'astuzia di Alexandra Thorne che, anche dall'interno del carcere in cui è rinchiusa, riesce a manipolare le fragili menti delle sue prede.
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
Gli altri libri di Angela Marsons che ho letto e recensito:
- 16 settembre 2018: Una morte perfetta
- 4 ottobre 2017: La ragazza scomparsa
- 18 luglio 2016: Urla nel silenzio
- 8 settembre 2016: Il gioco del male

Nessun commento:

Posta un commento