venerdì 19 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 61: Il palo della tortura

Zagor e il sergente Hackman nelle mani dei guerrieri Sauk, guidati dal carismatico Wanattah...

Data di uscita: 19 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. Conan di Cimmeria, una Darkwood nella preistoria (di Fabio Licari)
- Il palo della tortura (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- I ricattatori (1967). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

[Recensione] I segreti del Codice

I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
A cura di: Dan Burstein

Formato: copertina rigida
Pagine: 400
Editore: Sperling & Kupfer (9 novembre 2004)
ISBN-13: 9788820037727
Data di acquisto: regalo di Natale 2020
Letto dall'11 al 19 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Il romanzo dell'americano Dan Brown, "Il Codice Da Vinci", ha incrinato una serie di certezze e dogmi acquisiti da secoli. Gesù era davvero sposato con Maria Maddalena? Quest'ultima era effettivamente uno dei dodici apostoli? Davvero alcuni geni del passato come Leonardo e Isaac Newton appartenevano a società segrete in possesso di verità rivoluzionarie? È davvero possibile che "L'ultima cena" di Leonardo nasconda dettagli e simboli a sostegno di queste versioni della storia e della fede? E, soprattutto, le ipotesi avanzate da Dan Brown sono supportate da concreti dati storici? Analizzando le fonti adottate dall'autore americano, Burstein fornisce un contributo essenziale che ne svela i misteri più controversi.

----- L'incipit del libro -----
Sotto molti aspetti, Maria Maddalena è la star del "Codice da Vinci", ed è dunque un punto di partenza appropriato per la nostra odissea alla scoperta delle storie e dei misteri che fanno da sfondo al romanzo di Dan Brown. Ma chi era questa donna che nei vangeli canonici ha un ruolo cruciale in alcuni momenti critici? Si tratta chiaramente di uno dei compagni di Gesù a lui più vicini nel corso delle sue peregrinazioni. Nel Nuovo Testamento il suo nome è citato dodici volte. E uno dei pochi seguaci di Cristo a presenziare alla sua crocifissione. Alla morte di Gesù, è lei a prendersi cura del suo corpo e, tre giorni dopo, a recarsi presso la sua tomba. Ed è sempre a lei che Gesù risorto appare per primo. In quell'occasione, Cristo la incarica (o, per meglio dire, le conferisce pieni poteri) di diffondere la notizia della sua resurrezione, rendendola così, a tutti gli effetti, il più importante degli apostoli, latrice del messaggio cristiano agli altri apostoli e al mondo intero.

----- La mia brevissima recensione -----
Questo libro è solo un una "corposa" e prolissa raccolta di testi (articoli di giornali e libri, interviste, ecc.) già apparsi su altre testate e un po' ovunque... E forse anche per questo, lo dico senza tanti giri di parole, la sua lettura mi ha molto annoiato e stancato (stavo quasi quasi per lasciar perdere).
- Voto: ⭐ (1 u 5)

domenica 14 febbraio 2021

Zagor: due uscite in edicola


----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 60: La prigioniera bianca
Per liberare Cinzia Bradmayer, il maggiore Raskin scatena i soldati contro i pellerossa Sauk...
Data di uscita: 12 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 2 (di Fabio Licari)
- La prigioniera bianca (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - seconda parte
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor Classic, albo n. 24: Gentiluomo... ma non troppo
Data di uscita: 13 febbraio 2021
Pagine: 84
Soggetto e sceneggiatura: Guido Nolitta
Disegni e copertina: Gallieno Ferri
Colori: GFB Comics
Prezzo di copertina: 3,50 euro
Zagor prende parte a un torneo messo in piedi dall'usurpatore Iron-Man, riuscendo ad affrontarlo nuovamente e, smascherati i suoi trucchi, a sconfiggerlo definitivamente. Nell'avventura che segue, lo Spirito con la Scure, deve affrontare Buddy Fox, detto "la volpe", un noto criminale abile nei travestimenti che, rubata l'identità di un nobile locale, sta organizzando una festa per le persone più ricche della regione che intende alleggerire di tutti i loro valori...

mercoledì 10 febbraio 2021

[Recensione] Dalia nera

Dalia nera
di: James Ellroy

Titolo originale: The Black Dahlia
Formato: Kindle (633 KB)
Pagine: 385 pag.
Editore: Mondadori (24 giugno 2014)
ASIN: B00L79MM9U
Data di acquisto: 2 febbraio 2016
Letto dal 27 gennaio al 10 febbraio 2021

----- Sinossi -----
Non si muovono certo in un mondo di illusioni Lee e Dwight, poliziotti, pugili, amici. Eppure il pericolo più grave per loro non arriva dalla folla di relitti umani e delinquenti che li circondano, né dalla violenza e dalla corruzione di Los Angeles, né da Kay, la donna di cui entrambi sono innamorati. È un orrido delitto a sconvolgere per sempre la loro vita: il massacro di Elizabeth Short, la "Dalia Nera", ragazza leggera, allegra, imprudente, prostituta a tempo perso. E quando Lee scompare misteriosamente, per Dwight le indagini si trasformano in una tremenda ossessione, una discesa agli inferi tra gli angeli caduti, un confronto supremo con se stesso e col suo passato. Una sfida a immergersi nel sangue e uscirne immacolati.

----- L'incipit del libro -----
Non l'ho mai conosciuta da viva. Lei, per me, esiste solo attraverso gli altri, nell'evidenza delle loro reazioni alla sua morte. Scavando a ritroso e attenendomi ai fatti posso dire che era una ragazza triste e una puttana. Nella migliore delle ipotesi era una fallita, un'etichetta che, del resto, potrei applicare a me stesso. L'avrei consegnata volentieri a una fine anonima, poche righe su un rapporto della Omicidi, una copia carbone per l'ufficio del magistrato, i formulari per la fossa comune. Ma lei non avrebbe approvato questa conclusione: avrebbe preferito rendere manifesta la sua storia in tutta la sua brutalità.
Le devo molto e poiché io solo conosco i fatti per intero, tocca a me mettere per iscritto queste righe.

----- La mia (brevissima) recensione -----
"Non aveva doti profetiche: semplicemente ci dava dentro per costruirsi la carriera, mentre io arrancavo incerto per la mia strada. Ancora adesso la sua voce ammonitrice mi perseguita: Cherchez la femme. Il nostro sodalizio è stato infatti solo un tassello nel mosaico della dalia. Che alla fine ci ha risucchiato entrambi".
Un capolavoro assoluto del suo genere. James Ellroy è un Maestro (ora scrive romanzi storici dove fiction e realtà vengono mischiati in maniera superlativa).
Questo romanzo, un classico noir anni '40, partendo da un fatto di cronaca realmente accaduto (Elizabeth Ann Short, la "Dalia Nera"), è principalmente ispirato dal delitto di sua madre, uccisa quando lui aveva appena 12 anni.
- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 u 5)

domenica 7 febbraio 2021

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 59: Guerrieri Cayuga

Sam Fletcher torna in scena, senza armatura ma in compagnia di un gruppo di spietati evasi...

Data di uscita: 5 febbraio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro

In questo numero:
- Il mio Zagor. La struttura narrativa in Zagor: sette "filoni" di genere e stile - 1 (di Fabio Licari)
- Guerrieri Cayuga (1969). Testo di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Sandy River (1976). Testo di Guido Nolitta, disegni di Franco Donatelli
- Il mondo di Zagor. Cheyenne - prima parte
- Dagli archivi Bonelli

National Geographic Italia - febbraio 2021

National Geographic Italia - febbraio 2021

Vol. 47 - N. 2 (n. 277 della mia collezione)
Prezzo di copertina: 4,90 euro

In copertina: Mimivirus è tra i più grandi e complessi virus conosciuti. I ricercatori lo stanno studiando nella speranza di gettare luce sulle origini e le modalità di proliferazione di queste entità biologiche tuttora misteriose. Illustrazione di Markos Kay.

Editoriale (del direttore Marco Cattaneo): L'elefante nella stanza. Tutti concentrati sull'andamento della pandemia, che ha monopolizzato l'informazione ai quattro angoli del pianeta, nel 2020 abbiamo trascurato l'elefante nella stanza. Eppure l'anno appena trascorso ha fatto di tutto per ricordarcelo, stabilendo primati in molte specialità: è stato l'anno dei record di incendi nell'Artide e in Australia; del maggior numero di tempeste tropicali (29) nell'Atlantico; di una devastante invasione di locuste in Africa Orientale; della più alta concentrazione di anidride carbonica in atmosfera, nonostante una riduzione del 7% delle emissioni di gas serra dovuta ai lockdown che si sono susseguiti in mezzo mondo. Ed è stato, secondo i dati rilevati dal Copernicus Climate Change Service dell'Unione Europea, l'anno più caldo dall'era preindustriale insieme al 2016, con 1,25 gradi in più rispetto al periodo 1850-1900. Gli ultimi sei anni sono stati i sei più caldi nel registro delle temperature: in media, siamo a quasi mezzo grado in più rispetto ad appena vent'anni fa, e già pericolosamente vicini a quel grado e mezzo in più indicato dall'Ipcc come il primo limite da non superare. Alla questione climatica, poi, si affiancano emergenze ambientali ormai diventate croniche, come quella del polo petrolchimico siracusano di cui ci racconta Alfonso Pinto. Dove il sogno industriale siciliano si è infranto in una realtà di degrado e di abbandono. Clima e ambiente sono i due principali pilastri da cui dovremmo cominciare a ricostruire, una volta domata la pandemia. Non per tornare al mondo di prima, ma per averne uno più vivibile. Proviamo a non ignorarlo, l'elefante nella stanza.

- L'importanza dei virus. SARS-CoV-2 ha fatto strage, e ogni anno influenza stagionale e altre patologie virali uccidono centinaia di migliaia di persone. Eppure i virus sono fondamentali per il pianeta: hanno plasmato la vita sin dagli albori dell'umanità e il nostro genoma è composto per l'8% da DNA virale.
- Donne in cerca di futuro. Ogni anno nel mondo milioni di donne emigrano, spinte  dalla paura, dalla fame, dalla disperazione, o semplicemente alla ricerca di un futuro migliore. Dalla Somalia all'Honduras, dal Vietnam al Pakistan, cinque storie di donne che hanno trovato il coraggio per partire.
- La Sicilia dei veleni. Il polo petrolchimico siracusano doveva far rinascere la Sicilia. Ma ha lasciato solo malattie ed inquinamento.
- Preservare il paradiso. La Penisola di Osa, un'oasi di biodiversità in Costa Rica, è a rischio a causa della pandemia.
- Fotodiario: In crociera, a distanza. La "nuova normalità" della vacanza in nave passa attraverso l'applicazione di rigidi protocolli.
- Explore: Siamo nati per viaggiare? Il viaggio non è un'attività razionale, ma è nel nostro DNA. Ecco perché dovremmo programmarne uno immediatamente.

giovedì 4 febbraio 2021

Libri (e fumetti) letti nel mese di gennaio... e quelli da leggere a febbraio!

Visto che questo post esce con qualche giorno di ritardo, ecco una piccola, ma doverosa, premessa. A causa di un fastidio agli occhi, che mi sta causando non pochi grattacapi, il tempo che posso dedicare alla lettura dei libri si è drasticamente ridotto... perciò, da inizio 2021, dovrò leggere molto di meno e, soprattutto, per non sforzare ulteriormente la vista, non scriverò più le recensioni dei libri che finisco di leggere, limitandomi soltanto a dare un voto (che andrà, come mio solito, da 1 a 5).

I libri (ed i fumetti) che ho letto e recensito a gennaio 2021:
- 25 gennaio 2021: Maxi Zagor, albo n. 41 - La nave fantasma
- 18 gennaio 2021: Ken Follett - La colonna di fuoco. Serie di Kingsbridge, vol. 3
- 15 gennaio 2021: Zagor Classic, albo n. 23 - Il torneo di Darkwood
- 11 gennaio 2021: Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. n. 28 - L'incantesimo di Dharma
- 6 gennaio 2021: Zagor, albo n. 717 - Nessuno è innocente

Ed i libri in lettura per febbraio 2021 (ma non necessariamente in quest'ordine... e non è neanche detto che siano questi):
- James Ellroy: Dalia nera [già in lettura]
- Dan Burnstein (a cura di): I segreti del Codice. Le verità dietro "Il Codice da Vinci"
- Marco Buticchi: Stirpe di navigatori

Fresco fresco di consegna: Dragonero. Il sangue del drago

Dragonero. Il sangue del drago

Data di uscita: 28 gennaio 2021
Formato: brossurato, 16 x 21 cm, b/n
Pagine: 400
ISBN code: 978-8869615818
Prezzo di copertina: 16 euro sul sito dell'editore, 15,20 euro su Amazon

Soggetto e sceneggiatura: Luca Enoch e Stefano Vietti
Disegni: Giuseppe Matteoni e Luca Malisan
Copertina: Giuseppe Matteoni

Per la prima volta raccolti in volume i quattro episodi d'esordio di Dragonero, la serie fantasy creata da Luca Enoch e Stefano Vietti.
Città portuale di Baijadan, a sud dell'Impero. Ian Aranill, sua sorella Myrva, l'orco Gmor e l'elfa Sera stanno investigando su di un traffico di armi, quando si trovano di fronte ad un pericolo inatteso: un'arma dagli effetti devastanti che sembrava andata distrutta per sempre proprio grazie all'intervento di Ian, sei anni prima. È l'inizio del viaggio che porterà l'Uccisore di Draghi e i suoi compagni a svelare chi sia l'oscura figura che vuole servirsene per scatenare una guerra tra gli Orchi e l'Impero!

mercoledì 3 febbraio 2021

Zagor: due uscite in edicola

----- Collana "Zagor, Lo Spirito con la Scure", vol. 58: Nelle mani del tiranno
Per affondare il "Destroyer", Zagor dovrà prima affrontare il folle "Butcher"...
Data di uscita: 29 gennaio 2021
Pagine: 160
Prezzo di copertina: 6,99 euro
In questo numero:
- Il mio Zagor. Wheeling, l'epico incrocio tra Bonelli, Pratt e i loro eroi (di Fabio Licari)
- Nelle mani del tiranno (1978). Testi di Guido Nolitta e Decio Canzio, disegni di Franco Donatelli e Francesco Gamba
- Gli evasi (1969). Testi di Guido Nolitta, disegni e copertina di Gallieno Ferri
- Il mondo di Zagor. Cherokee
- Dagli archivi Bonelli

----- Zagor, albo n. 718: Lupi e agnelli
A Heavenwood esiste una vera e propria consorteria del malaffare che tiene in pugno la città, ma che agisce dietro la parvenza di rispettabilità. Nelle sue indagini tese a risolvere il mistero di alcuni omicidi e quello di una tribù indiana schiavizzata da qualcuno per i suoi scopi oscuri, Zagor viene aiutato da una figura nell'ombra: di chi si tratta? Anche sulla sua identità, come su quella dei responsabili e dei mandanti delle uccisioni, dei soprusi e degli attentati, viene finalmente fatta chiarezza.
Corrispondente a Zagor Gigante n. 667
Data di uscita: 3 febbraio 2021
Pagine: 100
Soggetto e sceneggiatura: Tito Faraci
Disegni: Marcello Mangiantini
Copertina: Alessandro Piccinelli
Prezzo di copertina: 3,90 euro

La lingua che visse due volte

La lingua che visse due volte. Fascino e avventure dell’ebraico
di: Anna Linda Callow

Formato: Kindle (744 KB)
Pagine: 156
Editore: Garzanti (11 aprile 2019)
ASIN: B07PYXCXYK
Data di acquisto: 12 ottobre 2019
Letto dal 18 al 27 gennaio 2020

----- Sinossi -----
Attraverso le sorprendenti peripezie di una lingua, un viaggio nella storia e nella letteratura di una cultura millenaria.
Nella Bibbia il Dio della Genesi crea la luce e ordina il cosmo parlando ebraico, e all'ebraico ricorre Adamo per dare un nome a tutti gli esseri viventi. L'ebraico è il più antico idioma al mondo a essere utilizzato in maniera pressoché identica da millenni, e attraverso liturgie e traduzioni è penetrato in molti lessici europei, italiano compreso: oggi è la lingua ufficiale di uno stato (Israele) e quella di una religione. Ma la sua vicenda è stata tutt'altro che lineare: per molti secoli è rimasto sostanzialmente una lingua morta, coltivata da rabbini e intellettuali ma soppiantata nei contesti profani dalle innumerevoli parlate della diaspora ebraica, dallo yiddish al ladino. Solo complesse circostanze storiche, identitarie e politiche l'hanno riportata in vita, facendone un organismo vivo e fecondo. Anna Linda Callow racconta questa avventurosa epopea con la conoscenza della studiosa e il gusto dell'esploratrice: ci inizia alla lettura di un alfabeto affascinante e misterioso, ci fa scoprire vicende epiche come quella di Eliezer Ben Yehuda, che compilò un monumentale dizionario e allevò il primo bambino ebraicofono dalla nascita dopo secoli, ci conduce per mano attraverso splendide pagine di letteratura, e ci fa viaggiare nel tempo e nello spazio immergendoci in una cultura in cui tutti noi affondiamo le radici.

----- L'incipit del libro -----
Il mio personale incontro con il mondo ebraico, cui non appartengo per radici familiari, e da cui discende la mia passione per questa lingua, risale a un tempo ormai remoto, quando da bambina mi innamorai perdutamente di Haim, un amico di mio padre, un quarantenne israeliano che aveva abbandonato la Terra promessa per lavorare in Italia.
Approfittando del suo divorzio, all'età di sei o sette anni gli chiesi di sposarmi. Com'era prevedibile la mia profferta fu respinta con affettuosa fermezza, costringendomi così, molti anni prima di avere l'occasione di leggere il Simposio platonico, ad avventurarmi sui faticosi gradini della scala amoris: la «scala dell'amore» che, secondo il grande filosofo ateniese, dalla contemplazione dei corpi belli porta alla speculazione intellettuale.

-----
"Lo studio di per sé non è un'affiliazione politica né religiosa, può essere spacciato per mero interesse culturale tra tanti, ma che cosa c'è di più intimo dell'esprimere silenziosamente il dialogo interiore in una lingua scelta e coltivata con passione?".
-----

- Voto: ⭐⭐⭐⭐ (4 u 5)

Clicca qui e scarica le parti che ho evidenziato