giovedì 6 maggio 2021

Nuove uscite... già prenotate!

----- Ilaria Tuti: Figlia della cenere
[Data di uscita: 3 giugno 2021 per Longanesi]
«La mia è una storia antica, scritta nelle ossa. Sono antiche le ceneri di cui sono figlia, ceneri da cui, troppe volte, sono rinata. E a tratti è un sollievo sapere che prima o poi la mia mente mi tradirà, che i ricordi sembreranno illusioni, racconti appartenenti a qualcun altro e non a me.
È quasi un sollievo sapere che è giunto il momento di darmi una risposta, e darla soprattutto a chi ne ha più bisogno. Perché i miei giorni da commissario stanno per terminare. Eppure, nessun sollievo mi è concesso.
Oggi il presente torna a scivolare verso il passato, come un piano inclinato che mi costringe a rotolare dentro un buco nero. Oggi capirò di dovere a me stessa, alla mia squadra, un ultimo atto, un ultimo scontro con la ferocia della verità. Perché oggi ascolterò un assassino, e l'assassino parlerà di me».
Dopo Fiori sopra l'inferno, Ninfa dormiente e Luce della notte, torna il commissario Teresa Battaglia in una storia intrisa di spietatezza e compassione, di crudeltà e lealtà, di menzogna e gentilezza. L’indagine più pericolosa per Teresa, il caso che segna la fine di un'epoca.
Formato: Kindle
ASIN: B09421Z6NG

----- Wulf Dorn: L'ossessione
[Data di uscita: 3 giugno 2021 per Corbaccio]
Che fine ha fatto Ellen Roth?
Mark Behrendt è uno psichiatra con due vite, quella di prima e quella di adesso. Prima lavorava alla Waldklinik di Fahlenberg, prima aveva Tanja, ilsuo amore. Adesso vive e lavora a Francoforte. In mezzo un inspiegabile incidente d'auto in cui Tanja è morta, e la nebbia dell'alcolismo in cui è precipitato e da cui l'ha aiutato a salvarsi un'amica: Doreen. Ed è a cena da lei quando qualcuno bussa alla porta e Doreen va ad aprire: è l'ultima cosa che Mark ricorda. Si risveglia intontito, Doreen è scomparsa. Poco dopo riceve una telefonata. Se vuole rivedere la sua amica viva deve svolgere un compito: deve trovare qualcuno e deve scoprire da solo chi.
Ha esattamente 2 giorni, 9 ore e 23 minuti per riuscirci, poi la donna verrà uccisa. Comincia così una corsa contro il tempo nel tentativo di capire chi c'è dietro questa follia, che cosa lo motiva, perché ce l'ha con Mark a tal punto, e chi è la persona misteriosa da trovare. Un tassello dopo l'altro, una rivelazione dopo l'altra, Mark cerca di risolvere questo enigma mortale, eseguendo al contempo gli ordini folli di uno sconosciuto, perseguitato da un dolore indicibile e disposto a fare qualunque cosa... proprio come lui?
A dieci anni dal successo internazionale della Psichiatra, Wulf Dorn torna sul "luogo del delitto" insieme a Mark Behrendt con un nuovo thriller avvolgente e inquietante che tiene con il fiato sospeso fino all'ultima riga.
Formato:Kindle
ASIN: B093C7RZFN

----- Daniel Cole: Il buio ti troverà
[già uscito lo scorso 11 marzo 2021 per Longanesi]
Quando il poliziotto in pensione Finlay Shaw viene trovato morto in una stanza chiusa a chiave dall'interno e con una pistola al suo fianco, tutti sono pronti ad archiviare il caso come un suicidio.
Ma l'ex ispettore della polizia londinese William «Wolf», latitante in fuga, decide di costituirsi pur di poter riaprire il caso. Insieme alla sua ex collega Emily Baxter e all'investigatore privato Edmunds, la squadra di Wolf inizia a scavare nei primi giorni di servizio di Shaw. Il loro amico era innocente come sembrava? O nel suo passato c'era qualcosa di tanto terribile da non poter essere rivelato a nessuno? Le risposte a queste domande risiedono nel passato ed è presto chiaro che qualcuno farebbe di tutto per assicurarsi di lasciarle nel buio. Wolf si ritroverà presto a doversi difendere dai suoi stessi colleghi e capirà che questa volta non è solo la sua carriera a essere in pericolo, ma la vita di coloro a cui tiene di più...
Formato: Kindle
ASIN: B08W21BV7R

Maria Luisa Minarelli: Biondo veneziano. Le indagini di Marco Pisani, Vol. 5
[giù uscito lo scorso 20 aprile 2021 per Amazon Publishing
Sono bionde, sono giovani, sono belle. E sono scomparse senza lasciare traccia. A richiamare l'attenzione di Marco Pisani, affiancato dall'amico Daniele Zen e dal dottor Valentini, è il cadavere della prima ragazza scaraventato da una violenta mareggiata su un terreno emerso della laguna; quello della seconda viene invece rinvenuto in fondo a un pozzo alle Zattere. E le altre, tutte svanite nel nulla? Che cosa lega una mezzosoprano alla figlia di un panettiere, una giovane aristocratica a una farmacista e a una camerierina? Chi le ha rapite, e perché, visto che non arriva nessuna richiesta di riscatto? In una Venezia minacciata dall'acqua alta, l'avogadore e i suoi brancolano nella nebbia più fitta, senza alcun segnale a guidarli se non la convinzione di Chiara che le cinque ragazze siano ancora vive. Finché, grazie a un'intuizione dell'avventuriero Giacomo Casanova, comincia a emergere qualche indizio che condurrà gli inquirenti nel Ghetto ebraico e nel fondaco dei Turchi e li trascinerà, complici i poteri di Chiara, a sfiorare il mondo degli spiriti.
Formato: Kindle
ASIN: B08MDZSKTH

----- Guido Nolitta, Gallieno Ferri e Franco Donatelli: Zagor contro Hellingen. Sulle orme di Titan
[in libreria da oggi per Sergio Bonelli Editore]
La raccolta completa delle storie di Zagor contro Hellingen. Uno scienziato pazzo che, in anticipo sui tempi, ha inventato ogni moderno ritrovato tecnologico. Il suo desiderio è dominare il mondo, ma ogni volta, a impedirglielo, trova sulla sua strada lo Spirito con la Scure.
Formato: cartonato
ISBN-13: 978-8869616068

----- Mirko Zilahy: L'uomo del bosco
[in libreria da oggi per Longanesi]
Il professor John Glynn, scienziato di fama mondiale, è al lavoro su una speciale sonda geofonica, SismoTime, che ascoltando la voce del nostro pianeta (i movimenti nelle profondità della crosta terrestre) sarà in grado di prevedere ogni tipo di terremoto con grande anticipo salvando milioni di vite umane. Nel momento in cui presenta la sua invenzione alla stampa, John Glynn è una stella del firmamento accademico, ma nessuno sa che la causa scatenante di quella ascesa straordinaria ha una precisa data di nascita: il 19 aprile 1990, quando, poco prima dell'alba, suo padre Liam, il grande eretico delle scienze geologiche degli anni Ottanta, scompare nell'esplosione di una miniera in Belgio insieme alla sua squadra di estrattori. Da quel tragico giorno sono trascorsi trent'anni e per John la memoria di quel tempo si è polverizzata in un oblio nebuloso. Almeno finché la sua famiglia non si trasferisce nella casa che affaccia sulla fiabesca Civita di Bagnoregio, la città che muore. Da quel momento una serie di eventi straordinari (la scomparsa di una sonda nei boschi di Civita, l'apparizione di un poliziotto con una VHS appartenuta a suo padre, gli sms che riceve da vecchi compagni di scuola e quella voce che abita i suoi incubi, notte dopo notte) sconvolge la vita perfetta del professore. Come se con un gesto magico avesse spalancato un abisso da cui affiorano pezzi di un mosaico spaventoso, John si ritroverà a fare i conti con un passato sepolto sotto gli strati di un peccato originale antico quanto è antico il mondo. Perché nel bosco dell'infanzia si nasconde il segreto più spaventoso. È lì che ci aspetta. Ed è lì che lo ritroveremo...
ISBN-13: 978-8830446922

mercoledì 5 maggio 2021

[Recensione] L'ultimo giorno di un condannato a morte

L'ultimo giorno di un condannato a morte
di: Victor Hugo

Formato: copertina rigida
Pagine: 128
Editore: Newton Compton Editori (17 aprile 2014)
ISBN-13: 978-8854166363
Data di acquisto: regalo di Natale 2020
Letto dal 29 aprile al 4 maggio 2021

----- Sinossi -----
L'angosciosa e dolorosissima attesa di un uomo che sta per essere privato del suo unico bene, della sua stessa vita, si consuma lenta e inesorabile, al ritmo ossessivo, martellante degli ultimi penosissimi pensieri e dei deliranti fantasmi di una mente incredula e atterrita. È con questa sorta di lucidissima e appassionata perorazione letteraria a favore dell'abolizione della pena di morte, pubblicata nell'ultimo anno della monarchia dei Borbone, che Victor Hugo, all'età di ventisette anni, prese posizione in difesa dei diritti inalienabili dell'uomo e innanzitutto di quello alla vita. La sua vocazione letteraria nasce e si costruisce infatti quotidianamente proprio in quel luogo vivo, presente, tangibilissimo che è la realtà circostante. Introduzione di Arnaldo Colasanti.

----- L'incipit del libro -----
Bicêtre*
Condannato a morte!
Sono cinque settimane che convivo con questo pensiero, sempre solo con esso, sempre agghiacciato dalla sua presenza, sempre curvo sotto il suo peso!
Un tempo, poiché mi sembra che siano anni piuttosto che settimane, ero un uomo come un altro. Ogni giorno, ogni ora, ogni minuto aveva la sua idea. La mia mente, giovane e ricca, era piena di fantasie. Si divertiva a farle scorrere una dopo l'altra, senza ordine e senza fine, ricamando di inesauribili arabeschi questa grezza ed esile stoffa della vita. Erano ragazze, splendidi piviali di vescovo, battaglie vinte, teatri pieni di brusio e di luce, e poi ancora ragazze e oscure passeggiate notturne sotto le vaste braccia degli ippocastani. Era sempre festa nella mia immaginazione. Potevo pensare a ciò che volevo, ero libero.
Ora sono prigioniero. Il mio corpo è in ceppi in una cella, la mia mente è prigioniera in un'idea. Un'orribile, una sanguinosa, un'implacabile idea! Non ho ormai che un pensiero, una convinzione, una certezza: condannato a morte!
*Località del dipartimento della Senna, celebre per l'imponente ospizio per vecchi e alienati. Bicêtre è entrata nel linguaggio comune francese come sinonimo di follia. Così, di qualcuno che compia un atto insensato o stravagante, si dice che è scappato da Bicêtre.

----- La mia (brevissima) recensione -----
Un piccolo libricino, drammatico ed emozionante allo stesso tempo, nonché un caposaldo del pensiero illuminista, che ha la capacità di farti vivere e sentire tutto quello che sta passando il il protagonista... e fa riflettere molto! Il miglior manifesto contro la pena di morte.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 su 5)

martedì 4 maggio 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 71: Gli orrori di Nuova Vita
Per Guthrum e il suo popolo, il sogno di raggiungere Nuova Vita si trasforma in incubo...
Data di uscita: 30 aprile 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Guthrum, Thorgal , Hagar: chi erano i Vichinghi?
- Gli orrori di Nuova Vita (1979). Testo di Guido Nolitta, disegni di Pini Segna
- Uno strano "violinista" (1963). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Mandan
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor, albo n. 721: Le scogliere del male
Cico, Re Guthrum e i suoi guerrieri sono caduti nelle mani di Starkad, il rinnegato, che ha deciso di sacrificarli a Fenrir, il dio in forma di lupo delle leggende norrene. Zagor si mette alla ricerca del covo dei predoni per liberare i suoi compagni prima che sia tardi, ma il giovane Alrek ha avuto una visione e lo avverte: comunque vada, qualcuno, tra loro, non tornerà a casa... In regalo la medaglia celebrativa di Cico!
Corrispondente a Zagor Gigante n. 670
Data di uscita: 4 maggio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Jacopo Rauch
Disegni: Gianni Sedioli e Marco Verni
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 4,40 euro

domenica 2 maggio 2021

Serie A: Lo Scudetto 2020/21 è nerazzurro...

Da Conte a... Conte. E' proprio l'allenatore leccese, quando mancano ancora 4 giornate alla fine del campionato, a spezzare la striscia di 9 scudetti consecutivi della Juve (aperta da lui stesso nel 2012), regalando all'Inter l'atteso 19° Scudetto della sua storia. E' infatti dalla stagione 2009/10, quella magica del triplete di Mourinho, che i nerazzurri non trionfavano in Serie A.
Nel segno di Antonio Conte, ma anche dei suoi "fidi scudieri". Dallo straordinario Lukaku, leader e cannoniere con 21 gol, a Lautaro Martinez (15 reti), al sempre più decisivo Hakimi, a Barella, alla difesa tutta e infine al ritrovato Eriksen. E ora obiettivo Champions, dopo la cocente delusione nella fase ai gironi.
Queste le prime parole di Conte: "Il campionato che stiamo facendo è figlio di una crescita costante. Stiamo riuscendo in qualcosa di straordinario, nel far cadere un regno che durava da 9 anni. Ho trovato un gruppo che ha remato verso la stessa parte, abbiamo condiviso un sogno. Stiamo per entrare nella storia dell'Inter. Il mio lavoro a Milano? Non è stato semplice entrare nel cuore dei tifosi e lo capisco, io ho dato tutto".

----- La bacheca dell'Inter -----
- Scudetti (19): 1909/10; 1919/20; 1929/30; 1937/938; 1939/40; 1952/53; 1953/54; 1962/63; 1964/65; 1965/66 (vince la Stella 10 Scudetti); 1970/71; 1979/80; 1988/89; 2005/06; 2006/07; 2007/08; 2008/09; 2009/10; 2020/21
- Coppa Italia (7): 1938/39; 1977/78; 1981/82; 2004/05; 2005/06; 2009/10; 2010/11
- Supercoppa Italiana (5): 1989; 2005; 2006; 2008; 2010
- Coppa dei Campioni/Champions League (3): 1963/64; 1964/65; 2009/10
- Coppa Uefa (3): 1990/91; 1993/94; 1997/98
- Coppa Intercontinentale/Mondiale per club (3): 1964; 1965; 2010

venerdì 30 aprile 2021

Libri (e fumetti) letti nel mese di aprile... e quelli da leggere a maggio!

Piccola, ma doverosa, premessa. A causa di un fastidio agli occhi che mi sta causando non pochi grattacapi, il tempo che posso dedicare alla lettura dei libri si è drasticamente ridotto... Perciò, da inizio 2021, sono obbligato a leggere molto di meno e, soprattutto, per non sforzare ulteriormente la vista, non potrò più scrivere lunghe recensioni, limitandomi soltanto ad un brevissimo parere ed al solito voto (che andrà, come sempre, da 1 a 5).

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito ad aprile 2021:
- 29 aprile 2021: Ilaria Tuti - Luce della notte. La serie di Teresa Battaglia, vol. 3
- 24 aprile 2021: Baruch Spinoza [Lo Spirito di Spinoza] - Trattato dei tre impostori. Mosè, Gesù, Maometto
- 21 aprile 2021: Stephen King - Buick 8
- 17 aprile 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 33 - La marcia degli zombi
- 15 aprile 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 32 - Haiti
- 14 aprile 2021: Zagor Classic, albo n. 26 - Missione speciale
- 10 aprile 2021: Donato Carrisi - Io sono l'abisso
- 10 aprile 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 31 - Il destino di Manetola
- 8 aprile 2021: Dragonero n. 14 - Lo sguardo della bestia
- 8 aprile 2021: Dragonero n. 13 - Nato dalle fiamme
- 4 aprile 2021: Dragonero n. 12 - Minaccia dal profondo
- 3 aprile 2021: Peter Høeg - Il senso di Smilla per la neve
- 2 aprile 2021: Zagor, albo n. 720 - I demoni delle nebbie
- 1 aprile 2021: Speciale Zagor, albo n. 33 - Ritorno alla casa del terrore

Ed i libri in lettura per maggio 2021 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Victor Hugo: L'ultimo giorno di un condannato a morte [già in lettura]
- Michael Palmer: Cause naturali
- Christian Jacq: La battaglia di Qadesh. Il romanzo di Ramses, vol. 3
- James Patterson: Instinct
- Edgar Allan Poe: Nuovi racconti straordinari

giovedì 29 aprile 2021

[Recensione] Luce della notte

Luce della notte. La serie di Teresa Battaglia, vol. 3
di: Ilaria Tuti

Formato: Kindle (1680 KB)
Pagine: 176
Editore: Longanesi (14 gennaio 2021)
ASIN: B08Q82HVG2
Data di acquisto: 28 gennaio 2021
Letto dal 24 al 29 aprile 2021

----- Sinossi -----
Chiara ha fatto un sogno. E ha avuto tantissima paura. Canta e conta, si diceva nel sogno, ma il buio non voleva andarsene. Così, Chiara si è affidata alla luce invisibile della notte per muovere i propri passi nel bosco. Ma quello che ha trovato scavando alle radici dell'albero l'ha sconvolta. Perché forse non era davvero un sogno. Forse era una spaventosa realtà. Manca poco a Natale, il giorno in cui Chiara compirà nove anni. Anzi, la notte: perché la bambina non vede la luce del sole da non sa più quanto tempo. Ci vuole un cuore grande per aiutare il suo piccolo cuore a smettere di tremare. È per questo che, a pochi giorni dalla chiusura del faticosissimo e pericoloso caso narrato in "Fiori sopra l'inferno" e dalla scoperta di qualcosa che dovrà tenere per sé, Teresa Battaglia non esita a mettersi in gioco. Forse perché, nonostante tutto, in lei batte ancora un cuore bambino.
Lo stesso che palpita, suo malgrado, nel giovane ispettore Marini, dato che pur tra mille dubbi e perplessità decide di unirsi al commissario Battaglia in quella che sembra un'indagine folle e insensata.
Già, perché come si può anche solo pensare di indagare su un sogno? Però Teresa sa, anzi, sente dentro di sé che quella fragile, spaurita e coraggiosissima bambina ha affondato le mani in qualcosa di vero, di autentico... E di terribile.

----- L'incipit del libro -----
Canta e conta, si disse la bambina per allontanare il Buio.
Ma la notte non se ne andò. Le rispose con un lamento a labbra strette che si arrampicava sull'erba accartocciata dalla brina e crepitava sulla pietra del selciato, lungo il portico della casa, fino a raggiungerla e ad aggrovigliarsi al centro della pancia.
La notte fumava di nubi, Chiara le guardava arrotolarsi sulla strada che risaliva la collina, dalle vigne coperte di cristalli fin su, al limitare del giardino. Le sagome degli animali scolpiti nel legno sembravano allungare musi e ali per liberarsi dalla nebbia e trovare un respiro di libertà. Qualche fiocco di neve roteava nell'aria, passatempo di un vento che giocava a nascondino e agitava le piume rosee sulla schiena della bambina.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Teresa iniziava a sentire addosso quella casa. I colori, così vividi anche nella luce smorzata, erano lenimento che colava sugli animi. Come un balsamo, ricoprivano le ferite che incidevano quel tessuto familiare, lacerato eppure pulsante"
.
I libri di Ilaria Tuti, non è certamente un mistero, mi piacciono... e, forse perché io abito in un Salento completamente piatto, ogni volta che ne apro uno mi lascio trasportare dai suoi monti e dalle sue valli. Teresa Battaglia è un grande personaggio (chissà se lo vedremo mai in TV...?): è una "guerriera" (lo testimonia anche il suo cognome) che non si lascia sopraffare dai suoi problemi (sia di salute che personali) ma, anzi, riesce a trarne la forza per andare avanti. Marini è un'ottima spalla (al pari di Augello e Fazio per Montalbano).
Libro bellissimo (però lo piazzo leggermente sotto i precedenti della saga) e a tratti commovente: è tutto un crescendo di pathos sino al gran finale... purtroppo molto sbrigativo! Le sue pagine scorrono via che è un piacere; il romanzo si legge tranquillamente in due-tre giorni... vabbè, io me la sono presa comoda e sono arrivato all'ultima pagina in 5.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5 su 5)

 Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

domenica 25 aprile 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 70: Il ritorno di Guthrum

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 70: Il ritorno di Guthrum

Zagor a fianco di Re Guthrum, verso la leggendaria colonia di Nuova Vita...

Data di uscita: 23 aprile 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Il partigiano Pini Segna, da Mandrake a Zagor.
- Un insolito alleato (1974). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Banditi senza volto (1979). Testo di Guido Nolitta, disegni di Pini Segna
- Il mondo di Zagor. Kiowa - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

sabato 24 aprile 2021

[Recensione] Trattato dei tre impostori. Mosè, Gesù, Maometto

Trattato dei tre impostori. Mosè, Gesù, Maometto
di: Baruch Spinoza [Lo Spirito di Spinoza]

Titolo originale: Traité des trois imposteurs: Moïse, Jésus, Mahomet
Formato: Mobi (2.669 KB)
Pagine: 193
Editore: Piano B edizioni (febbraio 2015)
ISBN: 9788899271008
Data di acquisto: 10 aprile 2021
Letto dal 21 al 24 aprile 2021

----- Sinossi -----
Chi erano Mosè, Gesù e Maometto? Quali erano le vere intenzioni di questi tre uomini che hanno cambiato per sempre il corso dei secoli?
Questo breve saggio, il libro clandestino più temuto e desiderato dell'Europa moderna, tenta di rispondere a queste semplici domande. Un pamphlet pungente, che vuol dimostrare la natura prettamente politica dei tre grandi monoteismi, e dei tre profeti che fondarono le religioni, qui considerati come veri e propri impostori dediti alla gloria personale e al controllo dei popoli.
Senza scadere nella blasfemia, viene dichiarata l'avversione ai profittatori della religione e all'uso politico che è sempre stato fatto di essa.
La prefazione al volume di Piergiorgio Odifreddi arricchisce con ulteriori contenuti e spunti di riflessione le teorie esposte, con una sintetica e incisiva storia del libro, della sua recezione e del suo ruolo nelle tappe della storia dell'ateismo.
Il Trattato dei tre impostori, conobbe un immenso successo nell'Europa del 1700, quando fu ricercato e letto segretamente da re e principi, prima di essere messo all'indice per il suo carattere sovversivo.

----- L'incipit del libro -----
Tutti desiderano conoscere la verità, e tuttavia pochissimi la conoscono, perché i più si credono incapaci di cercarla da soli o preferiscono non darsene la pena. Non c'è quindi da stupirsi se il mondo è pieno di opinioni ridicole e vane: per sostenerle, infatti, non c'è niente di meglio che l'ignoranza. È l'ignoranza l'unica fonte delle false idee che si hanno della divinità, dell'anima, degli spiriti e di tutti gli errori che ne derivano. Ed è una consuetudine ormai prevalsa quella di accontentarsi dei pregiudizi avuti fin dalla nascita, di affidarsi per ogni cosa a persone pagate per sostenere le opinioni tradizionalmente accettate, e quindi interessate a persuadere il popolo, che siano esse vere o false.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Tutti gli uomini nascono profondamente ignari delle cause delle cose, e tutto quel che sanno è che una loro inclinazione naturale li porta a ricercare ciò che è loro utile e vantaggioso, e ad evitare ciò che ritengono dannoso".
La cosa più interessante di questo libro, scritto presumibilmente intorno al XIII secolo, è l'introduzione del professor Piergiorgio Odifreddi. Per il resto, il "trattato" è soltanto il libero pensiero di un enigmatico autore di quel periodo. Idee strampalate, condivisibili o meno, però interessanti... anche per tutta l'oscura e misteriosa storia legata al libro stesso.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 su 5)

mercoledì 21 aprile 2021

[Recensione] Buick 8

Buick 8
di: Stephen King

Formato: mobi (801 KB)
Pagine: 380
Editore: Sperling & Kupfer (17 settembre 2013)
ASIN: B00F01VCN8
Data di acquisto: 14 settembre 2014
Letto dal 10 al 21 aprile 2021

----- Sinossi -----
Dal genio narrativo di Stephen King, un'altra "cosa" che invece vive e respira, alternando, come un animale, lunghi periodi di letargo a fasi di violenta attività: è la Buick 8 color blu notte parcheggiata in un capannone dietro la stazione di polizia della squadra D. Una presenza sorniona e inquietante che ha mutato completamente la squadra stessa: c'è chi se n'è andato, chi l'ha sostituito, chi è sparito, ma tutti (come in un clan) tacciono e stanno all'erta... perché è l'unico comportamento da adottare quando un mistero insondabile e letale invade la normalità...

----- L'incipit del libro -----
Il figlio di Curt Wilcox veniva spesso alla stazione l'anno che suo padre morì - e intendo proprio spesso -, ma nessuno gli diceva mai di togliersi dai piedi o gli chiedeva che cosa diavolo volesse. Capivamo il motivo delle sue visite: cercava di aggrapparsi al ricordo di suo padre. I poliziotti la sanno lunga sulla psicologia del dolore; molti di noi ne sanno più di quanto vorrebbero.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Il capannone si apriva su entrambe le estremità, e Johnny fece entrare la Buick dal retro. Il risultato fu che per tutti gli anni della sua permanenza nel capannone fronteggiò la stazione della squadra D. Era una cosa di cui con il passare del tempo molti degli agenti divennero consapevoli. Non era niente di esplicito, tutt'altro che un pensiero organizzato, ma qualcosa che aleggiava in un angolo della mente, che non si formava del tutto ma che non svaniva mai: la pressione del suo ghigno cromato".
Romanzo lentissimo che non mi ha entusiasmato più di tanto. Storia triste e malinconica come non mai.
- Voto: ⭐⭐ (2 su 5)

domenica 18 aprile 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 69: Congiura!

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 69: Congiura!

Sulle rive del Mississippi, tra esplosioni e attentati, si staglia l'ombra della congiura...

Data di uscita: 16 aprile 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Bond, Sherlock, Poe: 007 e detective (quasi sempre) da ridere (di Fabio Licari)
- Congiura! (1973). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Kiowa - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

mercoledì 14 aprile 2021

Zagor Classic, albo n. 26: Missione speciale

Zagor Classic, albo n. 26: Missione speciale

Data di uscita: 14 aprile 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB comics
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Zagor e Cico, catturati dai preistorici Tutelos, dovranno affrontare i fanatici Wasaki, dediti a sacrifici umani in onore del Dio del sole, per poter fuggire e ritrovare la libertà. Nella storia successiva, allo Spirito con la Scure viene affidata una nuova missione speciale: aiutare a trovare l'ubicazione migliore per la costruzione di un nuovo forte. Il tenente Dubrosky, ottuso e arrogante militare degradato, non concorda assolutamente con i consigli di Zagor ed è pronto a scatenare una sanguinosa guerra indiana per avere la meglio e riprendere il suo perduto posto nell'esercito...

domenica 11 aprile 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 68: I fratelli del fiume

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 68: I fratelli del fiume

Il carnevale di New Orleans si macchia del sangue del colonnello Donovan...

Data di uscita: 9 aprile 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Il Fulmine e la Scure: gli eroi, la fisica e il crossover (di Fabio Licari)
- Una stella per Zagor (1971). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli e Franco Bignotti
- Tragico Carnevale (1973). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Irochesi - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

sabato 10 aprile 2021

[Recensione] Io sono l'abisso

Io sono l'abisso
di: Donato Carrisi

Formato: Kindle (960 KB)
Pagine: 279
Editore: Longanesi (23 novembre 2020)
ASIN: B08L6DJ881
Data di acquisto: prenotazione del 14 novembre 2020
Letto dal 3 al 10 aprile 2021

----- Sinossi -----
Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s'intravede all'orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L'uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti.
E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto.
L'uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l'eccezione di rare ma memorabili serate speciali. Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall'incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui che ha scelto di essere invisibile, un'ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente.
Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l'uomo che si nasconde dietro la porta verde.
Ma c'è un'altra cosa che l'uomo che pulisce non può sapere: là fuori c'è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l'oscura fama che la accompagna.
E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C'è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l'ombra invisibile che si trova al centro dell'abisso.

----- L'incipit del libro -----
7 giugno. Alla scritta, su su in cima, mancano alcune lettere, altre sono storte. Anche se ha solo cinque anni e non va ancora a scuola, riconosce la G e la H e sa che il cerchietto corrisponde sempre alla O, che ora è anche la forma dello stupore sulle sue labbra.
«Grand Hotel» legge Vera per lui mentre si avvicinano, indicando l'alto edificio che li attende, addormentato. Le finestre sono tanti occhi ciechi. Nei muri lunghe rughe che si sbriciolano, solchi di lacrime secche. Le scritte e i disegni colorati invece di mettere allegria fanno somigliare il palazzo a un vecchio gigante umiliato. La porta d'ingresso sembra una giostra rotta, ed è sbarrata con assi di legno. Piccoli arbusti bucano l'asfalto del piazzale come dita di scheletri che cercano di uscire dalle tombe.
In mezzo a un coro d'invisibili cicale, si sentono solo gli zoccoli di Vera e lo strascinio delle ciabattine di plastica del bambino. Il bambino coi pantaloncini blu e la canottiera è controtempo, non ce la fa a tenere il passo. Al contrario, Vera sembra così sicura in cima ai suoi zoccoli con la fibbia luccicosa, slanciata come un fenicottero.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"La botola dello scantinato è verde. La discesa in quel buco sul pavimento della cucina. Mano nella mano, un gradino alla volta. Docile, senza protestare: chi ti vuole bene non può farti del male".
Romanzo bellissimo e non per niente banale; forze un pochino più "soft" rispetto al Suggeritore (che resta insuperabile), ma decisamente migliore come stile... Diciamo pure che è diverso dal solito "Carrisi". Anzi, per dirla tutta, alla fine ti lascia anche un po' di tristezza nel cuore!
All'inizio la lettura è alquanto faticosa, poi ti prende parecchio e ti coinvolge in modo incredibile. Il finale è leggermente frettoloso e forzato ed i colpi di scena molto scontati e ampiamente prevedibili.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I libri di Donato Carrisi che ho letto e recensito:
- La casa delle voci (11 febbraio 2020)

domenica 4 aprile 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 67: Paradise Gate
Nella Rocky Valley, uno sceriffo dal triste passato veglia su una ricca "Boom Town"...
Data di uscita: 2 aprile 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Proteus, Diabolik e gli altri criminali mascherati (di Fabio Licari)
- L'ultima mano (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Paradise Gate (1971). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli e Franco Bignotti
- Irochesi - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor, albo n. 720: I demoni delle nebbie
Zagor, Cico, Re Guthrum e i suoi guerrieri, giungono sulle coste del Lago Huron alla ricerca del misterioso Starkad, il vichingo rinnegato. Ad attenderli trovano una regione insanguinata dalle incursioni di una spietata banda di predoni. Starkad si è messo alla testa dei famigerati Salteaux Wendigo, i guerrieri che hanno voltato le spalle alle leggi del Grande Spirito e vivono solo per le razzie e i massacri. In regalo la medaglia celebrativa di Zagor.
Corrispondente a Zagor Gigante n. 669
Data di uscita: 2 aprile 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Jacopo Rauch
Disegni: Gianni Sedioli e Marco Verni
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 4,40 euro

sabato 3 aprile 2021

[Recensione] Il senso di Smilla per la neve

Il senso di Smilla per la neve
di: Peter Høeg

Titolo originale: Frøken Smillas fornemmelse for sne
Formato: copertina rigida
Pagine: 456
Editore: Mondadori (prima edizione del 13 settembre 1994)
ISBN-13: 978-8804384380
Data di acquisto: regalo di Natale 2020
Letto dal 16 marzo al 3 aprile 2021

----- Sinossi -----
La forte, indomabile Smilla, cresciuta nelle glaciali solitudini della Groenlandia, è coinvolta in un'indagine che riguarda un incidente sulla neve accaduto a un bambino. Ma Smilla è sicura che non si tratti di una disgrazia. Il piccolo Esajas correva sul tetto innevato quando è caduto, rimanendo ucciso. Ma Smilla ha visto le impronte lasciate dal bambino e la neve le dice che non si è trattato di un incidente...

----- L'incipit del libro -----
C'è un freddo straordinario, 18 gradi Celsius sotto zero, nevica, e nella lingua che non è più mia la neve è qanik, grossi cristalli quasi senza peso che cadono in grande quantità e coprono la terra con uno strato di bianco gelo polverizzato.
L'oscurità di dicembre sale dalla fossa che sembra illimitata come il cielo che ci sovrasta. In questa oscurità i nostri volti sono solo dischi di pallida luce, ma riesco ugualmente a percepire la disapprovazione del pastore e del becchino per le mie calze nere a rete e per i gemiti di Juliane, peggiorati dal fatto che stamattina ha preso l'Antabuse e ora affronta il dolore quasi sobria. Pensano che io e lei non abbiamo rispettato il tempo né la tragica situazione. La verità è che le calze e le pillole sono, ognuna a modo suo, un omaggio al freddo e a Esajas.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Non sono perfetta, mi piacciono più la neve e il ghiaccio che l'amore. Mi è più facile interessarmi alla matematica che amare il mio prossimo. Ma sono ancorata a qualcosa di saldo nell'esistenza. Lo si può chiamare senso dell'orientamento, intuizione femminile o quello che si vuole. Ho delle fondamenta e più in basso non posso cadere. Può anche essere che sia riuscita a organizzarmi la vita fin troppo bene. Ma sono sempre aggrappata - almeno con un dito alla volta - allo Spazio Assoluto".
In Il senso di Smilla per la neve piace ed affascina il senso della natura dei popoli del nord ma, nel complesso, non rimarrà tra i miei libri preferiti.
L'inizio è molto interessante ma il finale (tutto in chiave fantascientifico) non è proprio all'altezza. Un romanzo noioso, triste ed a fasi alterne; e con il ritmo lento, tipico dei thriller scandinavi. È ambientato tra la Danimarca, la Groenlandia e... tra i ghiacci, dalle mille sfumature di colore e di consistenza.
Protagonisti assoluti sono la neve (e tutti i modi ed i termini con cui la si indica), il ghiaccio, il freddo ed il paesaggio artico.
- Voto: ⭐⭐ (2 su 5)

giovedì 1 aprile 2021

Libri (e fumetti) letti nel mese di marzo... e quelli da leggere ad aprile!

Piccola, ma doverosa, premessa. A causa di un fastidio agli occhi che mi sta causando non pochi grattacapi, il tempo che posso dedicare alla lettura dei libri si è drasticamente ridotto... Perciò, da inizio 2021, sono obbligato a leggere molto di meno e, soprattutto, per non sforzare ulteriormente la vista, non potrò più scrivere lunghe recensioni dei libri che termino di leggere, limitandomi soltanto ad un brevissimo parere ed al solito voto (che andrà, come sempre, da 1 a 5).

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a marzo 2021:
- 28 marzo: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 30 - Grido di libertà
- 22 marzo: Dragonero, albo n. 11 - La regina degli algenti
- 21 marzo: Dragonero, albo n. 10 - Le fosse dei Fargh
- 20 marzo: Speciale Dragonero n. 5 - La muraglia dei troll
- 15 marzo: Andrea Camilleri - Il cane di terracotta
- 15 marzo: Zagor Classic, albo n. 25 - I due traditori
- 12 marzo: Dragonero il ribelle, albo n. 17 - Il sacrificio di Yannah
- 11 marzo: Dragonero, albo n. 9 - Il tocco che uccide
- 8 marzo: Dragonero, albo n. 8 - Il fascino del male
- 5 marzo: Marco Buticchi - Stirpe di navigatori
- 4 marzo: Zagor, albo n. 719 - I sette vikinghi
- 3 marzo: Flash Zagor n. 0

Ed i libri in lettura per aprile 2021 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Peter Høeg: Il senso di Smilla per la neve [già in lettura]
- Donato Carrisi: Io sono l'abisso
- Stephen King: Buick 8
- Ilaria Tuti: Luce della notte

martedì 30 marzo 2021

Speciale Zagor n. 33: Ritorno alla casa del terrore

Speciale Zagor n. 33: Ritorno alla casa del terrore

Data di uscita: 30 marzo 2021
Pagine: 160
Soggetto e sceneggiatura: Moreno Burattini
Disegni: Stefano Voltolini e Giorgio Sommacal
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 6,50 euro

C'è un mistero legato al ritratto di Priscilla Stanford, bruciata due secoli prima, con l'accusa di stregoneria, davanti alla villa: svelarlo significa mettere le mani su un tesoro nascosto dalla presunta strega in un punto della Casa. Un tesoro che fa gola a un uomo senza scrupoli, mister Roland, che lo vuole sottrarre ad Alan Stanford, discendente di Priscilla. Il quale ha chiesto aiuto a Zagor, Cico e Bat Batterton...

domenica 28 marzo 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 66: L'uomo dai mille volti

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 66: L'uomo dai mille volti

Un bandito inafferrabile, che firma ogni furto con la carta da gioco del fante di picche...

Data di uscita: 26 marzo 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Da Fantomas al Fante di Picche (di Fabio Licari)
- L'ultimo volo (1979). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il Fante di Picche (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Hopi
- Dagli archivi Bonelli

domenica 21 marzo 2021

Materiale di Dragonero che sto vendendo

Questo il materiale su Dragonero in mio possesso e che sto vendendo su eBay:

----- Dragonero. Romanzo a fumetti [venduto]

----- Dragonero. Numero 0 [venduto]

----- Mappa dell'Erondar [venduto]

----- Serie completa degli albi dal n. 1 al n. 48 [venduta]

----- Dragonero. Le origini. Cartonato [venduto]

----- L'Atlante di Dragonero [venduto]

----- Dragonero Speciale n. 5: La muraglia dei troll
Data di uscita: 10 luglio 2018
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Gianluca Gugliotta
Colori: Hamilton Piky
Copertina: Raul e Gianluca Cestaro
C'era una volta... l'Erondàr senza un esercito invasore, senza una guerra a incenerirne i confini e abbatterne le città. C'era una volta un Erondàr senza Regine Nere... ma non per questo meno pericoloso! Prima che iniziasse l'invasione, alcuni tra gli scout più valorosi dell'Erondàr (Yannah, Gmor e Dragonero) si trovarono a compiere una pericolosa missione in una zona di confine, selvaggia e inospitale, dominata da feroci creature gigantesche...

----- Il taccuino di Dragonero
Data di uscita: 22 novembre 2018
Formato: Brossurato, 14x21 cm, b/n
Pagine: 176
ISBN: 9788869613333
Sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Prezzo di copertina: 15 euro
Dopo il successo dell'Atlante, arriva un altro libro/oggetto dedicato agli appassionati di Dragonero: il taccuino che riproduce i diari di viaggio di Ian Aranill, cacciatore di draghi, scout imperiale e grande viaggiatore. Il taccuino contiene parte delle sue memorie, alternate a pagine in cui il lettore può annotare le sue impressioni di viaggio, magari in terre un po' meno ignote e pericolose...

----- Dragonero. Il sangue del drago
Data di uscita: 28 gennaio 2021
Formato: brossurato, 16 x 21 cm, b/n
Pagine: 400
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni: Giuseppe Matteoni e Luca Malisan
Copertina: Giuseppe Matteoni
Per la prima volta raccolti in volume i quattro episodi d'esordio di Dragonero, la serie fantasy creata da Luca Enoch e Stefano Vietti.
Città portuale di Baijadan, a sud dell'Impero. Ian Aranill, sua sorella Myrva, l'orco Gmor e l'elfa Sera stanno investigando su di un traffico di armi, quando si trovano di fronte ad un pericolo inatteso: un'arma dagli effetti devastanti che sembrava andata distrutta per sempre proprio grazie all'intervento di Ian, sei anni prima. È l'inizio del viaggio che porterà l'Uccisore di Draghi e i suoi compagni a svelare chi sia l'oscura figura che vuole servirsene per scatenare una guerra tra gli Orchi e l'Impero!

----- Dragonero il ribelle, albo n. 15: L'inaccessibile fortezza
Data di uscita: 9 gennaio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Fabio Babich, Fabrizio Galliccia, Emanuele Gizzi
Copertina: Gianluca Pagliarani
Lo sforzo dei ribelli per contrastare l'espansione di Vàhlendàrt, che sta portando dolore e oppressione in tutto l'Erondàr, è sempre più forte ma qualcuno non è d'accordo con la libertà di movimento che i ribelli si sono presi per spostarsi in gran segreto. Il popolo dei Nani vuole che le vie sotterranee siano di proprio esclusivo utilizzo e dunque colpisce duramente la ribellione, prendendo in ostaggio addirittura Briana. Dragonero, messo spalle al muro, reagisce con un colpo di mano che trasformerà un nemico in alleato: le riserve auree dell'impero, custodite nella fortezza di Dunmon, in cambio della vita di Briana e di una futura alleanza coi Nani. Ma Dunmon non è preda facile: un incubo entrarvi, impossibile uscirvi...

----- Dragonero il ribelle, albo n. 16: Il volo delle Viverne [venduto]

----- Dragonero il ribelle, albo n. 17: Il sacrificio di Yannah [venduto]

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 65: Ultor!

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 65: Ultor!

La morte giunge dal cielo ed ha le sembianze di un micidiale vendicatore alato...

Data di uscita: 19 marzo 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Ultor, l'uomo alato che ricorda Hawkman (di Fabio Licari)
- Ultor! (1979). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Creek
- Dagli archivi Bonelli

lunedì 15 marzo 2021

[Recensione] Il cane di terracotta

Il cane di terracotta
di: Andrea Camilleri

Formato: copertina flessibile
Pagine: 288
Editore: Sellerio Editore Palermo; 22 edizione (18 aprile 1996)
ISBN-13: 978-8838912269
Data di acquisto: 2 ottobre 2020
Letto dal 5 al 15 marzo 2021

----- Sinossi -----
Ritorna l'investigatore Montalbano: nel corso di un'inchiesta su di un traffico d'armi, ispezionando una caverna che funge da deposito di ordigni, Montalbano scopre un passaggio che conduce a un'altra grotta, e qui trova due cadaveri: un ragazzo e una ragazza uccisi cinquant'anni prima. Obbedendo all'istinto prepotente che lo spinge a ricercare una verità sbiadita e forse ormai inafferrabile, il commissario Montalbano inizia un'indagine improbabile, che cerca di ricostruire vicende apparentemente non destinate ad approdare in un'aula di tribunale...

----- L'incipit del libro -----
A stimare da come l'alba stava appresentandosi, la iurnata s'annunziava certamente smèusa, fatta cioè ora di botte di sole incaniato, ora di gelidi stizzichii di pioggia, il tutto condito da alzate improvvise di vento. Una di quelle iurnate in cui chi è soggetto al brusco cangiamento di tempo, e nel sangue e nel ciriveddro lo patisce, capace che si mette a svariare continuamente di opinione e di direzione, come fanno quei pezzi di lattone, tagliati a forma di bannèra o di gallo, che sui tetti ruotano in ogni senso ad ogni minima passata di vento.
Il commissario Salvo Montalbano apparteneva da sempre a quest'infelice categoria umana e la cosa gli era stata trasmessa per parte di matre, che era cagionevole assai e spesso si serrava nella càmmara di letto, allo scuro, per il malo di testa e allora non bisognava fare rumorata casa casa, camminare a pedi lèggio. Suo patre invece, timpesta o bonazza, sempre la stessa salute manteneva, sempre del medesimo intìfico pinsèro se ne restava, pioggia o sole che fosse.
Magari questa volta il commissario non smentì la natura della sua nascita: aveva appena fermato l'auto al decimo chilometro della provinciale Vigàta-Fela, come gli era stato detto di fare, che subito gli venne gana di rimettere in moto e tornarsene in paese, mandando a patrasso l'operazione. Arriniscì a controllarsi, accostò meglio la macchina al ciglio della strata, raprì il cassetto del cruscotto per pigliari la pistola che abitualmente non portava addosso. Però la mano gli restò a mezz'aria: immobile, affatato, continuò a taliare l'arma.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"E, di colpo, si sentì un quaquaraquà, un uomo da niente, capace di nessun rispetto. Nella matinata, sorprendendo i due picciotti che facevano all'amore, aveva profanato la vita; adesso, davanti ai due corpi che per sempre avrebbero dovuto restare ignorati nel loro abbraccio, aveva profanato la morte".
Un libro che merita di esser letto e che io, da sempre, considero uno dei più belli (se non il più bello) della serie sul Commissario Montalbano. In questo romanzo, il secondo della serie, oltre che veder completato il profilo del commissario (completamente diverso dal personaggio interpretato in TV da Luca Zingaretti), assisteremo anche ad un bel giallo sull'Amore (quel sentimento con la A maiuscola).
A lungo andare, e non lo dico solo io, nei romanzi su Montalbano lo schema tende un po' a ripetersi abbastanza pigramente; i primi, invece, li leggi con estremo piacere perché ti imbatti in personaggi molto ben delineati, ognuno con le sue peculiarità... ognuno con i suoi pregi ed i suoi difetti.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐⭐ (5 su 5)

----------

domenica 14 marzo 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 64: Il fiore della morte
Oltre il fiume Watanka, sboccia un fiore il cui profumo scatena istinti omicidi...
Data di uscita: 12 marzo 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Spirito con la Scure? No, Frankenstein della nostra anima (di Fabio Licari)
- Il fiore della morte (1971).  Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il messaggio dei Munsee (1979).  Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Comanche - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor Classic, albo n. 25: I due traditori
Alla festa organizzata dal sedicente marchese di Beauchamp, Zagor e Cico devono affrontare il famigerato Buddy Fox e la sua banda, svelandone la vera identità e ponendo così fine ai suoi ignobili intrighi! Nella storia successiva, sulla strada verso Darkwood, lo Spirito con la Scure e il suo panciuto amico si trovano a salvare il dottor Galloway dalla prigionia dei pellerossa di Mano Rossa, prepotente capo dei Fox, in un'avventura dai risvolti inaspettati... e il ritorno verso casa rivela nuove sorprese, dopo l'incontro e il salvataggio di "Bimbo" Sullivan. Nell'ultima storia, invece, un errore di Cico durante una battuta di caccia, porta i nostri due amici fin dentro la terribile Porta della Paura e ai segreti che si celano dopo di essa...
Data di uscita: 13 marzo 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro

domenica 7 marzo 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 63: Watanka River

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 63: Watanka River

Il botanico Arcibald Tracy è scomparso in una regione inesplorata che nasconde mille insidie...

Data di uscita: 5 marzo 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Un'editore, il suo stile e un'avventura (di Fabio Licari)
- La furia di Blow (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Watanka River (1971). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Comanche - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

venerdì 5 marzo 2021

Libri (e fumetti) letti nel mese di febbraio... e quelli da leggere a marzo!

Visto che, anche per questo mese, questo post esce con qualche giorno di ritardo, ecco una piccola, ma doverosa, premessa. A causa di un fastidio agli occhi che mi sta causando non pochi grattacapi, il tempo che posso dedicare alla lettura dei libri si è drasticamente ridotto... perciò, da inizio 2021, sono obbligato a leggere molto di meno e, soprattutto, per non sforzare ulteriormente la vista, non scriverò più lunghe recensioni dei libri che termino di leggere, limitandomi soltanto ad un mio brevissimo parere ed al solito voto (che andrà, come sempre , da 1 a 5).

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a febbraio 2021:
- 28 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 7 - Nel regno di Zehfir
- 26 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 6 - Zanne e acciaio
- 24 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 5 - Il raduno degli scout
- 21 febbraio 2021: Dragonero. Le origini [cartonato a colori]
- 19 febbraio 2021: Dan Burstein (a cura di) - I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
- 18 febbraio 2021: Il taccuino di Dragonero
- 18 febbraio 2021: L'Atlante di Dragonero
- 16 febbraio 2021: Zagor Classic, albo n 24 - Gentiluomo... ma non troppo
- 14 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 4 - La fortezza oscura
- 14 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 3 - Gli impuri
- 12 febbraio 2021: Dragonero, albo n. 2 - Il segreto degli alchimisti
- 11 febbraio 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 29 - L'ombra dell'Avvoltoio
- 10 febbraio 2021: James ellroy - Dalia nera
- 10 febbraio 2021: Dragonero il Ribelle, albo n. 16 - Il volo delle viverne
- 7 febbraio 2021: Dragonero il Ribelle, albo n. 15 - L'inaccessibile Fortezza
- 3 febbraio 2021: Zagor, albo n. 718 - Lupi e agnelli
- 3 febbraio 2021: Dragonero. Il sangue del drago

Ed i libri in lettura per marzo 2021 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- Marco Buticchi: Stirpe di navigatori [già letto]
- Andrea Camilleri: Il cane di terracotta [in lettura]
- Peter Høeg: Il senso di Smilla per la neve
- Donato Carrisi: Io sono l'abisso
- Stephen King: Buick 8

[Recensione] Stirpe di navigatori

Stirpe di navigatori
di: Marco Buticchi

Formato: Kindle (3449 KB)
Pagine: 408
Editore: Longanesi (26 settembre 2019)
ASIN: B07X3W7Y32
Data di acquisto: 26 settembre 2019
Letto dal 19 febbraio al 4 marzo 2021

----- Sinossi -----
Oggi. Sara Terracini, impegnata in una lunga traversata a bordo del Williamsburg insieme al marito, l'inafferrabile Oswald Breil, riceve un singolare incarico: tradurre un antico diario rinvenuto in un monastero di Lisbona. A scrivere le proprie memorie è un grande navigatore italiano, dal cognome molto eloquente: Alessandro Terrasini.
Lisbona, 1755. I viaggi tra Italia e Portogallo della Frelon, l'imbarcazione del capitano Terrasini, sembrano procedere con regolarità e con profitto, grazie all'accordo per il commercio delle stoffe stretto con padre Rafael de Alves. Ma un duplice, tragico evento cambierà per sempre il loro destino. Il grande terremoto di Lisbona rade al suolo la città, provocando morti e devastazione. E nel quadro di instabilità civile e politica che ne segue, qualcuno si muove nell'ombra per portare a compimento le proprie oscure trame. Alessandro, Rafael e la giovane contessina Elisa si troveranno al crocevia di uno scontro di potere ad altissimo livello, costretti a contrastare negrieri, criminali ed eminenze grigie per salvare la propria vita e la propria stirpe.
Congo e Stati Uniti, anni '60. Separati a causa di un attentato, i due fratelli congolesi Matunde e Kumi Terrasin sono costretti a lasciare la terra natia per sopravvivere. Matunde, provetto chitarrista e cantante, cambierà nome in Matt Under e raggiungerà la fama, ma la sua sfolgorante carriera di rockstar sarà interrotta dalla terribile guerra in Vietnam. Kumi trova momentaneo rifugio a Parigi e diventa uno dei protagonisti della stagione di proteste studentesche. Ma nessuno dei due può sfuggire a lungo agli inseguitori, da sempre sulle loro tracce, perché i due fratelli sono gli unici testimoni viventi di qualcosa di sconvolgente. Qualcosa che nessuno deve sapere.
Oggi. Matt Under, fratello del neopresidente del Congo Kumi Terrasin, è stato rapito. E c'è soltanto un uomo che può salvarlo: Oswald.

----- L'incipit del libro -----
Saint-Denis, île de Bourbon (Réunion), 7 luglio 1730. La brezza dell'oceano vorticò sulla piazza gremita e s'insinuò nel caldo torrido che gravava sulle anime assiepate in attesa degli accadimenti. Il sole tropicale era ancora alto, ma nessuno mostrava cenni d'insofferenza: lo spettacolo promesso valeva bene quel sacrificio. Sulla platea regnava un silenzio irreale, permeato di tangibile tensione. Gli occhi di tutti i presenti erano rivolti al patibolo.
Dalla folla si levò un brusio e tutti si girarono in direzione dell'unica via d'accesso. Il carretto che trasportava il condannato giunse sulla piazza con qualche minuto di ritardo.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"In mare è più logorante la calma della bonaccia che l'urlo della tempesta".
Libro n. 13 incentrato sulle avventure (o dovremmo dire peripezie?) dei coniugi Breil-Terracini. Questa volta conosceremo la storia della discendenza di Sara Terracini... e per farlo andremo indietro nel tempo, sino al Portogallo del 1700, per poi giungere, infine, agli anni '60 del secolo scorso (guerra in Vietnam e primi anni del Congo di Mobutu).
Il romanzo è veramente coinvolgente, soprattutto le vicende portoghesi di Alessandro Terrasini e Rafael de Alves. Oswald e Sara, come sta accadendo negli ultimi libri della saga, compaiono solo di sfuggita finchè, nel finale della storia, si prendono definitivamente la scena... a modo loro, si intende! Ecco, l'unica nota stonata riguarda proprio questa parte: risulta molto sbrigativa e concentrata in pochissime battute.
- Voto: ⭐⭐⭐ (3 u 5)

 Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho evidenziato

----------
I libri di Marco Buticchi che ho letto e recensito:
- 31 luglio 2020: Il respiro del deserto
- 20 maggio 2019: Il vento dei demoni
- 7 ottobre 2018: Il segreto del faraone nero
- 12 settembre 2018: La nave d'oro
- 26 giugno 2018: L'ordine irreversibile
- 5 giugno 2018: Il cuore del Profeta
- 3 giugno 2018: Evil (racconto lungo)
- 18 maggio 2018: La luce dell'impero
- 7 marzo 2018: L'anello dei re
- 11 gennaio 2018: La stella di pietra
- 8 novembre 2016: Le pietre della luna
- 5 settembre 2015: Il segno dell'aquila
- 12 maggio 2015: Profezia
- 12 novembre 2014: La voce del destino
- 1 settembre 1998: Menorah (letto ma non recensito)

mercoledì 3 marzo 2021

National Geographic Italia - marzo 2021

National Geographic Italia - marzo 2021

Vol. 47 - N. 3 (n. 278 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Manghi della varietà Kensington pride raccolti a Calatabiano, in provincia di Catania. In un paio di giorni saranno maturi e pronti per il mercato.

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Chiedetelo al contadino. Tempo fa, durante un incontro pubblico, una persona mi chiese come facessimo a vedere gli effetti del cambiamento climatico. Eravamo all'aperto, così indicando un signore che a pochi passi da noi si stava prendendo cura del suo orto, d'istinto risposi: «Non deve chiederlo a me, deve chiederlo a lui». Fu colto di sorpresa, ma per poco. In ogni parte del mondo, sono stati gli agricoltori i primi a sperimentare l'impatto del rapido innalzamento delle temperature sulle attività umane. E non si tratta soltanto dei danni provocati da eventi estremi come siccità e inondazioni, anzi. Molto più in generale, sottolineano i rapporti delle agenzie internazionali, stanno cambiando gli schemi stagionali delle precipitazioni, il periodo della semina e della raccolta è sempre più anticipato, sta aumentando la presenza di patogeni delle piante, stanno modificandosi la latitudine e la quota delle colture e dei pascoli. A una velocità senza precedenti nella storia della civiltà umana. In queste pagine, accompagnato dagli scatti di Alessandro Gandolfi, il viaggio di Valerio Gualerzi nell'agricoltura italiana ci offre un prezioso quadro del cambiamento in atto. Al Sud è arrivata la frutta tropicale, che tra manghi e avocado ha iniziato ad alterare il tradizionale paesaggio di agrumeti. Al Nord, sempre più a nord, l'ulivo cresce in Valtellina e la vite si arrampica sempre più in alto sui versanti delle montagne trentine. Il cambiamento climatico è qui e ora. Sta modificando i nostri paesaggi rurali. Per chi ancora non lo avesse afferrato, chiedete agli agricoltori.

- La nuova agricoltura italiana. Piantagioni di avocado e manghi al Sud, olivi nel Settentrione, vitigni in montagna a quote sempre più elevate. E poi reti antigrandine ovunque per proteggere i campi dagli eventi meteo estremi. Viaggio nell'agricoltura italiana stravolta dal clima che cambia.
- Innocenti nel braccio della morte. Dal 1972, grazie all'introduzione dell'analisi del DNA e all'azione di gruppi non-profit che hanno chiesto il riesame delle procedure di polizia e magistratura, ben 182 persone condannate a morte negli Stati Uniti sono state riconosciute innocenti e scagionate. Ecco le loro storie.
- Tutto per una linea. Come una modifica a una carta geografica ha portato allo scontro tra Indie e Pakistan sul tetto del mondo.
- Levrieri a fine corsa. Negli USA le gare dei cani sono ormai un retaggio del passato.
- Fotodiario: Le signore dei treni ucraini. Il personale femminile addetto ai caselli ed alla segnaletica garantisce la sicurezza della rete ferroviaria.
- Explore: La teoria dell'aria aperta. Il concetto norvegese di Friluftsliv ci invita a godere della natura, e promette di rendere la pandemia più sopportabile.

Zagor: due uscite in edicola

----- Flash Zagor n. 0
Dopo il successo in fumetteria dell'edizione Scure e di quella Fulmine, il numero zero dell'atteso team up tra Flash e Zagor torna in una versione arricchita da alcuni racconti classici dei due eroi. Oltre all'avventura La scure e il fulmine, prologo della storia speciale che vede uniti lo Spirito con la Scure e il velocista dell'universo DC, l'albo interamente a colori propone Flash dei due mondi, in cui Barry Allen incontra per la prima volta il Flash originale, Jay Garrick, e la prima apparizione del costume del Re di Darkwood, ripresa dall'indimenticabile Zagor racconta. A completare il menu, Paura, un episodio moderno che vede Flash alle prese con il letale Gorilla Grood, le copertine originali delle storie raccolte in questa antologia e un ricco apparato redazionale.
Data di uscita: 2 marzo 2021
Formato: 16x21 cm, colore
Pagine: 116
Copertina: Emiliano Mammucari
Prezzo di copertina: 4,90 euro
- La scure e il fulmine (Zagor/Flash #0): testo di Giovanni Masi e Mauro Uzzeo, disegni di Davide Gianfelice, colori di Luca Saponti
- Flash dei due mondi (The Flash #123): testo di Gardner Fox, disegni di Carmine Infantino e Joe Giella
- Zagor racconta (Zagor #55): testo di Guido Nolitta, disegni di Gallieno Ferri, colori di GFB Comics
- Paura (The Flash (2011 #8 e #9): testo di Francis Manapul e Brian Buccellato, disegni di Francis Manapul, colori di Brian Buccellato

----- Zagor, albo n. 719: I sette vikinghi
Data di uscita: 3 marzo 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Jacopo Rauch
Disegni: Gianni Sedioli, Marco Verni
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro
L'arrivo di Re Guthrum e dei suoi vichinghi mette a soqquadro Pleasant Point. Il simpatico sovrano di Nuova Vinland è a Darkwood per chiedere l'aiuto di Zagor. Lui e i suoi guerrieri sono sulle tracce di un pericoloso assassino fuggito verso la regione dei grandi laghi. Zagor e Cico si uniscono alla compagnia per risalire il Green River, verso nord...

martedì 2 marzo 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 62: Il ragazzo rapito

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 62: Il ragazzo rapito

Le tracce dei rapitori del piccolo Skip conducono Zagor fino alle strade di Chicago...

Data di uscita: 26 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Quella "Z" di Zorro e Zagor a difesa dei deboli (di Fabio Licari)
- Il ragazzo rapito (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Bignotti e Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Chippewa
- Dagli archivi Bonelli

venerdì 19 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Zagor e il sergente Hackman nelle mani dei guerrieri Sauk, guidati dal carismatico Wanattah...

Data di uscita: 19 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Conan di Cimmeria, una Darkwood nella preistoria (di Fabio Licari)
- Il palo della tortura (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- I ricattatori (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

[Recensione] I segreti del Codice

I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
A cura di: Dan Burstein

Formato: copertina rigida
Pagine: 400
Editore: Sperling & Kupfer (9 novembre 2004)
ISBN-13: 9788820037727
Data di acquisto: regalo di Natale 2020
Letto dall'11 al 19 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Il romanzo dell'americano Dan Brown, "Il Codice Da Vinci", ha incrinato una serie di certezze e dogmi acquisiti da secoli. Gesù era davvero sposato con Maria Maddalena? Quest'ultima era effettivamente uno dei dodici apostoli? Davvero alcuni geni del passato come Leonardo e Isaac Newton appartenevano a società segrete in possesso di verità rivoluzionarie? È davvero possibile che "L'ultima cena" di Leonardo nasconda dettagli e simboli a sostegno di queste versioni della storia e della fede? E, soprattutto, le ipotesi avanzate da Dan Brown sono supportate da concreti dati storici? Analizzando le fonti adottate dall'autore americano, Burstein fornisce un contributo essenziale che ne svela i misteri più controversi.

----- L'incipit del libro -----
Sotto molti aspetti, Maria Maddalena è la star del "Codice da Vinci", ed è dunque un punto di partenza appropriato per la nostra odissea alla scoperta delle storie e dei misteri che fanno da sfondo al romanzo di Dan Brown. Ma chi era questa donna che nei vangeli canonici ha un ruolo cruciale in alcuni momenti critici? Si tratta chiaramente di uno dei compagni di Gesù a lui più vicini nel corso delle sue peregrinazioni. Nel Nuovo Testamento il suo nome è citato dodici volte. E uno dei pochi seguaci di Cristo a presenziare alla sua crocifissione. Alla morte di Gesù, è lei a prendersi cura del suo corpo e, tre giorni dopo, a recarsi presso la sua tomba. Ed è sempre a lei che Gesù risorto appare per primo. In quell'occasione, Cristo la incarica (o, per meglio dire, le conferisce pieni poteri) di diffondere la notizia della sua resurrezione, rendendola così, a tutti gli effetti, il più importante degli apostoli, latrice del messaggio cristiano agli altri apostoli e al mondo intero.

----- La mia brevissima recensione -----
Questo libro è solo un una "corposa" e prolissa raccolta di testi (articoli di giornali e libri, interviste, ecc.) già apparsi su altre testate e un po' ovunque... E forse anche per questo, lo dico senza tanti giri di parole, la sua lettura mi ha molto annoiato e stancato (stavo quasi quasi per lasciar perdere).
- Voto: ⭐ (1 u 5)

domenica 14 febbraio 2021

Zagor: due uscite in edicola


----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 60: La prigioniera bianca
Per liberare Cinzia Bradmayer, il maggiore Raskin scatena i soldati contro i pellerossa Sauk...
Data di uscita: 12 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 2 (di Fabio Licari)
- La prigioniera bianca (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor Classic, albo n. 24: Gentiluomo... ma non troppo
Data di uscita: 13 febbraio 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro
Zagor prende parte a un torneo messo in piedi dall'usurpatore Iron-Man, riuscendo ad affrontarlo nuovamente e, smascherati i suoi trucchi, a sconfiggerlo definitivamente. Nell'avventura che segue, lo Spirito con la Scure, deve affrontare Buddy Fox, detto "la volpe", un noto criminale abile nei travestimenti che, rubata l'identità di un nobile locale, sta organizzando una festa per le persone più ricche della regione che intende alleggerire di tutti i loro valori...

mercoledì 10 febbraio 2021

[Recensione] Dalia nera

Dalia nera
di: James Ellroy

Titolo originale: The Black Dahlia
Formato: Kindle (633 KB)
Pagine: 385 pag.
Editore: Mondadori (24 giugno 2014)
ASIN: B00L79MM9U
Data di acquisto: 2 febbraio 2016
Letto dal 27 gennaio al 10 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Non si muovono certo in un mondo di illusioni Lee e Dwight, poliziotti, pugili, amici. Eppure il pericolo più grave per loro non arriva dalla folla di relitti umani e delinquenti che li circondano, né dalla violenza e dalla corruzione di Los Angeles, né da Kay, la donna di cui entrambi sono innamorati. È un orrido delitto a sconvolgere per sempre la loro vita: il massacro di Elizabeth Short, la "Dalia Nera", ragazza leggera, allegra, imprudente, prostituta a tempo perso. E quando Lee scompare misteriosamente, per Dwight le indagini si trasformano in una tremenda ossessione, una discesa agli inferi tra gli angeli caduti, un confronto supremo con se stesso e col suo passato. Una sfida a immergersi nel sangue e uscirne immacolati.

----- L'incipit del libro -----
Non l'ho mai conosciuta da viva. Lei, per me, esiste solo attraverso gli altri, nell'evidenza delle loro reazioni alla sua morte. Scavando a ritroso e attenendomi ai fatti posso dire che era una ragazza triste e una puttana. Nella migliore delle ipotesi era una fallita, un'etichetta che, del resto, potrei applicare a me stesso. L'avrei consegnata volentieri a una fine anonima, poche righe su un rapporto della Omicidi, una copia carbone per l'ufficio del magistrato, i formulari per la fossa comune. Ma lei non avrebbe approvato questa conclusione: avrebbe preferito rendere manifesta la sua storia in tutta la sua brutalità.
Le devo molto e poiché io solo conosco i fatti per intero, tocca a me mettere per iscritto queste righe.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Non aveva doti profetiche: semplicemente ci dava dentro per costruirsi la carriera, mentre io arrancavo incerto per la mia strada. Ancora adesso la sua voce ammonitrice mi perseguita: Cherchez la femme. Il nostro sodalizio è stato infatti solo un tassello nel mosaico della dalia. Che alla fine ci ha risucchiato entrambi".
Un capolavoro assoluto del suo genere. James Ellroy è un Maestro (ora scrive romanzi storici dove fiction e realtà vengono mischiati in maniera superlativa).
Questo romanzo, un classico noir anni '40, partendo da un fatto di cronaca realmente accaduto (Elizabeth Ann Short, la "Dalia Nera"), è principalmente ispirato dal delitto di sua madre, uccisa quando lui aveva appena 12 anni.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 u 5)

domenica 7 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Sam Fletcher torna in scena, senza armatura ma in compagnia di un gruppo di spietati evasi...

Data di uscita: 5 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 1 (di Fabio Licari)
- Guerrieri Cayuga (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Sandy River (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli