venerdì 19 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Zagor e il sergente Hackman nelle mani dei guerrieri Sauk, guidati dal carismatico Wanattah...

Data di uscita: 19 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Conan di Cimmeria, una Darkwood nella preistoria (di Fabio Licari)
- Il palo della tortura (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- I ricattatori (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

[Recensione] I segreti del Codice

I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
A cura di: Dan Burstein

Formato: copertina rigida
Pagine: 400
Editore: Sperling & Kupfer (9 novembre 2004)
ISBN-13: 9788820037727
Data di acquisto: regalo di Natale 2020
Letto dall'11 al 19 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Il romanzo dell'americano Dan Brown, "Il Codice Da Vinci", ha incrinato una serie di certezze e dogmi acquisiti da secoli. Gesù era davvero sposato con Maria Maddalena? Quest'ultima era effettivamente uno dei dodici apostoli? Davvero alcuni geni del passato come Leonardo e Isaac Newton appartenevano a società segrete in possesso di verità rivoluzionarie? È davvero possibile che "L'ultima cena" di Leonardo nasconda dettagli e simboli a sostegno di queste versioni della storia e della fede? E, soprattutto, le ipotesi avanzate da Dan Brown sono supportate da concreti dati storici? Analizzando le fonti adottate dall'autore americano, Burstein fornisce un contributo essenziale che ne svela i misteri più controversi.

----- L'incipit del libro -----
Sotto molti aspetti, Maria Maddalena è la star del "Codice da Vinci", ed è dunque un punto di partenza appropriato per la nostra odissea alla scoperta delle storie e dei misteri che fanno da sfondo al romanzo di Dan Brown. Ma chi era questa donna che nei vangeli canonici ha un ruolo cruciale in alcuni momenti critici? Si tratta chiaramente di uno dei compagni di Gesù a lui più vicini nel corso delle sue peregrinazioni. Nel Nuovo Testamento il suo nome è citato dodici volte. E uno dei pochi seguaci di Cristo a presenziare alla sua crocifissione. Alla morte di Gesù, è lei a prendersi cura del suo corpo e, tre giorni dopo, a recarsi presso la sua tomba. Ed è sempre a lei che Gesù risorto appare per primo. In quell'occasione, Cristo la incarica (o, per meglio dire, le conferisce pieni poteri) di diffondere la notizia della sua resurrezione, rendendola così, a tutti gli effetti, il più importante degli apostoli, latrice del messaggio cristiano agli altri apostoli e al mondo intero.

----- La mia brevissima recensione -----
Questo libro è solo un una "corposa" e prolissa raccolta di testi (articoli di giornali e libri, interviste, ecc.) già apparsi su altre testate e un po' ovunque... E forse anche per questo, lo dico senza tanti giri di parole, la sua lettura mi ha molto annoiato e stancato (stavo quasi quasi per lasciar perdere).
- Voto: (1 su 5)

domenica 14 febbraio 2021

Zagor: due uscite in edicola


----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 60: La prigioniera bianca
Per liberare Cinzia Bradmayer, il maggiore Raskin scatena i soldati contro i pellerossa Sauk...
Data di uscita: 12 febbraio 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 2 (di Fabio Licari)
- La prigioniera bianca (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor Classic, albo n. 24: Gentiluomo... ma non troppo
Data di uscita: 13 febbraio 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro
Zagor prende parte a un torneo messo in piedi dall'usurpatore Iron-Man, riuscendo ad affrontarlo nuovamente e, smascherati i suoi trucchi, a sconfiggerlo definitivamente. Nell'avventura che segue, lo Spirito con la Scure, deve affrontare Buddy Fox, detto "la volpe", un noto criminale abile nei travestimenti che, rubata l'identità di un nobile locale, sta organizzando una festa per le persone più ricche della regione che intende alleggerire di tutti i loro valori...

venerdì 12 febbraio 2021

Gli albi ed il materiale su Dragonero della mia collezione (parte 1)

----- Dragonero. Romanzo a fumetti
Data di uscita: 16 giugno 2007
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni e copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 8 euro
Aldilà delle terre civilizzate dell'Erondàr, oltre la ciclopica barriera del Vallo che separa l'Impero dalla Terra dei Draghi, le Torri di pietra stanno crollando. I giganteschi monoliti cedono uno dopo l'altro sotto le spinte furiose di una forza malefica. L'Antico Divieto, il sigillo che incatena gli antichi Abomini nel loro buio mondo, sta per essere infranto. Il mago Alben sa cosa deve fare. Convocherà Myrva, giovane seguace dei potenti Tecnocrati; sceglierà Ecuba, una monaca guerriera che vegli su di lui; richiamerà a sé Ian Aranill, ex ufficiale dell'Impero, per avvalersi della sua esperienza di scout, insieme all'orco Gmor, il suo fedele amico. Alben sa che dovranno affrontare le forze malefiche evocate da Shiverata, suo antico nemico, e le orde degli Algenti, gli unici esseri senzienti che abitano la Terra dei Draghi. E sa che Ian, membro dell'antica famiglia dei Varliedarto, gli Uccisori di Draghi, è l'unico che potrà opporsi all'ultima terribile minaccia che dovranno affrontare.

----- Mappa dell'Erondar
Data di uscita: ottobre 2012
Si tratta di una mappa pieghevole del territorio di Dragonero. Misura 15x21 cm da chiusa e 41x30 cm da aperta. Il suo debutto è stato al Lucca Comics & Games 2012; successivamente, durante alcune fiere del fumetto del biennio 2012/13, è stata data in omaggio per promuovere il nuovo fumetto della Sergio Bonelli Editore. Sul retro della mappa vi è un'illustrazione di Giuseppe Matteoni.

----- Dragonero, albo n. 1: Il sangue del drago
Data di uscita: 11 giugno 2013
Soggetto esceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni e copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
Città portuale di Baijadan, a sud dell'Impero... Ian Aranill, l'orco Gmor, l'elfa Sera e Myrva dei Tecnocrati stanno investigando su di un traffico di armi destinato ad alcune tribù di Orchi in rivolta, ma si trovano di fronte ad un pericolo inatteso: un'arma dagli effetti devastanti che sembrava andata distrutta per sempre proprio grazie all'intervento di Ian, sei anni prima. Inizia così un viaggio che porterà l'Uccisore di Draghi e i suoi compagni a svelare chi sia l'oscura figura che oggi ha di nuovo in mano il potere del fango pirico, pronta a usarlo per scatenare una guerra tra gli Orchi e l'Impero.

----- Dragonero, albo n. 2: Il segreto degli Alchimisti
Data di uscita: 10 luglio 2013
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni e copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
Costa Sud-Est del grande mare Eolànisùhre. Ian, Gmor, Sera e Myrva hanno raggiunto l'eremo di Alben, il Luresindo. Riuscirà il vecchio mago a rintracciare l'oscuro nemico che sta di nuovo usando il letale fango pirico? Sei anni prima, Ian aveva affrontato la stessa minaccia in una missione che lo aveva condotto nelle solfatare del Calěfhundàr! Attraverso un dedalo di tunnel sotterranei, disseminati di trappole mortali, Dragonero era giunto nel cuore del laboratorio degli Alchimisti, per affrontarli e tentare di scoprire le formule segrete che davano vita alla micidiale arma...

----- Dragonero, albo n. 3: Gli Impuri
Data di uscita: 9 agosto 2013
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni e copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
La guerra tra Umani e Orchi sembra ormai inevitabile! L'Impero ha disposto un formidabile blocco navale dinnanzi alle coste della Grande Isola degli Orchi, nel tentativo di bloccare gli assalti dei loro vascelli, che però viaggiano protetti dall'invisibilità ottenuta grazie ai manufatti Suanin! Le sorti del conflitto sono dunque sempre più nelle mani di Ian, Gmor e Sera, che, dopo aver raggiunto la catena montuosa del Suprelùrendàr, si sono addentrati nelle viscere dell'oscuro luogo conosciuto come Ventre della Notte! Laggiù, i nostri eroi devono affrontare i terribili Impuri, nel tentativo di strappare loro il segreto del Suanin.

----- Dragonero, albo n. 4: La fortezza oscura
Data di uscita: 10 settembre 2013
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni: Giuseppe Matteoni e Luca Malisan
Copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
Raggiunta la grande isola degli Orchi, Ian, Gmor, Sera e Myrva hanno individuato la fortezza della Nera Signora. Un attacco diretto è però impossibile, poiché la torre è protetta da mortali barriere mobili, rese invisibili da un gigantesco Suanin. I nostri decidono così di puntare su di una pericolosa incursione notturna. Ma, nel cuore della fortezza, la Nera Signora e l'Elfa Scura, sua compagna, non si fanno trovare impreparate e sono decise a togliere di mezzo Dragonero...

----- Dragonero, albo n. 5: Il raduno degli scout
Data di uscita: 11 ottobre 2013
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Gianluca Pagliarani
Copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
Ian, Gmor e Sera hanno fatto ritorno a casa, sperando in un po' di riposo, dopo il terribile scontro con la Nera Signora. Ma la quiete dura poco... i nostri eroi sono infatti chiamati al raduno annuale degli scout che si tiene presso le rive del mare interno Awrasùhre. È proprio là che Ian incontrerà tutti i suoi compagni scout, che provengono da ogni parte del mondo, e che come lui viaggiano ovunque, impegnati nelle loro pericolose missioni.

----- Dragonero, albo n. 6: Zanne e acciao
Data di uscita: 12 novembre 2013
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Francesco Rizzato
Copertina: Giuseppe Matteoni
Prezzo di copertina: 3,30 euro
Ian e Gmor partono per una nuova missione, diretti a Nord, alla cittadina di Merovia, nelle zone nevose del Suprelùrendàr. Durante una sosta presso un villaggio, l'orco viene catturato da una banda di nomadi zaghari guidati da Zehfir, un Elfo Oscuro dotato di poteri magici, che lo costringerà a combattere in una arena contro mostruose bestie feroci. Ian, aiutato dalla misteriosa Eryana, si metterà sulle tracce dell'amico per liberarlo, ma l'impresa si rivelerà più ardua del previsto...

----- Dragonero. Le origini
Data di uscita: 12 novembre 2015
Pagine: 320
ISBN: 9788869610165
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni e copertina: Giuseppe Matteoni
Colori: Paolo Francescutto per Studio Gotem
Prezzo di copertina: 28 euro
Ritorna il primo romanzo a fumetti della Casa editrice. Esaurito da tempo, esce ora in una nuova versione tutta a colori, arricchita da un dietro le quinte della lavorazione dell'albo e da una copertina inedita di Giuseppe Matteoni. Da questo libro ha preso il via la serie mensile di Dragonero.
Oltre la barriera del Vallo che separa l'Impero dalla Terra dei Draghi, le Torri di pietra stanno crollando sotto le spinte furiose di una forza malefica. L'Antico Divieto, il sigillo che incatena gli Abomini nel loro buio mondo, sta per essere infranto. Il mago Alben convoca lo scout Ian Aranill, ex ufficiale dell'Impero, insieme all'orco Gmor, suo fedele amico. Ian, membro dell'antica famiglia dei Varliedàrto, gli Uccisori di Draghi, è l'unico che può impedire alle orde degli Algenti, gli esseri senzienti e malvagi che abitano la desolata Terra dei Draghi, di portare morte e distruzione nelle terre civilizzate dell'Erondàr.

----- L'Atlante di Dragonero
Data di uscita: 5 luglio 2018
Formato: Brossurato, 24x33 cm, colore
Pagine: 52
ISBN: 9788869613005
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni: Luca Enoch ed Alfio Buscaglia
Copertina: Matteo Brembilla
Colori: Paolo Francescutto
Prezzo di copertina: 16 euro
"Prima della creazione della Gilda dei Cartografi e della classificazione generale dei rilevamenti topografici da parte della dinastia imperiale erondariana, la realizzazione delle mappe geografiche era affidata ai commerci dei mercanti, ai rilievi dei corpi militari e alle note di semplici viaggiatori che registravano nei loro diari di viaggio luoghi e percorsi, spesso con approssimazioni tali da rendere quelle mappe di scarsa utilità". Le mappe contenute nell'Atlante di Dragonero, invece, sono di altissima qualità e di estrema utilità per tutti i fan del personaggio creato da Luca Enoch e Stefano Vietti.

----- Il taccuino di Dragonero
Data di uscita: 22 novembre 2018
Formato: Brossurato, 14x21 cm, b/n
Pagine: 176
ISBN: 9788869613333
Sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Prezzo di copertina: 15 euro
Dopo il successo dell'Atlante, arriva un altro libro/oggetto dedicato agli appassionati di Dragonero: il taccuino che riproduce i diari di viaggio di Ian Aranill, cacciatore di draghi, scout imperiale e grande viaggiatore. Il taccuino contiene parte delle sue memorie, alternate a pagine in cui il lettore può annotare le sue impressioni di viaggio, magari in terre un po' meno ignote e pericolose...

mercoledì 10 febbraio 2021

Dragonero il ribelle, albo n. 16: Il volo delle viverne

Dragonero il ribelle, albo n. 16: Il volo delle viverne

Corrispondente a Dragonero n. 93
Data di uscita: 10 febbraio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch
Disegni: Salvatore Porcaro
Copertina: Gianluca Pagliarani
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Dopo la distruzione della torre di Tectuendàrt, dove venivano costruiti dirigibili e nuvolanti, l'Impero è ormai privo di una forza aerea: è il momento, per la resistenza, di assumere il controllo dei cieli erondariani. Ecco perché Ian, Myrva e Gmor devono raggiungere il luogo dove nidificano le viverne selvatiche, creature feroci e indocili che, normalmente, non potrebbero essere cavalcate. Normalmente... ma Dragonero ha un asso nella manica!

Dalia nera

Dalia nera
di: James Ellroy

Titolo originale: The Black Dahlia
Formato: Kindle (633 KB)
Pagine: 385 pag.
Editore: Mondadori (24 giugno 2014)
ASIN: B00L79MM9U
Data di acquisto: 2 febbraio 2016
Letto dal 27 gennaio al 10 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Non si muovono certo in un mondo di illusioni Lee e Dwight, poliziotti, pugili, amici. Eppure il pericolo più grave per loro non arriva dalla folla di relitti umani e delinquenti che li circondano, né dalla violenza e dalla corruzione di Los Angeles, né da Kay, la donna di cui entrambi sono innamorati. È un orrido delitto a sconvolgere per sempre la loro vita: il massacro di Elizabeth Short, la "Dalia Nera", ragazza leggera, allegra, imprudente, prostituta a tempo perso. E quando Lee scompare misteriosamente, per Dwight le indagini si trasformano in una tremenda ossessione, una discesa agli inferi tra gli angeli caduti, un confronto supremo con se stesso e col suo passato. Una sfida a immergersi nel sangue e uscirne immacolati.

----- L'incipit del libro -----
Non l'ho mai conosciuta da viva. Lei, per me, esiste solo attraverso gli altri, nell'evidenza delle loro reazioni alla sua morte. Scavando a ritroso e attenendomi ai fatti posso dire che era una ragazza triste e una puttana. Nella migliore delle ipotesi era una fallita, un'etichetta che, del resto, potrei applicare a me stesso. L'avrei consegnata volentieri a una fine anonima, poche righe su un rapporto della Omicidi, una copia carbone per l'ufficio del magistrato, i formulari per la fossa comune. Ma lei non avrebbe approvato questa conclusione: avrebbe preferito rendere manifesta la sua storia in tutta la sua brutalità.
Le devo molto e poiché io solo conosco i fatti per intero, tocca a me mettere per iscritto queste righe.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Non aveva doti profetiche: semplicemente ci dava dentro per costruirsi la carriera, mentre io arrancavo incerto per la mia strada. Ancora adesso la sua voce ammonitrice mi perseguita: Cherchez la femme. Il nostro sodalizio è stato infatti solo un tassello nel mosaico della dalia. Che alla fine ci ha risucchiato entrambi".
Un capolavoro assoluto del suo genere. James Ellroy è un Maestro (ora scrive romanzi storici dove fiction e realtà vengono mischiati in maniera superlativa).
Questo romanzo, un classico noir anni '40, partendo da un fatto di cronaca realmente accaduto (Elizabeth Ann Short, la "Dalia Nera"), è principalmente ispirato dal delitto di sua madre, uccisa quando lui aveva appena 12 anni.
- Voto:  (4 su 5)

domenica 7 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Sam Fletcher torna in scena, senza armatura ma in compagnia di un gruppo di spietati evasi...

Data di uscita: 5 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 1 (di Fabio Licari)
- Guerrieri Cayuga (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Sandy River (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

National Geographic Italia - febbraio 2021

National Geographic Italia - febbraio 2021

Vol. 47 - N. 2 (n. 277 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Mimivirus è tra i più grandi e complessi virus conosciuti. I ricercatori lo stanno studiando nella speranza di gettare luce sulle origini e le modalità di proliferazione di queste entità biologiche tuttora misteriose. Illustrazione di Markos Kay.

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): L'elefante nella stanza. Tutti concentrati sull'andamento della pandemia, che ha monopolizzato l'informazione ai quattro angoli del pianeta, nel 2020 abbiamo trascurato l'elefante nella stanza. Eppure l'anno appena trascorso ha fatto di tutto per ricordarcelo, stabilendo primati in molte specialità: è stato l'anno dei record di incendi nell'Artide e in Australia; del maggior numero di tempeste tropicali (29) nell'Atlantico; di una devastante invasione di locuste in Africa Orientale; della più alta concentrazione di anidride carbonica in atmosfera, nonostante una riduzione del 7% delle emissioni di gas serra dovuta ai lockdown che si sono susseguiti in mezzo mondo. Ed è stato, secondo i dati rilevati dal Copernicus Climate Change Service dell'Unione Europea, l'anno più caldo dall'era preindustriale insieme al 2016, con 1,25 gradi in più rispetto al periodo 1850-1900. Gli ultimi sei anni sono stati i sei più caldi nel registro delle temperature: in media, siamo a quasi mezzo grado in più rispetto ad appena vent'anni fa, e già pericolosamente vicini a quel grado e mezzo in più indicato dall'Ipcc come il primo limite da non superare. Alla questione climatica, poi, si affiancano emergenze ambientali ormai diventate croniche, come quella del polo petrolchimico siracusano di cui ci racconta Alfonso Pinto. Dove il sogno industriale siciliano si è infranto in una realtà di degrado e di abbandono. Clima e ambiente sono i due principali pilastri da cui dovremmo cominciare a ricostruire, una volta domata la pandemia. Non per tornare al mondo di prima, ma per averne uno più vivibile. Proviamo a non ignorarlo, l'elefante nella stanza.

- L'importanza dei virus. SARS-CoV-2 ha fatto strage, e ogni anno influenza stagionale e altre patologie virali uccidono centinaia di migliaia di persone. Eppure i virus sono fondamentali per il pianeta: hanno plasmato la vita sin dagli albori dell'umanità e il nostro genoma è composto per l'8% da DNA virale.
- Donne in cerca di futuro. Ogni anno nel mondo milioni di donne emigrano, spinte  dalla paura, dalla fame, dalla disperazione, o semplicemente alla ricerca di un futuro migliore. Dalla Somalia all'Honduras, dal Vietnam al Pakistan, cinque storie di donne che hanno trovato il coraggio per partire.
- La Sicilia dei veleni. Il polo petrolchimico siracusano doveva far rinascere la Sicilia. Ma ha lasciato solo malattie ed inquinamento.
- Preservare il paradiso. La Penisola di Osa, un'oasi di biodiversità in Costa Rica, è a rischio a causa della pandemia.
- Fotodiario: In crociera, a distanza. La "nuova normalità" della vacanza in nave passa attraverso l'applicazione di rigidi protocolli.
- Explore: Siamo nati per viaggiare? Il viaggio non è un'attività razionale, ma è nel nostro DNA. Ecco perché dovremmo programmarne uno immediatamente.

sabato 6 febbraio 2021

Dragonero il ribelle, albo n. 15: L'inaccessibile fortezza

Dragonero il ribelle, albo n. 15: L'inaccessibile fortezza

Corrispondente a Dragonero n. 92
Data di uscita: 9 gennaio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Stefano Vietti
Disegni: Fabio Babich, Fabrizio Galliccia, Emanuele Gizzi
Copertina: Gianluca Pagliarani
Prezzo di copertina: 3,90 euro

Lo sforzo dei ribelli per contrastare l'espansione di Vàhlendàrt, che sta portando dolore e oppressione in tutto l'Erondàr, è sempre più forte ma qualcuno non è d'accordo con la libertà di movimento che i ribelli si sono presi per spostarsi in gran segreto. Il popolo dei Nani vuole che le vie sotterranee siano di proprio esclusivo utilizzo e dunque colpisce duramente la ribellione, prendendo in ostaggio addirittura Briana. Dragonero, messo spalle al muro, reagisce con un colpo di mano che trasformerà un nemico in alleato: le riserve auree dell'impero, custodite nella fortezza di Dunmon, in cambio della vita di Briana e di una futura alleanza coi Nani. Ma Dunmon non è preda facile: un incubo entrarvi, impossibile uscirvi...

giovedì 4 febbraio 2021

Libri (e fumetti) letti nel mese di gennaio... e quelli da leggere a febbraio!

Visto che questo post esce con qualche giorno di ritardo, ecco una piccola, ma doverosa, premessa. A causa di un fastidio agli occhi, che mi sta causando non pochi grattacapi, il tempo che posso dedicare alla lettura dei libri si è drasticamente ridotto... perciò, da inizio 2021, dovrò leggere molto di meno e, soprattutto, per non sforzare ulteriormente la vista, non scriverò più le recensioni dei libri che finisco di leggere, limitandomi soltanto a dare un voto (che andrà, come mio solito, da 1 a 5).

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a gennaio 2021:
- 25 gennaio 2021: Maxi Zagor, albo n. 41 - La nave fantasma
- 18 gennaio 2021: Ken Follett - La colonna di fuoco. Serie di Kingsbridge, vol. 3
- 15 gennaio 2021: Zagor Classic, albo n. 23 - Il torneo di Darkwood
- 11 gennaio 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. n. 28 - L'incantesimo di Dharma
- 6 gennaio 2021: Zagor, albo n. 717 - Nessuno è innocente

Ed i libri in lettura per febbraio 2021 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- James Ellroy: Dalia nera [già in lettura]
- Dan Burnstein (a cura di): I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
- Marco Buticchi: Stirpe di navigatori

Fresco fresco di consegna: Dragonero. Il sangue del drago

Dragonero. Il sangue del drago

Data di uscita: 28 gennaio 2021
Formato: brossurato, 16 x 21 cm, b/n
Pagine: 400
ISBN code: 978-8869615818
Prezzo di copertina: 16 euro sul sito dell'editore, 15,20 euro su Amazon

Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni: Giuseppe Matteoni e Luca Malisan
Copertina: Giuseppe Matteoni

Per la prima volta raccolti in volume i quattro episodi d'esordio di Dragonero, la serie fantasy creata da Luca Enoch e Stefano Vietti.
Città portuale di Baijadan, a sud dell'Impero. Ian Aranill, sua sorella Myrva, l'orco Gmor e l'elfa Sera stanno investigando su di un traffico di armi, quando si trovano di fronte ad un pericolo inatteso: un'arma dagli effetti devastanti che sembrava andata distrutta per sempre proprio grazie all'intervento di Ian, sei anni prima. È l'inizio del viaggio che porterà l'Uccisore di Draghi e i suoi compagni a svelare chi sia l'oscura figura che vuole servirsene per scatenare una guerra tra gli Orchi e l'Impero!

mercoledì 3 febbraio 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 58: Nelle mani del tiranno
Per affondare il "Destroyer", Zagor dovrà prima affrontare il folle "Butcher"...
Data di uscita: 29 gennaio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Wheeling, l'epico incrocio tra Bonelli, Pratt e i loro eroi (di Fabio Licari)
- Nelle mani del tiranno (1978). Testi di Guido Nolitta e Decio Canzio, disegni di Franco Donatelli e Francesco Gamba
- Gli evasi (1969). Testi di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Cherokee
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor, albo n. 718: Lupi e agnelli
A Heavenwood esiste una vera e propria consorteria del malaffare che tiene in pugno la città, ma che agisce dietro la parvenza di rispettabilità. Nelle sue indagini tese a risolvere il mistero di alcuni omicidi e quello di una tribù indiana schiavizzata da qualcuno per i suoi scopi oscuri, Zagor viene aiutato da una figura nell'ombra: di chi si tratta? Anche sulla sua identità, come su quella dei responsabili e dei mandanti delle uccisioni, dei soprusi e degli attentati, viene finalmente fatta chiarezza.
Corrispondente a Zagor Gigante n. 667
Data di uscita: 3 febbraio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Marcello Mangiantini
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

La lingua che visse due volte

La lingua che visse due volte. Fascino e avventure dell’ebraico
di: Anna Linda Callow

Formato: Kindle (744 KB)
Pagine: 156
Editore: Garzanti (11 aprile 2019)
ASIN: B07PYXCXYK
Data di acquisto: 12 ottobre 2019
Letto dal 18 al 27 gennaio 2020

----- Sinossi -----
Attraverso le sorprendenti peripezie di una lingua, un viaggio nella storia e nella letteratura di una cultura millenaria.
Nella Bibbia il Dio della Genesi crea la luce e ordina il cosmo parlando ebraico, e all'ebraico ricorre Adamo per dare un nome a tutti gli esseri viventi. L'ebraico è il più antico idioma al mondo a essere utilizzato in maniera pressoché identica da millenni, e attraverso liturgie e traduzioni è penetrato in molti lessici europei, italiano compreso: oggi è la lingua ufficiale di uno stato (Israele) e quella di una religione. Ma la sua vicenda è stata tutt'altro che lineare: per molti secoli è rimasto sostanzialmente una lingua morta, coltivata da rabbini e intellettuali ma soppiantata nei contesti profani dalle innumerevoli parlate della diaspora ebraica, dallo yiddish al ladino. Solo complesse circostanze storiche, identitarie e politiche l'hanno riportata in vita, facendone un organismo vivo e fecondo. Anna Linda Callow racconta questa avventurosa epopea con la conoscenza della studiosa e il gusto dell'esploratrice: ci inizia alla lettura di un alfabeto affascinante e misterioso, ci fa scoprire vicende epiche come quella di Eliezer Ben Yehuda, che compilò un monumentale dizionario e allevò il primo bambino ebraicofono dalla nascita dopo secoli, ci conduce per mano attraverso splendide pagine di letteratura, e ci fa viaggiare nel tempo e nello spazio immergendoci in una cultura in cui tutti noi affondiamo le radici.

----- L'incipit del libro -----
Il mio personale incontro con il mondo ebraico, cui non appartengo per radici familiari, e da cui discende la mia passione per questa lingua, risale a un tempo ormai remoto, quando da bambina mi innamorai perdutamente di Haim, un amico di mio padre, un quarantenne israeliano che aveva abbandonato la Terra promessa per lavorare in Italia.
Approfittando del suo divorzio, all'età di sei o sette anni gli chiesi di sposarmi. Com'era prevedibile la mia profferta fu respinta con affettuosa fermezza, costringendomi così, molti anni prima di avere l'occasione di leggere il Simposio platonico, ad avventurarmi sui faticosi gradini della scala amoris: la «scala dell'amore» che, secondo il grande filosofo ateniese, dalla contemplazione dei corpi belli porta alla speculazione intellettuale.

-----
"Lo studio di per sé non è un'affiliazione politica né religiosa, può essere spacciato per mero interesse culturale tra tanti, ma che cosa c'è di più intimo dell'esprimere silenziosamente il dialogo interiore in una lingua scelta e coltivata con passione?".
-----

- Voto:  (4 su 5)

 Clicca qui e scarica le parti che ho evidenziato

venerdì 22 gennaio 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 57: Sulla scia del "Destroyer"
Zagor in caccia della nave che ha seminato terrore e morte nella tranquilla Barley...
Data di uscita: 22 gennaio 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Francesco Gamba, il disegnatore più presente del West (di Fabio Licari)
- Sulla scia del "Destroyer" (1978). Testi di Guido Nolitta e Decio Canzio, disegni di Franco Donatelli e Francesco Gamba
- Il tiranno del lago (1978). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Arapaho
- Dagli archivi Bonelli

----- Maxi Zagor n. 41: La nave fantasma
In un tratto di mare al largo della Florida si verificano inspiegabili e inquietanti fenomeni. Racconti di marinai parlano di vascelli fantasma e di navi scomparse nel nulla o inghiottite da banchi di nebbia che sembrano salire dalle profondità dell'Oceano. Uno scienziato, il Professor Coleman, vecchio amico del Capitano Fishleg, ha forse trovato la spiegazione a questi eventi, ma qualcuno lo fa rapire e lo costringe a ultimare i suoi esperimenti proprio in quella zona di mare. Per salvarlo e per svelare i misteri che si nascondono a sud di Bermuda, Zagor e l'equipaggio della Golden Baby dovranno affrontare oscure forze della natura e impedire che i risultati delle ricerche di Coleman, che potrebbero cambiare le sorti dell'umanità, finiscano nelle mani sbagliate.
Data di uscita: 22 gennaio 2021
Pagine: 292
Soggetto e sceneggiatura: Antonio Zamberletti
Disegni: Alessandro Chiarolla
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 7,90 euro

mercoledì 20 gennaio 2021

È in edicola "Cento anni di Sinistra"

Da oggi è in edicola "Cento anni di Sinistra. Personaggi e interpreti da Livorno al PD". Si tratta, a 100 anni esatti dalla nascita del PCI, di un'opera (curata da Bruno Manfellotto) inedita ed indispensabile per ripercorrere la storia della Sinistra italiana! Da Gramsci a Berlinguer, da Nenni a Craxi, da La Malfa a Pertini, da Rossanda a Renzi. I sogni, le contraddizioni, le speranze, le delusioni e le conquiste, ma anche il cinema, la musica, i libri e i miti, che hanno segnato generazioni di italiani attraverso i contributi originali di celebri storici e intellettuali e gli articoli d'epoca di la Repubblica e L'Espresso.
L'opera è composta da 4 uscite a periodicità quattordicinale; il prezzo di ciascun volume è di 14,90 euro.

Questo il piano dell'opera:
- Vol. 1 (20 gennaio 2021): Dalla scissione alla Resistenza;
- Vol. 2 (3 febbraio 2021): Dalla guerra fredda al femminismo;
- Vol. 3 (17 febbraio 2021): Dal Centrosinistra al Muro di Berlino;
- Vol. 4 (3 marzo 2021): Dall'ambientalismo alla grande crisi.

Questo l'articolo di presentazione dell'opera pubblicato sul sito web di Repubblica:
La sinistra vista da vicino
di Bruno Manfellotto
A un certo punto, ancora lontano il centenario della scissione di Livorno dal quale qui si prende spunto, la questione si chiuse sbrigativamente, senza tante domande, ripetendo che «non ci sono più né destra né sinistra». A sostenerlo era soprattutto chi di sinistra non era, come a spazzare via con uno slogan gli avversari di sempre. Ma il paradosso è che il sospetto si faceva strada anche a sinistra.
Quasi a mettersi l'anima in pace dinanzi alla consapevolezza, amara, che le vecchie lenti, le ricette pronte all'uso, le analisi preconfezionate non erano più sufficienti a comprendere eventi inattesi e sconosciuti che nessuno si sforzava più di tradurre in politica. Evidentemente non si trovavano risposte originali. Anzi, si finiva per mutuare comportamenti e convincimenti che con la sinistra avevano poco a che fare. Senza adattarli ai propri valori.
È da qui che siamo partiti pensando alla sceneggiatura di Cento anni di sinistra - Personaggi e interpreti da Livorno al Pd, i quattro volumi (il primo è in edicola da oggi con Repubblica e L'Espresso) che raccontano un secolo di passioni, di sacrifici e di grandi conquiste. L'appiglio era offerto naturalmente dal centenario del decisivo 1921, l'anno in cui, dal 15 al 21 gennaio, si tenne a Livorno il XVII congresso del Partito Socialista che si concluse con una drammatica scissione e con la nascita, tra il 21 e il 26 gennaio, del Partito Comunista. La sinistra debuttava nel Novecento con una spaccatura. Mentre Mussolini si preparava a marciare su Roma. D'altra parte il secolo precedente si era chiuso, il 14 agosto 1892 a Genova, con la fondazione del Partito Socialista dopo un'altra scissione, dagli anarchici. Condannati alla divisione.
Poi, scegliendo i protagonisti principali attraverso i quali ripercorrere Cento anni di sinistra (da Gramsci a Togliatti, da Saragat a La Malfa, da Rosselli a Pertini, da Nenni a Berlinguer, da Rossanda a Pannella, da Carla Lonzi a Prodi, Napolitano, D'Alema, Renzi, ...) è emerso un panorama molto più ricco, quasi una storia d'Italia di cui la sinistra nelle sue diverse forme (socialista, comunista, azionista, radicale, femminista, socialdemocratica, riformista, ...) è stata protagonista in ogni fase cruciale. Dall'esilio e dalla clandestinità ha organizzato la resistenza al nazifascismo; è stata poi l'anima della guerra di liberazione; ha determinato i principi di libertà e democrazia da cui è nata la Costituzione; ha condotto battaglie per il lavoro e i diritti civili; tenuto fermi i valori di solidarietà e accoglienza; difeso le istituzioni negli anni del terrorismo nero e della sfida allo Stato delle Brigate rosse; ha sognato e costruito l'Europa unita, e adesso contribuisce ad arginare le spinte populiste e sovraniste.
A dispetto di quanto si dice, poi, ha tante volte cambiato pelle, e profondamente, cercando di adattarsi ai cambiamenti, anche intestandosi battaglie che non sempre coincidevano con le proprie radici (si pensi a divorzio e aborto). Ma altrettanto spesso è stata vittima delle sue stesse resistenze. Anche per questo è utilissimo leggere l'antologia di articoli d'epoca, tratti da Repubblica e l'Espresso, che nei quattro volumi fanno da contrappunto ai ritratti dei protagonisti: un prezioso archivio di memorie, analisi e testimonianze indispensabili per meglio comprendere i tormenti di un secolo.
E ora, dopo la lunga cavalcata? Forse la crisi della sinistra, una sua certa afasia, passa per tre grandi cesure che ha faticato a comprendere e ad elaborare: l'altro ieri il 1956 di Budapest e il 1989 del Muro di Berlino; ieri la crisi economica del 2007-13 delle nuove povertà, della globalizzazione e delle migrazioni; oggi la pandemia globale. Le questioni di fondo però restano le stesse di sempre: libertà, democrazia, disuguaglianze, lavoro, Europa... Ancora una sfida. Stavolta, almeno, è scemato il vento sovranista, l'Europa sembra pronta a ritrovare le sue radici solidaristiche e negli Stati Uniti la sinistra è stata determinante nella caduta di Trump.
Le premesse ci sono. Sapremo presti se la sinistra riuscirà a liberarsi del vecchio che la frena e a misurarsi con il nuovo. Senza dimenticare il suo secolo di storia.

lunedì 18 gennaio 2021

La colonna di fuoco

La colonna di fuoco. Serie di Kingsbridge, vol. 3
di: Ken Follett

Titolo originale: A Column of Fire
Formato: copertina rigida
Pagine: 912
ISBN-13: 978-8804676270
Editore: Mondadori (12 settembre 2017)
Data di acquisto: 10 settembre 2020
Letto dal 17 dicembre 2020 al 18 gennaio 2021

----- Sinossi -----
Dopo I pilasti della terra e Mondo senza fine, il nuovo grande romanzo della saga di Kingsbridge.
Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l'Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso.
Dopo il successo straordinario de I pilastri della terra e Mondo senza fine, la saga di Kingsbridge che ha appassionato milioni di lettori nel mondo continua con questo magnifico romanzo di spionaggio cinquecentesco, in cui Ken Follett racconta con sapiente maestria la grande Storia attraverso gli intrighi, gli amori e le vendette di decine di personaggi indimenticabili, passando dall'Inghilterra e la Scozia, alla Francia, Spagna e Paesi Bassi. Ambientato in uno dei periodi più turbolenti e rivoluzionari di tutti i tempi, La colonna di fuoco è un romanzo epico sulla libertà, con un forte richiamo all'attualità di oggi.

----- L'incipit del libro -----
Lo impiccammo davanti alla cattedrale di Kingsbridge. È il luogo dove si tengono di solito le esecuzioni. Dopotutto, se non si può uccidere un uomo di fronte a Dio, probabilmente non lo si dovrebbe uccidere affatto.
Lo sceriffo lo portò su dalla prigione sotto il Palazzo delle corporazioni. Aveva le mani legate dietro la schiena. Camminava eretto, con un'espressione di sfida sul volto pallido e impavido.
La folla lo schernì e lo maledisse. Lui parve non vederli. Ma vide me. I nostri occhi si incrociarono, e in quel fugace scambio di sguardi passò una vita intera.
Ero responsabile della sua morte, e lui lo sapeva.
Gli davo la caccia da decenni. Era un cospiratore che avrebbe ucciso metà dei governanti del nostro paese, compresa gran parte della famiglia reale, tutto in un unico atto di sanguinaria ferocia... se io non lo avessi fermato.

[Quando un uomo è certo di conoscere il volere di Dio, ed è deciso ad assecondarlo a qualunque costo, è la persona più pericolosa al mondo]
- Voto: (5 su 5)

----------
I libri di Ken Follett che ho letto e recensito:
- 25 agosto 2015: La cruna dell'ago
- 20 febbraio 2017: Un luogo chiamato libertà
- 11 giugno 2015: Il terzo gemello

domenica 17 gennaio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 56: Il vascello d'acciaio

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 56: Il vascello d'acciaio

Un micidiale vascello corazzato semina terrore e morte sulle acque di Big Bay...

Data di uscita: 17 gennaio 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. I romanzi di Zagor tra Dime Novel e Young Adults (di Fabio Licari)
- Duello sul fiume (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il tiranno del lago (1978). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Gli Apache - terza parte
- Dagli archivi Bonelli

Nuova uscita: Caro Augias

Mica potevo farmelo scappare...

Corrado Augias: Caro Augias. Le storie degli italiani in vent'anni di lettere a Repubblica
Formato: copertina flessibile
Pagine: 190
Editore: Gedi Gruppo Editoriale SpA (14 gennaio 2021)
Prezzo: 8,90 euro

Le lettere di Corrado Augias diventano un libro: l'avventura del dialogo tra il giornalista e i lettori di Repubblica è stata raccolta in un volume che restituisce meglio di un trattato la nostra società (in edicola con Repubblica a 8,90 euro). Caro Augias. Le storie degli italiani, opera curata insieme a Luigi Gaetani che ha passato in rassegna quasi seimila lettere, è uno strumento prezioso per capire i nostri tempi. Venti anni fa all'inizio della sua rubrica Augias scriveva: "Le lettere a un giornale sono uno degli oblò attraverso i quali si può scrutare lo stato d'animo del Paese". Si rivolgono a Augias giovani e vecchi, molte donne, insegnanti, professionisti e immigrati. Testimonianze a volte disilluse, spesso critiche, ma anche speranzose e propositive.
Organizzate per temi, le lettere permettono di scorrere la storia del nuovo millennio, fino al Covid e all'esperienza del lockdown. Questa nostra Italia è il primo capitolo, seguono Laicità e fede, Oriente e Occidente, Quale morale, L'italiano, gli italiani, Questioni di genere, Passato e presente, per chiudere su Il mondo che verrà, dove protagonista è la Rete. Nella prima parte parlano giovani no global, carcerati, prostitute. Ciascuno con a cuore un argomento: la dignità di una vita dietro le sbarre, il rispetto delle esistenze ai margini e la ribellione alla globalizzazione.
Il secondo capitolo raggruppa missive che si interrogano sul valore della laicità, sulla scuola pluralista, sulla convivenza tra religioni. Il terzo passo, quello dedicato a Oriente e Occidente, è tra quelli che infiammano il nuovo millennio. L'attacco alla Torri Gemelle apre la sezione. S.G. scrive: "Ho assistito in diretta a una tragedia che conferma come la pace sia solo una vaga utopia, niente più". I lettori si interrogano sulla guerra e sul ruolo degli Stati Uniti dopo l'11 settembre. In altre affiora il caso Regeni. Lo scorso dicembre Augias ha restituito la Legion d'Onore all'ambasciata francese dopo che Macron aveva conferito l'onorificenza al presidente egiziano Al-Sisi. Il gesto, dedicato alla memoria di Regeni, ha provocato una valanga di interventi: più di 500 messaggi a sostegno di Augias e della campagna di Repubblica.
Nel libro oltre alla politica c'è posto per l'amore, la sessualità, l'omosessualità, l'ambiente, il femminismo, la memoria storica, per grandi questioni etiche come aborto e eutanasia e per fatti di costume come l'abitudine di applaudire ai funerali. A leggere queste lettere una dopo l'altra si ricavano anche utili consigli di lettura: il libro è infatti un viaggio antropologico reso solido dagli strumenti culturali che Augias mette a disposizione. Da Maupassant a Alfredo Reichlin, da Bertolt Brecht a Leibniz, da Leopardi alla Bibbia, da Voltaire a Victor Hugo. Il risultato è un esempio di conversazione civile, un mosaico che rispecchia l'umore del Paese dentro il quale dovrebbero sbirciare anche i politici.

giovedì 14 gennaio 2021

Zagor Classic, albo n. 23: Il torneo di Darkwood

Zagor Classic, albo n. 23: Il torneo di Darkwood

Data di uscita: 13 gennaio 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro

Sulla strada per il loro rifugio, i nostri incappano in un gruppo di guerrieri Cayuga che, sul piede di guerra, non esitano ad attaccare anche lo Spirito con la Scure: così Zagor scopre che in sua assenza un usurpatore che si fa chiamare Iron-Man ne ha preso il posto come protettore di Darkwood...

domenica 10 gennaio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 55: Nuova Inghilterra

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 55: Nuova Inghilterra

Un gruppo di fanatici inglesi vuole riportare gli Stati Uniti sotto il dominio britannico...

Data di uscita: 8 gennaio 2020
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Colonie americane e lealisti britannici. Quando Zagor è "politico" (di Fabio Licari)
- Nuova Inghilterra (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Gli Apache - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

venerdì 8 gennaio 2021

National Geographic Italia - gennaio 2021

National Geographic Italia - gennaio 2021

Vol. 47 - N. 1 (n. 276 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Dopo più di due mesi di distanziamento, Mary Grace Sileo, sua figlia Michelle Grant ed altri membri della famiglia hanno trovato il modo di abbracciarsi senza correre rischi: attraverso un telo di plastica steso appositamente in cortile a Wantagh, nello stato di New York. Fotografia di Al Bello

Dalla direttrice Susan Goldberg: Un anno che ricorderemo. Per descrivere il 2020 si possono usare molti superlativi, quasi tutti negativi. A molti ho sentito dire "il peggior anno di sempre", una valutazione soggettiva che ognuno farebbe in maniera diversa. Ma è stato senza dubbio un anno sfibrante, segnato dalla tragica conta dei morti da COVID-19, dalle dolorose battaglie razziali americane e da un ambiente politico fortemente diviso. In questo numero speciale abbiamo raccontato il 2020 attraverso il lavoro di alcuni dei fotografi più talentuosi al mondo. In 133 anni di storia, National Geographic non ha mai dedicato una retrospettiva come questa a un solo anno. Ma riteniamo che il 2020 lo richiedesse. Per certi versi, non è stato difficile realizzare questo numero. Nel 2020 abbiamo aggiunto oltre 1.700.000 immagini all'archivio di National Geographic, probabilmente meno del solito perché la pandemia ha reso più difficili i viaggi, ma pur sempre una grande ricchezza di materiale. La vera sfida è stata scremare quel materiale per arrivare a meno di 100 foto per la rivista cartacea, immagini che raccontassero nel modo più efficace possibile questo anno sconvolgente. Mentre sceglievamo le foto, sono emersi anche i temi impliciti del 2020. Quest'anno ci ha messo alla prova in molti modi, dal conteggio ancora in corso delle vittime della pandemia fino ai disastri che hanno afflitto il mondo: uragani, incendi, locuste. Ci ha isolati gli uni dagli altri: le scuole e gli uffici hanno chiuso, e ci siamo trovati dietro le nostre mascherine, socialmente distanziati persino dalle nostre famiglie. Ma è stato anche un anno che ci ha resi più forti, dopo che l'uccisione di George Floyd da parte della polizia ha dato vita negli USA a un movimento pressante e diversificato per chiedere giustizia sociale. Per chi la vuole vedere, nelle nostre immagini del 2020 c'è anche speranza... se non per adesso, per un futuro più luminoso. La vedo nella fotografia di Davide Bertuccio della coppia che si unisce in matrimonio, con la sposa velata dietro alla mascherina di pizzo bianco. Il 2020 non ci mancherà. E lo ricorderemo. Insieme, diamo il benvenuto al 2021. E un grazie sentito ai lettori di National Geographic.

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): Ma non è stato il peggiore. I fotografi sono anime irrequiete. Parlo dei reporter, naturalmente. Sempre pronti a salire su un aereo (magari con solo i vestiti che hanno indosso, ma portandosi mezzo quintale di materiale fotografico) per documentare una crisi, una guerra, una carestia, o anche solo per raccontare una storia nuova, originale. E i fotografi di National Geographic non fanno eccezione, anzi. Nel 2020, però, costretti all'immobilità per le restrizioni internazionali sui viaggi, hanno dovuto ingegnarsi spesso a raccontare le storie che trovavano sotto casa, quando non dentro casa. L'emergenza dovuta alla pandemia di SARS-CoV-2 ha tenuto sotto scacco il mondo intero e ha occupato l'informazione senza interruzione. All'inizio il racconto è stato dominato dalle immagini del dramma umano dei pazienti confinati nei reparti di terapia intensiva e del personale sfiancato degli ospedali al collasso. L'immagine simbolo della prima ondata, quella che forse rimarrà impressa nella memoria collettiva, è la foto dei camion militari che a Bergamo portavano via le salme. Col tempo, poi, nella narrazione della pandemia è emersa la componente sociale, economica, culturale, il faticoso impegno individuale e collettivo di adeguarsi almeno temporaneamente alla nuova normalità, fatta di mascherine e distanziamento, di misure restrittive. Di attività commerciali che dovevano essere ripensate, reinventate. Inevitabilmente, le immagini che ci resteranno di questo 2020 saranno quelle della pandemia. Un evento planetario a cui siamo arrivati impreparati, che ha catalizzato attenzioni e preoccupazioni, che ha richiesto investimenti enormi in denaro ed energie, che abbiamo pagato con un pesante tributo in vite umane. Eppure no, il 2020 non è stato l'anno peggiore di sempre. È stato un anno in cui l'umanità è stata messa duramente alla prova, ma in cui ha reagito anche grazie a risorse e conoscenze che mai prima nella storia avevamo avuto a disposizione. E chissà che, grazie a vaccini sviluppati in tempi straordinariamente rapidi, nel 2021 potremo cominciare a metterci alle spalle questo incubo. Buon anno, allora, a tutti noi.

- Un anno per immagini. I fotografi di National Geographic sembrano dotati di un GPS interiore. Spinti da un'indomabile curiosità, esplorano il pianeta alla ricerca di nuove immagini da catturare e nuove storie da raccontare. Nel 2020 questo GPS ha portato Ruddy Roye sul fronte delle proteste razziali americane e David Guttenfelder sulle tracce della pandemia. E nonostante le tragedie e il caos di quest'anno, Anand Varma è riuscito a catturare rare meraviglie naturali, Hannah Reyes Morales a immortalare momenti di intima quiete e Diana Markosian a testimoniare il trionfo della volontà umana. Ora questi cinque fotografi rispondono a una domanda: come è stato essere un fotografo nel 2020?
- L'anno che ci ha messi alla prova. Il conteggio continuo dei morti da coronavirus, gli scontri per questioni razziali, gli incendi, gli uragani, le locuste... Quanto abbiamo dovuto sopportare in questo 2020? E quando finirà la sofferenza?
- L'anno che ci ha isolati. Un funerale senza parenti. Una visita familiare attraverso un vetro. Un aperitivo virtuale. In tutto il mondo, miliardi di persone si sono trovate separate dai propri cari e dal conforto umano.
- L'anno che ci ha resi più forti. Gli Stati Uniti sono stati colpiti duramente dalla pandemia, ma la voglia di cambiamento non è stata intaccata: le morti per mano della polizia hanno scatenato una richiesta di giustizia che ra dovuta da tempo.
- L'anno che ci ha dato speranza. Anche in tempi cupi, avvengono fatti straordinari. Gli scienziati fanno scoperte entusiasmanti, i movimenti ambientalisti e sociali vincono battaglie, e l'amore può trionfare.

martedì 5 gennaio 2021

Diabolik Anastatika... una collezione "diabolika"!

La Gazzetta dello Sport e Corriere della Sera presentano Diabolik Anastatika, una collana anastatica, che riproduce perfettamente (sia nel formato che nel numero di pagine) le prime due serie del fumetto dedicato al ladro in calzamaglia, creato dalle sorelle Giussani nel 1962. Allegato ad ogni uscita troveremo anche un fascicolo con contenuti extra: trame, analisi dei personaggi, informazioni sugli autori e curiosità varie (anche per i collezionisti). La collana è composta da 51 volumi del costo di 5,99 euro ciascuno.
La prima uscita comprende un fascicolo doppio e la riedizione dell'albo n. 1 del 1964 disegnata da Luigi Marchesi. La seconda uscita prevede la riproduzione della rara locandina del 1963.



Questo il piano dell'opera:


1. Il re del terrore (Disegnata da Angelo Zarcone) e Il re del terrore #1 del 1964
(Disegnata da Luigi Marchesi) - 05/01/2021
2. L'inafferrabile criminale - 12/01/2021
3. L'arresto di Diabolik - 19/01/2021
4. Atroce vendetta - 26/01/2021
5. Il genio del delitto - 02/02/2021
6. L'assassino fantasma - 09/02/2021
7. Terrore sul mare - 16/02/2021
8. Sepolto vivo! - 23/02/2021
9. Il treno della morte - 02/03/2021
10. L'impiccato - 09/03/2021
11. Trappola infernale - 16/03/2021
12. La casa del delitto - 23/03/2021
13. Il morto che ritorna -30/03/2021
14. La donna decapitata - 06/04/2021
15. Lotta disperata - 13/04/2021
16. Ginko all'attacco - 20/04/2021
17. Lo sguardo che uccide! - 27/04/2021
18. Delitto perfetto - 04/05/2021
19. Il castello della morte - 11/05/2021
20. Gioielli di sangue - 18/05/2021
21. Il rapimento di Eva - 25/05/2021
22. Il grande ricatto - 01/06/2021
23. Il pugnale cinese - 08/06/2021
24. L'assassino dai 1.000 volti - 15/06/2021
25. La miniera di diamanti - 22/06/2021
26. Il mistero della camera chiusa - 29/06/2021
27. Vendetta mortale - 06/07/2021
28. Eredità di sangue - 13/07/2021
29. La morte invisibile - 20/07/2021
30. Ore d'angoscia - 27/07/2021
31. Morte su appuntamento - 03/08/2021
32. Il genio della rapinam - 10/08/2021
33. L'artiglio del demonio - 17/08/2021
34. Atroce beffa - 24/08/2021
35. L'ombra nella notte - 31/08/2021
36. Scacco alla malavita - 07/09/2021
37. Agguato mortale - 14/09/2021
38. S.O.S. Diabolik - 21/09/2021
39. La statua maledetta - 28/09/2021
40. La morte di Ginko - 05/10/2021
41. Caccia a Diabolik - 12/10/2021
42. L'uomo di fuoco - 19/10/2021
43. La cella della morte - 26/10/2021
44. Musica di sangue - 02/11/2021
45. Tradimento - 09/11/2021
46. Sangue nell'abisso - 16/11/2021
47. Il mistero della bara - 23/11/2021
48. La morte aspetta nel buio - 30/11/2021
49. Tragica fuga - 07/12/2021
50. Catena di delitti - 14/12/2021
51. L’inafferrabile criminale (versione Brazzoduro) - 21/12/2021